Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 20 novembre 2012

Il Giornaletto di Saul del 21 novembre 2012 – Arunachala, Palestina, bugie di avaaz, strategia israeliana, difesa dei suoli bioregionali, solstizio 2012




Care, cari,

Benedizioni dalla montagna sacra di Arunachala – Scrive Upahar: “Beloveds, ....here in Arunachala the Kartika Deepam festival has started, a very intense ten days, culminating in the lighting of the great Fire on top of the Mountain, which is then kept alight for  ten more days, and can be seen for many miles around...it's a very magical time, in which the grace of Arunachala -Ramana is felt to radiate magnificently to all beings. At Christmas we plan to visit the sacred shrine of Amma at Jillellamudi and spend a few days soaking in that sweet and profound 'sannidhi' of the divine Mother of All. I (upa) was 10 days in Kerala at an Ayurveda Ashram , a wonderful place, where I had very good treatment (oil massage, colonic flushing, fasting and herbal medicines), and it was very nourishing for me, and is helping to balance and harmonize the elements which can create so much discomfort when out of harmony. Correct diet is so important, and I am doing my best to eat only what is right for me. Veena is well and sends all her love. Keep in touch sometimes and let us know how you are. Our bhajan meetings are going beautifully, always vibrant and graceful here at the feet of the Lord Arunachala, from where we send you Love and Light. Om Namo Bhagavate Sri Ramanaya”

Mia rispostina: “Caro Fratello, la tua lettera mi ha trasportato lì nella magica atmosfera di Arunachala. Ogni sera leggo qualche pagina dei libri di Ramana che tu stesso mi donasti. In questi giorni sto terminando Day by Day.. ma ricomincerò con un altro anche se ormai li ho letti tutti diverse volte. Ma ogni volta sento e percepisco qualcosa di nuovo e di importante. Grazie dunque per l'aiuto che mi hai dato a restare in contatto con Shiva Arunachala. Qui la vita procede molto tranquilla, sono da solo a Treia ma presto verrà Caterina, l'8 dicembre, staremo qui assieme qualche giorno ed andremo anche un po' in giro a svolgere qualche funzione sociale, poi andrò con lei a Spilamberto e mi fermerò lì fino a febbraio, spero. Vi prego vivamente, te e Venu, di trasmettere i miei omaggi amorosi ad Amma, nella forma di Vasundhara. Facendo anche una piccola offerta (che poi vi rimborserò al vostro ritorno in Italia). I tuoi bhajan mi mancano ma spero di potermi saziare al vostro ritorno. Un abbraccio sincero ed affettuoso, anche da parte di Caterina. Lei ha tanto desiderio di venire in India, e forse chissà un giorno verremo.  Namaskar”

Commento di Caterina: “E' la stessa faccenda dell'India... tu stai lì o dove sei e fai quello che ti senti e che ti pare... ed io mi adatto. Però il mio bisogno di essere "trovata" o meglio, di essere tenuta presente e "non persa", resta. Non ti ho mai raccontato che quando ero molto piccola ero al mercato con mia nonna Annetta (pace all'anima sua) e lei mi perse, poi, girando disperata per il mercato, mi trovò che stavo tranquilla tranquilla per mano con una signora (non credo mi volesse rapire, forse solo semplicemente mi stava tenendo per aiutarmi a cercare chi mi aveva perso). Questa era una di quelle storie strane che i miei genitori spesso raccontavano di me, come quell'altra che avevo imparato a camminare da sola dentro a un box in cui mi tenevano di sovente. E allora mi specchio in te e vedo quella bambina che "ama" perdersi ed essere ritrovata"

Marina di Carrara. Assieme ai polli – Scrive Renato De Rosa: “Gentili signori, desidero segnalarVi che è uscito in questi giorni per l’editore Mursia il mio nuovo libercolo: La variante del pollo (come fare bella figura senza avere mai letto un libro). Si tratta di una raccolta scherzosa di 32 racconti scritti nello stile dei maggiori scrittori italiani contemporanei (ed anche qualche non contemporaneo per la verità) tutti sullo stesso drammatico ed angosciante tema: perché il pollo ha attraversato la strada? La presentazione avverrà sabato 24 novembre, h. 18.15, al Circolo Carrara Club, Via Volpi 34, Marina di Carrara. Info. renatoderosa@tiscali.it”

