Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 23 novembre 2012

Il Giornaletto di Saul del 24 novembre 2012 – Epifania bioregionale, veleni nel piatto, semiti ed ebrei e sionisti, orti fai da te, tarocchi a Calcata


Affresco di Carlo Monopoli

Care, cari,

Novità in parlamento: torna Berlusconi, da solo - Sempre più insistenti si fanno le voci di un berlusca che abbandona il PDL e prepara una sua lista privata di "fedelissimi" (o fedelissime) che mira ad ottenere almeno il 15 per cento dei voti, Questo l'obiettivo di Silvio Berlusconi a cui sta alacremente lavorando, la nuova lista si chiamerebbe "Italia che lavora" ma qualcuno opta per il vecchio “Forza Italia”. In ogni caso il cavaliere considera un grosso errore le primarie volute da Alfano e dagli ex AN e non sosterrà alcun candidato in vista delle consultazioni del 16 dicembre. Non solo. L'ex premier, durante il vertice del partito a Via dell'Umiltà, ha urlato in faccia ai suoi (ex) colonnelli che non intende tirare fuori un euro per pagare l'organizzazione delle primarie. Ma non è solo questione di soldi, in effetti la strategia del cavaliere di presentarsi con una lista tutta sua è utile per fermare la diaspora in atto nel PDL, che secondo le stime si ferma al 10% dei voti"

Il coraggio di Franceschini - Scrive A.R.: "Il parlamentare del PD Dario Franceschini ha ottenuto un’ovazione bipartisan quando, durante il dibattito alla Camera sul bilancio dello Stato, ha gridato che: L’articolo 1 della Costituzione dice che la sovranità appartiene al popolo. Al popolo. Non ai mercati e ai grandi interessi finanziari”

Grillo e PD – Scrive Giorgio Di Genova: “Caro Paolo D’Arpini, spero che tu non parteggi per Grillo, che è più pericoloso (per altri aspetti) di Bugiardoni e dei beceri leghisti. Karl ci scampi dalle 5 stelle e dai rottamatori. Io sono per i costruttori
e gli esperti di politica, ma onesti e non sponsorizzati da chissà chi,  Cayman o no. E sono anche per un Monti ministro dell’Economia, ma in un governo di centro sinistra radicato nei problemi reali della popolazione che soffre e ha bisogno di lavoro per vivere e far vivere la famiglia serenamente in un’Italia che finalmente cominci a crescere di nuovo economicamente, ma anche culturalmente, appunto.

Mia rispostina: “Forse non leggi tutti i numeri del Giornaletto, caro Giorgio, altrimenti sapresti che spesso e volentieri ho espresso dubbi sul Grillo. Però non sono favorevole assolutamente al monti e non vorrei dovermelo sopportare anche in un futuro governo “politico”. Per quanto riguarda la cosiddetta “crescita” essa può avvenire solo nel filone dell'ecologizzazione di ogni attività umana.. e di questo pure ne ho parlato ripetutamente" 

Epifania bioregionale – Scrive Teodoro Margarita: “Caro Paolo, io ci credo nell'Epifania. Credo nella manifestazione. Ci credo da ateo e da pagano, ci credo da credente nel Tutto e nel niente. Ci credo da studioso dei misteri e da cultore dei miti, ci credo fermamente nell'Epifania. Credo che il cielo al tramonto ci parli, come credo che due funghi strani, alieni nell'orto, mai comparsi prima, "cancello delle streghe" clathrus ruber, aventi forme di creature invero singolari, questo e tanto altro, significhino qualcosa. Non so cosa, sarei un veggente, diversamente, ma qualcosa si. Certamente. Ci credo nelle epifanie come ci credevano i padri antichi che interrogavano il volo degli uccelli. Il mondo ci invia messaggi, essi ci giungono da ogni parte, semplici cerchi nel grano o cerchi nell'acqua? Non lo so, ma le nuvole a volte hanno davvero forme umane o bizzarre o negli alberi si trovano incastonate pietre e giù alla mia cascata, nel carpino secolare, al centro del torrente, ho trovato ben incastrato, ho fatto fatica a toglierlo, uno strano legno con due corni e al centro, sembrava, sorridesse. Io ci credo ai segni della natura, credo in questa Epifania, perché non dovrei credere alle urla della mia gente nelle piazze?” - Continua:   http://retedellereti.blogspot.it/2012/11/epifania-bioregionale-teodoro-margarita.html

