Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 19 gennaio 2013

Il Giornaletto di Saul del 20 gennaio 2013 – Banca del seme, città olistica, I Ching, ebrei orientali, rifiuti e camorra, traffico in tilt a Roma, virtù negletta…


Disegno di Francesca Cavani


Care, Cari,

Banca del seme e OGM - Scrive Teodoro Margarita: “Caro Paolo, mi sono preso alcuni minuti per leggere questo studio: è pazzesco, sapevo dell'esistenza di questa banaca del seme alle Scalbard e sapevo anche che erano le stesse maledette multinazionali dell'Ogm ad averla propugnata e realizzata assieme alla Fondazione Rockefeller, già finanziatore  dei progetti eugenetici nazisti. Le conclusioni sono spaventose: questi ci vogliono affamare, sottrarre deliberatamente ogni autonomi alimentare. E noi siamo ancora alla pars costruens, una pars destruens non si vede all'orizzonte e sarebbe necessaria. Come in Francia, falciatori di Ogm, distruttori di depositi Ogm. Qui nulla. Solamente gli animalisti hanno una loro branca militante. Qui è in ballo la sopravvivenza alimentare, dunque la nostra sopravvivenza. E si tace. Maledizione, si tace. Come Civiltà Contadina domenica sarò a Cesena, ne parlerò certamente agli amici dell'ecoistituto e a quanti intereverranno…”

Mia rispostina: “Caro Teodoro,  me ne ero già occupato nel 2008 quando il progetto era in fieri: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/07/19/la-banca-del-cibo-e-la-sopravvivenza-quotidiana/

Città olistica e spiritualità laica – Scrive Vittoria Fornari: “Buongiorno Paolo, leggendo la tua newsletter mi sono chiesta perché non ti unisci a Conacreis, con cui sto lavorando da un anno alla stesura del manifesto della spiritualità laica, stesura sempre provvisoria e "aperta" ad interventi e confronti. Ci troviamo a maggio a Modena ad un grande happening che si ripete ogni anno "La Città Olistica", perché non vieni anche tu ?”

Mia rispostina: “Cara Vittoria, potrebbe essere un’idea… tra l’altro in quel periodo  sarà pronto il mio nuovo libro “Il riciclaggio della memoria” (Ed. Tracce) che parla proprio di spiritualità laica ed ecologia profonda. Magari si potrebbe combinare di presentarlo lì a Modena. Fammi sapere le date possibili. Sarò a Modena anche il 3 febbraio per un seminario sull’I Ching, tu sei lì in zona?”

Modena. I Ching e zodiaco cinese -  Yang (il caldo), Yin (il freddo),  Armonia (la coesistenza). Il discorso comincia lontano, dallo iato del neolitico, e percorre le tappe dell’umana evoluzione sino all’agonia cronica dello stato presente. Un momento questo che presuppone un mutamento ineluttabile.  E la spinta al cambiamento viene da quella ‘terza parte’ che sempre provvede a far pendere da una parte o dall’altra il piatto della bilancia. Per capire meglio come questa continua trasformazione influisce sulle nostre vite quotidiane verrà tenuto un incontro a Modena il 3 febbraio 2013,  in cui con l'aiuto di Paolo D'Arpini,  si esamineranno gli esagrammi dell'I Ching relativi ad ogni  mese, in modo da comprendere la metamorfosi e l’attitudine da assumere nei vari frangenti. Inoltre verranno illustrate le caratteristiche basilari degli archetipi dello zodiaco cinese e le mutazioni e le fasi dei cinque elementi….” – Continua:

Avviso ai naviganti – Scrive NPCI: “La comunità internazionale dei gruppi imperialisti americani, europei e sionisti opprime e terrorizza tutta l’umanità. Con la forza e con l’inganno essa prolunga l’esistenza del sistema imperialista mondiale. Lo stesso sistema di relazioni sociali e di relazioni internazionali che riduce alla miseria e alla disperazione una parte crescente delle masse popolari dei paesi imperialisti e sconvolge la vita e distrugge ogni prospettiva di attività dignitosa e creatrice anche di quella parte della popolazione che non ha già ridotto alla disperazione e alla miseria, lo stesso sistema mette i paesi più ricchi e progrediti del mondo in guerra contro un numero crescente di paesi. La guerra di sterminio non dichiarata che da più di trenta anni la borghesia imperialista conduce contro le masse popolari in ogni angolo del mondo, in un numero crescente di paesi si è già trasformata in guerra aperta. L’invasione del Mali scatenata dal governo francese è l’ultimo episodio che si è aggiunto alla guerra che da quasi un anno la NATO conduce in Siria e all’occupazione della Palestina …”

Ebrei dell’Europa orientale – Scrive Oxford Journals: “Un mosaico genetico con decisivi apporti da antiche popolazioni originarie del Caucaso, europee e mediorientali: è quanto risulta da uno studio che ha ricostruito le origini degli ebrei dell'Europa orientale, le cui ascendenze sono ancora oggetto di dibattito. La ricerca - condotta da Eran Elhaik della Johns Hopkins University Bloomberg School of Public Health, e pubblicata sulla rivista “Genome Biology and Evolution” - permette di fare un significativo passo avanti nella definizione della controversia fra le due ipotesi attualmente in campo, portando dati a sostegno di quella che sostiene un'ascendenza molto più complessa per gli ebrei dell'Europa orientale rispetto a quelli dell'Europa centrale…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/01/gli-ebrei-orientali-ashkenaziti-non.html

Non il prof e chi lo appoggia - Scrive Giampiero Cirnigliaro: "Chiedo a tutti di votare. Per qualunque partito più o meno piccolo, per qualunque schieramento più o meno grande, ma bisogna votare.  Ma non certo per il prof e per i suoi accoliti. Non certo per i voltagabbana; non certo per i falsi e gli approfittatori; non certo per chi, oggi, vorrebbe rimettere in piedi una politica dimenticata da decenni. Non certo per chi, volendo rifondare la peggior DC, si veste da tecnico essendo, invece, il più sporco politicante.  Spero riusciate a smettere di belare per qualche minuto e porre la vostra X su qualunque simbolo, tranne che sui simboli della nostra fine..."

Roma. Perenne emergenza traffico – Scrive Vito De Russis: “La decisione del 18 gennaio u.s. del CDM e l’esultanza del Sindaco di Roma sul tragico tema del traffico nella confermano che, dopo oltre 2.300 giorni, persistono le gravi difficoltà di ripristinare le normali condizioni di vita a Roma Capitale. Non esiste al mondo un posto nel quale viene dichiarato lo “stato di emergenza” e non si realizza un rapido e significativo miglioramento in pochi giorni (una 50ina) e non si ripristinano le normali condizioni di vita in qualche centinaia di giorni (200 - 300).” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/01/associazione-in-difesa-dei-pedoni-roma.html

Ingroia non convince - Scrive LCI: "Lista civica italiana ritiene che il percorso iniziato con Cambiare si può e concluso. Con Antonio Ingroia non ha portato ad una vera rivoluzione della politica anche se dei semi positivi sono stati gettati. Lista Civica Italiana rimane disponibile a dialogare con tutte le forze politiche che avranno il coraggio di promuove una nuova politica.In particolare Lista Civica Italiana ha deciso di non stare all’interno di “Rivoluzione civile”, perché non è d’accordo con la presenza dei partiti, i criteri di scelta dei candidati, i temi del programma che non riteniamo veramente rivoluzionari."

