Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 18 novembre 2012

Il Giornaletto di Saul del 19 novembre 2012 – Un mondo separato, terra martoriata, croce di Cristo, debito pubblico, paura di Grillo, spiritualità laica



Care, cari,

Aiahaiiai. Caterina si è lamentata che il Giornaletto di Saul sta prendendo una piega un po' polemica. Cosa posso farci? Le notizie dal mondo non sono per nulla piacevoli. Ho cercato di addolcirle, con un bel maritozzo corposo con la panna ed il cioccolato, ma pure oggi dal baretto di Treia (la mia postazione d'intelligence) debbo rilevare solo pezzi di di di... Quando c'era l'occupazione tedesca in Italia, durante l'ultima guerra, se veniva ucciso un soldato germanico dai partigiani, si procedeva per ripicca all'uccisione di 10 cittadini italiani rastrellati a caso, di solito erano comunque maschi in età d'armi. E cosa sta succedendo ora in Palestina? Hanno cominciato, alcuni giorni fa, gli israeliani facendo secco con un drone il capo di Hamas, Ahmed al Jabari, che era in macchina con il figlio. Stava studiando un piano in collaborazione con l'Egitto per cercare un accordo con gli israeliani e far cessare il lancio di razzi fatti in casa dalla striscia di Gaza verso i campi incolti d'israele. Voleva trovare una via d'uscita onorevole alla lotta che contrappone gli occupanti al suo popolo, che si è visto rubare tutta la terra nel giro di quarant'anni ed ora è ristretto in una strisciolina senza acqua luce e gas e senza cibo. Però i militari israeliani hanno ritenuto opportuno compiere questa bella, ennesima, uccisione mirata facendolo fuori. Tra l'altro c'è da dire che Hamas è persino ritenuta fin troppo connivente con il nemico, dai cugini di Hebzollah. Dopo l'uccisione mirata di al Jabari, i palestinesi offesi hanno ripreso con foga a lanciare i loro razzi (roba da tanto fumo e poco arrosto). Per sbaglio sono stati accoppati tre israeliani e cosa fa l'esercito israeliano? Bombarda a raffica ed uccide almeno 40 civili oltre a ferire centinaia di inermi persone, donne e bambini indiscriminatamente. Tre morti da una parte e quaranta dall'altra. Vi suggerisce qualcosa? Ma non è finita... Ora l'esercito d'occupazione israeliano schiera i suoi super carri armati e le sue truppe corazzate e tecnologiche ed i suoi aerei e le sue armi più sofisticate e si prepara alla seconda operazione “piombo fuso”, ovvero “terra bruciata in Palestina”. E tutto è cominciato da quell'esecuzione mirata e senza motivazione alcuna... di al Jabari. La storia del lupo e dell'agnello si ripete, sui giornali embedded asserviti al potere mondialista appaiono foto di “poveri cittadini israeliani”, ben vestiti e sorridenti, che chiacchierano dentro comodi rifugi tappandosi le orecchie (immagini di repertorio costruite, ovvio!). Dello strazio di un popolo costretto a rifugiarsi nei cunicoli e nelle fogne, quello palestinese, nemmeno l'ombra.. solo fugaci facce stralunate. E poi sul fronte siriano scopriamo che l'alleato n. 1, il vile erdogan, chiede missili alla nato per contrastare l'aviazione siriana. L'aviazione siriana che non è mai sconfinata in Turchia mentre è vero il contrario, ed il fatto ovviamente prelude ad una no fly zone in Siria... propedeutica ad una imminente invasione alleata. E che dire poi delle notizie nostrane da cui si apprende che il montezemolo, in combutta con i centristi e finiani e le benedizioni del napoletano, promuove il monti bis con una apposita lista “d'interesse nazionale” (ovvero delle banche), tanto per essere pronti in caso di guerra e saper bene da che parte stare, ovvero quella di USA/israele? In tutto ciò la barista sembra ignara di ogni risvolto e quando le dico “le notizie non sono allegre”, lei scuote i ricci e con gli occhi stupiti fa “...ah, sì?”. Un mondo separato! Ed ora un articolo analitico di Thierry Meyssan. ”Ancora una volta Israele ha attaccato Gaza e i media internazionali trasmettono immagini di distruzione. Tuttavia la desolazione che ci provoca l'orrore quotidiano di questa nuova guerra, non deve impedirci di analizzarne e comprenderne gli obiettivi” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/11/un-mondo-separato-ultime-notizie-dal.html