Ultime notizie sul Medio Oriente - Ieri mattina c'era il mercato settimanale a Treia. Proprio davanti al baretto la solita bancarella con fiori e piantine. Avrei voluto comprarne una da dedicare alla memoria dei 103 morti di Gaza. Poi ho rinunciato pensando che nei prossimi giorni di morti ve ne saranno altri.. meglio aspettare. La cosa che più mi ha colpito entrando al baretto ed agguantando il corriere della serva è che in prima pagina c'erano solo notiziole di gossip politico, così pure in seconda terza quarta e quinta.. e solo molto all'interno un articoletto sulla guerra in Palestina. - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/11/20/chi-ha-dato-le-dritte-ad-israele-per-ammazzare-ahmed-al-jabari-e-quanto-hanno-pagato-di-tangente-a-chi-si-pone-complice/

Commento di M.B.: ".. “radere al suolo Gaza”. Il figlio dell'ex primo ministro israeliano Ariel Sharon - Se si seguono separatamente e a intervalli di tempo gli avvenimenti che riguardano la Palestina si perde un dato di fatto essenziale, questo: quei territori sono considerati sacri per Israele e fanno parte del progetto di dominio mondiale ebraico. Vale a dire che da quelle parti dovrà, con il tempo, determinarsi la scomparsa totale, o la riduzione insignificante (come avvenne per i pellirossa in America, di tutti i palestinesi, tranne una piccola aliquota da usare usare come schiavi nei lavori umili e pesanti....” - Continua nel link segnalato soprastante.

Commento di G.P.: “"...è notizia di queste ore che il Fondo Strategico Italiano - FSI (controllato dalla Casa Depositi e Prestiti) ha siglato un accordo con la Qatar holding, sostanzialmente con il fondo sovrano dell'emirato arabo. L'obiettivo è quello di costituire una joint venture "Iq made in Italy venture" che avrà in dotazione (entro 4 anni) un capitale di 2 miliardi di euro per investire nelle società italiane che operano in settori di punta del ''Made in Italy'': alimentare e distribuzione alimentare; moda e lusso; arredamento e design; turismo; stile di vita; tempo libero. Va ricordato che FSI è il fondo tramite il quale Cassa Depositi e Prestiti è entrata nel capitale in Hera con un investimento di 100 mln di euro. Oltre ai depositi postali, dunque, CdP è alla ricerca di ulteriori fondi (in questo caso fondi sovrani stranieri) per proseguire il percorso verso le privatizzazioni."

Commento di M.C.: "Forse è il momento di lanciare l'idea di una manifestazione internazionale davanti alle ambasciate qatariote (finora ne abbiamo fatte due in italia, molto piccole...; e una è stata a in Belgio). Il Qatar si sta comprando tutto, Italia compresa. E' fra i più belligeranti quanto a Libia e Siria. E sta perfino per ospitare la conferenza annuale sul clima, pur essendo al primo posto la mondo per emissioni pro capite di gas serra. L'emiro del Qatar sta comprando (anche) l'Ansa? http://www.ansa.it/web/notizie/collection/rubriche_cultura/09/18/Firmato-accordo-Ansa-agenzia-Qatar-Qna-_7493280.html"

Commento di Caterina: “Quasi quasi mi abbono al Fatto Quotidiano... - Repubblica cancella il post di Odifreddi su Israele. Lui lascia: “Meglio fermarsi” - Il matematico aveva scritto parole dure sul conflitto in Medio Oriente accusando lo Stato ebraico di "logica nazista", ma il suo intervento è scomparso dopo 24 ore. Il saluto ai lettori: "Continuare sarebbe un problema. D’ora in poi dovrei ogni volta domandarmi se ciò che penso o scrivo può non essere gradito a coloro che lo leggono – Continua: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/20/repubblica-cancella-post-di-odifreddi-lui-lascia-meglio-fermarsi/419844/"

