Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 11 novembre 2012

Il Giornaletto di Saul del 12 novembre 2012 - Dal baretto di Treia, Cia infedele, riuso ecologico, province da salvare in chiave bioregionale


Sogno di Franco Farina

Care, cari,

Lettura interessante al baretto di Treia. La giornata è uggiosa e fa pure un po' freschetto, fuori in piazza un centinaio di ciclisti in tenuta sportiva alla moda, si contendono qualche premio, però fanno avanti e indrè al baretto a bere cappuccini, caffè, succhi.. ed a mangiare brioches. Come si dice brioches in latino? Esistevano le brioches a quei tempi beati? Però qualcosa di simile ci sarà stato, me lo son chiesto scoprendo l'invito del monsignor Ravasi: “...vescovi, imparate a parlare in latino..”. Insomma pare che il latino sia talmente in disuso che pochi vescovi sanno leggerlo e scriverlo. Il latino soppiantato dal tedesco, dall'ebraico o dall'inglese? Poco importa quale sia la nuova tendenza vescovile l'importante è “recuperare le proprie origini -dice saggiamente il Ravasi- poiché tutta la storia della chiesa è scritta in questa lingua, la lingua ufficiale della chiesa cattolica e romana”. Sotto sotto si intuisce che c'è una fronda... in corso, si intuisce pure che l'affaire Paoletto (il Corvo) è lungi dall'essere risolto... spuntano nomi di alti prelati coinvolti o prosciolti (prosciolti se aiutano le indagini, come d'uopo nella gestapo vaticana). Nel frattempo a livello politico nazionale i partiti filo vaticani danno del filo da torcere al laico Bersani. Tutta colpa del premio di maggioranza e dei listini bloccati nella nuova legge elettorale (già vecchia come il cucco, anzi proto fascista). Ucci ucci sento odor di cristianucci che avanzano.. ce lo fa capire l'uscita del monti mario, ecclesiastico mancato ma bancario eccellente, il quale afferma: “se serve, dopo le elezioni, posso continuare con il mio governo”. Come dire una maggioranza con questa nuova legge elettorale non ci sarà mai, meglio continuare così come stiamo. Mi ricorda qualcuno che disse: “Dio me l'ha data (la corona) e guai a chi me la tocca!” Sorseggio il cappuccino bollente e leggo pagine su pagine sulle proteste dei grillini fuoriusciti o ribelli contro il Grillo, insomma dopo la gogna a Di Pietro le ire mediatiche si rovesciano sul capo irsuto del comico genovese. “Genova è “off limits” (causa ciclone incombente?)... - Continua:

Commento di Luciano Sarmati: “Gentile Paolo D'Arpini, Ringrazio del nuovo invio del Suo Giornaletto di Saul, che ho letto con piacere. Quale Segretario di Lega Italica, apprezzo le segnalazioni e le doglianze,evidenziate a tutti i livelli e su tutti i grandi temi. Però ritengo che lagnarsi e basta non è assolutamente utile. Ricordo che ormai in Italia sono sorti ben 7.200 movimenti...” - Continua nel link soprastante

Commento di Giorgio Vitali: “CARO PAOLO, LE COSE VANNO PROPRIO COSì. L'ATTACCO A DI PIETRO è funzionale. IL PERSONAGGIO, CREATO PER FARE MANI PULITE, NON SERVE PIU'. L'ATTACCO A GRILLO è FUNZIONALE, PER DIMINUIRNE IL CARISMA. IL PREMIO DI MAGGIORANZA è STRAFUNZIONALE. Perché si dice che altrimenti non si governa... salvo fare accordi sottobanco per OTTENERE CON COALIZIONI ANTIPOLITICHE QUESTA STRAMALEDETTA MAGGIORANZA. MA LE COALIZIONI GENERANO CONFLITTI PER LE ATTRIBUZIONI DEI POSTI DI GOVERNO. E LA CHIESA, CHE NON ha BISOGNO DI MAGGIORANZE (perché nel conclave si sa sempre chi deve essere fatto papa) PRETENDE L'USO DEL LATINO... HA CAPITO CHE LA DEMOCRATIZZAZIONE DELL'INFORMAZIONE è NOCIVA."

