Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 26 gennaio 2013

Il Giornaletto di Saul del 27 gennaio 2013 – Olocausto quotidiano, letamaio politico, lettera al monti, arance amare, favola di Cristo, I Ching….



Care, cari

Olocausto quotidiano - Giorno della memoria, Il 27 gennaio di ogni anno, a partire dal 1945,  si ricordano le vittime dell'olocausto: ebrei, omosessuali, zingari e avversari politici che furono imprigionati nei campi di concentramento nazisti. Parecchi di loro perirono di stenti e di angherie, di esperimenti medici disumani, di fame, etc. Quello non fu il primo olocausto e nemmeno l'ultimo, sembra infatti che l'uomo abbia la tendenza al genocidio e di tanto in tanto questo "vizio" si manifesta, contro i suoi simili scomodi da sopportare. Non voglio qui però enumerare tutti gli stermini compiuti ed in corso contro l'umanità... sarebbe un'azione politica impropria visto che molto spesso sono le stesse cosiddette "democrazie" a metterli in atto. C'è già chi provvede a fare questo lavoro di scoperchiatura dei sepolcri imbiancati e non voglio rubar loro il mestiere… - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/01/26/27-gennaio-giorno-della-memoria-del-razzismo-e-dellolocausto-quotidiano-in-tavola/

Commento di A.D.G: “Mi sembra un poco estremo il paragone tra l'uccisione di milioni di ebrei, e l'uccisione di animali da cortile a scopo alimentare non dimenticate che mangiare carne è servito all'uomo per sviluppare una forte intelligenza, altrimenti ancora eravamo all'età della pietra..” – Continua nel link sopra segnalato con mia risposta e vari commenti

Politica ed alimentazione – Scrive Salviamo il paesaggio: “Quanti, tra i numerosi candidati alle prossime elezioni, intendono dare rilievo alle politiche alimentari? È fin troppo facile prevedere che ne sentiremo parlare poco in questa campagna elettorale, e la maggioranza degli italiani andrà a votare ancora una volta convinta che questi temi siano di secondo piano rispetto a tasse, lavoro, economia, spread, giustizia”

Lettera  a mario monti - Scrive Stefano Davidson: “Questa mia inizia subito con un problema non di poco conto, mi chiedo infatti quale dovrebbe essere la prima parola con cui partire. In tutta sincerità, considerato il suo agire (e la minuscola in “suo” non è casuale) faccio fatica a pensare ad un “Egregio” poiché le qualità espresse da questa parola, che significa nobile o insigne, non le ritrovo affatto né nel suo modo di concepire l'etica, né la morale e tantomeno trovo qualcosa che possa essere così definito nel suo operato. “Caro”, mi permetta ma non potrei utilizzarlo nemmeno sotto tortura, salvo che non ci si voglia rifare all'accezione del termine in senso avverbiale di “costoso” “di alto prezzo” dato quel che effettivamente la sua presenza al governo è costata agli italiani in tutti i sensi…..” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/01/tutto-quel-che-mario-monti-dovrebbe.html

Arma deri vigliacchi – Scrive Cecilia Strada: “Vent’anni fa i droni stavano nei film di fantascienza. Oggi vengono usati in Afghanistan, Somalia, Yemen, Pakistan (per citare quelli noti e riconosciuti). I piloti statunitensi li guidano da migliaia di chilometri di distanza, seduti nel loro ufficio. Qualche settimana fa Der Spiegel ne ha intervistato uno: la sua carriera ha subito un arresto quando ha chiesto al suo comandante “Oh-oh, abbiamo appena ucciso un bambino?”. “No, era un cane”, ha risposto il comandante. Turbato dall’avere ucciso un rarissimo esemplare di cane che cammina su due zampe, il pilota dopo qualche mese ha mollato il lavoro. La notizia di questi giorni è che l’Alto Commissariato ONU per i diritti umani ha annunciato l’apertura di un’inchiesta sulle vittime civili degli attacchi con i droni. Intanto l’attività ferve (in Yemen, cinque attacchi in cinque giorni, e ci sarebbero due bambini morti). I droni sono una strana creatura per il diritto internazionale (a quale titolo compio “omicidi mirati” in uno Stato a cui non ho ufficialmente dichiarato guerra? e analoghe domande)...”

La favola di Cristo - Dopo aver pubblicato diversi articoli sulle origini del cristianesimo ho sentito l’esigenza di riportare qui alcune ragioni su  un argomento scottante, che già in passato fu per me motivo di discussione, si tratta della “Favola di Cristo”, una ricerca storica sulla non esistenza fisica di Gesù di Nazareth. Esiste un libro così intitolato scritto alcuni anni fa dal compianto amico  Luigi Cascioli, e  -dopo averlo letto- compresi come fosse importante ripristinare una verità storica su  fatti alquanto nebulosi, che vengono in realtà confermati dalla sola voce ecclesiastica dei papi e del vaticano. La storia si sa è solo convenzione ma quando una religione come quella cattolica pretende di essere detentrice di una verità salvifica incontrovertibile occorre una certa cautela ed un’analisi approfondita sulle origini di questo messaggio. Personalmente sono  cresciuto  in seno ad uno spirito agnostico.. – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/01/la-favola-di-cristo-il-cristianesimo.html

Vegetarismo e longevità - Scrive Margherita Hack De Rosa: "...A quei medici che dicono che un bambino non può crescere senza carne, dico che io non ho MAI mangiato carne, perché quando sono nata i miei genitori erano già vegetariani. Eppure sono stata campione di salto in alto e lungo e ora, a 79 anni, faccio 100 km in bicicletta, gioco a pallavolo e non ho mai avuto malattie serie...."

