Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 30 ottobre 2016

Il Giornaletto di Saul del 31 ottobre 2016 – Terremoto marchigiano, previsioni sismiche, sosta a pagamento, dis-lavori in corso, in Lay Spirituality there are not hierarchy...



Care, cari, ieri mattina qui nelle Marche, alle ore 7.41, c'è stata una forte scossa di terremoto che ha causato molti danni in vari luoghi, anche a Treia dove noi abitiamo si sono verificati crolli in abitazioni ed in luoghi pubblici. La gente era per strada impaurita, alcuni dicevano di non saper più dove andare... Al momento non so se vi siano state vittime. Pertanto l'incontro previsto a Cessapalombo per oggi e domani “Il Ciclo della Vita” è stato nostro malgrado “disdetto” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/10/30/30-ottobre-2016-terremoto-continuo/

Treia. Scossa sismica del 30 ottobre 2016. Resoconto di Caterina Regazzi: Siamo a Treia, il 30 ottobre 2016, c’è stata al mattino una scossa di terremoto. Io ero al piano di sotto e l’ho sentita bene, ma non mi sono spaventata come mi ero spaventata il 24 agosto, di notte. Poi siamo andati a fare colazione al bar come al solito e c’erano diverse persone in strada. Comunque provo a fare un piccolo resoconto.. - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/10/30/la-violenta-scossa-sismica-a-treia-del-30-ottobre-2016-e-le-sue-conseguenze-immediate/

Israele. vice-ministro menagramo – Scrive Zambon: “Israele, viceministro shock: Terremoto punizione per astensione Italia su risoluzione Unesco"

Commento di Fabia Petri: "Ho notato la giusta reazione della rete agli sproloqui del ministro israeliano sul terremoto visto come "castigo divino" per l'Italia. Ho notato, altresì, molti cattolici sostenere che il crollo della chiesa di S. Benedetto sia un "segno" divino. Trovate voi le differenze, se ci riuscite; io vedo sempre lo stesso spettro che si aggira (ed evito altre considerazioni per non cadere in disquisizioni pseudo teologiche che evito come la peste)..."

Terremoto prevedibile – Scrive Vincenzo Zamboni: “Sono un fisico, ed avevo sempre pensato che i sismi fossero prevedibili solo statisticamente, attraverso la storiografia e le analisi di stabilità dei sottosuoli. Quando ho visto le interviste a Giampaolo Giuliani sulle rilevazioni di emissioni del radon ho scoperto che non è così: si possono prevedere anche a breve termine...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/10/i-terremoti-si-possono-prevedere-anche.html

Post Scriptum: "Voglio esser chiaro: quando lavoravo all'Infn di Bologna mi è capitato di vedere una pubblicazione del Cern con un errore accettato del 45%. Pur di pubblicare lo accettarono ugualmente. Giusto per chiarire che anche il mondo scientifico risente gli effetti della convenienza....” - Continua in calce al link

Le previsioni sismiche di Raffaele Bendandi: “Raffaele Bendandi fu affascinato dai fenomeni sismici sin dalla sua più tenera infanzia e per le sue previsioni prediligeva il metodo analogico e lo studio del movimento dei pianeti nell’ottica copernicana (ovvero la stessa che era in auge molto prima che sopraggiungesse l’ordinamento tolemaico) in cui si considera la Terra un semplice pianeta che gira attorno al Sole (e soggetto alle leggi di un sistema molto più ampio di universi multipli come pensava Giordano Bruno) questo fa sospettare, ai fautori della teoria karmica, che..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2009/03/02/terremoti-ed-atlantide-secondo-raffaele-bendandi-ed-altri-studiosi-%E2%80%93-quando-l%E2%80%99analisi-karmica-vale-piu-dell%E2%80%99analisi-logica%E2%80%A6/

Trento. Non festa ma lutto – Scrive Azione Nonviolenta: “Il prossimo 4 novembre in varie città d'Italia si rinnova l'iniziativa nonviolenta "Ogni vittima ha il volto di Abele", che consiste in commemorazioni nonviolente delle vittime di tutte le guerre, commemorazioni che sono anche solenne impegno contro tutte le guerre e le violenze. Quest'anno in particolare si svolgeranno a Trento gli Stati generali della Difesa civile non armata e nonviolenta. Info. comitatononviolento@outlook.it"

Amministrazione pubblica o ladrocinio? - Scrive Franca Oberti: “...al esempio i comuni sono l’organo più vicino alla gente e sono diventati, ad oggi, i primi vessatori del popolo. Esiste un sindaco che desideri il bene dei suoi concittadini e il suo in egual misura? Con la povertà dilagante, forse, siamo arrivati al punto nodale. Non ci sono più le corse al cadreghino comunale perché non c’è più latte da succhiare!..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/10/e-poi-basta-con-lelemosina-politica-ed.html