Giornaletto – Scrive Lidia: “Ho mandato tutto ai collaboratori di Nuovi Orizzonti, favolosi x recuperare casi estremi, spero vada a buon fine. Domenica ho visto Chiara Amirante al palazzetto di Zola; merita di seguirla ed affiancarla x il compito difficile che la sfianca. Non può permettersi di ammalarsi, deve regalare sorrisi ed abbracci a chi la capisce e la conosce. Saluti”

Lazio. Vota Antonio. – Scrive Orazio Fergnani: “Segnalo UN SONDAGGIO IN PREVISIONE DELLE PRIMARIE LAZIO CHE SI TERRANNO IL 02 DICEMBRE 2012 del movimento/partito (di cui faccio parte) SE INTANTO VOLETE ESPRIMERE LA VOSTRA PREFERENZA PER UN CANDIDATO PIUTTOSTO CHE UN ALTRO POTETE FARLO IN QUESTO SONDAGGIO , OVVIAMENTE AVRETE UN RINGRAZIAMENTO PIU' SENTITO SE VOTERETE PER ME https://www.facebook.com/groups/129522459026/permalink/10151506149319027/"

Mia rispostina: “E chi non sta su facebook?”

Caserta. Rifiuti tossici nei campi - Scrive Lorenzo Lamperti: "Un terreno agricolo trasformato in discarica abusiva di rifiuti industriali. Spesso altamente tossici. Una circostanza che in Italia si ripete spesso, troppo spesso. L'ultimo esempio è stato scoperto a Trentola Ducenta, provincia di Caserta. Qui, nelle scorse settimane, la squadra mobile provinciale ha sequestrato un appezzamento di terra gestito da un imprenditore considerato vicino al clan dei Casalesi. Sul terreno in questione sono state rilevate tracce di cadmio, stagno, arsenico. Tutte sostanze nocive camuffate da concime"

Veleni nel piatto – Scrive Giuseppe Altieri: “Nuova ricerca sugli erbicidi a base di glifosato. Un articolo pubblicato sulla rivista “Environmental and Analytical Toxicology” mette in evidenza le ampie problematiche relative alla regolazione del pesticida glifosato. La ricerca rileva che le autorità hanno sottovalutato l'importanza della ricerca che mostra i difetti di nascita negli animali testati. Il lavoro mette, quindi, in discussione le conclusioni espresse dalle autorità e cioè che il glifosato e il “Roundup” siano sicuri. In Italia si usa spesso il glifosate prima di seminare i cereali... e le regioni premiano questi agricoltori coi pagamenti agroambientali per la cosiddetta agricoltura integrata (abilmente falsificata). Soldi che dovrebbero compensare agli agricoltori i maggiori costi di una tecnica ecologica... mentre l'agricoltore ci compra il Disseccante che gli fa risparmiare soldi...” - Continua:  http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/il-veleno-nel-piatto-inquinamento.html

Siria. Da non dimenticare - Scrive Elbano: "Gaza non ci faccia dimenticare la guerra siriana. Francia e Gran Bretagna riconoscono la neonata Coalizione Siriana come unica rappresentante della Siria. L' Italia non ancora, ma lo dice in modo ambiguo e Le Monde capisce il contrario. Francia e Gran Bretagna preparano qualche sorpresa? Il neopresidente della Coalizione Siriana è un ingegnere geofisico ed ha collaborato con la Shell."

