Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 10 gennaio 2013

Il Giornaletto di Saul del 11 gennaio 2013 – Se vince bersani, storia umana, Dea Madre, agricoltura contadina, MUOS, PCARC, Saulo/Paolo….


Ab-bocconi, meno uno

Care, cari,  

ieri mattina al baretto di Spilamberto, quello dei Cuoricini di cioccolata sul piattino, il cappuccino caldo è stato amaro assai. Non perché mancasse lo zucchero, di quello sul tavolo ce n'era in abbondanza: bianco, rosso, al miele, dietetico, etc. No, a rendere amaro il cappuccino era la notizia letta sulla Stampa che il bersani è stato "respinto" e preso a pesci in faccia dal monti. Ma si può essere più malaccorti? In piena campagna elettorale invece di distinguersi dal concorrente il bersanino si appropinqua e chiede aiuto al monti, sposa la sua agenda, gli propone alleanze post-elettorali ed altri inciuci... Si è dimostrato più politicamente preparato il professore bocconiano (forse consigliato dalla Trilateral o dai banchieri internazionali) che gli ha risposto picche dicendo "io non sono la stampella di nessuno". Insomma il bersanino si pone subito come servitorello dei poteri forti, nessuna parola in merito alle tasse strozza popolo od al disfacimento dello stato sociale, ma una corte spietata a tenersi buono il bancario mario ed i democristianucci che lo appoggiano. Mi sa che Renzi sarebbe stato più di fegato, questo bersani non mi piace per nulla! Trovo conferma al mio sentire dalla lettera ricevuta da uno spiritualista laico par mio (Subramanyam) che dice:  Caro Paolo, constato che sul “Giornaletto di Saul” ferve il dibattito politico, com’è giusto che sia, data la ribollente e drammatica situazione attuale. A mio avviso, sarebbe sì tragico riavere al Governo Monti, ma lo sarebbe pure se vincesse Bersani; in entrambi i casi si otterrebbe un inasprimento fiscale accompagnato da un aumento della disoccupazione, dall’introduzione del redditometro e da un’ulteriore riduzione della quantità di denaro contante….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/01/elezioni-amare-quel-che-succederebbe-se.html

Commento di Marco Bracci: “Caro Paolo, finalmente sono un po' più scarico dal problema, non ancora risolto al 100%, di passare da Vista, che mi si piantava ogni momento e senza logica, a Windows 7. Così ho potuto fare il versamento per la ricezione stabile del Giornaletto di Saul. Poiché sono allergico alle quote associative e non mi va di leggerlo gratis sul blog, in riconoscimento del tuo impegno ho deciso di stare nella sana via di mezzo versando 25€ sul c.c. del Circolo. A presto e, dopo aver letto quello che hai detto di Bersani, ti auguro una buona digestione….”

Commento di N.L.: “Grazie Paolo, ti leggo e mi domando quanto sforzo fai ad interessarti ancora a tutto questo fervente quanto immobile teatro della politica Italiana. A me non riesce, non mi riesce eppure davvero vorrei. In questo momento temo quasi il dover esprimere la mia preferenza alle elezioni. Bisognerebbe ricominciare tutto... o quasi. ...Bisognerebbe che domani qualcun'altro si svegliasse democratico padrone del mondo. Buon tutto”

Storia dell’uomo – Scrive Anthony Ceresa: “Con l’origine del nostro mondo, in seguito alla prima era Cosmica, la quale procurò il primo big bang, si sviluppò gradualmente la Natura, definita la Madre Terra, colei che provvede da sempre a tutte le nostre necessità, e unitamente al padre Sole, inizia la vita sul Pianeta Terra, germoglia la vegetazione, germogliano microbi, germi e batteri, dai quali nasceranno tutti gli esseri viventi, fra cui uno scimmione considerato il fac-simile dell’uomo primitivo. A differenza del troglodita, ossia lo scimmione di milioni di anni fa, nel V millennio a.c. appare il primo Homo Sapiens rappresentato da Adamo ed Eva, e come riportato nella Genesi, (vero o falso) col sopravvento di Caino su Abele, si conferma un mondo che nasce tendenzialmente dal crimine e dall’egoismo sin dalla Creazione” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/01/10/storia-dellintelligenza-in-forma-umana-scrive-anthony-ceresa-uomo-microbo-infernale-o-essere-divino/

Fosche previsioni – Proprio mentre la Gran Bretagna medita il suo ritorno alle once, ai pollici, alle miglia e alle pinte nonché alla sua uscita dall'UE, scrive Reuters: "La Grecia sarà il primo paese a uscire dall'area euro: succederà nel 2013, mentre l'anno dopo sarà la volta della Spagna. Ne è convinto l'economista Charles Robertson di Renaissance Capital.  Se la previsione non è certo delle più ottimiste, c'è chi si è spinto ancora più oltre: si tratta del gestore di fondi speculativi Kyle Bass, secondo cui il destino dell'Europa è già segnato. Tanto che "solo una guerra potrà risolvere i problemi strutturali" dell'Eurozona - afferma"

Giornaletto – Scrive Luigi Caroli: “Caro Paolo, trovo intelligenti e spiritosi (forse perché la pensano come me) molti dei lettori del tuo giornale. Quanti ne hai? Come fai a gestire tutte le loro lettere? Dev'essere fatica non da poco! Ps: ma...come "direttore di giornale" probabilmente il successore di Bersani ti candiderà (sei autorizzato a scriverlo sul tuo giornale) alle prossime elezioni. Pps: interessante il programma primaverile di TREIA! Ma sono ancora attratto dalla...  carne. Nonostante la foto che hai ricevuto e che il "sacco a pelo" non sia quello giusto. Lo conosci l'indovinello?”

