Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 18 ottobre 2016

Il Giornaletto di Saul del 19 ottobre 2016 – O le tasse o la vita, reddito di cittadinanza, “I Falsi Protocolli”, Maometto ed Aisha, dopo 100 anni basta guerre, la tribù delle noci sonanti...


Risultati immagini per O le tasse o  la vita

Care, cari, il giornale La Stampa (che era degli Agnelli, ora non si sa di chi sia) ha pubblicato un articolo a piena pagina in cui si denuncia che “L’Italia perde ogni anno 108 miliardi in tasse evase” . Questo tipo di ragionamento non mi piace. Lo trovo retorico ed ingiusto. Prima cosa abbiamo la tassazione più elevata del mondo usata non per servizi eccellenti ma per soddisfare i capricci di politicanti incompetenti e circoletti di potere sparsi e diffusi che hanno creato una piovra di malcostume difficile da estirpare. Seconda cosa: i veri debiti e la vera evasione la fanno questi stessi politicanti ed i loro amici affaristi e si sanno benissimo dove stanno le cifre che mancano (Slot, Armellini, Mps, Banca Etruria, Mose, fondazioni bancarie e di partiti, etc etc etc.) Terza cosa: la malavita organizzata produce un PIL esentasse. Ma lo stato è colluso con la mafia e lo stesso Napolitano ha fatto stralciare tutte le intercettazioni che riguardavano gli accordi stato mafia. Quarta cosa: Vi ricordate il "dischetto primavera"? Aveva tutti i nomi che la finanza non poteva visitare! Basta con la retorica dell'evasione fiscale. La realtà è uno stato inefficiente che vive sul voto di scambio e dove questo sistema ha prodotto una economia stagnante ed una società sempre più povera che questo livello di tasse non riesce proprio a pagarle. È per questo che trovo questi articoli intollerabili... (Susanna Bazzurri)

Reddito di cittadinanza e tasse – Scrive Fernando Rossi: “Il Reddito di Cittadinanza in Italia non c'è, non solo perché c'è Renzi, ma perché: - i politici corrotti del CENTRODESTRASINISTRA e le loro clientele, più o meno malavitose, si mangiano le risorse pubbliche; - gran parte delle tasse va ai banchieri privati che inventano gli Euro e li vendono agli Stati, facendo pagare anche gli interessi..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2016/10/18/impoverimento-tasse-clientele-sudditanza-politica-e-finanziaria-la-soluzione-puo-essere-il-reddito-di-cittadinanza/

Mio commentino: “Temo che il reddito di cittadinanza possa diventare un modo ulteriore per controllare la popolazione, come è avvenuto con il finanziamento pubblico ai partiti ed ai giornali, etc. Però potrebbe essere utile per sostenere categorie svantaggiate. Il modo migliore per restituire dignità e fiducia nelle proprie capacità ai cittadini sarebbe quello di eliminare tutte le imposte dirette su ogni attività di lavoro indipendente nonché le imposte...” - Continua in calce al link soprastante

Il popolo risponde in rima: “Mo' tte lo vojo di': a pparla' pulito / se de tutti i ministri ce fae 'n mazzo / se chiama gabbinetto, e 'n der palazzo / se sa che 'r gabinetto ade' quer sito...” - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2016/10/rime-del-popolo-poesie-dialettali-del.html

Gender all'asilo? - Scrive G.R.V.: “Recentemente ProVita è stata convocata dalla Camera dei deputati per dare il suo parere sulle (aberranti) proposte di legge tese ad introdurre l'educazione gender nelle scuole, abbiamo sentito in quella sede qualcosa che ci ha fatto inorridire … "esperti" LGBT cercavano di convincere i parlamentari che bisognava cominciare l'indottrinamento dei bambini molto presto, dall'asilo nido, perché i bambini apprenderebbero dalla famiglia l'eterosessualità, la mascolinità e la femminilità nei primi anni di vita .... per questo - secondo loro - lo Stato dovrebbe intervenire per impedire alla famiglia questo compito educativo...”

Addenda a “I Falsi Protocolli” – Scrive Giorgio Vitali: “Sergio Romano, studioso molto attento, ha di recente pubblicato il libro dal titolo: I Falsi Protocolli. Una ragione per ri-pubblicare i Protocolli, senza farsi perseguitare. In questo caso la definizione "falsi" è del tutto pleonastica perché è la lettura stessa dei testi che induce il lettore a riflettere sulla loro autenticità... Inizio questo mio intervento perché è NECESSARIO comprendere il ruolo dell'informazione, intesa in senso attuale...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/10/addenda-i-falsi-protocolli-di-segio.html

Roma. Dove abbiamo sbagliato? - Scrive Antonio Castronovi: “E' l'interrogativo posto alla sinistra in questo libro da Bruno Amoroso “MEMORIE DI UN INTRUSO”, ne discuteranno con l’autore: Fausto Tortora e Nino Lisi. Modera il dibattito Cristina Mattiello. Venerdì 21 0ttobre dalle ore 18 nel Salone di Via Ostiense 152/b – Roma.”