Piumazzo (Modena). Neuroni a specchio – Scrive Almo: “Il 27 novembre 2012, alle h. 21, al circolo Almo, Davide Donelli presenterà il suo libro “Io sono il tuo specchio” scritto in collaborazione con Matteo Rizzato e ci farà conoscere sia il contenuto scientifico essenziale di tale scoperta, sia le sue ripercussioni nella vostra vita quotidiana e nei meccanismi che regolano le interazioni sociali. Info. almo.info@gmail.com

Casalborgone (Torino). Cesti fatti in casa - Scrive Francesco D'Ingiullo: "Vi comunico le date del prossimo laboratorio di cesteria. Ci sono ancora pochi posti disponibili per completare il gruppo! 8 e 9 dicembre 2012, Casalborgone (Torino). Iscrizione fino ad esaurimento posti. Info. figliodelnibbio@gmail.com"

Livorno malandata - Scrive Ilaria Volpi: "La bellissima Chiesa degli Olandesi di Livorno sta andando a pezzi nella totale indifferenza da parte della pubblica amministrazione. Livorno è una città bella ma maltrattata. Era un gioiello prima della distruzione durante la II guerra mondiale ed era anche di respiro internazionale, dove culture e religioni diversissime convivevano pacificamente, e chi la ha governata da allora l'ha condotta allo sfascio ed alla involuzione culturale. Info. ilaria.volpi@gmail.com"

Orti fai da te – Scrive Roberto (dal Sud Africa): “Buon giorno Paolo, ubbidisco alla tua richiesta. Come tu sai io e mia moglie Reinette, che è sud africana, abbiamo lasciato l'Italia qualche mese fa perché non aveva più senso dover seguitare a vivere in un paese che già da molti anni non accetto e non sopporto più. Arrivare qui è stato come passare dall'inferno al paradiso (so che ambedue non esistono veramente). Qui ho dovuto smettere di lamentarmi e non è stato facile dopo aver avuto a che fare con l'Italia per 78 anni, oramai era diventata una abitudine senza un momento di sosta. Qui tutto funziona quasi come in Germania. E' quasi impossibile di incontrare qualche d'uno (sia bianco, che colorato, che nero) che non sia gentile, educato, disponibile, ospitale, efficiente e sopratutto affidabile” -Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/orti-di-guerra-prepararsi-al-meglio-che.html

Commento di Marinella Correggia: "Grazie della lettera dal Sudafrica! Anche io non ho mai sopportato gli italiani... o meglio la loro radicata furbizia... paolo perché non ce ne andiamo anche noi? Condivido: qui di buono c'è il cibo veg e poi la natura, ma è stata devastata. Ogni volta che sento di qualcuno che se n'è andato, provo una benevola invidia, da decenni penso "me ne andrò presto, in Afghanistan dove c'è un epicentro dove essere utili, o in America latina dove c'è la rivoluzione, o in Niger che cerca di lottare contro un cambiamento climatico che subisce senza averlo provocato e son sempre qua! e non perché mi piacciano le comodità italiane, delle quali nemmeno mi circondo, un caro saluto e scusate lo sfogo"

Mia rispostina: "Cara Marinella, io non son stato mai favorevole all'emigrazione definitiva, sui viaggi sono d'accordo però il destino ha voluto che nascessimo in Italia e dobbiamo compiere il nostro dovere qui. Serve un esempio positivo altrimenti se tutti scappano sarà sempre peggio. E poi che dirti... tutto il mondo è paese, dove vai vai ci sono problemi, magari diversi, ma non si può sfuggire alla necessità di crescita attraverso le difficoltà. Ognuno deve portare la sua croce. Ti abbraccio con infinito affetto e considerazione"

Perugia solidale - Scrive MPL: "24 novembre 2012, a Perugia fiaccolata a favore della Palestina. In piazza Repubblica, h. 18.30. Esprimiamo la nostra sentita e profonda solidarietà al popolo palestinese. Non possiamo non esprimere la stessa solidarietà al popolo siriano, che sta vivendo momenti tragici, martoriato da una sanguinosa guerra civile, in un clima di forte tensione, terrore e preoccupazione nel quale vedono la morte migliaia di civili innocenti e indifesi. Non si può restare fermi a guardare, si deve condannare politicamente e moralmente la condotta d’Israele, per una politica di pace e cooperazione, contro logiche di guerra"

Fiorenzuola D'Arda. Il sentiero - Scrive Barbara: "Ciao a tutti, vi invito al nostro incontro mensile con Mario Somma per la pace interiore. Si tratteranno argomenti inerenti agli strati del DNA e su come attivarli, il grande cambiamento del 12/12/12, la fiamma violetta della trasformazione e molto altro... L'incontro è a offerta libera e l'orario è dalle 17,00 alle 20,00. Info. 3926034580"

