Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 3 gennaio 2013

Il Giornaletto di Saul del 4 gennaio 2013 – Gnocca promessa, adesione alla R.B.I., stato parassitario, contante virtuale bancario, Kali Yuga, cambiamento…


Care, cari,

Gnocca promessa - Scrive A.F.: “Il paradiso musulmano è  popolato di vergini dagli occhi neri (chiamate huri) il cui ruolo è di soddisfare i desideri sessuali dei maschi credenti. E' cosí che ce l'insegna il musulmano erudito del quindicesimo secolo Al-Suyuti: Ogni volta che un uomo tocca una Huri, la ritrova vergine. Il pene degli eletti non si indebolisce mai, l'erezione è eterna. La sensazione provata facendo l'amore è ogni volta assolutamente deliziosa e straordinaria. Ogni eletto (musulmano) sposerà 72 huri, oltre alle donne che ha sposato in questo mondo"

Stato parassitario – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Stante la condizione che non esito a definire "disumana" in cui la politica parassitaria di questo paese ha ridotto quella che una volta era definita la classe media (ormai a rischio di estinzione), cui appartengo dalla nascita ... mi riferisco in particolare a coloro che nello status di "lavoratori autonomi" hanno sempre rischiato i propri capitali ed impegnato il proprio tempo senza alcuna garanzia, copertura e contropartita pubblica (senza disporre di alcun beneficio concesso ad esempio ai lavoratori dipendenti, es. ferie e malattia, e senza mai accedere a contributi pubblici ed agevolazioni di alcun genere, cioè senza mai attingere a denaro pubblico), senza alcuna possibilità e volontà di evasione fiscale, senza alcuna clientela ed appoggio politico partitocratico o familistico amicale (sempre evitata e disprezzata come prassi), pressato dal fisco, dagli oneri previdenziali, dalle scadenze assicurative, dalle banche, dalla burocrazia, ecc., con oneri assistenziali, sanitari, assicurativi, ecc. a totale carico personale, anche quando le circostanze avverse hanno gravato pesantemente sulla famiglia...” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/01/lo-stato-parassitario-non-promette.html

Ordini superiori - Scrive F.E.: "Il ministro dei Servizi Penitenziari del Venezuela, Iris Varela, ha annunciato  l'espulsione di un cittadino francese identificato come Frederic Laurent Bouquet, il 29 dicembre del 2012. Il signor Bouquet è stato arrestato a Caracas il 18 giugno 2008 insieme a tre cittadini dominicani e in possesso di un vero e proprio arsenale. Nell'appartamento comprato da Bouquet, la polizia scientifica venezuelana ha trovato 500 grammi di esplosivo plastico C4 (tipo di esplosivo usato dai militari), 14 fucili da assalto - di cui 5 dotati di mirino di precisione, 5 con sistema di mira laser e 1 con silenziatore- così come cavi speciali, 11 detonatori elettronici, 19.721 cartucce di diversi calibri, 3 mitragliatori, 4 pistole di vari calibri, 11 attrezzature per la comunicazione via radio, 3 walkie-talkie e una base radio, 5 fucili da caccia calibro 12, 2 giubbotti antiproiettili, 7 uniformi militari, 8 granate, 1 maschera antigas, 1 coltello da combattimento e 9 recipienti di polvere per cannoni. Al momento di essere giudicato, Bouquet ha ammesso di aver ricevuto l'addestremento in Israele e di essere un agente dei servizi segreti francesi (DGSE). Inoltre ha confessato che stava preparando un attentato per assassinare il presidente del Venezuela, Hugo Chávez"