Commento di Medea Giò: "Non solo ce l'hanno con i palestinesi ma anche con gli ebrei stessi. La polizia sionista picchia un ebreo indifeso perché protesta contro l'attacco alla striscia di Gaza"

Commento di Luigi Crocco: “Sul caso Israele, Iran, Iraq, Siria ed altro in Africa in oriente e medio oriente a notizie di crudeltà, vendette e recrudescenze considerando che sono italiano, parlo italiano e qualche vota in veneto per accudire ai miei interessi sulla lotta alla sopravvivenza nel triangolo di terra che mi è stato dato di vivere gli ultimi miei giorni. Ieri ho chiuso l'argomento sulla Palestina firmando una petizione avaaz da presentare al Onu, di proclamare lo stato della Palestina, con  mia nota a margine al presidente di Francia: Confini con leggi e regole ben precise al nuovo stato sul rispetto del  vecchio stato confinante”

Avaaz, petizioni come esca – Scrive Teodoro Margarita: “Caro Paolo, ti invio queste considerazioni su Avaaz. Per approfondire e controllare la globalità e veridicità della mia fonte e dei dati che essa mi fornisce, ti invio, a parte, anche la lettera-circolare di Kokopelli in lingua francese . Non ho voluto tradurre tutto, un dossier corposo, ma estrapolare i dati che, a mio avviso, risultavano essere i più salienti” - Continua:   http://retedellereti.blogspot.it/2012/11/avaaz-e-la-petizione-deviata-veri-scopi.html

Trasmissione agricola su radio emiliana - Scrive Aldo di Agribio E.R.: "...da valutare con urgenza e comunicarci chi vuole partecipare a questo progetto, ci darebbero uno spazio nella programmazione di una web radio di cultura e formazione che partirà a gennaio, se riusciamo a organizzarci, e sarebbe uno spazio bisettimanale da 30 o anche fino 60 minuti,+ la programmazione la fanno su base mensile perciò poi potrebbe variare. Però ci danno uno spazio come regione Emilia quindi da alternare anche altri argomenti a non solo cose agrarie inizialmente si manderebbero in onda cose registrate in mp3 poi in seguito sarà possibile anche in diretta. Avete tempo di collaborare o se avete amici o conoscenti che potrebbero lavorare per riuscire a preparare le trasmissioni per il primo mese? - Rispondere a: agribioer@email.it"

Polizia fiscale - Scrive D.S.: "Con l'entrata in vigore del redditometro saremo tutti considerati potenziali evasori e perderemo la libertà di spendere serenamente i nostri soldi. Trovo assurdo -continua - che basti una semplice differenza rispetto ai parametri stabiliti dal fisco per essere sottoposti ad un accertamento, così si rischia che gli italiani siano sottoposti ad un vero e proprio regime di polizia fiscale"

Viterbo, canti e balli in Piazza della Morte - Scrive Tesori d'Etruria: "Viterbo, 20 Novembre 2012 - Musica medievale nella Viterbo sotterranea. Suoni e canti del medioevo, veri e propri inni templari e di crociata, prenderanno vita, il 25 novembre alle ore 17, in un concerto esclusivo e prezioso, nel cuore della città nascosta. Un percorso emozionale unico e imperdibile, dove le storie della antica Viterbo si fondono con i suoni e i canti del medioevo, nel ventre della città sotterranea.. Un evento che vuole offrire un’avvincente occasione per scoprire il fascino e il mistero dei sotterranei di Viterbo, e per ascoltare e conoscere in maniera più approfondita la musica sacra e profana - italiana ed europea - del due/trecento. Info. ufficiostampa@tesoridietruria.it"

