Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 21 maggio 2013

Il Giornaletto di Saul del 22 maggio 2013 – Siria alla vigilia del gran botto, simboli farlocchi di una repubblichina, orti sociali, viaggi astrali, ricchezza in mano a pochi…



Care, cari,

Siria. Pronti al grande botto? – Scrive M. B.: “Tutto lascerebbe credere che siamo alla vigilia del gran “botto”, non possiamo fare precise valutazioni perché non conosciamo i traffici diplomatici e soprattutto quelli massonici che regolano i rapporti Russia – Stati Uniti – Emporio criminale israeliano. A mio parere infatti, Israele ha assoluta necessità di una guerra, essendo cosciente che, tra una decina di anni, i rapporti di forza potrebbero non essere così a lui favorevoli come ora (Russia, Cina, Iran, India). Ma sopra il nazionalismo di Israele ha anche sempre prevalso la massoneria mondialista, quella dei tempi lunghi e degli step by step, che se pur ha la medesima mira, quella di una Repubblica Universale totalmente globalizzata, conscia che, in prospettiva, i Russi, sensibili ai grandi traffici commerciali, inseriti in quasi tutti i consessi internazionli, e comunque inquinati da lobby massoniche, potrebbero rivedere l’attuale posizione filo Iran – Siriana. Ergo non vale la pena rischiare. La partita è aperta, staremo a vedere. Ci sono anche i “bene informati” che consigliano di fare provviste, in evenienza di un conflitto, ma…..” – Continua:

Trieste. Prosecco vilipeso – Scrive F. B.: “Non ha fatto in tempo ad entrare nella Comunità Europea, che la Croazia ha rivendicato la denominazione di “Prosek” per una specie di gazzosa imbevibile, dolce ed acida allo stesso tempo, che vorrebbe sostituire una delle ricchezze della nostra arte vitivinicola: il “Prosecco”. Sempre con malignità subodoro un interesse francese, dietro la mossa croata: da un po’ di tempo i nostri migliori “Prosecchi” stanno sostituendo lo “champagne” commerciale in giro per il mondo. Dalla nostra parte vi è una località, sopra Trieste, da cui è originario il nostro spumante, che si chiama appunto Prosecco. Dovrebbe bastare, vero? Basta che in Europa ci vada qualcuno che abbia a cuore gli interessi della nostra Terra, che magari parli qualche lingua, e che sia allergico alle bustarelle….”

Terre pubbliche ai nuovi contadini – Scrive Agricoltura Coraggio: “Troppe aree verdi e agricole sono abbandonate al degrado e all’incuria e sono oggetto di scambi e compensazioni che hanno come unico risultato l’abbandono. Esattamente questo sta avvenendo a Borghetto San Carlo, un’area del Comune di Roma con 22 ettari di pregiato territorio agricolo e un casale, che versa in stato di totale abbandono. Per questo..” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/05/lettera-al-futuro-sindaco-di-roma-le.html

Pitelli (La Spezia). Basta inquinamento - Scrive Comitato Difesa Ambiente: "Ecco la situazione dei Comuni di La Spezia e Lerici (Fonte Ambiente Bio). Il Decreto di perimetrazione del SIN elenca la presenza delle seguenti tipologie di  impianti: impianti chimici, centrale elettrica, area portuale, amianto e discarica.  Nel SIN risultano in eccesso la mortalità per tutti tumori e per le malattie dell’apparato respiratorio negli uomini. Risultano in eccesso negli uomini la mortalità per il tumore dello stomaco, del polmone, della pleura e per malattie dell’apparato respiratorio….”

Simboli farlocchi – Scrive Stefano Davidson: “Se  la Merkel dovesse perdere, l'euro farebbe un bel botto e ne immagino già le conseguenze, quantomeno politiche, su chi ha gestito la nostra cosa pubblica fino ad ora. Se comunque l'onda che noi cittadini, stanchi di tutta questa tragica farsa messa in scena dal solito regista horror Napolitano ben coadiuvato da quegli individui senza scrupoli che mentono alla gente su ogni cosa, nascosti dietro alle bandiere e ai simboli farlocchi di PD e PdL, riusciremo ad alimentare davvero un’ onda collettiva, coesa e decisa, forse l'Italia avrà una possibilità di sopravvivere poiché potrebbe indurre a più miti consigli i capi bastone che se ne stanno lassù a Bruxelles e forse addirittura la Troika. In questo modo potremmo, forse, ridare ossigeno e dignità alla Nazione Italia…” – Continua:

Montecitorio. Legge popolare – Scrive Dario Rinco: “23 maggio 2013 - conferenza stampa a Montecitorio. Il percorso della legge di iniziativa popolare “quorum zero e più democrazia” non si è fermato ma continua il suo cammino e arriva a Montecitorio. Info. rindario@yahoo.it

Tuscia. Orti urbani – Scrive Daniele Fringuelli: “L'obiettivo di “Orti urbani” è sottrarre aree verdi all'abusivismo edilizio e alla speculazione riducendo l'inquinamento ambientale e mediante la creazione di orti e con la diffusione di agricoltura di qualità; viene promossa così la riqualificazione sia degli spazi urbani che periurbani, migliorandone il decoro e l'estetica e valorizzando il paesaggio con attività agricole che determinano lo sviluppo di una economia etica a diretto vantaggio delle comunità locali. In generale gli orti sociali potrebbero essere una delle vie per rivitalizzare socialmente le metropoli e…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/05/tuscia-daniele-fringuelli-limportanza.html

