Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 30 novembre 2012

Il Giornaletto di Saul del 1 dicembre 2012 – Palestina, Arunachala, NATO/ILVA, mafia e tasse, primarie PD, Europa fermati, ecologia mentale


Barricate dal 5 dicembre in edicola


Care, cari,

Barricate. Chi sono, dove sono? - Scrive Giuseppe Turrisi: "Ciao Paolo mi dicono di dare più dettagli  su questo giornale BARRICATE, chi è l'editore, chi è il distributore, c'è un telefono, una mail, un sito?"

Mia rispostina: "Caro Giuseppe, il sito è qui: http://www.barricate.net/ - c'è segnalata anche la mail. Il giornale contiene anche un mio articolo sul Bioregionalismo ed è nato nell'ambito della formazione di una lista civica nazionale, portata avanti da alcuni amici, fra cui Italo Campagnoli. Direi che ci si può fidare... sicuramente... è una struttura ancora in movimento e non so quali reali possibilità di riuscita politica possa avere a livello nazionale.. ma vale la pena tentare... Chiedete la rivista al vostro edicolante di fiducia!"


Scrive Caterina: ".. per favore potresti tradurmi questo scritto?"
Risponde Paolo: "Amore mi hai chiesto qualcosa che mi ha tenuto alquanto impegnato, l'ho fatta per amor tuo, allo stesso tempo sono contento perché questo messaggio è genuino e valido, per te per me per chiunque altro..."
Replica di Caterina: "Eh si, ed io te l'ho chiesto per questo, perché ero certa che era un messaggio importante. Ieri, dopo aver parlato con questo e con quello ed essere andata da Luca a fare quel massaggio e intanto parlavamo, sono tornata a casa e ho letto su FB un post di Mushing Muga sul femminismo ed io l'ho commentato dicendo più o meno che il femminismo aveva anche portato a maschilizzare (non mascolinizzare) la donna ecc. e che la donna dovrebbe avere un altro modo di fare, più "dolce", meno "asciutto" come mi aveva fatto notare Luca e Devachen Mirandina Pecci aveva commentato il mio commento e poi ha scritto che aveva postato sul suo profilo un pezzo, in francese, di questo Foster che le sembrava in sintonia con l'argomento ed eccolo qua, per me, per te, per tutti e grazie del tuo lavoro.." - Scritto menzionato: “(Non è la libertà che manca; mancano gli uomini liberi. Leo Longanesi). Accettazione di sé ... significa saper dire anche "NO"! Vorrei oggi parlare di qualcosa che sembra ampiamente frainteso nella comunità "spirituale".” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/spiritualita-laica-e-liberta-espressiva.html

Il salasso continua – Il salasso continua.... mentre Bersani e Renzi si divertono in TV, il berlusca gioca a monopoli ad Arcore ed il monti telefona, per tranquillizzarlo, a bibi (בנימין נתניהו).... l baretto di Treia è una continua fonte di commenti pepati d'intelligence. L'ultimo sulla telefonata "tranquillizzatrice" del monti a padron Bibi, dopo che l'Italia ha votato a favore dell'ingresso della Palestina all'Onu (una scelta "deludente" dice Bibi). Ma non è di questo che voglio parlare, bensì vorrei trattare argomenti di "cosa nostra"..... Continuo a ricevere lettere su lettere di amici e conoscenti e persino di sconosciuti che si lamentano dello stritolamento al quale sono sottoposti da parte dello stato, anzi da parte della Società per Azioni (che agisce su delega dello stato) chiamata equitalia. Questa SPA ha un direttore miliardario, dispensa premi produzione ai suoi dirigenti, apre agenzie, acquisisce immobili e li cede ai migliori offerenti ("migliori" alla vecchia maniera, quella "migliorista"). Un poveraccio scrive che certe multe ricevute in passato sono levitate sino a diecimila euro e siccome non ha i soldi per pagarle ecco che la SPA gli sequestra la casa.. "Dovrò andare a dormire sotto i ponti..." afferma sconsolato.-- - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/il-salasso-continua-mentre-bersani-e.html

