Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 8 ottobre 2016

Il Giornaletto di Saul del 9 ottobre 2016 – Macerata: Dante Cecchi, no al matrimonio (di ogni genere), economia sostenibile e bioregionalismo, libero arbitrio e destino, medicina difensiva...


Risultati immagini per Macerata: Dante Cecchi teatro lauro rossi

Care, cari, a Macerata era da un bel po' che non ci andavo, l'8 ottobre 2016 però sono stato precettato da Lorenzo Luccioni per accompagnarlo alla manifestazione organizzata dal comune amico Alberto Meriggi, che si svolgeva al Teatro Lauro Rossi, unitamente alla presentazione del libro “Dante Cecchi. L’avventura di un intellettuale nelle Marche del Novecento.” un'antologia di vari autori dedicata al compianto prof. Dante Cecchi, grande educatore, storico e amministratore maceratese. Evidentemente questo personaggio era ed è tutt'ora amato dalla popolazione della provincia di Macerata lo dimostrava la folta presenza di pubblico ed il numero dei relatori chiamati a descriverne l'avventura. Lorenzo ed io siamo riusciti ad aggiudicarci un palchetto proprio di fronte al palcoscenico e quindi non ci siamo dovuti sguerciare molto per osservare lo svolgimento della manifestazione, condotta con savoir faire dal nostro Alberto Meriggi, il quale in veste di chaperon ha tessuto le fila e guidato con sagacia la sequenza dei numerosi interventi... - Continua:

Post Scriptum – Al ritorno a Treia ho telefonato subito a Caterina, poiché forse non l'aveva adeguatamente informata della mia trasferta a Macerata, ed infatti lei era un po' preoccupata per non avermi trovato a casa, quando solitamente mi chiama verso le 17. Chissà perché se non mi trova pensa subito che “potrei esser morto”. L'ho rassicurata dicendole che “nel caso che, l'avviso in anticipo”...

Unioni civili e matrimoni di comodo - Vorrei tornare ancora una volta sul discusso punto delle “unioni civili” che è stato ed e tutt'ora causa di polemiche fra tradizionalisti ed innovatori. Sostanzialmente questa legge serve a favorire ed a legalizzare le unioni fra congeneri, maschi o femmine che siano. Malgrado la legge alcuni sindaci si dividono e sposano a loro gusto e piacimento. Abbiamo visto che i sindaci che ci tengono a dimostrarsi “innovatori”, come ad esempio la Raggi e la Appendino, fanno bella mostra di sposalizi gay mentre i sindaci contrari ricevono minacce da parte del ministero degli interni di adeguarsi all'obbligo, pena la decadenza... Ma questa delle unioni civili obbligatorie è un po' come la proposta di legalizzare la canapa, non è una battaglia di libertà o di ecologia sociale ma un escamotage per accontentare fette di elettorato e guadagnarci sopra... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/10/08/basta-matrimoni-gay-o-non-gay-che-siano-si-dia-spazio-al-libero-amore/

Referendum costituzionale – Il parere di Giorgio Vitali di Accademia della Libertà: “...noi non siamo favorevoli alla costituzione post-bellica, creata dai revenants...NOI SIAMO PER UN ALTRO TIPO DI COSTITUZIONE, CHE GARANTISCA LA LIBERTà DAL POTERE ECONOMICO & FINANZIARIO. Nonché la rappresentanza REALE delle forze del lavoro e della creatività umana. Tuttavia, poiché la riforma costituzionale di renzi vuole aggravare il potere della economia finanziaria e apolide, NOI in questo momento dobbiamo difendere questo brandello di pseudo-libertà per passare poi, forti della vittoria, al contrattacco...”

Bioregionalismo ed economia sostenibile. Documento storico - Il racconto che segue è stato pubblicato sull’ultimo numero del Bullettin, l’organo del Circolo Vegetariano VV.TT., che uscì in forma di “brochure” in occasione dell’incontro della Rete Bioregionale Italiana, tenuto a Calcata (nel Tempio della Spiritualità della Natura e nella sala Consiliare del Comune) dal 9 all’11 maggio del 2003. Il tema trattato era: "Bioregionalismo ed Economia Sostenibile" – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/10/bioregionalismo-ed-economia-sostenibile.html

Altro che tasse – Scrive Vincenzo Zamboni: “Le tasse con una moneta sovrana NON SERVONO MAI, mai e poi mai sono servite, a finanziare la spesa pubblica. La spesa pubblica di uno Stato a moneta sovrana si finanzia quando quello Stato crea il proprio denaro. Non ha bisogno di tasse per crearlo.”