Grillo/Gabanelli – Scrive Giorgio Di Genova: “Caro Paolo/Saul, la reazione del Grillo urlante alla Gabanelli mi ha fatto tornare in mente quello che in un incontro pubblico di oltre 30 anni fa  ebbi a dire ad Alfredo Giuliani, che, dopo aver criticato tutti, allorché Gianni Todi cominciò a fare alcune critiche nei suoi confronti, si alzò e se ne andò, costringendo Venè, che presiedeva l’incontro, ad andarlo a convincere perché tornasse al tavolo. Quando  Giuliani tornò, io esclamai: “Le prime donne possono criticare, ma non essere criticate!” e ti lascio immaginare le reazioni dei fans di Giuliani, al quale a fine incontro andai a dire: “Niente di personale, ma certo potevi evitare tale reazione”. Comunque il dittatorello ortottero farebbe bene a  fare quanto chiede di fare agli altri, per dare il buon esempio. Sempreché possa farlo tranquillamente. Altrimenti sorgerebbe  il sospetto che anche il suo comportamento non sia senza peccato.”

Anima e corpo – A ulteriore commento dell’articolo scrive Massimo Sega: “Ti ringrazio della tua risposta che come al solito è estremamente interessante, almeno a fini conoscitivi. E' una dimensione che è estranea alla mia forma mentis, ma che amo conoscere in quanto, come diceva Aristotele, la ricerca della conoscenza è la prima caratteristica dell'umana natura…” – Continua in calce: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/05/anima-e-corpo-e-gli-involucri-della.html

Mia rispostina: “Caro Massimo, se la conoscenza di Sé  fosse solo una concezione intellettuale non varrebbe la pena di dedicarcisi...  Mentre se viene intrapresa come "esperienza diretta" la ricerca, la ponderazione e la discriminazione attiva acquistano significato e valore”

Flussi spazio-temporali e viaggi astrali – In risposta e richiesta chiarimenti sull’articolo http://paolodarpini.blogspot.it/2013/05/flussi-spazio-temporali-e-come-uscirne.html - Scrive Valentina: “Sai darmi qualche consiglio in merito ai viaggi astrali? Da piccola li facevo di continuo, poi da adulta mi è capitato di uscire inaspettatamente e ho avuto paura, da allora non è più accaduto ma se ci fosse qualcuno in grado di aiutarmi a gestire questo fenomeno mi piacerebbe molto farlo”

Mia rispostina: “Ricordo che in tutta la serie dei libri di Carlos Castaneda si parla di questo tema.. il consiglio che veniva dato da don Juan per controllare la presenza nel mondo del sogno (astrale) era quello di osservarsi le mani durante il sogno e ricordarsi di stare sognando… Provaci!”

Come è stato possibile? -Scrive Giorgio Quarantotto: “350 famiglie detengono metà della ricchezza mondiale e di cui nessun giornale parla, (costoro controllano i giornali, televisioni, finanza, governi ecc. ) mentre c'è un miliardo di persone che è alla fame e nell'indigenza estrema.  Come è stato possibile che si sia realizzato tutto questo?  in che modo sono state rapinate intere popolazioni?   Dal commercio degli schiavi, all'oro, alla stampa delle banconote,  c'è stata una successione di eventi che..” – Continua:  http://paolodarpini.blogspot.it/2013/05/350-famiglie-controllano-tutta-la.html

Parco del Treja. Passeggiata – Scrive Parco: “Domenica 26 maggio 2013 ore 9,30. Villaggi abbandonati intorno alla collina dell’Agnese visita organizzata dall’Associazione delle Forre. Alessandra Forti 333 4227889 - 0761 587199”

Qualità dell’aria – Scrive A.K.: “Ogni anno l’Agenzia europea per l’ambiente pubblica una raccolta di "istantanee" relative ad argomenti d'interesse per il dibattito politico sull’ambiente e per il grande pubblico. “Segnali Ambientali 2013” concentra l'attenzione sul tema della qualità dell'aria in Europa e affronta i vari aspetti di interesse, come la situazione attuale della qualità dell'aria in Europa, la provenienza delle sostanze inquinanti, la loro formazione e gli effetti sulla salute e l'ambiente. Fornisce inoltre una panoramica sul modo in cui si sviluppano le conoscenze sulla qualità dell'aria e su come si contrasta l'inquinamento atmosferico attraverso..” – Continua:  http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/05/laria-che-respiriamo-e-segnali.html

Respirare è necessario, nessuno può farne a meno… Ricordiamolo! Paolo/Saul

………………..

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Un mondiale nomadismo è cominciato nel buio: sono gli alberi che vagano sulla terra notturna. Sono i grappoli che fermentano in vino dorato, sono le stelle che di casa in casa peregrinano, sono i fiumi che il cammino cominciano a ritroso! E io ho voglia di venire da te sul petto - a dormire." (Marina Ivanovna Cvetaeva)

Nessun commento:

Posta un commento