Commento di Luigi Crocco: "Dopo aver letto del latino al bar poco usato dal Clero sostituendolo con l'italiano moderno pieno di nuovi sillogismi Anglo- americani e tedeschi per l'afalbetismo e l'ignoranza dirompente del governo a salvare economicamente e politicamente l'Italia nuova da quella vecchia a cristianucci, borghesucci, villanucci, ecc. Oggi , sul più vecchio Littorio voglio salvare L'Italia. E spero in Grillo che, ergendosi A NUOVO leder sul nuovo modo di far politica con
uomini giovani e nuovi, a presentarsi e mantenersi in politica con un codice comportamentale, etico e deontologico, con regole superiori di disciplina sindacale, morale e materiale, riconosciute da tutti gli ordini ad amministrare la cosa pubblica a favore della gente del popolo, disagiata"

Anti-Giornaletto – Scrive Massimo Sega: “Egr. Paolo/Saul, leggo sempre con interesse il tuo quotidiano Giornaletto di Saul, in quanto esso mi fa conoscere il mondo che mi circonda, mondo che a causa della mia età e della mia distrofia muscolare io non riesco a viverlo in maniera diretta, come facevo fino a qualche anno fa. Naturalmente, essendo due persone diverse, tu ed io, anzi di culture abbastanza opposte, non sempre condivido le impostazioni tue e quelle dei tuoi interlocutori. Man mano che dette diversità si rileveranno dalla lettura del tuo Giornaletto, io te le evidenzierò..” - Continua: http://saul-arpino.blogspot.it/2012/11/il-giornaletto-di-saul-arpino-e-lanti.html

CIA infedele – Scrive Antonio: “Al secondo giorno dopo la conferma del mandato di Obama, e dopo l'ammissione del NYT che i ribelli siriani sono fuori controllo, il direttore della CIA, generale Petraeus, esce di scena. Poiché nella lettera di dimissioni il generale dichiara di aver prima chiesto l'autorizzazione a dimettersi al Presidente durante una udienza concessagli, risulta evidente che questa è la prima incombenza espletata da Obama all'inizio del nuovo regno (con la scusa delle corna)”

Verrà quel giorno? - Disse Albert Einstein: "Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità: il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti"

Varenna. No agli spettacoli coi falchi - Scrive Susanna: "Scrivo per protestare contro la detenzione ed organizzazione, sul territorio comunale di Varenna, ed in particolare nel Castello di Vezio, di spettacoli di falconeria. Gli spettacoli di falconeria si basano sulla prigionia e la sofferenza di uccelli rapaci allevati in cattività, addestrati e costretti a eseguire esercizi innaturali di fronte a un pubblico pagante per tutta la loro vita. Inviare lettere di disaccordo a: varenna@comune.varenna.legalmailpa.it"

Appello per un cambiamento – Scrive Gianni Principi: “Ciao Paolo, nel plaudire il tuo emerito lavoro - ti leggo sempre con grande piacere ed interesse - sono a rafforzare il pensiero che solo dalla UNIONE delle energie potremo davvero conoscere il riscatto del popolo italiano. Le divisioni, artificiosamente alimentate, sono da sempre la "benzina" del potere. Ti invio questo scritto: Amici carissimi, mi permetto disturbarVi per estenderVi l'invito a FIRMARE, e far firmare, l'APPELLO per UNA ASSEMBLEA DELLA NUOVA POLITICA per COAGULARE QUELLE FORZE SANE NEL PAESE CHE DESIDERANO UN CONCRETO CAMBIAMENTO” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/11/lista-civica-italiana-appello-per-il.html

Riflessione di Riccardo: "Caro Paolo, come tutti sto riflettendo sul mio prossimo voto... quello che mi rattrista è non vedere ancora un politico che nel suo programma metta ambiente ed animali fra i punti più importanti, che parli del problema di molti bambini vegetariani/vegan nelle scuole dove ancora al giorno d'oggi fanno sentire a disagio i bambini continuando a dire "se non mangi carne non cresci bene"...Quando avremo un politico che seguirà gli input dati da numerosi scienziati e perfino dall'Onu, ovvero informare la società sui rischi della carne, dell'impatto dell'industria della carne sul pianeta, quando vegetariani e vegan saranno rispettati e non derisi da una classe politica e popolazione ignorante sulle questione che parla sempre senza non sapere? Mi rattrista vedere come nonostante si parli di cementazione eccessiva si continui a costruire senza invece ristrutturare i centri storici dove ci sono tantissime case vuote. Ormai in Italia la popolazione vegetariana è stimata in 7 milioni in costante crescita eppure non viene presa in considerazione, perché? E che dire della di caccia, circhi con animali e vivisezione? La maggior parte della popolazione vuole abolire tutto questo ma nessun politico che ne parli, nessuno che ascolti gli italiani! Penso che questo sfogo non sia solo mio ma di tanti come noi. Ti ringrazio!"

