Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 5 dicembre 2012

Il Giornaletto di Saul del 6 dicembre 2012 – Solitudine a Bologna, referendum anti-OGM, danni ambientali, Santa Cristina Kirchner, Vita senza Tempo




Care, cari,

Bologna. Solitudine – Scrive Jalsha: “I nostri nonni vivevano ancora in un ambiente naturale e contadino. Le loro famiglie erano numerose e spesso allargate ai parenti. Di certo non mancavano socialità e momenti d'allegria, anche se si era costretti a a vivere insieme per miseria e mancanza materiale di alternative. Affrontavano quotidianamente lavori di fatica, malattie, disagi di vario genere. Malessere fuori/ benessere dentro?” - Continua con risposte di Martina, Matteo e Caterina: http://saul-arpino.blogspot.it/2012/12/solitudine-bologna-lettera-di-jalsha.html

Firenze. Bagno di gong – Scrive Silvia: “Incontro con campane tibetane e di cristallo, gong, strumenti etnici, voce. Con Silvia Cianferoni. 7 DICEMBRE H 21.15. Centro Harmony, via del Romito 8r - d interno, Firenze (zona statuto). Poco prima della palestra Meeting (v. del Romito 44) sulla sx stradina con sbarra, cartello Harmony all'angolo. Portare plaid. Info. silviacian@hotmail.com

Pomodori italiani? No israeliani - Scrive Andrea Buffa: "Chiunque sarebbe pronto a scommettere sull’italianità del pomodoro Pachino, ortaggio Igp originario della Sicilia. Ma perderebbe. Il pomodoro in questione, da qualche decennio particolarmente in voga sulle tavole italiane, è in realtà israeliano. Lo ha detto, suscitando qualche perplessità, il ministro per le politiche agricole Galan. Pachino è sì zona di tradizionale coltivazione di pomodori, ma fino agli anni Ottanta da qui uscivano soprattutto i classici “da insalata”. Poi, nel 1989, l’azienda sementiera biotech israeliana, Hazera Genetics, introduce in Sicilia due nuove varietà di pomodori: il ciliegino Naomi e la varietà Rita a grappolo. Un successo enorme, grazie anche a due geni (rin e nor) introdotti dall’azienda israeliana e che permettono ai pomodori in questione di conservarsi anche dopo 2 o 3 settimane dopo la raccolta”

Referendum contro gli OGM in Italia – Scrive Giuseppe Altieri: “Documento inviato al Direttivo e Presidente UP BIO - Al Presidente FEDERBIO.. A seguito delle recente sentenza della Corte di Giustizia UE, che definisce il contesto giuridico nel quale si può operare per il divieto di importazione e coltivazione di OGM, venendo a decadere il decreto Zaia, per il divieto delle coltivazioni OGM, basato sulla semplice mancanza di norme di "coesistenza" di coltivazione, considerando la "liberalizzazione de facto" delle coltivazioni di OGM, in presenza di un vuoto legislativo nazionale, facendo riferimento agli obiettivi della "Carta di Montebelluna" per il bando degli OGM, presentata al G8 agricoltura....” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/12/referendum-per-vietare-gli-ogm-in-italia.html

Versilia minacciata – Scrive Letizia Debetto: “Chiedo due minuti del vostro tempo per cercare di fermare il trasferimento della Tenuta di San Rossore a un Ente che la gestirà a fini principalmente produttivistici, togliendola al Parco che finora l’ha amministrata tutelandone la biodiversità. Info. legambienteversilia@yahoo.it”

Roma, aspettami che arrivo – Scrive Claudio Bucci: “Cari amici, la situazione politica si sta evolvendo rapidamente, nonostante ancora non si abbiano certezze né sulle alleanze politiche, né su quali saranno i partiti che si confronteranno alle prossime elezioni. Noi una certezza però ce l’abbiamo: il nostro gruppo, numeroso, in crescita, forte e coeso. Un gruppo in grado di esprimersi a tutti i livelli, sia per capacità politiche sia amministrative. Un gruppo che si è ancor di più unito costituendosi in un’Associazione volta a scrivere il programma per Roma e per il Lazio, un programma di idee concrete da realizzare da chi sarà chiamato a governare. Proprio per questo ho deciso di candidarmi alle primarie del centro sinistra a Sindaco di Roma: prendiamo ancora una volta la strada più difficile, capaci come siamo di portare una ventata di cambiamento. Info. claudiobuc@gmail.com