Fine di una democrazia (già alquanto fallocchia) - Così come Berlusconi si dimise senza un voto di sfiducia del Parlamento, ugualmente Monti si è dimesso senza un voto di sfiducia del Parlamento. Napolitano annunciò la data delle elezioni anticipate quando il Parlamento non era ancora dissolto e il governo era  in carica.  Il fatto che le scelte politiche cruciali avvengano senza tener conto del Parlamento, che dovrebbe esprimere la sovranità popolare, conferma che  già siamo  in un contesto estraneo alla democrazia sostanziale.  L'insieme delle istituzioni non sono più rappresentative della volontà popolare. Il Parlamento è formato da deputati e senatori designati, ciò che fa venir meno il fulcro della democrazia sostanziale, ovvero il rapporto fiduciario tra l'elettore e l'eletto. Il capo dello Stato è designato da un Parlamento di designati. E il capo del governo è stato calato dall'alto dai poteri finanziari globalizzati” – Continua:

Adesione alla Rete Bioregionale Italiana – Scrive Dario Vesprini: “Salve, vi scrivo per aderire alla Rete Bioregionale Italiana, certamente aderendo al relativo Manifesto (che ho potuto leggere e considerare sul sito della suddetta Rete), mettendo  certamente a disposizione il fatto che sono contadino e referente per il Benessere Animale  per il territorio del comune di Prignano sulla Secchia (MO) e limitrofi: esperienze e prerogative che credo del tutto coerenti col discorso del bioregionalismo. Spero possiate accettare positivamente questa mia richiesta di adesione.”

Mia rispostina: “Caro Dario, siamo contenti che tu abbia deciso di aderire alla Rete Bioregionale. L'adesione è automatica nel momento stesso della sottoscrizione del Manifesto fondativo. Per cui non c'è bisogno di alcuna accettazione da parte nostra, tu stesso condividendone le finalità, decidi di essere  membro effettivo della Rete. Sei anche fortunato perché quest'anno l'incontro annuale si terrà il 22 e 23 giugno 2013 a Vignola e potrai dunque partecipare senza problemi, ecco la bozza del programma: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/search?q=incontro+collettivo+ecologista+2013

Omicidi mirati con droni – Scrive Vincenzo Mannello: “Sorpresa? Sono anni che questa pratica viene usata con disinvolta impunità dagli Usa. Anzi, per precisione,  i maestri sono stati gli ebrei che rapirono e giustiziarono Eichmann. Con il plauso della comunità internazionale che giustificò quella operazione con la scusa dell'olocausto. Aprendo la strada ai crimini "fuori confine" di israele prima e degli Usa dopo. Una catena impressionante, che ha visto migliaia di esecuzioni e rapimenti tutti autorizzati dai presidenti statunitensi. Obama, proprio per questo, si è pure visto affibbiare il Nobel per la Pace. Ed ora, premiata l'Europa sempre con il Nobel, si spera che questa "pratica democratica" possa essere adottata pure dagli europei....”

Agendina bancaria monti – Scrive Antonio Pantano:  “Qualcuno crede ancora alla cicogna che porta i bambini? Chi crede nell’agendina proposta da un manovale del killeraggio usuraio apolide, si sottopone allo stesso manovale! Io non dedico un ette a perder tempo! Ma chi se lo è sciroppato, vi ha trovato il proposito di "far emettere scontrini fiscali o fatture da parte di tutte le aziende bancarie, per le spese che esse addebitano ai cittadini"?, e, di conseguenza, vi ha trovato "l'obbligo di rendiconto ai cittadini da parte di ogni pubblico ufficiale, impiegato, od ente pubblico o a partecipazione pubblica", insieme con la "pubblicità della prima nota da parte delle aziende bancarie"?”

Perché le banche odiano il contante? – Scrive Contante Libero: “Ciao, ti scrivo per informarti sull’iniziativa Contante Libero, una raccolta di firme -svincolata da partiti e dalla politica- in favore dell’uso e della circolazione del denaro contante, dunque per impedire alle banche e al governo di controllare la nostra vita e espropriare la nostra ricchezza. Qualcuno non ancora sazio di prescrivere restrizioni alle libertà individuali continua a richiedere l’implementazione di ulteriori “stratagemmi” per disincentivare e ridurre ancor di più gli spazi d’uso del contante, con l’intento più o meno esplicito e consapevole di giungere in un futuro alla totale, o pressoché totale, soppressione di questa modalità di pagamento, affermando contemporaneamente il dominio artificiale della moneta elettronica… e sai perché?...” – Continua:

Commento di Wally: “Perche’senza contante ci controllerano al 1000 per 1000. Poi ci metteranno il bracciale alla caviglia!”