Palestina all'Onu -  L'Italia, stranamente, ha votato a favore del riconoscimento della Palestina, come stato osservatore senza diritto di voto, ma è già un passo avanti. Non si è fatta aspettare la reprimenda di israele che ha definito “inconcepibile” il passo italiano. Inconcepibile sembra invece la protervia con la quale israele continua a soggiogare un popolo uccidendone spietatamente i suoi figli. Ora tocca anche ai rappresentanti palestinesi riuscire a mantenere una posizione saggia ed univoca sul futuro della Palestina. E -come scrivono alcuni commentatori- capire che il riconoscimento non è una ricompensa, ma una fatica... – Continua con vari commenti: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/onu-benvenuta-palestina-iniziata-la.html

Commento di Adriano: "...inconcepibile è come si possa definire inconcepibile un diritto elementare! grazie della bellissima immagine... e del messaggio, ovviamente!"

Lettera da Arunachala – Scrive Upahara: “Dear P, thanks for your reply. It seems that I will have to bring you a new ashram book this year, maybe you could tell me which ones you already have ? The Deepam jyothi is burning bright, yesterday we went for a very long pradakshina ....Of course i wll give something from you to Vasundarakkai if we go to J'mudi...we are not yet sure if we will go, I hope so...A big hug to you and your beloved..”

Mia rispostina: “Carissimo Upa, bello immaginarti durante la Pradakshina... mi ha
ricordato di quella volta con te e Felix piccolino.. Se vuoi portare un libro specifico sulla vita di Ramana Maharshi te ne sarò grato”

Copasir. Indagine sulla Sicurezza – Dagli atti della Camera: “ Il COPASIR (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) ha svolto un'indagine approfondita su una delle questioni che più condizionerà lo scenario di sicurezza internazionale e nazionale nel prossimo futuro. La diffusione esponenziale dei sistemi e degli strumenti informatici e tecnologici porta con sé anche una maggiore vulnerabilità delle infrastrutture critiche nazionali, oltre che mettere a rischio le tutele della riservatezza e delle libertà dei cittadini, accrescere lo spazio di manovra delle organizzazioni criminali, creare un'area porosa nell'attività di salvaguardia della proprietà intellettuale, dei segreti industriali e delle informazioni che attengono la sicurezza nazionale... (continuerebbe, ma interrompo...)”

Scie chimiche – A commento dell'articolo di Lucilla Pavoni scrive Fabio Pierantozzi: "Le Scie le noto anche io da un bel po, ma non riesco a spiegarmi, forse per scarsa informazione, alcune cose: Cui Prodest? Ci sono talmente tanti interessi in ballo sul controllo climatico che non ho ben capito a chi gioverebbe e perché e come questa ristretta lobby possa spuntarla sulle altre. Lo Scopo: non ho capito se si vuole combattere il surriscaldamento del pianeta o lo si vuole provocare?” - Continua in calce: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/scie-chimiche-san-severino-marche.html

Taranto. NATO e ILVA – A commento dell'articolo http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/taranto-nato-al-posto-dellilva.html scrive S.M.: “Se la magistratura si muove è perché ha ricevuto il beneplacito da forze superiori come quando Di Pietro innescò mani pulite volevano modificare l'assetto politico ed economico dell'Italia e ci sono  riusciti facendo credere di fare giustizia hanno svenduto l'Italia e al governo abbiamo avuto sempre le stesse persone anche dopo mani pulite, adesso al posto dell'Ilva vogliono mettere una base Nato e chiudendo l'Ilva bloccano l'industria italiana così mettono in ginocchio una nazione se avessero voluto fare qualcosa si sarebbero mossi 5 anni fa per bonificare e mettere a norma e invece hanno aspettato che il bubbone scoppiasse....”