Santa Cristina Kirchner – Scrive M.L.: “In breve ecco cosa fa il governo Argentino. Da oggi lo Stato si fa garante presso i cittadini, di cautelare i risparmi personali ma si fa soprattutto garante del fatto che le imprese, le società, le industrie, le finanziarie internazionali operanti in Argentina intervengano in borsa e sui mercati dei capitali “con l’unico ed esclusivo intento di trarre profitto da un’attività che però deve avere immediatamente, come riflesso economico, l’apertura di crediti agevolati alle medie e piccole imprese, l’allargamento degli investimenti in industrie nazionali e l’assunzione di nuovo personale. Per la prima volta in questo nuovo millennio, una nazione capitalista occidentale si assume la responsabilità politica (fotografate per bene questa parola) di imbavagliare la finanza, di metterle le briglia sul collo e di fondare il principio, basato sull’applicazione dello Stato di Diritto” - Continua:  http://paolodarpini.blogspot.it/2012/12/cristina-elisabet-fernandez-de-kirchner.html

Enel rinuncia al nucleare (francese) – Scrive R.M.: “L’Enel ha deciso di farsi un bel regalo di compleanno (compirà 50 anni esattamente oggi 6 dicembre 2012), abbandonando l’impresa nucleare francese EPR ed incassando quanto anticipato in relazione alla sua quota nel progetto, per un ammontare complessivo di circa 613 milioni di euro più gli interessi maturati”

Montesilvano (Pe) Vita senza Tempo – Scrive Michele Meomartino: “9 dicembre 2012 - OLIS : Via Toscanini, 14 - Montesilvano (Pe) Domenica 9 Dicembre, ore 18.00. Programma: Canto dei Mantra: Gayatri Mantra e Om Namah Shivaya. Presentazioni d’autore a cura di Lucia Guida di Vita senza Tempo di Paolo D’Arpini e Caterina Regazzi. Pianeta coppia: dalla crisi all’armonia Raffaello Caiano, Aspic Pescara” - Continua con breve biografia e indicazioni varie: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/12/montesilvano-pe-9-dicembre-2012-lucia.html

In-santa inquisizione – A commento dell'articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2012/12/il-progetto-di-legge-351112-rappresenta.html   scrive Gianni Donaudi: “Fin'ora in Italia non ci sono leggi x fortuna in materia. Ma temo ci si arriverà. Ieri sera ho rivisto il vecchio film della Cavani su galileo. Ebbene dopo quasi 400 anni con è cambiato di molto la situazione. E poco importa che allora le motivazioni fossero di ordine teologico-religioso e oggi di ordine storico-politico. La $O$TANZA è la $TE$$A. Pensate che nella democrata e laica Francia anni fa si arrivò a censurare persino VOLTAIRE, Hemigway, e Bucowsky. Ebbe ragione il compagno CLAUDIO MOFFA che sulle colonne della sua rivista "LA LENTE DI MARX" parlò di ROGHI in terra transalpina. Naturalmente poi SMENTITI dalla Rossanda-Lavanda sulle colonne del Manifesto!”

Pitagora, il vero Cristo - Scrive Valdo Vaccaro: "Il ricercatore Godfrey Higginnus sostiene che la storia di Gesù sia stata letteralmente copiata da quella di Pitagora. Il padre di Pitagora, come Giuseppe, venne avvisato profeticamente che sua moglie avrebbe dato alla luce un bambino che sarebbe stato un benefattore del genere umano. Copernico si ispirò a lui per la sua teoria rivoluzionaria e lo stesso fece Galileo e questo spiega l’accanimento da parte della Chiesa che dava alle fiamme ogni suo scritto. La chiesa fece di tutto per comprimere, sminuire e nascondere la gloria di Pitagora ed usò tutto il suo enorme potere politico e culturale. Scribi e chiese cristiane rastrellarono con cura furente e con minuziosità missionaria tutti gli scritti di Pitagora e ne fecero dei falò in tutte le città, in tutte le scuole, in tutte le biblioteche dell’antichità. Le dottrine pitagoriche furono contrastate duramente dai padri fondatori della nuova chiesa di Roma sotto l’imperatore Costantino che perseguitò i manichei che continuavano a preservarle....." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/12/05/pitagora-vegetariano-e-primo-vero-cristo-spunti-tratti-dal-libro-di-valdo-vaccaro-%E2%80%9Cl%E2%80%99igienismo-come-scienza-comportamentale%E2%80%9D/

Siria. Situazione precipitosa - Scrive Marco Palombo: "Un'edizione improvvisata e urgente del notiziario sulla crisi siriana suggerita da quanto è arrivato negli ultimissimi giorni dalla Siria. Notizie che hanno dato la sensazione di un netto cambiamento di scenario. Nei prossimi giorni il personale non essenziale dell’ONU lascerà la Siria. Rientreranno immediatamente infatti 25 dipendenti delle Nazioni Unite. Sono state interrotte inoltre tutte le attività intorno a Damasco e nel resto del paese l’azione dell’ONU continuerà solo dove sarà possibile utilizzare personale locale. Un breve dell’Ansa alle 3.00 di martedì 4 dicembre informa che anche l’Unione Europea riduce la sua presenza diplomatica a Damasco per l’aggravarsi della situazione che metterebbe a rischio la sicurezza dei suoi dipendenti"