Mia rispostina: “Questo che tu dici è verissimo. Infatti anche il Grillo, che in questo momento rappresenta la punta di diamante per rompere il sistema, si è dichiarato carnivoro convinto. Le speranze sono poche, forse qualcuno di noi dovrebbe mettersi in politica. Tempo fa ci provai anch'io ma i tempi non erano maturi ed ora sono anzianotto... largo ai giovani"”

Ritornare a riutilizzare – Scrive Giuseppe Turrisi: “La filosofia della "R" Ritornare a Riutilizzare, a Risparmiare, a Ripulire, a Recuperare, a Riciclare, a Riparare, a Regalare, a Restaurare, a Ripensare, a Raccontare,al Ricordare, a Ragionare a Riflettere, a Respirare, al Rispettare, a Riunirsi, alla Reciprocità, alla Riconoscenza, alla Risonanza, ecc ecc le cose, e la vita. Partendo con la società dell'idrogeno piuttosto che continuare a rincorrere quella del petrolio. Della cultura della biologico, del naturale, ecc. Nuovi umili pastori per le pecorelle di tutto il mondo che dovranno essere portati su nuovi campi verdi per dare tempo di bonificare i vecchi. Vince solo chi persevera. Tutto questo non può che partire dai fermenti n giro per il mondo che per fortuna ancora ci sono e verranno piano piano alla luce e saranno il novo fronte dell'umanità sovrana.” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/ecologia-politica-ed-economica.html

Roma. Anziani ed omosessuali - Scrive Alba Montori: "Convegno nazionale Anziani e Omosessualità a Roma il 28 novembre 2012 organizzato da Spi-Cgil ed Equality Italia, per informazioni 3470490109"

Latina. Partenza per l'India – Scrive Isabella Testi: “Carissimi amici, MARTEDI 13 NOVEMBRE 2012 il Maestro Ghesce Lobsang Sherap partirà per l'India per due importanti motivi: seguire gli insegnamenti al Monastero di Gaden di Sua Santità il Dalai Lama e prendersi cura della sua salute. Info. isabella.testi@fastwebnet.it

Aiaiahai... Signora Longari – Scrive Luigi Tagliaferri: “La questione, che determina le crisi sociali ed economiche, non è il consumismo in sé, ma il capitalismo e l’imperialismo economico e politico. Occorre rendere il consumo eco compatibile e riciclabile e anche più essenziale evitando gli eccessi imposti dalla compulsione a possedere; ma la ritrovata sovranità monetaria è fondamentale, il ripristino del consumo locale, la sburocratizzazione e il ridimensionamento dell’influenza statale e politica nelle gestione dei beni comuni. I banchieri non vogliono che si parli della cancellazione reciproca del debito perché sarebbe necessario imporre una riduzione della leva finanziaria" - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/grazie-alle-banche-ed-al-monti-mario.html

Roma. Ferrovia sicura - Scrive In Marcia: “LUNEDÌ 12 NOVEMBRE, ARRIVA FORSE A CONCLUSIONE LA LUNGA VICENDA DEL LICENZIAMENTO DEL MACCHINISTA E DELEGATO ALLA SICUREZZA DANTE DE ANGELIS, ESPULSO DA TRENITALIA IL GIORNO DI FERRAGOSTO DEL 2008 PER ALCUNE DICHIARAZIONI CRITICHE SUGLI INCIDENTI ACCADUTI AI TRENI EUROSTAR. APPUNTAMENTO ALLA STAZIONE TERMINI, ORE 9,00 BINARIO 1 UDIENZA ORE 10,00 PRESSO CORTE D'APPELLO DI ROMA, VIA R. ROMEI ANGOLO VIA V. VARISCO. Info. redazione@ancorainmarcia.it