Commento di G.V.: "OTTIME E CONDIVISIBILI LE CONSIDERAZIONI DI SAUL ARPINO. Tuttavia è opportuno aggiungere che l'Umanità si è sempre mossa in queste direzioni e con le stesse modalità. Per quanto riguarda la menzogna del sistema informativo italyano, siamo sulla stessa linea d'onda di sempre. MAI in Italia l'informazione è stata libera. OGGI in più c'è la MENZOGNA RADICALE. Ti dicono che t'informano ma fanno il contrario. PER QUANTO RIGUARDA LA SCELTA POLITICA, è ovvio che NOI NON POSSIAMO CHE STARE CON I PALESTINESI E CON I SIRIANI. Si tratta NON solo di una scelta di UMANITA' (contro il donabbondismo del Vaticano) MA DI UNA SOSTANZIALE SCELTA POLITICA. IN UNO SCONTRO IN ATTO BISOGNA SEMPRE SCEGLIERE IL PIU' DEBOLE (apparente al momento!). Il futuro dirà che ha ragione. DISSE JH HOUSTON: SE VUOI UNA COSA NELLA TUA VITA CHE NON HAI MAI AVUTO, DEVI FARE QUALCOSA CHE NON HAI MAI FATTO!"

Commento di Marco Cataldi: “L'ebraismo è una religione che si basa sul principio di superiorità del popolo eletto da Dio sugli altri popoli inferiori che vengono apostrofati con il termine spregiativo di goyim. Pertanto l'ebraismo é una religione basata esplicitamente sul suprematismo e sul razzismo più viscerale, e l'operato dello stato ebraico di Israele ne e' la chiara dimostrazione, perché gli israeliani stanno solo mettendo in pratica i principi presenti nella loro religione. Per gli israeliani i palestinesi devono solo essere espulsi o sterminati al pari degli antichi cananei, perché la Palestina è la terra promessa e concessa loro da Jahvè e solo gli ebrei loro hanno il diritto di potervi risiedere. L'obiettivo dichiarato del sionismo è tornare a 3.000 anni fa, al tempo di re David, quando non esistevano ne' cristiani né musulmani nella terra di Canaan ed il regno di Israele si estendeva fino all'Eufrate in Siria."

Commento di Andras: “Perbacco! Saul, un gran bel discorso! Caspita sempre avevo una grande considerazione di Te, che ora sta diventando colossale! Però è peccato che non c'è più "sordo" di qualcuno che non vuole sentire, e purtroppo da 60.000.000 di italiani 70%, soffre in questa malattia”

Commento di Carlo Consiglio: “Caro Paolo, io tra israeliani e palestinesi preferisco non prendere posizione a favore di nessuno!”

Mia rispostina: “...per un fatto etico personalmente preferisco stare dalla parte del perseguitato ed in questo momento lo sono sono i palestinesi”

Palestina. Ultime notizie – Scrive Irib: “Gaza: continua l'aggressione israeliana, il Mondo tace. Altri sei bambini e tre adulti morti sono stati estratti dalla macerie di una casa nel rione Nasser di Gaza."

