Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 16 gennaio 2013

Il Giornaletto di Saul del 17 gennaio 2013 – Sant’Antonio abate, basi Usa, denaro elettronico, RSU Lazio, conoscenza di sé, anima gemella a Cologna Veneta



Care, cari,

Sant’Antonio abate a Spilamberto – Oggi (17.1.13) vorremmo sperimentare l’armonia fra noi ed il resto del mondo vivendola nei suoi aspetti quotidiani ed immediati, riconoscendoci l’un l’altro parte di un tutto inscindibile, senza discriminazione di razza o specie. Perciò in occasione della ricorrenza di Sant'Antonio pensiamo con amore agli animali. I selvatici  vivono ancora liberi, ma fra mille difficoltà per il freddo inverno e nell'insicurezza della sopravvivenza, sia per la mancanza di cibo sia per le predazioni dei nemici naturali sia per l'opera decimatrice dell'uomo, a loro provvederemo con una passeggiata serale sulle sponde del fiume Panaro, per disseminare qui è lì un po' di pan secco e di semi. Agli animali di allevamento che vengono sfruttati per carne o per la produzione di latte non possiamo dare un grande aiuto. Non ci è consentito in questa società cannibale. Perciò, oltre all'astenerci dal mangiar carne,  possiamo dirigere verso di loro, verso il loro cuore e la loro anima, pensieri di riconoscenza per aiutarli a sopportare il loro triste destino. Per alleviare le loro sofferenze, ed augurar loro almeno buona salute durante la breve esistenza da prigionieri, canteremo alcuni mantra ed in particolare un inno dedicato alla Dea dell'alimentazione: l'Annapurna Stotram. Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/01/spilamberto-17-gennaio-2013-santantonio.html

Bilderberg ha deciso: il dopo-Monti sarà Monti -  Ecco alcuni dei partecipanti italiani che hanno preso parte agli incontri Bilderberg degli scorsi anni: Franco Bernabè, John Elkann, Mario Monti, Tommaso Padoa Schioppa, Paolo Scaroni, Giulio Tremonti (che ne uscì inorridito), Gianni Agnelli, Umberto Agnelli, Alfredo Ambrosetti, Emma Bonino, Giampiero Cantoni, Lucio Caracciolo, Luigi G. Cavalchini, Adriana Ceretelli, Innocenzo Cipolletta, Gian C. Cittadini Cesi, Rodolfo De Benedetti, Ferruccio De Bortoli, Paolo Zannoni, Antonio Vittorino, Ignazio Visco, Walter Veltroni, Marco Tronchetti Provera, Ugo Stille, Barbara Spinelli, Domenico Siniscalco, Stefano Silvestri, Renato Ruggiero, Carlo Rossella, Virginio Rognoni, Sergio Romano, Gianni Riotta, Alessandro Profumo, Romano Prodi,  Corrado Passera,  Cesare Merlini, Rainer S. Masera, Claudio Martelli, Giorgio La Malfa, Francesco Giavazzi, Gabriele Galateri, Paolo Fresco,  Mario Draghi, etc.”

Basi Militari USA nel mondo - Sono 725 le installazioni militari al di fuori del territorio statunitense, controllate direttamente dall’esercito USA. Purtroppo, in alcuni paesi, il rapporto fornisce solo il numero delle installazioni senza la località. Oltre a quelle elencate, le forze USA usano innumerevoli basi militari in altri paesi, il cui status viene regolamentato in vario o in nessun modo. In molti casi, la presenza di truppe USA viene tenuta segreta. L’elenco comprende installazioni controllate dagli USA e non  elencate nel Base Structure Report“ – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/01/16/basi-militari-usa-nel-mondo-%E2%80%9Cbase-structure-report%E2%80%9D-nato-nwo-sion-israele-atlantici-inghilterra-angloamericani/

Frascati. Pro Patria – Scrive Enrico Del Vescovo: “24 Gennaio 2013, Frascati (RM),  SCUDERIE  ALDOBRANDINI, Piazza Marconi ore 18:00. ASCANIO CELESTINI presenta il suo libro: "Pro patria" - Ingresso libero. Info. 3331135131”

berlusconi pro draghi – Scrive Fabrizio Belloni: “Berlusconi voleva  Draghi quale  Presidente della Repubblica. Il cervello non si stupisce, ma lo stomaco protesta, visti i cinque o sei gatti furiosi che uno si sente dentro. Draghi, l'uomo Goldman Sachs.  Draghi, il guardasigilli della privata Banca Centrale Europea. Draghi, il guardiano di porta dei Poteri Forti, della Finanza d'oltre Atlantico e d'Oltre Mediterraneo. Draghi  Presidente della Repubblica, e magari Monti Primo Ministro...... Per -parziale- fortuna il furbo Draghi (magari ben consigliato) ha declinato. Ma ciò non sminuisce l'enormità dell'evidenza del fatto. E' la Banca dei Rotschild la famigerata Goldman Sachs, che comanda in Italia. E, per la verità, anche oltre Tevere, essendo da 150anni  il Vaticano sotto schiaffo monetario dei suddetti gentiluomini”