Caserta. Rifiuti e camorra – Scrive  Emanuele Abbate: “…vivo a pochi chilometri da Caserta, dove insegno grafica pubblicitaria nelle scuole superiori. Insieme ai miei alunni conduco un laboratorio di comunicazione sociale grazie al quale produciamo ed affiggiamo manifesti dedicati ai temi importanti quali la lotta alla criminalità organizzata. La mia città, è una delle tante dilaniate dall'ecomafia e dal traffico dei rifiuti e le campagne circostanti sono spesso oggetto di sversamenti abusivi da parte dei suoi affiliati. Firma questa petizione…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/01/caserta-camorra-e-rifiuti-pericolosi.html

Roma. Diete dimagranti – Scriev AVA: “Giovedì 24 gennaio 2013 presso la sede AVA in piazza Asti 5/a, alle ore 17,30, conferenza del Dr. Valdo Vaccaro, Filosofo, Naturopata, esperto in Strategie Alimentari, sul tema: LA FARSA DELLE DIETE DIMAGRANTI. Inutili e spesso dannose le diete che non considerano le cause del problema. Info. francolibero.manco@fastwebnet.it

Dal welfare al warfare, così si indebita lo Stato – Scrive su Ecolettera il  Gruppo 5 Terre: “ Il Parlamento italiano con le armi può pronunciarsi liberamente, a patto che dica sì, se dice no, l'aereo o il sottomarino si compra lo stesso, perché il voto ha valore solo consultivo. Se è vero che qualsiasi paese non può fare a meno di spendere per difendersi, così come del resto è previsto anche dalla Costituzione italiana, è anche vero che ovunque quelle spese vengono passate ai raggi X. Qui, invece, sembra una prerogativa degli stati maggiori tutt’al più d'intesa con il ministro di turno. Per gli F-35 nei prossimi 20 anni l'Italia dovrebbe mettere sul piatto una cifra che volendo stare bassi verosimilmente oscilla tra i 25 e i 40 miliardi di euro. Gli elicotteri Nh 90 prodotti in cooperazione con Francia, Germania e Olanda comportano una spesa complessiva fino al 2018 di quasi 4 miliardi di euro, gli elicotteri dell’Esercito Etm 1 miliardo e gli Eh 101 un altro miliardo ancora. Gli aerei da combattimento Eurofighter 2000, costruiti insieme a Germania, Inghilterra e Spagna, costano 18 miliardi fino al 2018, l'ammodernamento fino al 2015 dei Tornado 1,5 miliardi, 4 Boeing 767 rifornitori un altro miliardo…..” – Continua:

Suolo Zero – Scrive Domenico Finiguerra:  "Ci hanno detto che eravamo utopisti sognatori, ci hanno detto che eravamo radicali estremisti, ci hanno detto che eravamo ambientalisti sovversivi. Ora la Commissione Europea si pone obiettivo CONSUMO DI SUOLO ZERO entro il 2050. I veri estremisti sono i barbari cementificatori che stanno distruggendo il nostro paese."

La resistenza necessaria – Scrive Joe Fallisi: “Si è talmente dentro la catastrofe, che risulta persino difficile coglierne la profondità. Comportamenti e concetti che per millenni hanno caratterizzato, in tutte le civiltà (così in Egitto, come in Persia, come in Grecia, come a Roma, come in India, come in Cina...), il vir (virtus ha la stessa radice) l'uomo tradizionale, normale, l'uomo tout court, oggi sono visti con sospetto. Avere il senso dell'onore, per esempio... essere equi, retti, onesti, sinceri, tenere nel conto che merita la vile pecunia, amare il bello, quel che esprime cosmo e armonia... guardare verso l'alto, non verso il basso, tendere all'aria pura, non al lezzo di fogna... tutto ciò, quando (sempre più di rado) si manifesta, viene percepito e debitamente catalogato come autoritario, pericoloso... fascista…." Continua:

E pure oggi ce ne andiamo a quel paese…  Cancellati? Appena 3 – Ciao, Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Se le persone provano per voi simpatia o antipatia, non è necessariamente a causa di quel che fate, bensì a causa di quel che siete, di quel che emana da voi, e che si accorda o meno con ciò che quelle persone sono profondamente. E a volte la cosa terribile è che se fate del bene a qualcuno che prova istintivamente antipatia per voi, non solo non cambierete i suoi sentimenti nei vostri confronti, ma gli diverrete ancora più insopportabili.” (O.M.Ivanov)

Nessun commento:

Posta un commento