Ed ora “pro consolatio afflictorum” - L’Ultima Profezia di Peter Deunov. Noto anche con il nome spirituale di Beinsa Douno, il Maestro bulgaro Peter Deunov (1864-1944) fu un essere di elevatissima coscienza e allo stesso tempo un incomparabile musicista, che durante tutta la sua vita diede esempio di purezza, saggezza, intelligenza e creatività. Visse per molti anni vicino a Sofia, dove fu circondato da numerosi discepoli. Con la sua radiosità risvegliò la spiritualità di migliaia di anime in Bulgaria e nel resto dell’Europa. Alcuni giorni prima della sua dipartita all’altro mondo, si trovò in una profonda trance e fece una profezia straordinaria in merito all’epoca tormentata in cui stiamo transitando oggi, una profezia sulla “fine dei tempi” e la venuta di una nuova Epoca d’Oro per l’umanità. La profezia continua qui:   http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/18/la-profezia-di-peter-deunov-sulla-fine-della-nostra-civilta-e-l%E2%80%99inizio-di-un%E2%80%99era-d%E2%80%99oro-sulla-terra/

Poliziotti e microchip – Scrive Lidia: “Nessuno deve accettare di farsi inserire i microcip: Messaggi accorati di Maria SS. Procureranno 1 catastrofe. Quanti soffriranno di ingiustizie e violenze sataniche. Vorrei sapere il nome di quel poliziotto pestato da esaltati, come starà? speriamo si riprenda, ho 1 figlio di 26 anni che fa quel pessimo lavoro”

Milano. Amritananda – Scrive Ennio La Malfa: “Amritanandamayi sarà a Milano, che ne dici?”

Mia rispostina: “Caro Ennio, cosa posso dirti? Se dico quel che penso rischio... ed ho già rovinato diverse amicizie.  Ho conosciuto questa Amritanandamayi credo nel 1985 o 1986  nella sua residenza in costruzione in Kerala...  Se proprio vuoi sapere la mia esperienza: http://www.circolovegetarianocalcata.it/?s=mata+amritanandamayi

La croce di Cristo – A commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/cristo-non-e-morto-in-croce-e-forse-non.html scrive Giorgio Vitali: “E' BENE CHIARIRE CHE IL SIMBOLO DELLA CROCE (simbolo solare e imperiale al tempo stesso) fu ACCOLTO nella cristianità per volere di Costantino, Durante e dopo il primo concilio della storia del cristianesimo. (Il Concilio di Nicea deve essere visto e percepito NON come i concili della contemporaneità o del passato, ma come qualcosa di sostanzialmente CREATIVO  all'interno di un movimento del tutto magmatico). Oggi noi accettiamo la presenza di vescovi e cardinali nei concili perché ne accettiamo la CARICA ORGANICA a quel sistema. Allora non era così. Allora si discuteva su quali "vangeli" prendere per buoni.(Ricordiamo che furono scartati i vangeli cosiddetti apocrifi, fra i quali molti che trattavano dell'infanzia di Gesù, ovviamente un mare di favole che le mamme cristiane narravano ai loro figli.) Tuttavia è proprio Benedetto XVI che ha di recente scritto su tale infanzia. (Che lo abbia visto?)”

Savignano. Coi comitati – Scrive Aldo Nardini: “Invito alla serata I COMITATI PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO, venerdi 23 novembre a Savignano ore 20.30 Teatro La Venere. Info. info@agribio.emr.it”

Nuove prospettive geopolitiche – Scrive Tiberio Graziani: "L’emergere a livello globale di nuove aggregazioni (raggruppamenti) geoeconomici e geopolitici, come ad esempio BRICS, ASEAN, UNASUR, la recente Unione Eurasiatica ecc., impongono agli osservatori di riconsiderare gli strumenti analitici fino ad ora utilizzati, al fine di comprendere pienamente il procedere delle attuali dinamiche mondiali. Le trasformazioni geopolitiche influenzano profondamente le prospettive tradizionali e i vecchi modelli geopolitici, imperniati su entità a base nazionale. Possiamo osservare come, a livello teorico, l’approccio continentalista o macro-regionalista ai problemi geopolitici sia sempre più affermato. Il paradigma continentalista (o macro-regionalista) appare il più appropriato per comprendere i nuovi assi globali, e in particolare per studiare il processo relativo alla strutturazione in corso del nuovo sistema, che definiamo multipolare o multicentrico. Ciò non significa che un approccio “nazionale” (in termini operativi, tutto riguarda l’interesse nazionale) conti di meno, ma che va riconsiderato all’interno di più larghe entità geopolitiche: la macro-regione, il subcontinente, il continente."