Mia rispostina: “Infatti”

Agenda  della Libertà - Scrive Giusepe Turrisi: “Ridurre al massimo le dipendenze sopratutto energetiche, oltre che culturali e politiche. In una famiglia prima di comprare altre bottiglie di vino si va a vedere se nella dispensa siano rimaste bottiglie e solo dopo avere appurato che non c’è niente si va a comprare e solo se è necessario. Le multinazionali, le compagnie petrolifere, le società finanziarie non vogliono sentire parlare di questi argomenti, tacciandoli come “orrore” poiché ogni nazione deve approvvigionarsi da queste, infatti queste vengono, si comprano le nostre industrie e poi ci vendono ciò che era nostro. Per far si che funzioni quindi il sistema keynesiano (ma anche sistema MATTEI) è importante che ci siano della premesse chiare: attuare un sistema massimo di ottimizzazione di risorse locali (in altri tempi si sarebbe chiamato protezionismo) in termini di  risorse, energia, idee, uomini, tutto quello che si può produrre, fare in Italia va fatto in italia, con italiani…” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/01/03/agenda-alternativa-di-giuseppe-turrisi-per-risollevare-le-sorti-ditalia/ 

Deficit  e armi  - Scrive Claudio Marconi: "Cosa fa uno Stato indebitato e ben provvisto di armi? Cerca di usarle, per limitare il passivo. E poi perché le armi non impiegate sono inutili – servono come deterrente, ma non migliorano i bilanci – il loro impiego, dietro i più banali pretesti e le più artefatte provocazioni, può trasformare un passivo in attivo, fino a quando non interviene un altro Stato, pieno di debiti, ma armato fino ai denti che è costretto a proporsi come belligerante. Una sorta di reazione a catena, come quella ben meditata dai Rothschild, nel periodo che precede la Prima Guerra Mondiale. Debito, economia instabile, passivi insostenibili, ampia disponibilità di armamenti, obbligo al loro impiego, guerra."

Tuscia. Bere, male – Scrive Doriana Goracci: “…sono davvero rimasti male  i diversi Organi Dirigenziali dei Comuni del Lazio, sotto problema Arsenico e varie, per la mancata concessione di deroghe da parte della Comunità Europea in merito ai livelli consentiti di Arsenico, Fluoro, Vanadio e Selenio per le acque destinate al consumo umano: noi ce l’avevamo “geologicamente d.o.c.”. Cosa è cambiato dal 1 gennaio 2013? Comunicano  a noi cittadini che abbiamo pagato questo servizio di …acqua… alla Talete o al Comune, non in regola con i parametri europei per la salute umana,  che siamo senza acqua utilizzabile per il consumo umano. E così sono scattate le Ordinanze, per alcuni paesi come dove vivo, stese e ratificate nelle 24 ore del 31 dicembre e  pubblicate solo in internet  sui siti del comune coinvolto,  senza un rigo per la strada, dove si evinca quanto è accaduto in..” – Continua:   http://retedellereti.blogspot.it/2013/01/tuscia-il-peso-dellacqua-avvelenata.html

Giornaletto – Scrive L.R.: “articoli  apprezzati tutti, potenziale decisivo innanzi tutto x diminuire l'ingiustizia:  - anthony ceresa su monti, che è il classico demo/cristiano (?) ben parlante e malfacente, sussiegoso che beneficia della reazione dei +  sino al lordume che viene da lontano ed è arrivato all'apogeo con l'innominabile + lega l. (forse i peggiori) d'accordo, il probabile ritorno della balena bianca e forse 1 altro compromesso storico, non sarà il massimo però...”

