Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 1 maggio 2013

Il Giornaletto di Saul del 1 maggio 2013 – Beltane, Lettino nudo, i gatti del Quirinale, non siamo più soli, orto degli orti….


Disegno di Francesca Cavani

Care, cari.
Mi sono accorto che oggi è il Primo Maggio, perché ho ricevuto gli auguri da qualcuno per Beltane.. oggi siamo a festeggiare, con fave e pecorino, a Monteorsello a casa di Giuseppe, un amico che vive in campagna con 4 belle cavalle arabe, tra l’altro oggi è pure il suo compleanno…..  Ieri appena arrivati a Spilamberto Caterina si è data da fare ad invitare un po’ di amiche ed amici e così saremo un bel numero. Poi vi racconterò….

Stefano Davidson mi ha  mandato un bell'articolo “favoletta” sul bambino che scopre il “Lettino” nudo.. (trattasi di Letta il giovane), la storia così comincia: “È incredibile come gli italiani si bevano qualsiasi cosa, sempre e comunque. È edificante vedere come il Paese sia in mano a degli “aventi diritto” che per la maggior parte non si rendono conto di quello che sta succedendo. E si badi bene, non sto parlando degli stretti legami del Presidente del Consiglio con suo zio Gianni Letta..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/30/il-lettino-dallo-psicanalista-bambino-e-la-favola-bella-di-gianni-ed-enrico-letta/

A proposito di carabinieri – Scrive Luigi Rodini: “…sembra che pure loro inizino a capire che la gente non ce l'ha con loro singolarmente, ecc.”

Chiarimento su http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/29/commissioni-parlamentari-copasir-vigilanza-rai-grillini-emarginati-o-esodati/ - Scrive Giorgio Di Genova: “A scanso di equivoci: io ero contrario al governo di larghe intese, voluto da Napolitano, che non si capisce perché considera Bugiardoni un uomo degno di sedere in Parlamento e di essere ascoltato. Ma il presidente è lo stesso che da ministro degli Interni non fece arrestare e condannare i leghisti che bruciarono la bandiera italiana e negli anni Settanta, quando era responsabile della Cultura nel PCI ed io facevo parte della commissione di essa, non approvò la mia proposta…” – Continua in calce al link menzionato

Pisa. Dipingere con le erbe – Scrive  1virgola618: “Laboratorio di tintura con le erbe della flora mediterranea.  Il laboratorio è condotto da Emilio Ortu Lieto. 5 maggio 2013 - Morrona di Terricciola (Pi). Info. associazione@1virgola618.it”

I gatti del Quirinale  - Scrive Anthony Ceresa: “Forse ti é sfuggito, forse non ti é piaciuto, forse hai pensato che Enrico letta ha risolto il male Italiano, forse hai pensato che Grillo esagera con i suoi sproloqui, forse é un bene di avere i Nigeriani nel Governo Italiano, anzi, bisognerebbe passare la mano agli Arabi o ai Turchi, forse, forse, chissà quale sarà la nostra sorte?: I  GATTI ROSSI, NERI, AZZURRI E GLI INDEMONIATI CELESTIALI APPARTENENTI AL GRANDE ASSEMBLAMENTO DI PEDOFILI AI DANNI DEGLI INNOCENTI, TUTTI DIFESI DA IMPONENTI FORZE DI POLIZIA, HANNO SPACCATO LO SPECCHIO PORTANDO DIVERSI ANNI DI DISGRAZIA AL PAESE” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/04/lo-specchio-si-e-rotto-tutta-colpa-dei.html

Partner Yoga – Scrive Lucia: “Seminario divertente in cui avremo la possibilità di lavorare a coppie  esplorando  l’unione tra la mente, il corpo e l’anima di un altro essere vivente. Un continuo scambio in cui entriamo ed usciamo da noi stessi, in cui noi ed il partner  saremo connessi, in cui sviluppiamo l’ attenzione all’ altro, lo  aiutiamo  e accettiamo il suo aiuto. Sabato 18 maggio dalle ore 9.30 alle 12.30 presso La Luna E Il Sole, Via Milano 9 Chiesanuova di Treia. Info. Lucia 349 2682483”

Non siamo più soli… scoperti pianeti abitabili – Scrive Filippo Mariani: “Gli scienziati fino a qualche settimana fa erano divisi tra chi sosteneva che la nostra Terra fosse un unicum a livello cosmico e chi, invece, sosteneva che il nostro pianeta fosse uno tra i miliardi presenti nei miliardi di galassie sparse per tutto l'universo. Il telescopio spaziale Kepler ha scoperto nella Via Lattea (la nostra galassia, una tra le oltre 200 miliardi individuate fino ad oggi nello spazio cosmico)  due pianeti simili o quasi alla Terra. Si trovano nella cosiddetta zona di abitabilità (secondo il parametro umano) vicini al loro Sole quanto basta per non incenerire né per gelare…..” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/04/non-siamo-piu-soli-scoperti-altri.html

Roma. Comiziale – Scrive Orazio Fergnani: “GIOVEDI 2 MAGGIO DALLE 10,30 ALLE 13,00 ..... A ROMA IN PIAZZA IRNERIO LATO GIARDINETTI  NOI DI "AGGREGAZIONE" E  "ALBA MEDITERRANEA" TERREMO UN COMIZIO SULLA SITUAZIONE ATTUALE E UN  VOLANTINAGGIO PER SPIEGARE COSA E' SUCCESSO PER ARRIVARE A QUESTO PUNTO E COME SE NE PUO' USCIRE IN MASSIMO SEI MESI.... Info. oraziofergnani@tiscalinet.it”

Orto degli Orti – Scrive Teodoro Margarita: “Coltivare il proprio orticello è sempre stato sinonimo di farsi i fatti propri, quest'espressione è stata bistrattata, mal vista, interpretata come sinonimo della massima attenzione egoistica agli affari particolari di ciascuno. Contrariamente ad un proverbio cinese, altra civiltà, altra filosofia che recita "Sposati e sarai felice un anno, ammazza il porcello e sarai felice una settimana, fai l'orto e sarai felice tutta la vita". Da noi, badare al proprio orticello resta specchio di individualismo, egoismo del più gretto. Quanto ci metteremo a sfatare il pregiudizio?” – Continua:  http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/Il-Fronte-degli-Orti

Oggi accontentatevi di questo numero ridotto, ho avuto poco tempo a disposizione, causa viaggio… Ciao, Paolo /Saul

…………………….

Pensiero poetico del dopo Giornaletto

“Sentirsi a casa questo è quel che mi importa, qualsiasi sia il luogo che “mi capita” in un certo momento della mia vita. Questa sensazione cerco di viverla conoscendo il mio “paese” dal punto di vista naturalistico,  ambientale, sociale ed umano” (Caterina Regazzi)

Nessun commento:

Posta un commento