Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 26 novembre 2012

Il Giornaletto di Saul del 27 novembre 2012 – Da Bagnoli a Lago Patria, il caso italiano, Livorno langue, misteri vaticani, storie di cani, morte ecologica


...scusate la finestra.....


Care, cari,

La fine del monti – Scrive Nereo Villa: “La fine del mondo, che secondo il calendario Maya inizia il 21 dicembre di quest’anno, sarà la fine del mondo del… redditometro, cioè del cannibalismo legittimato da coloro che, rifiutandosi di - o essendo stati impediti a - pensare con la propria testa, lo hanno finora voluto. Questo mondo si sta disfacendo proprio perché stiamo riconoscendo che tutti coloro che ci governano sono cannibali, anche quelli che si proclamano non cannibali per poi mangiarci meglio come il lupo nella favola di Cappuccetto rosso. Tutto ciò risulta dalla storia, come continuum che si ripete da sempre. E non mi riferisco solo ai nuovi partiti delle caste filo-montiane, crescenti come metastasi di alienazione essenziale, ma a noi stessi nella misura in cui andremo ancora a votare per qualcuno. Infatti, se non vogliamo i cannibali al governo, perché li andiamo a votare?” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/26/nereo-villa-la-fine-del-mondo-comincia-da-monti-mario/

Mio commento: “Il monti dichiara che pensa di proporsi per un “morti bis” dopo le elezioni 2013. Intanto il berlusca si prepara a lanciare il “suo” partito ed annuncia che anche lui è favorevole ad un “morti bis” unendosi in tal modo alla schiera di mortezemoli e mortini vari.... Questa notizia mi riempie di gioia, così almeno il “cimitero” si è accorpato e vedrò bene non votare qualsiasi partito d'appoggio al mortimer. Inoltre per capire chi indicare alle primarie del PD, al ballottaggio di domenica prossima, aspetto di conoscere le dichiarazioni di Bersani e Renzi. E se non saranno consone nel 2013 voterò la compagine che si oppone al “morti bis”, persino per Lega o Grillo se necessario”


NATO. Da Bagnoli a Lago Patria - Di seguito un comunicato dell’ufficio stampa Nato (che alle domande fornisce sempre surreali risposte, certo contraddittorie, ma sicure dell’impunità nella storia e ancor più nel presente). Dopo quasi sessant’anni, la storica base NATO di Bagnoli, centro dello scacchiere degli equilibri mondiali, si trasferisce a Lago Patria. Una solenne cerimonia di chiusura della base sarà celebrata il giorno 3 dicembre 2012 alle ore 16.00. Mi chiedo: non so dove è Lago Patria, ma non si potrebbe improvvisare una bella manifestazione congiunta? - Continua:  http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/26/3-dicembre-2012-lago-patria-nuova-sede-nato-dove-la-patria-non-c%E2%80%99entra-nulla%E2%80%A6/

Movimenti di guerra? - Scrive Real Time: "La Russia ha inviato un distaccamento di navi della Flotta del Mar Nero verso le coste della Striscia di Gaza per evacuare i cittadini russi in caso di escalation del conflitto israelo-palestinese. Lo ha riferito una fonte del comando della Marina russa. “Un gruppo di navi da guerra della Flotta del Mar Nero, tra cui l’incrociatore “Moskva “, la motovedetta “Smetlivyj”, le navi da sbarco “Novocherkassk “e “Saratov”, il rimorchiatore MB-304 e la nave cargo “Ivan Bubnov” ha ricevuto l’ordine di recarsi all’estremità orientale del Mediterraneo“- ha comunicato la fonte"

Taranto. Ilva chiude – Scrive Alessandro Marescotti: “Attendevamo un sussulto di giustizia ed è finalmente arrivato: l'Ilva chiude. A Taranto la cupola del malaffare ambientale comincia a crollare, colpo dopo colpo. A noi cittadini spetta il compito di sostenere questa svolta a favore della legalità. Fermo restando la presunzione di innocenza individuale, che è alla base del nostro ordinamento, ci sembra che emerga un sistema complessivo che è assolutamente inquietante e anomalo. Bene ha fatto la magistratura a sequestrare la produzione di questi ultimi mesi, realizzata nonostante il sequestro degli impianti senza facoltà d'uso”