Il ponte sullo stretto – Scrive Michele Rallo: “Il Ponte sullo Stretto è soltanto una delle tante bufale toscane, una delle promesse da marinaio che un Renzi allo sbando andrà snocciolando da qui al prossimo 4 dicembre, nella lunghissima campagna elettorale che il Vispo Tereso ha voluto per tentare di arginare l'armata dei NO che s'ingrossa ogni giorno di più. Il ponte con tutto il resto: riduzione delle tasse, aumento delle pensioni, incentivi alle imprese, eccetera... tutti tasselli del colossale voto di scambio che il furbetto fiorentino vorrebbe congegnare per guadagnare consensi. Con quali soldi? Senza soldi, facendo debiti. È questa la "flessibilità" che il mattacchione chiede all'UE: la possibilità di fare nuovi debiti (che dovremo pagare noi). Oramai, per il nostro debito pubblico è un nuovo "record storico" ogni mese: 2.241 miliardi di euro a maggio, 2.248 a giugno, 2.252 a luglio, in attesa di altri dati. Il ponte, quindi, non si farà. Ma, quand'anche ci fossero i soldi, non si dovrebbe fare....”

Lettera a Pierre Moscovici – Scrive Adriano Colafrancesco: “Caro Moscovici, dunque, secondo lei, in Italia c’è una “minaccia populista” e per questo bisogna “sostenere gli sforzi di Renzi affinché sia un partner forte all’interno dell’Unione Europea”. Non si disturbi, signor Pierre, abbiamo già in casa abbastanza tromboni maligni, impegnati quotidianamente a infinocchiare i nostri connazionali...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/10/08/lettera-aperta-a-pierre-moscovici-commissario-europeo-per-gli-affari-economici-e-monetari/

La strana “democrazia” pentastellata – Scrive A.M.: “Allora: i cittadini eleggono liberamente un sindaco di cui hanno fiducia, ma in pratica affidano a Beppe Grillo ed al “direttorio” dei 5 stelle le linee guida del governo della città …! E’ successo  a Parma e sta succedendo di nuovo a Roma dove si vuole imporre alla Raggi chi è gradito e chi non lo è. Per i 5 Stelle i sindaci NON sono i rappresentanti diretti dei cittadini che li hanno eletti, ma sono le marionette dei Boss del movimento che tirano i fili e determinano le scelte di fondo della gestione dell’amministrazione cittadina...”

Siria. Evacuazioni in corso o scontro frontale? - Scrive Gianni Caroli: “Adesso il Pentagono e la CIA, che hanno definitivamente esautorato il Bresidende inetto, attaccando le truppe siriane a Deir Ezzor PER SALVARE I TERRORISTI ARIANO-WAHHABITI DI AL QAIDA & FRATELLI MUSSULMANI*, giusto il golpe neo.com del famoso 11/9, hanno due vie davanti: 1) ANDARE ALLO SCONTRO MILITARE FRONTALE, non solo contro Siria e Russia, ma anche Iran, Iraq...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/10/siria-usa-save-soldier-al-qaida.html

Commento - Integrazione di Piotr: “Ne approfitto per comunicare che la Russia ha accolto la proposta di De Mistura e chiederà a Damasco di fare uscire al-Nusra da Aleppo Est con le sue armi (secondo me bisogna vedere quali, se quelle leggere o anche i missili e i mortai). D'altra parte è quello che la Russia auspicava da quando Palmira è stata liberata. E non credo che lo auspicasse senza essersi consultata con Damasco.” - Continua in calce al link soprastante