Oblast, la terra promessa (ebrea) – Scrive J.F.: “In quanto Stato etnico, "Israele", per il bene dei palestinesi, dell'umanità e degli ebrei stessi, è decisamente meglio che sia cancellato - com'è ovvio dal punto di vista istituzionale. Ciò personalmente auspico avvenga senza violenze nei confronti dei circoncisi. I quali ultimi, se poi non volessero convivere coi goyim in un Paese bi-nazionale, bi-lingue e tri-religioso (e tollerante anche nei confronti di chi non appartenga a quelle religioni o a nessuna religione tout court), potrebbero sempre, via transiberiana, raggiungere l"Oblast" puramente giudaico del Birobidzan, a suo tempo donato dai bolscevichi e, con una successiva conferma ufficialissima, da Stalin. La loro "Patria" moderna esiste, ben prima dell'impresa sionista: dalla fine degli anni venti."

Età della Terra – Scrive Maurizio Barozzi: “Facciamo una premessa: cosa intendiamo per Kalì Yuga? A mio avviso deve intendersi un “distacco” totale (o pressapoco) di ogni condizione spirituale realizzabile sulla terra. Mi spiego: il cosmo così come noi lo conosciamo e possiamo osservarlo e studiarlo è, in realtà, una similitudine di una dimensione trascendente, diciamo divina, con la quale è in sintonia. L’uomo, al centro del nostro universo, l’unico essere avente in sé quella “scintilla divina”, ha la sorprendente facoltà di poter entrare in “contatto” con questa realtà trascendente, da qui le iniziazioni, le tante discipline esoteriche, i riti, in un certo senso lo stesso Yoga che considera nell’individuo anche alcune “sottili” realtà che la scienza profana non può o non sa vedere.  Da qui i miti, le vie verso l’immortalità, l’ascetismo…” – Continua:   http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/01/kali-yuga-finira-mai-ere-eoni-calcoli-e.html

Commento di V.B.: “Finirà tra circa 400.000 anni”

Commento di A.S.: “Scusami ... ma dove e quando vivi o stai ancora vivendo?
Mi pare che siamo ormai ben oltre a queste "storie" di un passato oscuro ... o vuoi ancora starci dentro?”

Mia rispostina: “Artha Vada, Alberto, Artha Vada ... storie da raccontare.. (ma non scritte da me)... Si dice anche  pastura per pesci che  abboccano!”

E così, di era in era.. era pure ora che ci salutassimo, no? Ciao, Saul/Paolo

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Cambia.... fai cose diverse.... non crearti dipendenze!!!
La vita è troppo vasta e bella per concentrarsi una una cosa sola....
Spezza le abitudini.... regalati modi diversi di pensare.... regalati flessibilità..... regalati momenti diversi e nuovi... 
Se vuoi la libertà non legarti con le tue mani!!!
Sciogli i nodi che ti sei creato e sperimenta com'è bello essere liberi dai concetti.... dagli schemi.... da gabbie che ci creiamo pensandoli come posti sicuri.
L'unico posto sicuro... sei Tu.. quindi lasciati andare e vivi libero.
Sentiti libero di cambiare idea tutte le volte che vuoi.
Sentiti libero di viverti fino in fondo in tutti i tuoi aspetti.
Sentiti libero di essere diverso se ti va.
Sentiti libero di cambiare o meno.
Sentiti libero di essere ciò che vuoi e quando vuoi.
Sentiti libero di essere te stesso!!!

Chiaramente ogni coscienza e ogni anima deve avere questa possibilità...sia essa lontana o vicina... quindi la cosa più  bella, più  giusta e Divina... sta nell'interagire con AMORE... con l'intima e reale libertà di ognuno...
(Franca Chichi)

Nessun commento:

Posta un commento