Danni ambientali e prevenzione – Scrive Ennio La Malfa: “Sarebbe  il caso di stabilire un fondo  nazionale capace di sostenere situazioni economicamente pesanti in caso di calamità naturali. Vediamo nel dettaglio quanto incidono le calamità meteoclimatiche nelle nostre tasche. Dal dopo guerra ad oggi le casse dello Stato e le tasche degli italiani hanno dovuto far fronte ai danni provocati da terremoti, alluvioni, incendi di boschi, frane e quant'altro per circa 250 miliardi di euro, con una media di circa 5 miliardi l'anno” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/12/alluvioni-terremoti-eruzioni-vulcaniche.html

Tutti uniti pro ILVA – Scrive Giorgio Cremaschi: “Il decreto del governo salva Riva ha ottenuto un consenso di unità nazionale, compresi Camusso e Landini. All'ILVA è in corso un grave reato contro la salute dei cittadini e dei lavoratori: la magistratura interviene per fermarlo e il governo interviene per fermare la magistratura. La gestione dell'ILVA è tornata ad una proprietà pluri incriminata con latitanti in Florida e il rischio è che oggi si continui a perdere la salute per il lavoro e domani si perda anche il lavoro. Ma forse sta proprio qui la ragione vera del decreto. Prima del diritto al lavoro e di quello alla salute, per il governo Monti è stato necessario tutelare il diritto alla proprietà, sennò cosa avrebbero detto gli investitori internazionali. Quanti morti in più si possono accettare a Taranto per non danneggiare lo spread?”

Au revoir – Scrive Daniela Putignano: “VI ABBRACCIO CON TANTO TANTO AMORE E CHE OGNUNO GUARDI LA SUA VITA DENTRO E NESSUNO SI SENTA VITTIMA DI NIENTE PERCHE' DOBBIAMO ESSERE COSCIENTI CHE QUALUNQUE COSA CI ACCADE NE SIAMO RESPONSABILI... anche quando dobbiamo pagare l'IMU e dobbiamo andare a votare. TUTTO E' VOLUTO DA NOI. Vi ho provocato? Bene bene. Se ci risentiremo vuol dire che abbiamo superato tutto ...altrimenti ci rincontreremo in altra dimensione perché siamo sempre legati...”

Appello per la riduzione delle spese militari – Lettera aperta ai parlamentari: “Egregi Signori, dopo aver fatto tagli devastanti alle pensioni, Mario Monti ha iniziato ad annunciare di fare altrettanto nel SISTEMA SANITARIO PUBBLICO: la vostra coscienza, la vostra etica della responsabilità, può consentirvi di ignorare tutti gli APPELLI da quelli della Tavola della Pace e di Famiglia Cristiana sino a quelli di pacifisti e nonviolenti laici e pure atei? Volete concludere il vostro mandato con l'infamia di preferire la difesa delle spese militari e dei bombardieri F35? 2000 miliardi di debito pubblico non dovrebbero consigliare di iniziare a spendere bene il denaro pubblico, RIDEFINENDO LE PRIORITA' nel senso di garantire i diritti e i beni comuni fondamentali scritti nella Costituzione Repubblicana? - Continua:  http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/12/05/no-al-ddl-giampaolo-di-paola-sulle-spese-militari-lettera-aperta-ai-deputati-e-senatori-della-repubblica/

Anche oggi direi che possiamo chiudere. Ciao, Saul/Paolo

....................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Il progresso tecnico sarebbe una delle cose migliori se gli esseri umani non lo ponessero, come fanno, al servizio della propria avidità, correndo di conseguenza il rischio di distruggere le basi stesse della loro esistenza sulla Terra. Ecco
perché il progresso tecnico non è il vero progresso. Certo, essere in grado di inviare dei missili sulla Luna o su altri pianeti è straordinario. Ma in definitiva, perché lo si fa? Per sfruttare le risorse di quei pianeti e commettervi gli stessi danni prodotti sulla Terra? Per darsi battaglia nello spazio? Per andare a seminare lo scompiglio in tutto l’Universo?… Di per sé, non c’è niente di male nel voler esplorare il cosmo, ma non prima che si sia trovato il giusto atteggiamento da avere nei confronti della Terra. Gli esseri umani non rispettano nulla: si considerano i padroni dell’Universo, e sono pronti a sconvolgere tutto per soddisfare la propria curiosità o la propria cupidigia. Ebbene, sappiano che un giorno dovranno pagare a caro prezzo questa mancanza di rispetto e questa violenza."

(Omraam Mikhaël Aïvanhov)


Nessun commento:

Posta un commento