Ilva, mafia e tasse – Scrive Anthony Ceresa: “In Italia non abbiamo né Democrazia e neanche un motore ma un cane che si morde la coda azionato dalla Mafia Istituzionalizzata. La Giustizia dovrebbe arrestare la Giustizia perché non arresta i grandi delinquenti. L’Ilva pagava Politici e Sindacati per tacere, mentre la gente moriva. La Giustizia sapeva ma non interveniva. A me hanno rubato la casa e la pensione per regalarla al PD e Compagni. Gente: correte a votare per non cambiare il marciume che affossa sempre più il Paese!?” - Continua:

Arte su misura – Scrive Roberto Cascone: “Buongiorno a tutti. Sto lavorando ad un servizio giornalistico per Of Arch, centrato sul rapporto tra opera d’arte e spazio (non necessariamente tra scultura e spazio). In particolare mi interessano lavori artistici definiti site specific, studiati e realizzati "su misura" per un determinato ambiente o funzione. E' gradita la segnalazione di uno o più progetti anche di autori diversi. Inoltre mi farebbe piacere una riflessione: se l’opera d’arte "site specific" nasce e viene realizzata per un certo luogo, una volta installata in uno spazio diverso perde qualche cosa o semplicemente assume una dimensione estetica diversa? Grazie per l'aiuto. studiorentwork@gmail.com

Vittorio Marinelli premiato a distanza – Scrive l'amico Vittorio: “Cari tutti, penso Vi farà piacere sapere che ieri sono stato “premiato” dal comune di Roma e dal Forum permanente per il Sostegno a distanza che, su segnalazione delle varie associazioni, ha scelto il sottoscritto come sostenitore modello. In pratica, da un po’ di anni aiuto “La Casa di Ibrahima” che, tra le varie cose, gestisce un orfanatrofio in Senegal, a 25 km da Dakar, fornisce un pasto giornaliero a un centinaio di bambini di strada e svolge altre attività meritorie nel difficile paese africano....” - Continua:  http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/premiato-vittorio-marinelli-sostenitore.html

Ecovillaggi – Scrive Annamaria Tartarella: “..riporto la frase di un esperto di ecovillaggi, che ad un incontro ha detto: se volete fare un ecovillaggio sceglietene uno già esistente e andateci a vivere! Questo per dire che ha poco senso iniziare ognuno una situazione e essere in 4 gatti, quando ci sono tantissime realtà che con piacere sono aperte ad accogliere gente che vuole sperimentarsi a nuove esperienze e vita nuova... perciò buon viaggio..puoi andare a spulciarti il sito della RIVE, aamterranuova.... cerca questo e poi vai su ecovillaggi.. mappa..ecc.”

Montespertoli (Fi). Saponi - Scrive Linda Santucci: “Laboratorio di saponi naturali" 9 dicembre 2012,dalle 14.00 alle 19.00 tentuoda Carolina Lombardini (giovane saponiera) al centro della cultura del vino, via Lucardese 74 Montespertoli (Fi); materiale da portare: un grembiule e occhiali di sicurezza. Info e iscrizioni pacciamama@hotmail.it - 329\1959253”

Merate (Le). In mostra - Scrive Franco farina: "I giorni 7-8-9 Dicembre 2012 a Merate in provincia di Lecco. in Viale Lombardia, 14 alla Sala Mostre "Guido Frisia" (sopra la sala civica, entrata laterale), espongo i miei quadri ed i miei libretti con acquerelli. Ho invitato ad esporre con me due bravi fotografi: Stefano Palma e Andrea Ganzerli. Orari: Dalle 9.45 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 19.00"

