Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 22 ottobre 2016

Il Giornaletto di Saul del 23 ottobre 2016 - Si sente puzza di soros, WikiLeaks made it clear, la “bestia” s'avvicina, Parigi brucia?, buone notizie dal vaticano, coraggio!


Risultati immagini per Si sente puzza di soros

Care, cari, dietro le "rivoluzioni democratiche", l'immigrazione di massa e le cosiddette primavere arabe che hanno portato solo caos, guerre e massacri in Nord Africa e Medio Oriente, si cela Soros, il quale, da alcuni anni, finanzia anche l'opposizione in Ucraina e in Russia per rovesciare Vladimir Putin che si rifiuta di svendere il Paese alle grandi corporazioni e multinazionali straniere e per questa ragione, è considerato un nemico da abbattere a tutti i costi. Non bisogna dimenticare che lo stesso Soros, negli anni Novanta, disse che l'Italia era un "boccone ghiotto".... (Gabriele Vinai)... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/10/si-sente-puzza-di-soros-dietro-le.html

Integrazione: “WikiLeaks couldn’t have made it clearer – the election for the President of the United States is rigged. The establishment have selected their President and by hook or crook she will be “elected.”...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/10/22/wikileaks-the-us-president-is-selected-by-the-establishment/

Terni. Libraria – Scrive Giuseppe Altieri: “Marilina Piscolla presenta il suo libro "Il Denominatore Comune. Vite sconvolte da intossicazione di mercurio.”. Il 23 ottobre 2016 ore 16,30, al PALAZZO DEL CIRCOLO DEL DRAGO Piazza Ludovico Silvestri n 20 (angolo del - Corso Tacito) – Terni. Info. altieri@agernova.it”

Catalogna. Corrida a tutti i costi – Scrive Carlo Consiglio: “Il 20 ottobre 2016 la Corte Costituzionale spagnola ha annullato l'articolo di legge regionale che impone il divieto di corride in Catalogna, approvato dal Parlamento catalano nel 2010, ritenendo che tale articolo vada oltre le competenze attribuite alla Regione...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/10/la-catalogna-vuole-la-corrida-tutti-i.html

Roma. Medicina naturale – Scrive AVA: “Giovedì 27 ottobre 2016, alle ore 17, conferenza della Dr.ssa Silvia Polesello, Naturopata, sul tema: I rimedi offerti dalla natura come efficace strumento di guarigione. Sede AVA Piazza Asti 5/a - Roma. Ingresso libero e gratuito. Info. 3339633050”

La “bestia” dell'Apocalisse s'avvicina – Scrive Roberto Pecchioli: “Tra pochi giorni, l’incubo svanirà, e tutto tornerà come prima, anzi meglio. Il brillante avvocato americano Hillary Rodham, maritata Clinton, diventerà presidente del mondo, pardòn, degli Stati Uniti, e tutti saremo più felici, più forti e più liberi. Con la consueta modestia, unita a quel carattere intrepido che tutti le riconoscono, a partire dalle ex amanti del marito Bill, avvocato del foro di Little Rock, Arkansas, e nonostante la cagionevole salute, è insorta contro il male, ergendo la sua debole persona contro Donald Trump. Tra lui e l’Apocalisse, ci sono solo io, ha tuonato tra gli applausi commossi dei poteri forti dell’intero orbe terracqueo....” - Continua:

Roma. Ippodromo Capannelle – Scrive Mercato Contadino: “Roma, all'Ippodromo Capannelle: Mercato contadino. Oltre 50 produttori agricoli del nostro territorio e tanti “fruitori”) che continuano a scegliere di mangiare consapevolmente e daranno vita a Vino e Olio in Festa domenica 23 ottobre, dalle 9.00 alle 19.00, con tanti laboratori gratuiti, degustazioni, pic-nic e musica popolare con il Trio Monti esecutori di canzoni romane e stornelli. info@mercatocontadino.org

