Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 27 ottobre 2016

Il Giornaletto di Saul del 27 ottobre 2016 – USA: manca poco alla mistero buffo, reincarnazione ed ipnosi regressiva, smascherata la casta, confini politici e confini geografici, forte terremoto nel centro Italia...


Risultati immagini per usa hillary e donald

Care, cari, tra pochi giorni, martedì 8 novembre 2016, negli USA circa metà dei cittadini americani adulti andrà a votare e sceglierà chi dei due candidati selezionati dal sistema politico americano sarà il nuovo presidente. La campagna elettorale ha dato nuovo risalto alla crisi del sistema politico americano. Da decenni gli USA sono governati da una oligarchia che nel 1960 Eisenhower, alla fine del suo mandato presidenziale, chiamava “complesso militare-industriale”. Quella oligarchia è in una certa misura cambiata: non è più la vecchia oligarchia WASP (bianchi, anglo-sassoni e protestanti), ma un’oligarchia di uomini della finanza e banchieri, di industriali, di militari di alto grado, di dirigenti FBI, CIA, NSA e altre agenzie, di politicanti e criminali d’alto bordo, di capi di chiese e di associazioni affermate, di trafficanti, universitari, giornalisti e pubblicisti di ogni razza, colore, nazionalità e sesso. Ma essa è ancora alla guida degli USA e del loro sistema di sfruttamento, distruzione e devastazione in tutto mondo e di sfruttamento e oppressione di classe, razziale, nazionale e sessuale anche delle masse popolari americane...(NPCI)... - Continua:

Memoria su Nonantola – Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo http://retedellereti.blogspot.it/2016/10/nonantola-memorie-di-una-veterinaria-in.html -: “Un giorno di alcuni anni fa ci sono passato anch'io, da Nonantola, mentre andavo in un altro paese in provincia di Bologna a una conferenza (interessantissima) del Dr. Mathias Rath, ex allievo di Linus Pauling, che ha collegato le malattie cardiovascolari alla scarsa assunzione di vitamina C, partendo dallo studio dello scorbuto o malattia dei marinai. Nonantola mi era piaciuta molto...”

Vallonia siamo tutti noi. No al CETA - Scrive A.C.: Purtroppo non credo che le informazioni diffuse in Italia siano attendibili e sufficienti a farsi un’idea di ciò che sta succedendo. Quello che è certo è che la Vallonia, attraverso il presidente del Parlamento regionale (Paul Magnette), esprime quello che da anni gridiamo nelle strade!..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/10/26/vallonia-siamo-tutti-noi-no-al-ceta/

No renzi day. Doppia prostituzione – Scrive Jimmie a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/10/23/roma-resoconto-breve-del-no-renzi-day-del-22-ottobre-2016/ -: “"Mi riferisco all’appunto di Fulvio, “NO RENZY DAY (Chissà perché non si poteva dire “Giornata No Renzi).” Concordo pienamente e aggiungo, anche se e’ ovvio, che l’assimilazione e l’uso di termini ameringlesi non necessari, sono espressione di assoggettazione culturale completamente ingiustificata. E la colonizzazione lessicale, se non la più potente, è un’altra subdola arma del paese eccezionale nella ‘guerra di quarta generazione.’ Perché lessicalmente l’Italia esporta solo ‘pizza’, ‘spaghetti’, ‘espresso’ e simili. Come dire, l’Italia esporta la pancia e importa il cervello...” - Continua in calce al link segnalato

Napoli. Ospedale di San Gennaro occupato dal popolo sovrano contro renzie – Scrive Carc: “I vertici della Repubblica Pontificia e il loro Governo Renzi proseguono la guerra di sterminio non dichiarata nei confronti delle masse popolari. L’opera di smantellamento della sanità pubblica, in questo caso la chiusura di un ospedale, ha trovato la risposta decisa delle masse popolari. Il 17 ottobre 2016, è stato occupato l’ospedale dei poveri di San Gennaro! Oggi più che mai difendere la Costituzione significa applicare le sue parti progressiste, l’articolo 32 recita: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”. Invitiamo tutti i comitati e le organizzazioni che difendono la sanità pubblica a sostenere questa battaglia!” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/10/napoli-ospedale-di-san-gennaro-occupato.html

Commento di V.Z.: “Non ci si può in alcun modo fidarsi di Killarykiller, della Nato, del PD, del governo, della partitocrazia secondorepubblichina italiana di guerra e rapina contro i popoli. Si tratta di una collezione di pericolosi criminali. E dal rischio dei crimini bisogna difendersi...”

