Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 18 gennaio 2013

Il Giornaletto di Saul del 19 gennaio 2013 – Nessun reddito, consigli stradali, laicità e filosofia, sessualità laica, edonismo ed ipocrisia, residuum intellettivo



Care, cari,

Per una sessualità libera e laica – Osservando ciò che avviene in natura e fra gli animali e osservando le pulsioni naturali dell’uomo non possiamo far a meno di trovare similitudini comportamentali, soprattutto nella sfera sessuale. La sessualità nell’uomo è un potente motore che ci spinge verso una specifica direzione….  Ma la sessualità è anche cultura, è anche fonte di ricerca spirituale. Infatti nella tradizione tantrica indiana la sessualità è il mezzo attraverso cui compiere il percorso di risalita verso la coscienza unitaria. Anche nel misticismo devozionale l'estasi è la risultanza di una forte concentrazione "sessuale".  Cercando di trovare una sintesi fra ciò che è spontaneo e naturale e ciò che fa parte delle aspettative o  consuetudini sociali è necessario  andare alla scoperta di una “sessualità ecologica o laica” nella quale tutti riconoscerci. Soprattutto in questo momento storico in cui il sesso è vissuto e pensato come modo d’interscambio sociale ed economico assaporiamo solo  un arido amore funzionale. Al contrario nella corresponsione indifferenziata si riporta l’uomo alla sua pienezza, lontano dall’inquinamento dell’uso. Infatti far sesso è molto facile, molto meno conservare il cuore integro assieme alla consapevolezza della appartenenza all’unità. -  Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/01/per-una-spiritualita-ed-una-sessualita.html

Firme radicali – Scrive Alba Montori: “Perché la Lista Amnistia Giustizia Libertà -promossa dai Radicali per uscire dalla flagranza criminale della Repubblica contro i diritti umani e contro lo Stato di diritto- possa essere presente alle elezioni occorrono 30 mila firme autenticate entro lunedì 21 gennaio. Per questo abbiamo bisogno che tu vada a firmare presso i nostri tavoli o le segreterie dei Comuni dove sono stati depositati i moduli”

Neanche un cent – Lettera agli esponenti politici che si stanno candidando alla guida della stato scritta da Danilo D'Antonio del Laboratorio Eudemonia: “Gentile Signora/e, nel porgerle i miei migliori riguardi, son qui a comunicarle la mia ferma intenzione di non tornare a produrre reddito fintanto che l'Italia non sarà liberata dagli assunti a vita nel pubblico impiego, finché noi cittadini, preparati al ruolo e desiderosi di servire, non potremo accedere a tempo determinato ai pubblici incarichi….” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/01/eudemonia-nemmeno-un-centesimo-per-voi.html

Programma politico nonviolento - Scrive Peppe Sini: "La politica è l'alternativa radicale alla guerra. La politica del  movimento delle oppresse/i e  in lotta per la liberazione dell'umanità è  la  nonviolenza in cammino. Opporsi alla guerra e alle stragi, opporsi al razzismo e alle persecuzioni. Pace, disarmo, smilitarizzazione. Difesa dei diritti umani di tutti gli esseri umani, difesa della biosfera unica casa comune dell'umanità intera. Solo la nonviolenza può salvare l'umanità"

Consigli stradali e vari – Scrive Stefano: “La % maggiore di incidenti non avviene per velocità, alcol o droga, come i media fanno credere, ma per l’inosservanza delle leggi naturali da parte delle competenti autorità a tutti i livelli che forse causano indirettamente oltre il 90% degli incidenti come noi da 10 anni comunichiamo ai responsabili di tutti gli apparati pubblici, dalla prefettura passando per i comandanti delle varie armi al servizio dello stato, per tutti i livelli della politica dal Presidente del Consiglio passando per il Ministro dei trasporti fino a Sindaci e Assessori alla viabilità..” – Continua:  http://retedellereti.blogspot.it/2013/01/buoni-consigli-di-genere-vario-ai.html

Assalto contro la famiglia - Scrive Daniele Arai: "Per senso di sopravvivenza le famiglie in Italia hanno dato priorità all’acquisto della casa propria. Tale proprietà pareva la più basilare assicurazione nel tempo per la famiglia e così serviva anche a una società che coltiva questi valori. Ciò doveva perciò compensare anche sacrifici individuali e meritare tutta l’attenzione delle politiche amministrative. Così non fu né è, il bene derivato dalle ragioni indicate fu invertito dalle oscure politiche dei nostri tempi, che si manifestano con un piano inesorabile: sfruttare la proprietà privata legata al diritto naturale"

Le radici tradizionali della laicità – Scrive Aurelio Rizzacasa: “Mentre la laicità moderna prende posizione a favore della libertà di coscienza dei cittadini, in presenza dei pluralismi religiosi e ideologici che caratterizzano la nostra società, la laicità del mondo classico rappresenta una posizione del tutto rivoluzionaria che trasforma la funzione e il significato etico-politico della comunità civile dell’epoca. Da tale punto di vista, va tenuto presente che tanto la polis greca quanto la res pubblica romana si fondano su una garanzia religiosa del potere politico, in cui l’autorità è assicurata dal connubio tra la supremazia religiosa della classe sacerdotale e il potere amministrato dagli appositi organi istituzionali della comunità pubblica. Non è un caso che la massima autorità politica coincide con la massima autorità religiosa…” – Continua:

Precisazione sul concetto di Spiritualità Laica -  Prima delle religioni e delle filosofie l’uomo ha percepito l’anelito spontaneo della coscienza a scoprire la sua origine. Questa stessa ricerca immessa nel quotidiano dei nostri giorni può essere meglio definita (vivendo in un mondo fortemente ideologizzato) “Spiritualità Laica”. Accolgo questo termine come un aggiustamento linguistico per descrivere la ricerca spirituale in termini di libera espressione individuale. Le filosofie son gabbie schematiche e l’anelito verso l’autoconoscenza non ha bisogno di alcun concetto od ideologia. Anzi direi che il fine della Spiritualità Laica è  quello di liberare l’uomo da tali ideologie. (P.D’A.)

Stanley Morgan e giovani monti – Scrive Antonio Pantano: “Caro Paolo, una certa Francesca chiede  dettagli sull'operazione Morgan Stanley e Giovanni figlio del  "saggio prof. SALVATORE di denaro e banche" Monti. Tu la rinvìi al tuo blog. Nel quale ospitasti un lungo scritto di Antonio Pantano (che sono io, "secondo Totò"!) pubblicato a metà febbraio 2012, assai dettagliato sull'operazione che "salvò Morgan Stanley e le banche statunitensi". Rinvìa la lettrice (forse, in quel tempo, distratta, come Berlusconi, Prodi, Casini e Finì [accento sulla i], e sciuscià analoghi, a sognare nel bocconiano la virtù salvifica per gli italiani "fessi") a quello scritto, dal titolo "DILUVIA! GOVERNO MONTI", anche reperibile in internet, secondo al precedente "AFFIDERESTI IL TUO PORTAFOGLIO A MARIO MONTI ?", sempre da me redatto (ed anche da te ripreso) mentre Wall Street (il libero mercato degli usurai!) stava imponendo al "Colle" il nuovo delegato al governo di Italyland" - Articolo menzionato:  http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/02/18/monti-mario-come-attila-salvatore-della-patria-sua-ed-intanto-diluvia-studio-economico-e-finanziario-di-antonio-pantano/ 

Federcontribuenti Udine – Scrive Antonio: “La Polizia Tributaria accerta Usura oggettiva bancaria al tasso annuo del 300% e oltre,  indicando i colpevoli; il P.M. chiede lo stesso l'archiviazione !! Presso la Procura, pratiche vengono smarrite in altre pratiche. Siete tutti invitati davanti al Tribunale di Udine lunedì 21 Gennaio alle ore 12.00 per un'importante questione di Usura.  Per partecipare uniti alla decisione del Magistrato. Info. antonio@federcontribuentifvg.it

Edonismo maligno - Scrive Enrico Galoppini: "Considerando la questione del “degrado” di una determinata società umana, se da un lato è necessario prendere in considerazione quei comportamenti che, dilagando e sembrando sempre più “normali”, fanno precipitare gli uomini che la compongono negli abissi del loro fallimentare edonismo. La capacità di suggestione di queste “idee” è infatti tale che sono proprio queste, una volta penetrate al posto di quelle sane e rette, a condizionare le scelte e le azioni degli uomini di un preciso tempo e luogo. Una società, da che era retta da principi e valori effettivamente “universali”, finisce per rotolare lungo una china che conduce ad un piano inverso, in cui dominano principi e valori ispirati  dal Maligno, che stuzzica con le sue ‘arti’ la nostra  facoltà di libero arbitrio”

Residuum d’intelligenza – Scrive Joe Fallisi: “La reificazione, la sofferenza e l'"uso totale" degli animali non umani (e umani) è alla base stessa della forma storica che il dominio dell'uomo sulla natura s'è dato e di cui il capitalismo (fino al suo inveramento spettacolare-spettrale) è solo l'ultima tappa.  Un cammino insieme grandioso e tragico, che ormai può essere solo invertito da una rivoluzione radicale – cioè che davvero vada alla radice dell'alienazione.  In sua assenza, tutti gli indicatori chiaramente disegnano un esito catastrofico di questo tragitto: l'Homo sapiens, alla sua conclusione, apparirà allora come una sorta di virus distruttivo e autodivorante, capace, nell'arco di un battito dell'evoluzione, di porre fine, definitivamente, alla stessa” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/01/fare-buon-uso-del-residuum.html

E pure oggi in qualche modo abbiamo concluso, si sono cancellati solo in due o tre….  Ciao, Paolo/Saul

………………………


Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Fissa lo sguardo. Vedrai. Le anime anche in questo universo possono essere felici. Se non lo sono - se stesse accusino, non l'universo. Esse hanno ceduto in questa lotta, ove la ricompensa corona la virtù. Non c'è un Dio che combatta per coloro che non sono in armi. Legge vuole che la vittoria in guerra sia ai valorosi: non a chi prega. Che i vili siano dominati dai malvagi - è giusto” (Plotino)

Nessun commento:

Posta un commento