Europa fermati e chiediti: sei felice? - Scrive Luca Aterini: "Sostenibilità ambientale determinante per la qualità della vita dei cittadini Cali di oltre il 20% dei livelli di ottimismo e felicità sono riportati in alcuni paesi dell'Unione europea, e oltre un terzo delle persone indicano un peggioramento della loro situazione finanziaria nel corso degli ultimi cinque anni. Questi sono solo alcuni dei risultati raccolti nell'European quality of life survey 2012. Quality of life in Europe: impacts of the crisis, risultati che riflettono in larga misura - ma con qualche eccezione - la situazione economica europea, con i più alti livelli di ottimismo riportati in Danimarca e Svezia, e livelli più bassi in Grecia, Italia e Portogallo. Condotto dall'organismo europeo Eurofond - Fondazione per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro - l'indagine mette a fuoco un'amara realtà. L'Unione europea è ancora un paradiso dove vivere rispetto ad altre fette del pianeta..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/11/ue-la-felicita-non-abita-piu-qui.html

Bergamo vegana - Scrive Promiseland: "Il team della certificazione etica VeganOK ancora una volta colpisce nel segno: sarà presente il 3 dicembre ore 20.30 presso il Teatro Civico (Dalmine), sul palco insieme a Sharon Gannon per un evento speciale e dal respiro internazionale. Ed a condurre la serata condotta sarà la nostra Renata Balducci Presidente dell’Associazione Vegani Italiani Onlus che consegnerà personalmente a Sharon il prestigioso riconoscimento “VeganOK Spiritual Award 2012” insieme alla tessera di "Socio Onorario" dell'Associazione Vegani Italiani ONLUS. Vi aspettiamo quindi numerosi Lunedì 3 Dicembre a Dalmine/Bergamo al Teatro Civico, via Kennedy 3. Info. info@promiseland.it"

Scuole private e soldi pubblici – Scrive Pierpaolo Farina: “Non si capisce proprio perché le scuole private cattoliche debbano avere denaro e privilegi in più rispetto non solo alla scuola pubblica, ma anche a qualsiasi altra scuola privata. Se le scuole cattoliche chiudono non è un problema di Stato: lo è se chiudono quelle pubbliche. La Sinistra, su questo fronte, latita. Il Partito Democratico esultava per aver assicurato 223 milioni alle scuole private: e quelle pubbliche? I soldi per le scuole cattoliche li diano i papi, i cardinali e i democristiani....”

Ecologia mentale e telepatia - Parlando un giorno con Caterina Regazzi, mia compagna di vita, delle capacità telepatiche, menzionate dalla neurochirurga Milena Auretta Rosso, mi sono ritrovato a spiegare come i 5 elementi contribuiscono a comunicare attraverso le loro energie. Ognuno dei 5 elementi tradizionalmente riconosciuti (sia in Cina che in India) rappresenta uno dei 5 sensi e noi sappiamo che i cinque sensi sono diversi canali e modi comunicativi fra la mente interna e quella esterna. Ma esistono anche cinque elementi più "spirituali" o psichici che superano la comunicazione fisica dello stato di veglia, questi 5 elementi definiti in sanscrito Tanmatra - 5 potenzialità sensoriali o elementi sottili - precedono i cinque Indrya, o sensi, ad essi subordinati. Vediamo così che è possibile che le emozioni, i pensieri astratti, le sensazioni inconsce, possono essere trasmesse e percepite negli strati profondi della mente in forma di pulsazioni psichiche o telepatiche. Ma sulla base degli elementi di nascita che noi manifestiamo in forma congenita (sono diversi per ognuno) possiamo diversamente percepire e trasmettere queste pulsazioni psichiche o telepatiche...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/pulsioni-telepatiche-nei-vari-modi.html

Mi sa che anche oggi possiamo salutarci qui, ciao, Paolo/Saul

........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Il passeggiatore invisibile beve una tazza
di the tranquillo alle cinque della sera.
Tace. ascolta gli altri e in un momento
di debolezza dice che il corpo
è una menzogna e la verità è nello spirito.
Discreto attende l'esito del giudizio
all'ombra del presente.
Saggia un biscotto del mistero
e nel più intimo dell'intimità
è generoso perfino con i turbolenti.
Odia il pensiero sciacallo
non riconosce le tracce del potere
e bussa ogni notte alla porta dell'irreale

(Oronzo Liuzzi)

Nessun commento:

Posta un commento