Mia rispostina: “Caro Luigi, non lo conosco l'indovinello... E poi chi sarebbe il successore di Bersani? Per partecipare alle nostre manifestazioni non è indispensabile essere vegetariani, l'importante è "tendere" al riequilibrio alimentare. Avevi letto questo articolo? http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/09/26/vegani-o-vegetariani-il-tema-dellalimentazione-naturale-senza-ipocrisia-e-finzione-etica/ - Grazie per l'apprezzamento, ciao e buon lavoro (a proposito, ma che lavoro fai?)”

Sicilia. M5S – Scrive Paolo Ercolani: “Fatti, non parole. Sicilia, i deputati regionali del Movimento 5 Stelle restituiscono lo stipendio”

San Casciano. Leggere la natura – Scrive Linda Santucci: “L'asso. Pacciamama organizza presso la biblioteca di S.Casciano V.P: "Laboratori agricoli per bambini" Leggere la natura: dalle 16.30 alle19.00, 17.30 merenda bio (mamma soia). 25 gennaio 2013 con lettura della "storia il giardino magico" e realizzazione di palline di argilla (semina naturale). Info. pacciamama@hotmail.it

Gesù poco esistente – A commento dell’intervista  di Canzano a Mariantoni http://paolodarpini.blogspot.it/2013/01/giovanna-canzano-intervista-alberto-b.html  scrive M.P.: “Pregevolissimo articolo, peccato contenga una svista grossa come una casa. E' l'ultima frase della risposta di Mariantoni alla domanda indicata come "Canzano 4"  In altre parole, nell’Anno 0 della nostra era! Dice che la data della nascita di Cristo (scelta da Costantino) corrisponderebbe all'anno zero della nostra era. Ebbene non esiste un anno zero nel sistema di datazione inventato dal monaco della Scizia Minore ovvero attuale Dobrugia (Romania) nel sesto secolo, verso il 525, per datare gli anni dalla nascita di Cristo e da noi e da gran parte del mondo attualmente seguito, per la semplice ragione che il numero zero e la numerazione posizionale che fa dello zero la sua chiave di volta (e che sarà la base del sistema decimale), inventate dagli indiani (non dagli arabi) non erano ancora pervenute nel mondo Euro Mediterraneo”

Rapporto fra femminile e maschile  e la Dea Madre– Scrive Giuseppe Gorlani: “Caro Paolo, riguardo al rapporto tra femminile e maschile, segnalo a te ed ai lettori un interessante libro intitolato “La figura della Dea Madre nelle pagine di Evy Johanne Haland” di Maria Adele Anselmo (Fondazione Thule Cultura, Pa 2011).  Segue  una mia recensione su di esso. Un cordiale saluto e buon lavoro…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/01/maria-adele-anselmo-la-figura-della-dea.html

Unione PDL/Lega – Scrive L.C.: “…formalizzata l'unione della COPPIA DI FATTO. Qualche giorno prima i giornali avevano raccontato come alcuni CONSIGLIERI REGIONALI LEGHISTI avessero usufruito di fondi pubblici per regalarsi ELETTRODOMESTICI da 500 euro. E mi sono chiesto:"Non sarebbe giusto che i consiglieri zonali leghisti usufruissero di un fondo proporzionato alla loro carica? Per esempio 75 euro?". Potrebbero acquistare un FORNO A MICROONDE. Per farne cosa? Per avvolgere nel caldo tepore la COPPIA DI FATTO: BOLLITO E MARONI GLACES (alla base). L'8 gennaio la TV ha mostrato un CINESE che, dopo vent'anni di allenamento, è riuscito a nuotare 5 minuti nell'acqua gelida ed è rimasto 55 minuti (prima) nudo sotto la neve. I LEGHISTI SI ALLENAVANO DA 18 ANNI. Spero che i consiglieri leghisti di zona 8 - persone onestissime - abbiano provato, almeno lunedì 7 un freddo brivido lungo la schiena. E se il 75% delle tasse lombarde rimarrà in Lombardia come si riscalderanno i parlamentari leghisti a Roma?”