Reincarnazione ed ipnosi regressiva – Scrive Giovanna Lombardi: “A chiunque di noi sarà capitato qualche volta di vedere una persona sconosciuta o entrare in un posto mai visto e avere la sensazione di conoscerli già. Si tratta del così detto déjà vu. Chi crede nelle vite passate non può fare a meno di chiedersi se quella persona o quel luogo appartengano a una vita precedente. Questa idea appare bizzarra a noi occidentali, che siamo tanto razionali e tanto legati a questa nostra vita terrena dopo la quale, al massimo, ci potrà essere ad aspettarci solo il Regno dei cieli...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/10/reincarnazione-ed-ipnosi-regressiva.html

Monte Soratte. Ultimo rifugio - Scrive Bunker Soratte: "Martedì 1 Novembre 2016 (Ognissanti) organizziamo delle visite guidate nei rifugi-bunker del Monte Soratte, nel paese di Sant’Oreste (RM): un’esperienza di grande impatto emotivo, dove sarà possibile toccare con mano la storia del ‘900, dal Fascismo alla Seconda Guerra Mondiale, dalla Guerra Fredda ai giorni nostri. Info. bunkersoratte@gmail.com"

Smascherata la casta. Bravi 5 stelle – Scrive Massimo Mazzucco: “La casta del centrodestrasinistra ha rifiutato il dimezzamento degli stipendi e con ciò i 5 Stelle sono riusciti a dimostrare che la faccenda della "riduzione dei costi del parlamento" - tanto sbandierata nella nuova riforma costituzionale - è in realtà un misero specchietto per le allodole. Lo ha confermato, involontariamente, l'ex-leghista Marcolin (ora con Verdini), quando ha dichiarato: Il vero problema dei costi della politica non riguarda lo stipendio dei parlamentari, ma gli sprechi e l’inefficienza della macchina amministrativa." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/10/la-casta-ha-detto-no-al-dimezzamento.html

Commento di Fernando Rossi: “Oltre alle considerazioni di Mazzucco, che qui condivido, c'è da considerare che la serietà e la credibilità della asserita finalità risparmiatrice di togliere l'eleggibilità del Senato è sputtanata anche dal fatto che il 'giocattolino' che Renzi si è preso ci è costato dalle 3 alle 4 volte ciò che risparmierebbe il senato dei nominati...”

Commento di Movimento d'Amore: “SCONVOLGENTE ciò che potrebbe accadere il giorno 4 dicembre prossimo: il Governo Italiano chiede al Popolo Italiano di votare “Sì “ al referendum per dare ufficialmente inizio al... NUOVO ORDINE MONDIALE. La Santissima Trinità nel 2003, attraverso Conchiglia, aveva già avvertito la Chiesa Cattolica e l'Umanità...”

Bioregionalismo. Confini politici e confini geografici – Scrive Paesaggi Mutanti: “Bioregionalismo è un termine usato per descrivere un approccio alle questioni politiche, culturali ed ambientali basato su aree regionali naturalmente definite, individuate con i termini di bioregione o ecoregione. Il termine è utilizzato dai primi anni del 1970 nei lavori di Peter Berg e Raymond Dasmann. Lo stesso Berg ha poi definito la bioregione terreno geografico e terreno della coscienza, leggendola come un organismo vivente frutto di secoli di evoluzione morfologica, biologica e culturale...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/10/la-bioregione-come-terreno-geografico-o.html

Monte San Martino. Il bio non trema – Scrivono Paola e Marino: “Siamo titolari di una piccola impresa che produce formaggi ed ha avuto di fatto una doppia sfortuna: non solo ha subito gravissimi danni dal sisma ma è anche situata in una zona totalmente trascurata dalla grande informazione, zona i cui abitanti sono trattati come terremotati di “serie b” solo perché in quei territori non vi sono state (per fortuna) vittime. L’azienda è situata ai piedi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, nell’appennino marchigiano, il paese Monte San Martino non è stato incluso dal decreto sul terremoto nella così detta “area del cratere”, cioè quella con priorità rispetto ai finanziamenti pubblici e alla ricostruzione... Info. arvultura@gmail.com”

Popoli. Libraria – Scrive Petali di Yoga: “Presentazione e reading del racconto "C'era una volta il pane..." di Michele Meomartino. Reading di Alessandra Del Sole. Sabato 19 novembre 2016, presso Petali Di Yoga, a Popoli. Recensione: Le società occidentali sono diventate opulente, completamente asservite al dogma dello sviluppo illimitato, e producono una montagna di rifiuti e di cibo spazzatura. Ma la cosa che mi rattrista di più sono le tonnellate di cibo che finiscono nell’immondizia, compreso, hai noi, il tanto amato pane. Un autentico schiaffo alla povertà sempre più dilagante! Quanto tempo è passato da quando lo baciavamo dopo averlo raccolto per terra!...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/10/popoli-19-novembre-2016-presentazione.html