Grottamare. Oltre il teatro, dalla trilogia su Majakovskij – Scrive Sara Di Giuseppe: “...c’è anche la dolce Toffee bianca e miele. Inseparabile dal suo Vincenzo, di Vladimir V. Majakovskij sa tutto a memoria, educata e vispa scodinzola il giusto, si concede felice alle coccole. E ci sono i bravi musicisti Igor e Fabrizio, strumenti e ritmi gustosamente accordati al linguaggio scenico del nostro attore-solista: abbiamo tutto il meglio, in questa serata seconda della trilogia su Majakovskij...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/10/grottammare-vv-majakovskij-bene.html

Il PD di renzi è finito – Scrive H.P.: “Il film delle europee e del 40% è finito. Quella era solo un'amichevole e i voti di destra sono arrivati per questo. La Ditta per me è il centrosinistra, di cui il Pd deve essere la principale infrastruttura. Dobbiamo fertilizzare quello che sta attorno a noi, promuovere associazioni che stanno un po' dentro e un po' fuori". Lo afferma l'ex segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, in un'intervista a Repubblica in cui propone di "far eleggere il segretario del Pd dagli iscritti e lasciare le primarie di coalizione per la scelta del candidato premier"...”

Commento di Paolo Gastaldo: “Hanno eseguito ordini provenienti dall'alto ,gli Usa son stati gli artefici del Pd su loro modello e creando la copia della democrazia Usa in Italia, tra sistema bipartitico e bipolarismo forzato tra sbarramenti e brogli elettorali .L' obiettivo era oltre a deindustrializzare l' Italia ,anche far fuori la Rifonda e creare un sub sinistra addomestica, con Vendola, per uccidere i Verdi ovvio, eliminare l'opposizione e la critica democratica al regime! Per trasformare il sistema in organismo silente ubbidiente, succube e accessorio al capitale e sue mire rendendo la società simile a un super market ove tutto si può acquistare. Infatti l'Italia ha perso l' 85 % di quel che produceva importiamo infatti l' 85 % di quel che consumiamo. La Benelli, la Ducati ad es. non sono più italiane compresa la Pirelli e l' Ansaldo Breda ai giapponesi, la Fiat in Fca con sede in Olanda .. e altre produzioni delocalizzate!”

Mia rispostina: “...sono stato fra i fondatori dei Verdi e li ho seguiti per parecchi anni: Rutelli non è mai stato verde, era una costola prestata da Pannella, Ripa di Meana era un socialista interessato a riciclarsi in politica. Pecoraro Scanio era un arrivista che conquistò la segreteria portandosi appresso da Napoli una banda di neo tesserati (vera azione mafiosa) e poi si arrampicò sul potere sino a divenire ministro, in quella veste fece delle leggi pessime e contribuì ad affossare definitivamente i Verdi, quindi può insignirsi del titolo di "becchino" ... Ma il peggio del peggio fu Manconi, che snaturò e sovvertì ogni valore ecologista. Lui è il vero "assassino" tutti gli altri sono complici compiacenti e spartitori della torta. Amen - P.S. Vendola con i verdi non c'è mai entrato aveva preso il marchietto "ecologista" per recuperare qualche voto dei nostalgici”

Quel che sta avvenendo in Francia è contagioso... - Scrive Claudio Martinotti Doria: “Se pensate che simili fenomeni di rivolta rimarranno delimitati nei soli confini francesi siete degli ingenui, l’intera Europa sarà coinvolta, suo malgrado, con modalità e tempi differenti e differiti, ma il risultato finale sarà un aumento smisurato della conflittualità interna ed esterna ad ogni stato, fino a sfociare in guerre regionali a vasto raggio, innescati dal tentativo di incanalare la violenza e la frustrazione sociale verso nemici artatamente confezionati, come i russi. Che in verità sarebbero vittime, non certo indifese, ma pur sempre vittime, capri espiatori...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/10/parigi-brucia-quel-che-sta-avvenendo-in.html

Commento di Monica Morace: “Il mio consiglio è: abbandonare le città e vivere in zone di non facile accesso.”