Ripensamento su Livigni - Scrive Maurizio Barozzi: "IERI VI HO INVIATO IL VIDEO CON LA CONFERENZA DI BENITO LI VIGNI CHE DICE COSE INTERESSANTI. Vedi: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/complottismo-comprovato-da-mattei.html - OGGI PERO’ BISOGNA ANCHE APPORTARE ALCUNE PRECISAZIONI. INTANTO FACCIAMO UNA PREMESSA: QUESTE “CANTATE”, QUESTE “CONFIDENZE”, QUESTE TARDIVE “CONFESSIONI”, NON AVVENGONO MAI A CASO E COMUNQUE DI CERTO NON CI SI PUO’ FIDARE COMPLETAMENTE DI PERSONAGGI CHE FINO A IERI ERANO AL CENTRO DEL POTERE. QUINDI OGNUNO DEVE SEMPRE FARE ATTENZIONE, PRENDENDO QUELLO CHE C’E’ DI BUONO, MA SOPPESANDO BENE TUTTO IL RESTO..."

Roma. Musei in musica - Scrive Francesco Marcolini: "Sabato 1° Dicembre Roma Capitale promuove la quarta edizione di MUSEI IN MUSICA. Dalle 20.00 alle 2.00 i Musei, le Accademie e gli spazi culturali della città saranno aperti in orario straordinario per ospitare concerti e spettacoli con ingresso gratuito. Info. segreteria.presidenza@zetema.it"

Semiti, ebrei e sionisti. Un chiarimento - Scrive Joe Fallisi: "Il termine "semita" ha ormai assunto carattere magico-incantatorio, ideologico al massimo grado. La (pretesa) connotazione unitaria di etnia a esso relativa fu stabilita tre secoli fa. Nel 1781 A. L. Schlötzer designò col nome di "semitiche" le lingue parlate da ebrei, aramei, arabi e assiri, in riferimento al passo della Genesi - 10, 21-31 - dove gli eponimi delle suddetti popolazioni risultano come figli di Sem, da cui poi il nome di "semiti" esteso a tutte quelle affini. Ma gli studi linguistici, storici e antropologici contemporanei, anche e soprattutto dopo la scoperta della civiltà di Ebla (1964), mettono seriamente in forse l'ipotesi di una "razza" semitica originaria" – Continua:   http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/23/joe-fallisi-semita-ebreo-e-sionista-non-sono-la-stessa-cosa/

Commento di M.B.: "Guardate questo filmato girato a Gaza sono scene che nessun telegiornale vi farà mai vedere, ma qualcosa, in qualche modo pur arriva all’opinione pubblica. Capite ora a che servono i Servizi che hanno sotto mano grandi burattinai i quali a loro volta manipolano qualche prezzolato e qualche esaltato deficiente per fargli organizzare qualche demenziale “atto antisemita” in modo che poi il giorno dopo non si parli di altro che di questo antisemitismo? Ma come si fa ad uscire da questa spirale perversa? http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=zasofEUsTcc”

Gaza. I destini del mondo – Scrive Daniele Arai: “Si deve capire: i destini del mondo sono comunque guidati da idee religiose. Domenica scorsa si poteva sentire l’influente ex primo ministro portoghese socialdemocratico, Marcelo Rebelo de Souza, commentare in TV apertamente che la questione di Gaza è un «ballon d’essai» d’Israele per attaccare l’Iran. Infatti, come ormai lo sanno tutti, sarebbe un modo per misurare quanto i Paesi dell’Islam sono disposti a reagire. E da alcuni esempi già si capisce che ogni indignazione è frenata da preoccupazioni, diciamo, di segno turistico; legate a un’ALTRA finanza”

Treia (Mc). Surya Namaskara – Scrive Mario Foglia: “Sabato 1 Dicembre Anandi sarà a Chiesanuova di Treia presso La Luna E Il Sole per un workshop di approfondimento del Surya Namaskara. Questa è un’importante pratica  yogica che risale all'antico periodo vedico e comprende una serie di asana e pranayama, la consapevolezza dei chakra e l'utilizzo del mantra. Info. mario.foglia@hotmail.it