Agricoltura contadina – Scrive Roberto Schellino: “Se posso permettermi una considerazione umana e politica, vedo, da questa esperienza una attuale
incapacità di coerenza collettiva e di solidarietà. Un proverbio piemontese dice : l'asino che ha troppi padroni ha sempre la coda secca (cioè nessuno lo nutre, pensando sia compito dell'altro). La Campagna Contadina è un nostro “bene comune” ? Oppure, siccome è di tutti allora è di nessuno?” – Continua con mia risposta: http://retedellereti.blogspot.it/2013/01/campagna-per-lagricoltura-contadina.html

Uso del sommergibile – Scrive Antonello Caporale: "A cosa serve un sommergibile? A fare la guerra. E l'Italia ne ha comprati due di ultima generazione dalla Germania (governo Monti). Costano quasi 1 miliardo di euro che sommato a un altro miliardo già speso per altre due unità già entrate in esercizio e con base a Taranto fanno 2 miliardi di euro. Tanti soldi quelli dei contribuenti italiani destinati a questa operazione avallata da destra e da sinistra che, invece, non sono stati destinati a pensioni, ospedali o scuole. Ma con una società in crisi il governo non dovrebbe pensare attentamente ai propri investimenti e a cosa decide di tagliare? Meglio, allora ricordarselo all'interno della cabina elettorale, visto che in Italia si dimenticano troppo facilmente le decisione prese dalla politica. Indignarsi fa bene, perché un Paese senza memoria non ha futuro."

Niscemi. Continua la lotta al MUOS – Scrive No Muos: “La decisione del ministro dell’interno Cancellieri di dichiarare il sito dove dovrebbe sorgere il MUOS “di interesse strategico per la difesa militare della nazione e dei nostri alleati” è un vero golpe politico istituzionale. Con questo atto si apre la strada alla repressione manu militari della crescente mobilitazione delle popolazioni e dei comitati No Muos che da tempo si oppongono all’installazione del devastante sistema di morte delle forze armate USA e alla militarizzazione dei nostri territori. Da quasi 50 giorni centinaia e centinaia di cittadini di Niscemi e delle zone circostanti si alternano nel presidio permanente di c/da Ulmo nei pressi della stazione di telecomunicazioni militari Usa per impedire il transito dell'autogru (della ditta Comina Srl di Belpasso) e dei mezzi utili a completare l'installazione delle 3 micidiali parabole….” – Continua con nostro intervento: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/01/il-muos-mobile-user-objective-system.html

Commento di Vincenzo Mannello: “Del Muos mi sono occupato poco e tanto meno in prima persona. Ci sono battaglie che è bene combattano forze "fresche" e pure "incensurate". Purtroppo ritengo che il loro sforzo non otterrà assolutamente nulla. L'impianto è addirittura vitale per il sistema di rilevazione e guida satellitare per droni ed affini nel prossimo futuro. Figurati se gli Usa possono permettere che venga modificato un progetto risalente a più di un decennio fa. E che ha già portato la vicina (a Niscemi) Sigonella ad essere la base principale anche dei droni nel Mediterraneo e nel sud-est asiatico. Solo una rivoluzione potrebbe impedire la realizzazione del Muos in Sicilia. Ma, sempre a mio modesto parere, per ora di rivoluzioni non se ne parla. In Sicilia come in Italia ed Occidente”

Solidarietà ai ribelli  – Scrive PCARC: “La repressione e i soprusi non fermeranno la lotta per costruire la nuova governabilità delle masse popolari organizzate! Mentre va in scena la triste e macilenta litania di una campagna elettorale caotica fatta di inciuci, conti della serva e accordi sottobanco fra le varie sfumature di grigio delle fazioni della borghesia, il paese va allo sfascio fra centinaia di fabbriche che chiudono (ultima la Richard Ginori di Firenze), smantellamento dei servizi (a Roma è stato sospeso persino il servizio d’urgenza del 118), disoccupazione galoppante e aumento del costo della vita, imposte, tasse, sfratti, pignoramenti. Questo è il “paese reale” che conoscono bene le masse popolari, i lavoratori, i giovani, i pensionati e non quello rappresentato nei talk show televisivi o dagli accademici del niente. In questo contesto la ribellione è una prima, sana e salutare risposta a questo miserabile e opprimente sistema. E’la più chiara, salutare, benefica e costruttiva forma di vitalità di uomini e donne che non accettano la svendita al peggior offerente dei diritti e della dignità, del loro presente e del loro futuro.”

L’invenzione di Saul/Paolo –  Pensavo di aver avuto una pensata originale inventandomi l'esistenza di un ipotetico Saul/Paolo.  Purtroppo qualcuno mi aveva preceduto nell'invenzione di Saul... sono stati i "padri" della chiesa..... Saulo di Tarso, un super apostolo inventato. Ecco le prove fornite da Emilio Salsi..” – Continua:  http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/01/nuove-religioni-e-cosi-qualcuno.html

Vilascio, vi lascio, Saul/Paolo

…………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Esiste solo un angolo dell'universo che potete essere certi di poter migliorare, e si tratta di voi stessi “ (Aldous Huxley)

Nessun commento:

Posta un commento