Mia rispostina: “... però nei luoghi isolati ci saranno altri rischi perché anche i desperados ed i bandoleros cercheranno posti simili. Secondo me è meglio in piccole comunità con al massimo 10.000 abitanti, perlopiù di origine locale, ma anche una piccola percentuale di stranieri ci sta bene, purché non superi un quarto del totale”

Ritorno all'ora solare – Scrive ADNK: “E' iniziato il conto alla rovescia per lo spostamento delle lancette un'ora indietro: nella notte tra il 29 e il 30 ottobre, alle 3 di notte, dovremo impostare il nostro orologio alle 2. Tornerà l'ora solare quindi che, sebbene ci consentirà di dormire 60 minuti in più, ridurrà le ore di luce del giorno...”

Riforma costituzionale. Una lettura ecologista – Scrive M.M.: “Di seguito l'editoriale scritto da Marica Di Pierri dell'Associazione A Sud e Stefano Kenji Iannillo della Rete della Conoscenza che analizza i potenziali impatti della revisione del Titolo V della Costituzione prevista dalla riforma costituzionale sulle esigenze di tutela territoriale emergenti da nord a sud del paese contro fattori di rischio ambientale e sanitario. Con la riforma del Titolo V via libera allo sfruttamento selvaggio dei territori...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/10/marica-di-pierri-e-stefano-kenji.html

Roma. Dopo Piazza San Giovanni – Scrive Marco Palombo: “Ieri a San Giovanni eravamo pochi sul tema guerra. Si può dissentire da un gruppo o considerare malissimo, considerarlo anche in mala fede, ma ritengo un errore dare a questo la responsabilità della debolezza attuale del movimento contro la guerra. Comunque la parte del corteo da Piazza Venezia a Campo dei Fiori è stata bellissima. Bella giornata, turisti, e molta gente con bandiere rosse nel centro di Roma. Tra questa molti migranti. Può darsi che rimanga un episodio, che l'USB non sia sufficiente a fare da collante ad una parte non piccola di popolazione italiana o domiciliata in Italia. Oggi questa speranza c'è. Non so se qualcosa riuscirà ad arrivare anche a chi non c'era. E non so quanto durerà questa speranza o questa illusione...”

A proposito di “coraggio” - Scrive Caterina: “ieri, all'incontro da Maria Bignami, lei aveva preparato una delle sue buone tisane calde e un vassoio di bicchieri rovesciati per servirsene. Si vedeva che c'erano delle scritte, ma, dal rovescio, non si leggevano. Ho preso il primo che mi è capitato, con una bella scritta in colore rosso che diceva: CORAGGIO. Presa quasi da spavento lo stavo per posare per cercarne uno più gradito... ma mi hanno detto che doveva essere quel che mi serviva!”

Buone notizie dal vaticano - ...alla fantascienza religiosa ci stiamo sempre più avvicinando, negli ultimi anni la storia dei papi si è arricchita di un papa dimissionario, che peccava di credibilità, e di un papa bis che invece rafforza la “fede” con messaggi eclatanti. Tanto che i “fedeli” spesso restano a bocca aperta come pesci fuor d’acqua. L’ultimo annuncio è quello relativo alla ritrovata fratellanza con i padri israeliti nonché all'accettazione teologica della dottrina del cugino Maometto... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/10/buone-notizie-dal-vaticano-verso-la.html

Bene, bene, ciao, Paolo/Saul

.................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"A meno che tu non erri, nulla può essere conosciuto" (Goethe)

..............

“Può esistere lo sforzo nel pensiero?
Oppure è un semplice pensiero dello sforzo?
Allorché eserciti la volontà cosa pensi?
Non è solo un pensiero di volontà?
Quindi la “scelta” non è che il pensiero della scelta.”
(Saul Arpino)



Nessun commento:

Posta un commento