Maometto ed Aisha, la sposa bambina – Scrive Paolo Sensini: “Maometto aveva sposato Āisha quando essa aveva appena 6 anni e il "Profeta" era già oltre i 50, vivendo con lui fino alla sua morte. Non è un pettegolezzo, ma un'attestazione storica riconosciuta da diversi hadith, cioè i fatti e i detti di Maometto. Dunque, per i paramentri cultural-giudiziari della società in cui viviamo, trattasi di pedofilia...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2016/10/amore-per-le-bambine-lesempio-di.html

Firenze. Prepararsi allo studio – Scrive Peppe Sini: “Si è tenuta nel pomeriggio di martedì a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace" una riflessione con la partecipazione della dottoressa Antonella Litta. Nel corso dell'incontro si è riflettuto sui temi che saranno oggetto della Giornata di studio che si svolgerà a Firenze il 29 ottobre 2016 sugli effetti sociali e sanitari del trasporto aereo. Info. nbawac@tin.it”

USA. Scatenare una guerra per impedire un cambio di politica – Scrive Claudio Martinotti Doria: “La metà della popolazione USA è ormai convinta di essere governata da criminali e che le elezioni sono truccate. Il problema è che è tutto vero. All’élite neocons USA non rimane che scatenare una guerra pretestuosa (siamo già a buon punto), una volta scatenata, la popolazione volente o nolente, restia e contraria, sarà suo malgrado coinvolta e continuerà a subirne la dominazione. Al tempo stesso gli alleati riottosi saranno rimessi in riga, ed i problemi finanziari e monetari saranno per l’ennesima volta sospesi e/o rinviati (la situazione debitoria istituzionale e privata negli USA ha raggiunto livelli parossistici e deliranti)...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2016/10/la-meta-della-popolazione-usa-e-ormai.html

Hortus Urbis. Chi semina raccoglie – Scrive Zappata Romana: “Domenica 23 ottobre 2016, all'Hortus Urbis, l'orto antico romano nel Parco dell'Appia Antica. Alle ore 11.00 – CHI SEMINA RACCOGLIE: GIARDINIERI ALL’HORTUS | Laboratorio per bambini. Info. hortus.zappataromana@gmail.com”

Trento. Dopo 100 anni basta guerre – Scrive Movimento Nonviolento: “Il 4 e 5 novembre 2016 a Trento i promotori della campagna "Un'altra difesa è possibile" e il Forum Trentino per la Pace e i diritti umani hanno convocato gli "Stati generali della Difesa civile non armata e nonviolenta", un primo passo per coordinare e creare un confronto tra i diversi soggetti che già ora agiscono nel settore della difesa civile...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2016/10/trento-4-novembre-2016-basta-guerre-si.html

Roma. Gli inganni della Finanza – Scrive Salviamo il Paesaggio: “27 OTTOBRE 2016 ALLE ORE 17.00, SALA DELLA PROTOMOTECA PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO 1, ROMA. PRESENTAZIONE DEL VOLUME: “ Gli inganni della Finanza, come svelarli, come difendersene” di Paolo Maddalena Sarà presente l'autore. Intervengono: Paolo Berdini, Luciano Barra Caracciolo, Giuseppe Severini. Modera Gerardo Bianco. Info. salviamoilpaesaggio.roma.prov@gmail.com”

Marche. La tribù delle noci sonanti – Scrive Lea Promaja: “ Il documentario che segue è stato registrato nella campagna marchigiana, nel centro Italia, tra la fine del 2013 e maggio del 2015, questo documentario racconta l'esperienza personale dell'autrice che dalla Francia è andata a vivere in Italia per quasi due anni e della conoscenza che ha fatto con il suo vicino di casa Fabrizio della Tribù delle noci sonanti...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2016/10/una-realta-bioregionale-nelle-marche-la.html

Ciao a tutti, Paolo/Saul

…......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Il sé pensò: Come può essere tutto questo senza di me? Se l’eloquio è fatto dalla lingua, il respiro dai polmoni, la vista dagli occhi, l’udito dagli orecchi, l’odorato dal naso e la meditazione dalla mente, allora, chi sono io?” (Aitareya Upanishad)



Nessun commento:

Posta un commento