Ancora sulla vivisezione - Scrive Elia Menta a commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/17/vivisezione-analisi-particolareggiata-sulla-sua-totale-inutilita-scientifica/ di Riccardo Oliva: “Se si vuole curare l'uomo con certi farmaci allora dicono che SERVE testare determinate sostanze su un SISTEMA biologico. Un organismo insomma. Perché fare esperimenti solo su culture cellulari, ad esempio (sono cellule "spalmate" e cresciute su delle piastre che mimano, in modo incompleto, il loro habitat nel corpo) o su sistemi di organi artificiali è incompleto. Certo è che il mercato non incentiva la ricerca su sistemi alternativi (produrli, fare sperimentazione per produrli, o comprarli) da quello che so costa un botto. E' più economico comprare ad esempio, ratti o topi da laboratorio...” - La spiegazione continua in calce all'articolo menzionato sopra.

Come è nato il debito pubblico in Italia? - Scrive Antonio Pantano: “ La fonte statunitense che inventò quel “titolo di unità di conto, con valore di moneta” rispose, anni fa’ a domanda ed ammise che le AMlire – iniziate a stampare negli USA dal luglio 1942!, un anno prima della invasione della Sicilia! (e ciò spiega molto degli sviluppi politici del 1943 in Italia!) – ammontò a 143 miliardi di lire italiane. Ma queste furono poi anche stampate ufficialmente dalla Banca d’Italia (sotto lo AMGOT – Allied Military Government Occupied Territories - che di fatto e di diritto ebbe sovranità totale in Italia fino al 23 maggio 1948 almeno) fino al 1950, oltre che da Forbes, stampatrice americana, per altri 17 miliardi, integrate da altri stampatori italiani (ne scaturì uno scandalo riguardante la tipografia romana, mentre quella beneventana ne fu “indenne”). Si può congetturare, verosimilmente, che il totale di quella alluvione monetaria (cartaccia e pessima stampa) fu di 640 (seicentoquaranta) miliardi di lire, mediante i quali le truppe Alleate – determinando voluta abissale inflazione - si fecero pagare dagli occupati tutte le attività belliche. Nel 1952, con apposita legge, le AMlire furono ritirate e soppiantate e lo Stato italiano dovette emettere pubblici in controvalore a debito, raddoppiando il “debito pubblico” (che nacque dalla guerra ) già incrementato dai “prestiti” statunitensi imposti nel dopoguerra..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/18/debito-pubblico-tutto-comincia-con-linvasione-alleata-e-lemissione-delle-amlire-lasportazione-abusiva-delloro-italiano-ed-i-prestiti-forzosi-imposti-al-governo-de-gasperi/

Vero scopo del monti: aumentare il debito pubblico – Scrive Filippo Giannini: “Quel che terrorizza, se risultasse vero, è quanto sostiene Pietro Valente in un suo saggio, nel quale asserisce addirittura, che "Monti è stato chiamato al governo col fine di aumentare il debito pubblico! Come visto sta assolvendo nel migliore dei modi il suo compito. Attenzione" continua sempre il saggio "però il signor Monti non solo ha il compito di aumentare il debito, ma deve anche accelerare i tempi! È per questa ragione che oltre ad aumentare il debito in se, aumenta la quota da pagare a breve termine, a meno di un anno (…). L’Italia, come gli altri paesi, ha grandi ricchezze, di cui vogliono impossessarsi coloro che stanno dietro ai vari Monti. Questi mettono a capo dell’amministrazione della cosa pubblica propri uomini di fiducia precisamente con il compito di accrescere il debito pubblico. Monti è solo l’ultimo di una lunga serie, probabilmente l’uomo finale, quello che deve dare la stoccata mortale all’Italia” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/11/aumentare-il-debito-pubblico-e-il-vero.html