Candidati PDL puzzolenti – Scrive Giò Medea: “NICOLA COSENTINO CONOSCIUTO COME NICK 'O MERIKANO E GIGI CESARO NOTO COME GIGGINO  'A PURPETTA, ENTRAMBI INDAGATI PER RAPPORTI CON IL CLAN DELLA CAMORRA DEI CASALESI, SONO ENTRAMBI CANDIDATI NEL PDL AL SENATO, IL PRIMO COL NUMERO TRE ED IL SECONDO COL NUMERO 5.... E QUESTA SAREBBE LA PULIZIA E LA TRASPARENZA CHE VORREBBERO AL PARLAMENTO IL PARTITO DI BERLUSCONI E LA LEGA.. è PROPRIO VERO IL DETTO NAPOLETANO CHE DICE:  'O PESCE FETE DA CAPA - IL PESCE PUZZA DALLA TESTA”

I mali del denaro elettronico – Scrive Fabio: “Il denaro elettronico è nelle mani delle banche, e se noi non avessimo dei buoni rapporti con le stesse ? Se ci fossimo macchiati in passato del terribile peccato di aver emesso un assegno scoperto, o di non aver onorato il conto di una carta di credito? Rischieremmo di essere tagliati fuori dal mercato bancario e del credito postale, che non si comporta in modo diverso. Quindi, senza denaro contante, saremmo tagliati fuori dalla possibilità di poter acquistare e vendere ogni prodotto, anche il cibo … - “Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome.” (13.17) . Prepariamoci ad un mondo in cui nessuno potrà più comprare o vendere se non porterà il numero o il nome della Bestia Bancaria.” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/01/il-denaro-elettronico-appartiene-alle.html

Commento di Umani in Divenire: “Grazie mille.. è importante essere consapevoli di cosa sta succedendo intorno a noi,  come è altrettanto importante non rimanere attaccati a questa realtà e trascendere per trovare nuove soluzioni e nuove maniere di vita! Un abbraccio e buona continuazione!”

Morto il “delatore” – Scrive M.P.: “E' stato trovato morto a New York Aaron Swartz, programmatore, imprenditore nonché uno dei principali attivisti del mondo Internet.  Il blogger americano che ha parlato della "kill list" del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Aveva 26 anni e nonostante la giovane età, era molto noto. Aveva iniziato a farsi conoscere nel 1999, ad appena 13 anni, quando aveva vinto un premio per sviluppatori di siti Web educativi. La polizia dice che ha trovato il corpo di Aaron Swartz e che si sarebbe tolto la vita per depressione, impiccandosi. Ma non aggiunge altri dettagli su questa "fine" misteriosa. L'anno scorso, Swartz ha apertamente criticato il governo degli Stati Uniti e il regime israeliano per gli attacchi informatici (cyber-attack) contro siti nucleari dell'Iran. Il blogger ha criticato anche l'amministrazione Obama per la sua famosa "kill list" degli omicidi mirati.”

Lazio. Rifiuti Zero – Scrive Stefano Fiori del M5S: “Ci stiamo battendo da tempo per far capire alle varie amministrazioni , che organizzare un piano di rifiuti basato sull’incenerimento è la strada sbagliata e che in accordo con i nostri ideali la via da seguire è quella indicata dal progetto “Rifiuti Zero”. In diversi comuni italiani anche a noi vicini (Oriolo romano, Manziana, Corchiano e moltissimi altri) tale strategia h a portato in breve al raggiungimento delle soglie richieste  dall'Unione Europea…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/01/m5s-di-viterbo-situazione-rifiuti.html

Evasori patentati – Scrive Beppi Lamedica: “Cari amici e cari compagni, le elezioni politiche si terranno domenica 24 e lunedì 25 febbraio. Qual' è la posta in gioco? A chi scrive pare che la posta in gioco sia la normalizzazione della situazione politica nazionale per ovviare alla grave crisi di regime. "Normalizzare" significa mantenere lo status quo e il regime è ben fotografato dal recente provvedimento governativo con il quale si vorrebbe indagare sugli stili di vita al fine di scovare gli evasori. Così scrive sul Corriere della Sera,  Piero Ostellino: "Se non servirà al Fisco per scovare redditi non denunciati, il nuovo redditometro è comunque utile a far capire agli italiani da chi siamo amministrati. Tocca al contribuente provare di non essere un evasore. L'inversione dell'onere della prova ributta l'Italia ai primordi del Diritto"