Roma. Fame d’amore – Scrive AVA: “Giovedì 31 gennaio 2013 presso la sede AVA in piazza Asti 5/a, alle ore 17,30, conferenza della Dr.ssa Claudia Minenna,  Psicologa, Sessuologa, sul tema: FAME D’AMORE ANORESSIA, BULIMIA, OBESITÀ. Le vere cause delle più comuni e moderne patologie. Info. 333.9633050

MPS. Bersanino imbarazzato – Scrive Fabrizio Belloni: “Bisogna essere “laici”, nella vita. Ove la parola “laico” intende essere senza preconcetti, accettare i fatti per quello che sono e non per quello che vorremmo che fossero, non distorcere la verità per adattarla ai nostri credo. Ed oggettivamente il buon Bersani ha reso un favore a tutti, un favore di una portata che sicuramente il futuro Presidente del Consiglio in pectore (in pectore suo, perché i poteri forti vogliono Monti) non realizza. Non è cattiveria, è che proprio non ci arriva. Se fosse un politico vero, un animale politico, uno che pensa, non si sarebbe lasciato scappare, nello sconquasso del timore, nell’abisso della paura, nella nebbia dell’imbarazzo, quella frase rivelatrice: Noi del PD con il Monte dei Paschi di Siena non centriamo nulla!” – Continua con articolo esplicativo correlato: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/01/mps-grazie-bersani-pierluigi-sorbole.html

Commento di M.B.: "Abbiamo molte dimostrazioni che, soprattutto a partire da Mani pulite in avanti, il POTERE giudiziario agisce ad “orologeria” e si intromette e determina le dinamiche politiche (ricordate il “giochetto” marca Watergate? I Servizi producono le prove degli scandali, che in democrazia non mancano mai, alcuni giudici, con le spalle coperte da poteri “invisibili”, procedono d’assalto, e i mass media attrezzano il baraccone mediatico. Dietro tutto, altro che “pulizia”, vi sono sempre le lobby dell’Alta finanza).  Ora questo scandalo di MPS, fa il paio con la riesumazione delle vicende erotiche di Berlusconi. In pratica, ad un mese dalle elezioni si da una lisciatina a Bersani e una al Cavaliere a tutto vantaggio del vampiro monti."

Torino. Arance amare – Scrive FAI: “Le arance, i mandarini, le clementine che fanno mostra di se nei mercati di Torino, sono state raccolte da lavoratori stagionali, che vengono pagati 50 cent alla cassetta di arance, 1 euro per cassetta di mandarini. Ogni cassetta pesa una media di 18/20 chili. In una giornata di lavoro la media arriva a 25 euro. In nero, non tutti i giorni ma solo quelli che il caporale ingaggiato dai padroni decide di sceglierti. Se alzi la testa, se reclami per i ritmi o per la paga, puoi anche andartene, perché nessuno ti chiamerà più. Gli agrumi nei nostri mercati costano molto di più: la fetta più grossa la mangia la grande distribuzione, per i produttori restano….” – Continua:   http://retedellereti.blogspot.it/2013/01/torino-arance-amare-storie-di-africani.html

Aggiornamenti dal letamaio – Scrive F.B.: “Le mene clericali si identificano in soldi: il settimo comandamento (non rubare, per gli immemori) vale solo per gli altri."Non fate quel che faccio, fate quel che dico". Nido di vipere, sepolcri imbiancati (cito il Vangelo). Ora la mazzetta degli autobus costruiti a Praga si avvicina alla segreteria di Alemanno, sindaco (a lui piaceva Podestà, poi andò a fare atto di sottomissione in Sinagoga....).  Il Carnevale si avvicina, anzi coinciderà quasi con le elezioni. Nemesi storica e giusto contrappasso per la politica italiota”

Tornare dove siamo sempre stati - La nostra vita è legata ad una serie di circostanze di cui non abbiamo il controllo ma,  come diceva Nisargadhatta,  noi siamo parte integrante della manifestazione totale e del totale funzionamento ed in nessuna maniera possiamo esserne separati….  Di conseguenza, essendo coscienza nella coscienza,  siamo in grado di riconoscere il flusso energetico nel quale siamo immersi e  far sì che  il nostro pensiero e la nostra azione siano in sintonia con la qualità dello spazio-tempo vissuto. In questo  perenne rimescolamento energetico, noi siamo come navigatori senza meta, o guerrieri -se preferite- liberi di affrontare il contingente senza paure. “Se temi la sofferenza -diceva un samurai- come fai a combattere?” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/01/i-ching-tornare-dove-siamo-sempre-stati.html
                
Così, con questa bella immagine, vi saluto, Paolo/Saul

…………………..

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“La vigliaccheria chiede: è sicuro? L'opportunità chiede: è conveniente? La vana gloria chiede: è popolare? Ma la coscienza chiede: è giusto? Prima o poi arriva l'ora in cui bisogna prendere una posizione che non è né sicura, né conveniente, né popolare ma bisogna prenderla perché è giusta.” (Martin Luther King)

………………..

"Quando una persona veramente desidera la salute, è necessario domandarle, prima, se è disposta a sopprimere le cause della sua malattia. Soltanto allora è possibile curarla."  (Ippocrate)

Nessun commento:

Posta un commento