Confidenze e aperture umane – A commento dell'articolo http://retedellereti.blogspot.it/2012/11/caterina-regazzi-riflessioni-che-non-so.html scrive Lunaspina Di Avalon: “E grazie per aver condiviso queste tue riflessioni con noi. Grazie perché sono anche le mie riflessioni. 48 anni e il tempo vola, quel tempo che prima non passava mai nonostante gli impegni mondani, le cene con amici. Non so dirti bene quando ma a un certo punto della vita, un bel pò di anni fa, mi sono fermata per guardarmi dentro e mi sono trovata. Ho smesso gli impegni mondani che non mi davano nulla e sono tornata ad essere la selvatica che sono. La mia solitudine è sorrisi ed è pienezza perché intorno a me sento l'amore di Madre Natura e di tutte le sue creature.” - Continua, con altri commenti nel link sopra segnalato

Recita di monti mario ad Al Jazeera – Scrive Marinella Correggia: “...ho sentito l'ultima parte dell'intervista di Monti (Mario) su Al Jazeera , post omaggio montiano agli emirati. Eccola; dal 21esimo minuto circa e per pochi minuti si parla di Siria, il Monti legge le risposte, quindi quello ha detto sarà ben studiato e concordato con alte sfere. Al fondo di questa mia email,le parole del Monti che ho fedelmente trascritto. Ma prima, alcune premesse" – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/siria-monti-mario-recita-ad-al-jazeera.html

Barricate in edicola - Scrive Maria Chiara: "Carissimi, finalmente dopo un intenso lavoro e qualche peripezia, BARRICATE dal 5 dicembre 2012 esce in edicola! Chiunque fosse interessato all'acquisto di un certo numero di copie da distribuire può contattarci, sarà nostra premura spedirle e lasciare il 40% del prezzo di copertina ai diffusori. Chi non trovasse la rivista in edicola può contattarci, potremo segnalare l'edicola più vicina con copie a disposizione. Info. mariachiaraballerini@yahoo.it"

Il caso italiano - Scrive Giorgio Nebbia: "Mi permetto suggerirne la lettura - La Fondazione Luigi Micheletti di Brescia annuncia la pubblicazione del volume: “Il caso italiano: Industria, chimica e ambiente”, curato dai due storici Pier Paolo Poggio e Marino Ruzzenenti e pubblicato dall’editore JacaBook di Milano, 522 pagine con allegato un cd. Il rapporto fra industria, chimica e ambiente è uno dei più discussi e controversi nell’ambito dell’ecologia politica e dei movimenti ambientalisti: molte attività industriali e chimiche hanno effetti negativi sull’ambiente, eppure non possiamo fare a meno dei loro prodotti che vanno dalle conserve di pomodoro ai concimi, dall’acciaio alle schede dei telefoni cellulari, dal vetro delle finestre agli inchiostri, dai saponi alla benzina, a tutto quello che, volenti o nolenti, entra nella nostra vita” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/11/il-caso-italiano-industria-chimica-e.html

Roma. Cultura al Maxxi – Scrive M. L. Migliardi: “Vi aspetto oggi 27 novembre 2012 al Maxxi, a via Guido Reni 4/a Roma, alle ore 20.15. Marino Sinibaldi intervista Giancarlo De Cataldo, magistrato ed autore di Romanzo Criminale da cui è stato poi tratto un film. De Cataldo afferma di vivere felicemente la sua doppia natura di magistrato e di scrittore e che anzi l’una aiuta l’altra e la compensa. La sua vocazione è quella di raccontare l’Italia e gli italiani. Info. ml.migliardi@euroforum.it"

Sanremo. Concorso poetico – Scrive Arte 2000: “Il Centro di Arte e di Cultura “Sanremo Arte 2000”, bandisce la quinta edizione del premio “PoetiINSanremo” (omaggio ad Angelo Barile), cui possono partecipare poeti e artisti sia italiani che stranieri con opere scritte nella propria lingua, se estera è richiesta la traduzione in italiano. Invio elaborati entro 6 Marzo 2013. Info. info@sanremoarte2000.it”

Intuizione sul sistema - Scrive Cristina: "Mi viene da pensare... non è che in un futuro prossimo, se le cose peggiorassero e fosse oramai palese la dittatura, questi signori scegliessero un personaggio noto e mettessero in piedi un finto colpo di stato.. come scappatoia.. in modo che il popolo pensi di essere stato "salvato" da questo sistema... Che ne pensate?"