Commento di G.V.: "COMPETIZIONE, INDIVIDUALISMO, EGOISMO, sono chiari sintomi di antiumanesimo-antiumanità. ECCO le vere mete del processo involutivo affidato da "lorsignori" al GOVERNO MONTI. La corruzione totale e totalizzante degli ITALIANI"

La paura per Grillo – Scrive Walter: “ Ciao Paolo, ho elaborato il video girato l'altro ieri in una conferenza tenuta dai membri della Commissione di Vigilanza Rai. Tra gli altri interventi quello di Giorgio Lainati - PdL, catapultato da più di 10 anni in Parlamento, direttamente da Fininvest dove faceva il giornalista (si fa per dire) in Italia 1 e Canale 5 - è certamente il più onesto e in fondo coerente. Per questo te lo propongo. In mezz'ora è riuscito a non dire nulla facendo finta di parlare. Il top però l'ha raggiunto quando, nel bel mezzo del discorso, ha infilato, come cavoli a merenda, un sermoncino anti-5 stelle, nel quale senza ritegno ha straparlato di pericoli incombenti per l'ormai inevitabile avvento del movimento in Parlamento! Lo ha chiuso dicendo sgomento "io (di fronte a questa minaccia, ndr) non sa cosa fare". Gli ho risposto "io, sì". Buona visione e fa' girare! (One Giorgio Lainati Show) - https://www.youtube.com/watch?v=wUDi-MKR924"

La bocca della verità - Scrive Cèline: "L'Ebreo Blumenthal era dunque nel suo pieno diritto, scrivendo perché lo si sapesse, nel Judisk Tidskrift (n. 57, annata 1929): «La nostra razza ha dato al mondo un nuovo profeta, ma esso ha due volti e porta due nomi, da un lato il suo nome è Rotschild, capo dei grandi capitalisti, e dall'altro lato Karl Marx, l'apostolo dei nemici del Capitalismo». Ecco parole sostanziali e oltre a tutto esattissime. Nelle grandi ore del Destino, quando si mostrano le carte Il sig. Rotschild e il sig. Marx, prima separati, si ritrovano completamente d'accordo, perfettamente d'accordo nello sbatterci al fronte, «compari di compari», farci andare in brodo. È la graziosa regola del gioco ebreo, perfetta intesa per cavarci le budella..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/bocca-della-verita-la-nostra-razza-ha.html

Rosmarino e alluvioni – A commento di "Bioregionalismo, alluvioni, gramigna e rosmarino" Scrive Fernando Boccia: “Hai perfettamente ragione e in virtù anche di quello che dico che son diventato vegano !!! Sfortuna vuole che abito in un condominio al 4° piano e non posso (che per poche cose coltivarmi il mio orticello) ma alla fine penso che la soluzione sia nell'uomo e con l'uomo e non dell'uomo!”

Spiritualità laica versus religioni monoteiste – Scrive Valdo Vaccaro: “Platone (428-348 a.C), in un dialogo con l’amico Carmide, gli dice: “Non dovresti curare gli occhi senza curare la testa, o la testa senza curare il corpo. Così come non dovresti curare il corpo senza curare l’anima. Questo è il motivo per cui la risoluzione della malattia è sconosciuta ai medici. I medici falliscono regolarmente perché sono ignoranti nei confronti del tutto. Una parte specifica del corpo non potrà mai stare bene, a meno che non stia bene il tutto”. Vi sembra forse discussione tra due persone di 2500 anni fa? O non invece argomento di scottante attualità?” - Continua:  http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/spiritualita-laica-versus-religioni.html

Ed anche oggi possiamo concludere. Ciao, Paolo/Saul

.................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Per ogni artista, degno di questo nome, tutto in natura è bello, perché gli occhi dell'artista, senza paura di accettare tutta la verità esterna, leggono come in un libro aperto tutta la verità interiore" (Rodin)

................

"Non dubitate che un piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti non possa cambiare il mondo. In fondo è cosi che è sempre andata" (Margaret Mead) 

Nessun commento:

Posta un commento