Le guerre che non finiscono mai – Scrive George Friedman: “U.S. President Barack Obama announced that the United States would transfer the primary responsibility for combat operations in Afghanistan to the Afghan military in the coming months, a major step toward the withdrawal of U.S. forces. Last week,  France began an intervention in Mali designed to block jihadists from taking control of the country and creating a base of operations in France's former African colonies..- Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/01/france-began-intervention-in-mali.html

Sottilmente a Montesilvano – Scrive OLIS: “Seminario Anatomie Sottili con Michele PROCLAMATO. Domenica 20 Gennaio, ore 17.30. OLIS, Via Toscanini, 14 Montesilvano (PE). Tutte le scienze mediche, le arti marziali, nonché le filosofie spirituali orientali sono il frutto di un unico sapere. La codifica di tale sapere è essenziale affinché sia finalmente possibile avvicinare , fino a fonderle , ufficialità medico – scientifica e non – ufficialità orientale. Sarà quindi scopo primario del seminario quello di consegnare a tutti i partecipanti le chiavi simboliche attraverso le quali è possibile capire come, millenni fa, esistesse un sistema conoscitivo in grado di interagire con il corpo. Info. michelemeomartino@tiscali.it

Alimentazione bioregionale -  "La nostra pratica di vita bioregionale ci ha insegnato a riconoscere il valore e l’importanza del cibo. Sia nella sua produzione che nel modo di consumarlo. Se il nostro cibo è caricato di energia spirituale, che viene cioè da una spontanea manifestazione vitale, è sicuramente idoneo a mantenere il nostro equilibrio psicofisico. Questo cibo è quello che cresce nel luogo in cui viviamo (bioregione), in modo il più possibile naturale, e che viene consumato nella sua propria stagione di maturazione, in quantità moderate. Una dieta “satvica” è basata su vegetali, cereali, legumi, frutta, semi, miele, latte materno (talvolta, ove necessario, anche uova e derivati del latte vaccino o di altri erbivori allevati con sistemi naturali). Questa è la dieta praticata dall’uomo per migliaia di anni, come dimostrarono gli studi sull’anatomia comparata del compianto professor Armando D’Elia dell’AVI, e questa è la nostra dieta.  L'eliminazione della carne e del pesce non dovrebbe risultare da una considerazione ideologica ma solo come risposta spontanea alla propria natura - Continua: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Rapporto-con-gli-animali-e-alimentazione-bioregionale

Spiritualità  laica… Come percorso verso la libertà - La condizione del  cercatore della verità,  quella del neofita, viene definita in India “mumukshutwa”,  che è il livello  dell’aspirante, dello studioso. Perseguire con costanza e sincerità l’auto-conoscenza  si definisce lo stadio della  “sadhana”.  Aldilà di ogni concettualizzazione c’è lo stato ultimo del “Jnani” (conoscitore del Sé).   Però occorre considerare che dal punto di vista della Spiritualità Laica  ogni "stato" "condizione" od "ottenimento spirituale" è chiaramente un’immagine, un concetto mentale,  volendo in qualche modo cercare di  descrivere  quelle forme  di “spiritualità” sperimentate dall’uomo. Siamo consapevoli di muoverci all’interno della descrizione duale…..” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/01/note-sulle-fasi-del-cercatore.html

Verso l’anima gemella… nel  tempo - Festa dell’incontro, fra l'ambiente e suoi abitanti, fra l’uomo e la natura, fra il femminile ed il maschile.  Un progetto semplice  per  vivere valori diversi ricreando un tessuto sociale sul territorio. L’iniziativa per contrastare ed allontanare lo spettro dell’indifferenza  viene presa  da alcune donne e uomini che si riconoscono nell’Umano. Semplici madri e padri, ragazze e giovinotti, sagge donne e uomini di mezz’età,  con l’idea  di “conoscersi” attraverso cose concrete per condividere proposte di sviluppo rurale, artigianale  e solidale. Una buona occasione per presentare il mio nuovo libro “Il Riciclaggio della Memoria” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/01/6-luglio-2013-festa-dellanima-gemella-e.html

Pure oggi possiamo chiudere… Ciao, Paolo/Saul

…………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"[…] Chi cerca nella libertà altra cosa che la libertà stessa è fatto per servire […]" (Alexis de Tocqueville)

Nessun commento:

Posta un commento