Roma. Prossima esistenza – Scrive Lucilla Casta: “DOMENICA 25 NOVEMBRE ORE 15 A ROMA SALA DELLE SCUOLA CRISTIANE LA SALLE, VIA AURELIA 472, INCONTRO CON L'ASSOCIAZIONE SARAS E GIULIANO FALCIANI SUL TEMA: COME PREPARARSI PER LA PROSSIMA ESISTENZA Ingresso Libero. Info. 338.675.25.75”

Firenze. Gong – Scrive Silvia: “Incontro con campane tibetane e di cristallo, gong, strumenti etnici, voce. Con Silvia Cianferoni. 24 NOVEMBRE H 18. C/O Est-Ovest  via Duprè 24r, Scandicci (Fi). Portare plaid. Info. silviacian@hotmail.com

Torino. Apprendisti stregoni – Scrive EAM: “Martedì 27 novembre alle ore 18.00, Cavalieri erranti e apprendisti stregoni nella Torino disegnata da Gianna Baltaro, presso la Libreria PiemonteLibri, via San Tommaso 18, angolo via Bertola, Torino.
Claudio Ozella discorrerà con Maurizio Blini e Roberto Carretta & Renato Viola.
Interviene il giornalista e scrittore Sergio Albesano. Letture a cura di Giorgio Perona (TorinoSpettacoli). Ingresso libero. Info. info@angolomanzoni.it

Sarzana. Danza del ventre – Scrive Indaco: ”Vi informiamo che il 28 NOVEMBRE, alle 14:30, presso il nostro centro, si terrà la prima lezione di DANZA DEL VENTRE per principianti. Il corso sarà tenuto da Alessandra “Bastet”, danzatrice e insegnante diplomata. La prima lezione è gratuita. Per info Alessandra 340 5345989”

Tarocchi e trucchi da maghi - I tarocchi tirano... soprattutto le donne.  Ricordo quando ancora abitavo a Calcata, e per sbarcare il lunario andavo il sabato e la domenica  nella Stanzetta del Pastore per fare oroscopi cinesi e lettura della mano, ogni volta che qualche signora entrava dentro e vedeva su una mensola il mazzo dei Tarocchi immediatamente mi chiedeva di farle quelli. E questa era la prima prova.. poiché immediatamente le spiegavo che usare i tarocchi per la divinazione era un uso improprio e che quelle carte di "potere" andavano semplicemente osservate per vedere quel che evocavano in noi. Subito dopo passavo però a insinuare che il desiderio di conoscere il nostro futuro od il passato remoto ci impediva di vivere il presente. E così iniziavo a parlare di archetipi e di auto-conoscenza. L'ultima volta che ebbi a che fare con i Tarocchi  fu  alla festa del solstizio d'estate del 2010, a casa di Simone Sutra, (nel modenese) in cui all'ingresso avveniva la distribuzione casuale di alcuni tarocchetti ad ogni convitato... i presenti erano 22 come gli arcani maggiori (più la Matta). Ma non voglio andare oltre con i ricordi, ed  ecco un articolo che avevo scritto per AAM Terra nuova sui Tarocchi, con  una breve spiegazione esoterica sul loro significato ed uso: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/tarocchi-che-tirano-e-trucchi-da-maghi.html

Commento di Elke: “Ciao Paolo e grazie! Da ragazza anch'io leggevo le carte ma poi dopo anni di lettura maniacale, le misi via per sempre. Erano troppo chiacchierone e avevano sempre ragione, anche quando io non ero d'accordo. Istintivamente ho capito che c'è un tempo per affacciarsi alla finestra con il binocolo rivolto verso il futuro e uno per uscire a fare una bella passeggiata nel presente! Appena posso, t’invio una nota sulle scie chimiche, se serve, L'ho chiamata: " Il rullo compressore", poi capirai perché l'ho chiamata così!”

Con ciò pure oggi vi saluto, Paolo/Saul

......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Solo se riusciremo a vedere l'universo come un tutt'uno in cui ogni parte riflette la totalità e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, cominceremo a capire chi siamo e dove siamo. Altrimenti saremo solo come la rana del proverbio cinese che, dal fondo di un pozzo, guarda in su e crede che quel che vede sia tutto il cielo"
(Tiziano Terzani)

Nessun commento:

Posta un commento