L'eliminazione delle Province non aiuta la causa - Leggo su vari giornali di lotte all'ultimo sangue scatenatesi tra Province contigue in seguito al progetto  del  governo di Mario Monti (al quale mi ero già rivolto per sottolineare quanto qui sotto espresso). Ad esempio qui nelle Marche il problema è grave, si rischia la cancellazione di Macerata e Fermo e forse pure di Pesaro Urbino, insomma un vero casino. Così l'identità locale è messa a serio rischio ed a che pro? Questa scelta dell'accorpamento e dell'eliminazione di alcune province non aiuta "la comunità" riesce solo a creare caos ed ulteriore malcontento nella popolazione. Questa mossa governativa contro le Province non è assolutamente "utile". Questa decisione, portata avanti con la scusa del riordino e dell'ottimizzazione amministrativa, è secondo me solo un modo per alienare ulteriormente la società civile dalle istituzioni. Ma tale legge  si propone come "migliorativa" e in funzione di un ipotetico risparmio... Ma corrisponde ciò al reale interesse del popolo e dell'habitat? Va realmente a vantaggio delle comunità locali o privilegia solo i grandi agglomerati urbani? - Continua:   http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/no-alla-distruzione-del-tessuto.html

Commento di G. V.: “DOBBIAMO INTERVENIRE PER UNA CORREZIONE: SONO D'ACCORDO CON Saul Arpino. TUTTAVIA VA AFFERRATO IL SENSO DELLA POLITICA. LA POLITICA HA UNA LOGICA CHE VA INNANZITUTTO COMPRESA. LA POLITICA SI COLLEGA ALLA STORIA PER IL SEMPLICE FATTO CHE LA STORIA NON LASCIA SPAZIO A CONGETTURE. IL FATTO IN Sé HA TUTTO IL SIGNIFICATO. SE IL PROGETTO E' STATO VARATO SIGNIFICA PROPRIO CHE SI VUOLE SCARDINARE IL TESSUTO LOCALE... IL PUNTO D'ARRIVO è LA GLOBALIZZAZIONE CHE SI ACCOMPAGNA SEMPRE ALLA POLVERIZZAZIONE UMANA”

Ed anche oggi chiudiamo, qui. Ciao, Paolo/Saul

..............................................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

Ciò che muore è il mutevole. L'immutabile non vive né muore: è il testimone atemporale della vita e della morte. Non puoi dirlo morto, perché è consapevole. Né vivo, perché non cambia. È come il tuo registratore. Registra, riproduce - tutto da sé. Tu ascolti soltanto. Allo stesso modo, io osservo tutto ciò che avviene, incluso il fatto che ti parlo. Non sono io che parlo, le parole mi appaiono nella mente, e poi le odo mentre vengono pronunciate.” (Nisargadatta Maharaj)

.....................

Latrati

D'ORGOGLIO PIENO FU PEL DERIVATO;
CENTO, VANTAGGIO INIZIAL ALTRI HA PAGATO.

LA BOCCA SI RIEMPI' CON I PARCHEGGI.
I MILANESI PATIRONO I DILEGGI
CHE', PER LENIR L'AMICO COSTRUTTORE,
DI SOLDI SI PARLO'. NON DELL'ONORE.
QUALE VANTAGGIO S'EBBE NEGLI EFFETTI
SE FURONO A GODERNE I SOTTOTETTI?

QUATTRO VOLTE RIFECERO LE STRADE,
ATTORNO A FIERA SCAVARONO CONTRADE.
ORSU' PRESTO! NON POSSONSI FAR GARE!
VINCER DEE L'AMICO E IL SUO COMPARE.

MA FU DI TUTTE LA MAGGIOR CAZZATA
L'INUTIL TUNNEL DI GATTAMELATA.
CENTO MILIONI SOL DOVEA COSTARE.
TRECENTO BASTERAN? CONVIEN PREGARE.

DICON CHE CENTO L'HANNO PROPUGNATO.
SCAMBIARON CERTO LATRATO CON BELATO.
FATTI SON TUTTI DELLA STESSA RISMA?
BASTA CHE LUCE RESTI DENTRO IL PRISMA!

GIAMMAI I LORSIGNORI ALZAN LA VOCE,
I CITTADINI SOPPORTAN POI LA CROCE.
TACE REPUBBLICA; ZITTO STA IL CORRIERE.
ORSU' GIRATEVI, MOSTRATE IL BEL SE....

Luigi Caroli 

Nessun commento:

Posta un commento