Commento di A.M.C.: “Sono d’accordo e ritengo che lo Stato, attraverso i Governi incompetenti che lo gestiscono, non ha il diritto di indebitarsi in un sistema a tasso variabile. Ma come è possibile una tale leggerezza, neanche io che sono una pulce mi sono mai lasciata incastrare con prestiti a tasso variabile mentre i nostri governanti lo hanno fatto senza porsi problemi.” - Continua in calce al link soprastante

Sosta a pagamento controllato – Scrive Vincenzo Mannello: “Vuoi sostare? Non basta inserire nell'apposito parcometro le monete per pagare, devi forzatamente digitare gli estremi della targa dell’auto se no niente agognato scontrino da esporre e, quindi, niente sosta! È quanto accaduto a me in una ridente località del Centro Italia ove ho avuto opportunità di verificare (per la prima volta) l’introduzione di questa nuova “variante” alla già vessativa imposizione delle “strisce blu”...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/10/centro-italia-sosta-controllata-per.html

Furti e rapine. Quanto costa un guardiano notturno? - Scrive Roberto Tumbarello: “Il denaro serve soprattutto per vivere protetti. Ditelo a Dzeko. Magari, si fa guadagnare pure qualcosa a una persona di fiducia che cerca lavoro. E si danno meno problemi alle forze dell’ordine. Certi personaggi del nostro tempo hanno tanti soldi, forse troppi, e non sanno come spenderli. Preferiscono metterli da parte per i ladri. Che, poi, gli svaligiano la casa, con la moglie dentro. Che non ha paura di quella solitudine presaga di aggressione. Che non sa inserire il sistema d’allarme. Ville immense senza una persona di servizio. Come nei film americani, dove, però, c’è l’esigenza della sceneggiatura. Nella pratica, la vigilanza è armata e continua. I nostri nuovi ricchi sembrano d’accordo con la criminalità. Pur di risparmiare...”

Italia. Dis-lavori in corso (permanenti) – Scrive Fabrizio Belloni: “Il 28 ottobre 2016 in provincia di Lecco, un tir passando sopra un ponte, un viadotto è sprofondato nel vuoto per cedimento dell’arcata del ponte stesso. Ferito il rumeno alla guida. Un’auto è rimasta in bilico, come nei film. Un anziano italiano è morto. Immediatamente è cominciata la pantomima delle responsabilità. More italico. La strada è una “provinciale”, e la manutenzione è affidata all’Anas. Colpa della Provincia, dice l’Anas. No, bercia l’ente pubblico (?), colpa vostra che ne avete per appalto la manutenzione. Col cavolo, ribatte l’Anas, noi siamo responsabili solo del manto d’asfalto, voi della struttura. Mica vero, biascica la Provincia...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/10/30/italia-paese-di-crolli-e-degli-eterni-lavori-in-corso/

Pensiero d'amore – Scrive Mara Lenzi: “In questo momento nel mio cuore cresce sempre più forte il concetto di fratellanza/sorellanza e sento forte il bisogno di promuovere un incontro/unione a distanza. Vorrei proporvi una meditazione o un invio di Luce o di preghiera o di qualsiasi pratica D'AMORE che possiamo inviare alla zona di Norcia e d'intorni, alla popolazione, a Madre Terra in subbuglio ALLE ORE 21.00 e questo per almeno 3 giorni consecutivi. La traccia che accomunerà il nostro intento/pensiero sarà: PACE - AMORE. ARMONIA”

In Lay Spirituality there are not hierarchy - ...if an untrue teacher think that he himself is imparting the truth to the students this would implie that he believes in a scale of values in a hierarchy, that is the result of a sense of separation. But as happens in dreams, as though all the characters dreamed are the dreamer, there are apparent differences in rank and position among the various “entities”, it may look sometimes that one of them acts as a teacher to another (although they are exactly the same thing…) - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/10/look-inside-yourself-within-us-is-truth.html

Con ciò vi saluto, un abbraccio affettuoso a tutti voi.... Ciao, Paolo/Saul
…........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Osservate le piante o gli animali e lasciate che vi insegnino l'accettazione di ciò che è, la resa all'adesso. Lasciate che vi insegnino l'essere. Lasciate che vi insegnino l'integrità, che significa essere uno, essere te stesso, essere reale. Lasciate che vi insegnino come vivere e come morire e come non fare del vivere e del morire un problema” (Eckart Tolle)




Nessun commento:

Posta un commento