Siria. Media e bugie di guerra – Scrive Fulvio Grimaldi: “E’ di evidenza solare il tentativo di utilizzare montature propagandistiche per compensare e oscurare lo sbigottimento del mondo di fronte: 1) alla vera e propria guerra di una polizia con licenza governativa di uccidere contro la popolazione afroamericana negli Usa; 2) il flusso di rivelazioni, pubblicate addirittura in un rapporto del Senato Usa, sulle sistematiche torture impiegate dalle forze dell’ordine e dai militari Usa; 3) il disfacimento delle forze del terrorismo mercenario in Siria di fronte all’offensiva lealista; 4) la progressiva riabilitazione, operata dai governi Nato e dai loro strumenti di disinformazione, delle organizzazioni mercenarie importate in Siria..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/10/siria-media-e-bugie-di-guerra-americane.html

Massa. Incontro con il lama – Scrive Lucia Castaldi: “Ritorna a Massa il Lama Jampa Gyatso per stare 3 giorni insieme: 21, 22 e 23 ottobre 2016. Il Lama, del Lignaggio Rinpoche, lavora per la pace nel mondo portando la sua opera e presenza ovunque ce ne sia bisogno. Info. marziapadeletti@yogamassa.com”

Libero arbitrio e destino - Anasuya Devi, la mia madre spirituale, affermava che il senso di “libero arbitrio” è solo una componente che consente il compimento di quanto ci è affidato dal destino, similmente fece Shirdi Sai Baba, che era “musulmano” (non nel senso “classico” ovviamente) e visse in una moschea per tutta la vita. Per entrambi anche gli insegnamenti più sublimi contenuti nei testi sacri, erano solo una “forma di ignoranza per cancellare un’altra ignoranza”... - Continua:

Verona. Libraria – Scrive Giuseppe Zambon: “15 ottobre 2016 – Ore 18, a Libre, Via Scrimiari, 51/B, Verona. Claudia Berton presenterà Il suo libro: TERRORISMO. DOVE È NATO E CHI LO USA. Esisteva una terra, la Siria: laica, plurireligiosa, multietnica, colta e di antica civiltà. Oggi, questo paese non esiste più... - Info. claudiaberton@teletu.it

Roma. Medicina Difensiva – Scrive Giorgio Vitali: “Siete invitati alla mia conferenza sulla Medicina Difensiva che si terrà a Roma, sede AVA, Piazza Asti, 5a, giovedi 20 ottobre 2016. Si tratta di reimpostare tutto il sistema sanitario, ovvero quella parte del sistema che NON risponde alle regole di sicurezza che pur si chiedono, o si dovrebbero chiedere, negli impianti industriali...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/10/roma-20-settembre-2016-la-medicina.html

Roma. Curare le malattie con la mente – Scrive Ava: “In Piazza Asti 5/a - Roma, ore 17.30 del 13 ottobre 2016, conferenza del Dr. Gerardo Ciannella: Conoscere le cause delle malattie e sviluppare la capacità di curare se stessi attraverso il potenziamento delle facoltà mentali. Info. 3339633050”

Il cibo adatto all'uomo – Scrive Franco Libero Manco: “Per capire qual’è il cibo adatto alla nostra specie occorre far riferimento alla “macchina” umana, alla sua struttura anatomica e fisiologica e considerare che se gli animali più vicini a noi come le scimmie antropomorfe pur essendo dotate di canini potenti e ben sviluppati sono fondamentalmente fruttariani, e che solo occasionalmente si nutrono anche di insetti o altri prodotti di derivazione animale, tanto più gli esseri umani sprovvisti di qualunque strumento naturale adatto a lacerare la carne dovrebbero convincersi che la natura non aveva previsto che l’uomo si nutrisse di carne...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/10/07/vivere-bene-e-senza-nuocere-ad-altre-vite/


Vi saluto con affetto, ciao, Paolo/Saul

…......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Rifletti spesso con quale rapidità passino e si dileguino cose, fatti ed esseri viventi. L’esistenza è come un fiume che scorre ininterrottamente, le sue attività subiscono continue trasformazioni, le sue cause migliaia di modificazioni, talché nulla di stabile c’è in essa, nemmeno ciò che ti sta presso. Pensa all’abisso infinito del passato e del futuro, in cui ogni cosa svanisce. Non è da sciocchi, allora, insuperbirsi, affannarsi, lagnarsi, come se ciò che ci affligge dovesse durare in eterno?” (Marco Aurelio)



Nessun commento:

Posta un commento