Palestina, un po' di storia – Scrive Gianfredo Ruggiero: “Per duemila anni la Palestina è stata il segno della concordia e della tolleranza tra le varie confessioni ed etnie (unica parentesi i turbolenti Regni Crociati del Medio Evo). Poi, nel 1948 a seguito di una semplice deliberazione dell’ONU a carattere consultivo, in spregio al diritto internazionale e al principio dell’autodeterminazione dei popoli (la popolazione non fu neppure interpellata con un referendum), le potenze vincitrici del secondo conflitto mondiale decisero di donare metà della Palestina agli ebrei con il pretesto che questi erano originari di quei luoghi e come forma di risarcimento per aver subito la persecuzione hitleriana (in realtà per lavarsi la coscienza a costo zero scaricandolo sui palestinesi). Gli ebrei, preso possesso di quelle terre, cacciarono con la forza chi le abitava da sempre: 900 mila palestinesi furono costretti ad abbandonare le loro case per fare posto ai nuovi arrivati e 530 villaggi furono completamente distrutti per impedirne il ritorno e molti altri sostituiti con insediamenti per soli ebrei. Neppure i cimiteri, luoghi sacri per i musulmani, furono risparmiati.” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/11/un-po-di-storia-recente-sulla-palestina.html

Scie chimiche misteriose - Scrive G.Q.: "... non sappiamo i composti del particolato che viene irrorato nel cielo (scie chimiche) e sapendo che nessuna autorità sanitaria fa controlli su questa porcheria che poi inaliamo, non si può negare il fatto che esiste un concreto rischio per la salute. Se volessero smaltire ad esempio "rifiuti tossici" , come hanno fanno spesso scaricando in mare, chi glielo impedisce se lo vogliono fare con le scie? Basta meno per fare una guerra! ma il popolo essendo ignorante e menefreghista, aspetta che siano altri a togliere le castagne dal fuoco..."

Manziana (RM). ISDE - Scrive Dany Rossellini: "Si svolgerà sabato 24 novembre 2012 alle ore 16.00, Scelta ecologica o eco truffa? Parteciperanno all’incontro: il professor Gianni Tamino, ordinario presso l’Università di Padova, e Isdecon con la relazione sul tema: “Quali fonti rinnovabili: l’inganno delle biomasse e del biogas” il dottor Mauro Mocci e la dottoressa Antonella Litta"

Modena. Prepariamoci al 21.12.2012 – Scrive Associazione Senza Nome: “Cari amici/amiche, il 21 dicembre 2012  si sta avvicinando velocemente; secondo molte profezie stiamo giungendo al momento della grande svolta che comporterà 
l'istituzione di una società nuova e completamente diversa. Il passaggio a cui siamo invitati è - simbolicamente - un parto: l'umanità sta partorendo se stessa. Le crisi (analoghe alle contrazioni) in ogni ambito della vita dell'essere umano dovrebbero essere viste come le doglie di un parto attraverso le quali verrà alla Luce una nuova creatura. Emanando nell'ambiente che ci circonda le energie-del-Cuore, potremo attivare tutte quelle vibrazioni elettromagnetiche in grado di elevare le frequenze che circondano la terra. A tal proposito vi proponiamo il testo di una meditazione da eseguire il 21/11/2012 che abbiamo ricevuta a nostra volta. Partecipa anche tu all'evento, l'appuntamento (attraverso la connessione a distanza delle Coscienze ) è alle 21:30 del 21/11/2012: accendiamo una candela, simbolo della nuova Luce che deve riscaldare ed illuminare gli Uomini di Buona Volontà.” - Continua:

Sul Giornaletto - Scrive G.V.: "NOTIAMO, DI SFUGGITA, CHE INFORMAZIONI E COMMENTI PRESENTI IN RETE DIMOSTRANO UN AUMENTO STRAORDINARIO di considerazioni e di prese di coscienza che avevamo in pochi solo dieci anni fa. Eppure la letteratura contro la DITTATURA dell'USURA era presente in Italy già da un secolo. QUESTO ASPETTO è SICURAMENTE RASSICURANTE. PROSEGUIREMO IN QUESTA DIREZIONE. A proposito di cristianesimo, valgano due considerazioni: la prima riguarda l'ossessione dei cristiani di trovare una documentazione "storica" della reale esistenza di Gesù ( joshua nome comunissimo in Giudea-Galilea all'epoca) come se tutti gli studi sulla nascita e lo sviluppo dei MITI non avessero maggiore importanza. (EVIDENTEMENTE qui l'intento è L'ELIMINAZIONE del RETAGGIO ellenistico-romano, come dimostrano le insensatezze espresse qualche anno fa sulle radici giudaico-cristiane dell'EUROPA! Da rabbrividire al solo pensarci....) LA SECONDA sarà espressa da alcune brevi considerazioni sul rapporto medicina-cristianesimo, quale si è espressa nei secoli. (Giudizio apparentemente facile, ma la consequenzialità degli assunti di carattere dogmatico-religioso, assolutamente assenti nella kultur ellenistico-romana è elemento per una facile comparazione)”

Difendere il suolo bioregionale – Scrive Giorgio Nebbia: “Le frane e le alluvioni derivano in Italia da vari fattori. Dalle piogge, prima di tutto, che si alternano rapide ed intense in certi mesi e scarse in altri; ma come si può organizzare la prevenzione delle calamità se non si sa neanche esattamente quanto piove in una regione in un anno? La velocità con cui le piogge scorrono nelle valli, sul fianco delle montagne e colline, e poi nei fiumi a fondovalle, la loro forza di erosione del suolo, dipendono dalla vegetazione: se il suolo è coperto di alberi e macchia spontanea, la "forza" contenuta nelle gocce d'acqua delle piogge si attenua cadendo sulle foglie e l'acqua scorre sul suolo abbastanza dolcemente. Se il suolo è nudo, la forza delle gocce d'acqua lo sgretola in particelle fini che rapidamente sono trascinate a valle e, quando il flusso di acqua è intenso, il ruscellamento si trasforma in un fiume di fango, quello che abbiamo visto tante volte nelle immagini delle alluvioni....” - Continua:  http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/11/bioregionalismo-di-superficie-difendere.html

Commento di Alberto Zadro: " Buongiorno a te, Paolo. mi mandi una breve su quel che è stato fatto di concreto, sul suolo del bioregionalismo. magari un orto a prova di testimonianze, che ne facciamo un servizio. ricordo che CRONACAVERA racconta i suoi fatti sopratutto con le foto, poi il tuo messaggio. OK??"

Mia rispostina: "Caro Alberto, recentemente abbiamo fatto un incontro ad Aprilia, nel Campo del Vetiver, una pianta estremamente adatta al contenimento del suolo. Dovresti sentire direttamente il nostro referente Benito Castorina, che si occupa di questa faccenda. Magari puoi fare un servizio fotografico lì da lui.. e farti dare tutte le info pratiche. Il suo telefono è: 338.4603719 - oppure: 06/8292612 - Alcuni articoli sul vetiver poi leggerli qui: http://www.circolovegetarianocalcata.it/?s=vetiver"

...............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Dall'ondeggiante oceano, la folla, venne teneramente a me una goccia,
mormorando
Io ti amo, tra non molto morirò
ho fatto un lungo viaggio solo per guardati, toccarti,
perché non potevo morire sinché non ti avessi parlato,
perché temevo di poterti poi perdere.
Ora ci siamo incontrati, ci siamo guardati, siamo salvi,
ritorna in pace all'oceano mio amore,
anch'io sono parte di quell'oceano amore, non siamo così
separati,
considera il grande globo, la coesione del tutto, quanto è
perfetta!
Ma per me, per te, il mare irresistibile deve separarci,
e se per un'ora ci tiene lontani, non potrà tenerci lontani per
sempre;
non essere impaziente - un istante - sappi che io saluto
l'aria, l'oceano e la terra,
ogni giorno al tramonto per amor tuo, amore"

(Walt Whitman) 

Nessun commento:

Posta un commento