Aiutare Livorno – Scrive Ilaria Volpi: “Livorno è una città bella ma maltrattata. Era un gioiello prima della distruzione durante la II guerra mondiale ed era anche di respiro internazionale, dove culture e religioni diversissime convivevano pacificamente, e chi la governata da allora l'ha condotta allo sfascio ed alla involuzione culturale. Vi prego care amiche e cari amici di aiutarci a promuovere una nuova era culturale per la città di Livorno. Info. ilaria.volpi@gmail.com”

Misteri vaticani e adorazione di un falso dio – Scrive Angela Patrizia: “...questo è l’Oculus Omni – l’occhio onniveggente di Lucifero, non Lucifero in quanto spirito, è questa la mistificazione. Si tratta di un simbolo dell’imperatore di Roma, dal 71 d.C. al 117 d.C. E’ oggi il simbolo del Superiore Generale dei Gesuiti, in qualità di Lucifero “Signore Iddio” della Terra dal 1534 – questo è il suo simbolo. Quello è il grande capo. Quindi, se voi foste un massone del 33° grado, avreste una comprensione di tutti questi diversi livelli, tuttavia quella informazione vi sarebbe preclusa. Quindi, si tratta di un test effettuato sulla competenza. Se voi adorate Lucifero o se adorate il Signore Iddio, se andate a leggere l’originale versione greca o latina, da cui affermano di aver tradotto la Bibbia di Re Giacomo, nelle sezioni iniziali della Bibbia non viene utilizzato il termine ‘Dio’ o ‘Signore Iddio’, quella è la traduzione italiana. Loro utilizzano termini come Elohim, El Sabbah, che non si traducono in Signore Iddio – ma che significano qualcosa di assolutamente diverso” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/lucifero-elohim-el-sabbah-venerare-il.html

Napoli. Evento eroico - Scrive Makumba: "Sabato 1 dicembre 2012 ore 17-19 e domenica 2 dicembre ore 10.00-18.00 PRESENTAZIONE PUBBLICA GRATUITA: IL VIAGGIO DELL'EROE. Un viaggio alla scoperta di se stessi e del proprio potenziale. Info. contact@makumba.info"

Storie di cani a Calcata - Oggi vi racconto la storia di come  se n’è andata la cana guardiana, ormai vecchia e malandata, che custodivo in un recinto al Tempio. Il fatto stesso di tenerla ristretta in un recinto era motivo di continui interrogatori da parte di nuovi visitatori. “Perché tu che ti dichiari animalista tieni questa cagna rinchiusa? Ma la fai uscire ogni tanto? La porti a spasso, La curi a sufficienza, la spulci quando serve, la fai visitare dal veterinario, quanti anni ha?....” Ed infinite altre domande mi venivano poste senza ritegno… Ed ogni volta ero costretto a raccontare la storia di Vespa, dall’inizio, dalla sua vita “precedente” in forma di un cane denominato Shankar che viveva a Ganeshpuri,  nell’ashram di Swami Muktananda. - Continua:  http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/da-ganeshpuri-calcata-storie-di-cani.html

Lugano. Effetti della cura monti - Scrive M.L.: "Migliaia di italiani emigrano a Lugano. Dall'Italia si scappa indipendentemente dal patrimonio... Ormai i nuovi svizzeri sono gente normale, che non ha grossi capitali ma cerca lavoro, stabilità politica e certezze per i figli. Alle quattro scuole private con insegnamento in italiano (Istituto da Vinci, salesiani, steineriane e Scuola americana) non c'è più posto"

Morte ecologica e post mortem - Rende più un cadavere che un vivente, questa è la realtà che si è andata formando in millenni di ipotesi sulla morte. Certo non si spendono più cifre "faraoniche" per la costruzione di piramidi e mausolei, ma in compenso la spesa funeraria è andata "democraticamente" uniformandosi alla massa. E gli affari non si fanno solo sul cadavere ma anche sull’anima del cadavere, che viene allettata da varie religioni a compartecipare ai variegati paradisi ed inferni. Per i "credenti" ci sono le messe di suffragio, le preghiere pro defunti, le cerimonie per gli avi, magari pure il martirio-assicurazione di salvezza. Sapete che furono i cinesi ad inventarsi la prima cartamoneta? Ma non serviva per le transizioni commerciali fra esseri viventi, no, era utilizzabile solo nel post mortem, dove c’erano apposite banche di scambio che finanziavano i piaceri dei cari estinti nei vari paradisi buddisti, taoisti, confuciani od animisti. Roba da mettersi le mani nei capelli…(se ancora resistessero nelle tombe) oppure da sganasciarsi dalle risate (dipende dalle propensioni filosofiche). - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/morte-ecologica-e-post-mortem-fra.html

Ed anche oggi chiudiamo. Ciao, Paolo/Saul

.................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Prologo al presente

Apri gli occhi. Svegliati:
il Paradiso sta qui
nella luce effimera.
È (altro non c'è) questa terra:
punto d'incontri,
culla d'assenze.
Il Paradiso sta qui.
Apri gli occhi
che aprano le sue porte.
Svegliati. Sta qui.
Non è la felicità.
È la presenza.

(Edoardo Mitre)

Nessun commento:

Posta un commento