Palestina. Risoluzione Unesco – Scrive Vincenzo Brandi a commento dell'articolo https://paolodarpini.blogspot.it/2016/10/palestina-occupata-il-testo-approvato.html?showComment=1477491217838#c2134653247425059599 -: “...ho letto con attenzione la risoluzione dell'UNESCO che gentilmente mi hai mandato e sono stupefatto (nonostante tutti i precedenti in materia) della malafede e dell'arroganza degli Israeliani e di chi li sostiene come la virago fuori-di-testa Nierenstein ed il burattino Renzi. Nella risoluzione viene detto chiaramente che i luoghi santi di Gerusalemme, Betlemme e Al Kalil-Hebron sono sacri per tutte le tre religioni monoteiste...” - Continua in calce al link segnalato

La schiavitù delle realtà virtuali – Scrive A.M.: “Vedere quattro o cinque amici al bar, seduti al tavolino che invece di parlare discutere o litigare come da sempre gli amici hanno fatto, sono immersi nello sfogliare questi aggeggi demoniaci fa veramente pena e mette paura! Ma noi siamo convinti che smettere di socializzare attraverso il contatto umano, il dialogo, il confronto con gli altri sia alla lunga un fattore che porta verso l’alienazione e che l’isolamento, non possa che peggiorare con l’uso ossessivo di questi giocattoli da gregge umano...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/10/26/povera-umanita-intrappolata-da-infernali-macchinette-cellulari-tablet-smartphone/

UE. Non piace agli italiani – Scrive V.Z.: “Gli italiani che si dicono insoddisfatti della UE sono oggi il 54%! Nel 2015 erano il 46%. Il nostro lavoro di informazione corretta, unitamente all'inasprimento della crisi, sta sortendo effetti PIÙ che visibili. Il 4 dicembre mandiamo un segnale INEQUIVOCABILE ai non eletti di Roma e Bruxelles e VOTIAMO “NO” in MASSA.”

Ieri sera verso le 19.15 ero al telefono con Antonello Andreani, di Palazzo Simonelli di Cessapalombo, per accordarci sulla nostra presenza al Ciclo della Vita che quest'anno andiamo a festeggiare lì da lui il 31 ottobre ed il 1 novembre. Caterina ed io abbiamo deciso di prenderci una vacanzetta pertanto quella notte ci fermeremo lì al Palazzo. Mentre prendevo accordi con Antonello ho improvvisamente visto la stufetta, che tenevo accesa qui nella stanzetta del computer, agitarsi convulsamente mentre all'esterno sentivo un forte rumore come di un grosso cingolato che percorresse la stradina sottostante (proprio dove ha sede il nostro Circolo VV.TT.). Ho pensato “...strano che passi un trattore così grosso a quest'ora, tra l'altro la via Sacchette è pedonale..”. Ero così nel dubbio quando ho pensato “O forse è un terremoto?”. Ed infatti poi uscendo per la solita passeggiata serale... - Continua:

Aggiornamento ore 21.20: altra forte scossa registrata nel Maceratese di grado 6 della scala Richter. Si tratta di una lunghissima lista perché le scosse che si sono registrate nelle ultime ore nell’Italia centrale sono state più di una e hanno provocato molto paura e danni ancora da quantificare. Il terremoto ha avuto l’epicentro in Val Nerina e sarebbe stato calcolato con una potenza del 5,4 di magnitudo. Tra le città più vicine coinvolte ci sono Perugia e Macerata, mentre il centro abitato più vicino all’epicentro è Castelsantangelo sul Nera.

E con ciò vi saluto, ciao, Paolo/Saul
.............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Anche uno jnani darà libero sfogo al pianto e gioirà anche qualunque situazione si presenti. Un tale jnani non sopprimerà nessuna espressione delle emozioni che verranno spontaneamente da questa coscienza e da questo apparato del corpo. Normalmente le persone suppongono che un jnani dovrebbe sopprimere tutti gli scoppi emotivi. Questo non è corretto. Dalla posizione dell'Assoluto non si è implicati con i sentimenti e gli scoppi istintivi dell'apparato. Un jnani non partecipa volontariamente; tutto accade spontaneamente; mentre un non jnani è profondamente coinvolto e considera ogni cosa come reale.” (Sri Nisargadatta Maharaj)



Nessun commento:

Posta un commento