Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 29 maggio 2013

Il Giornaletto di Saul del 30 maggio 2013 – Beppe Grillo fumato, Belo Monte, La Bifolca, cattolici contro, Viterbo aspetterà, Siria resistente, integrità coraggio e fiducia…


Care, cari,

Beppe Grillo, cosa ti sei  fumato? – Scrive grillino sconsolato Fabrizio Virgili: “Mando a voi ciò che ho inviato tre volte “in alto”, naturalmente senza alcuna risposta. Da tempo dicevo, anche allo Stardust, che stavamo perdendo consensi. Mi sono anche confidato con qualcuno di voi. Se vogliamo recuperare qualche posizione è necessario fare una disamina di quanto avvenuto. Il Movimento è stato votato perché andasse al Governo, contro i ladri e i mafiosi. Così avevamo sperato e per questo ci siamo battuti al freddo e alla pioggia, nei mercatini e alle riunioni, ai tavoli di lavoro e anche tra noi. Abbiamo fatto un sacco di proseliti. E ce li siamo “giocati” con una condotta assurda. Iniziamo dall’alto. Grillo ha continuato a fare il comico e per giunta onnipotente. Ha seguitato a tirare fuori battute macabre, offensive, triviali e soprattutto gratuite e inefficaci. Che ottiene urlando PirLETTA? Oppure offendendo la Idem, che al suo paese è tanto stimata, al punto che veniva votata anche dagli avversari?” - Continua con interventi  critici vari: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/05/ma-che-si-fuma-beppe-grillo-roma-dopo.html

Analisi elettorale spiccia – Scrive Peter Gomez: “La fuga dalle urne, dopo le manovre di palazzo che hanno portato alla rielezione di Giorgio Napolitano a Capo dello Stato e al governo delle larghe intese, dimostra come ormai un numero enorme di elettori si riconosca in un celebre aforisma di Mark Twain: “Se votare facesse qualche differenza non ce lo farebbero fare”. Il dato che colpisce di più è però l’ottimo risultato di Ignazio Marino, schierato contro l’inciucio e per Stefano Rodotà al Colle, che ha significativamente scelto lo slogan “Non è politica. È Roma”. A far rumore è il crollo del M5S ovunque attestato sotto quota 15 per cento…”

Brasile. Le donne difendono l’acqua e la terra degli indios – Scrive Doriana Goracci: “Abbiamo il dovere di parlare di loro. Circa 150 indigeni brasiliani appartenenti a varie etnie sono tornati a bloccare il principale cantiere della mega-diga di Belo Monte  a Vitoria do Xingu, nella regione sud-est dello Stato amazzonico del Parà.  Gli indios avevano condotto un’identica forma di protesta anche il 2 maggio scorso, rimanendo nel locale per otto giorni consecutivi…..” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/05/belo-monte-le-donne-indios-dicono-no.html
                                                                                                     
Rastellino. Yoga – Scrive Maurizio Volpi: “Ciao, come ogni estate continueremo le lezioni di Yoga all'aperto, come l'anno scorso ci troviamo nel prato dell'agriturismo La Bassa  a Rastellino tutti i mercoledì di giugno e luglio dalle ore 19,30 alle 21,00. Info. mauriziovolpi_003@fastwebnet.it

Vignola. La Bifolca  – Scrive Maria Miani: “La piccola azienda della Bifolca (due ettari di frutteto) si trova ai piedi della città di Vignola in un territorio di inestimabile valore  la cui fertile terra è fedelmente irrigata dal suo fiume il Panaro. La brutale aggressione del cemento, del business dell'oro grigio (la ghiaia) e la scomparsa dei contadini non l'ha risparmiata. "Vedo il mondo trasformarsi lentamente in un deserto" scriveva Anna Frank e tante volte ha pensato Maria mano a mano che l'ecologismo elettorale della sua città sfociava in nuove costruzioni nuove cave e impianti di bitume e nuovi inceneritori. La Bifolca è una delle -speriamo tante- oasi di terre resistenti e innamorate. Talvolta ho pensato a questa terra come a una figlia da maritare..” – Continua: http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/La-Terra-e-come-una-sempre-giovane-sposa

Ferrara. Blogger – Scrive Giulia: “2 giugno 2013, raduno blogger autogestito, Via della Resistenza 34 Ferrara. CHIUNQUE può partecipare anche al pranzo CONDIVISO, con  veg pietanze e portandosi da casa  tutto il necessaire lavabile,  affinché Madre Terra assista senza esserne intaccata. Info. giu.landini@gmail.com

Viterbo. Il saluto di Michele Bonatesta: “Avevo detto che se non avessi vinto ma fossi entrato in Comune come consigliere mi sarei dimesso per lasciare il posto a qualcuno sicuramente più giovane di me, in grado di profondere vigore ancora maggiore nel progetto di rifondazione di Viterbo città turistica. Non sono entrato come consigliere per cui il problema non si è posto. Avevo detto anche che, se non fossi diventato sindaco,  sarei andato in pensione (politicamente dato che per il lavoro già ci sto). Non sono diventato sindaco… ho sempre mantenuto la parola data… sono sempre stato coerente (nella mia vita) e conseguente con le scelte che ho fatto… per cui… per cui… mi autopensiono dalla politica definitivamente.. “ – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/05/unaltra-viterbo-puo-attendere-michele.html

Torino. Convegno astrologico – Scrivono Grazia ed Elisabetta Mirti: “Mancano pochi giorni al nostro Convegno Astrologico Torinese! Siamo emozionate e felici di ospitare i Relatori e tutti i partecipanti che aderiranno alla nostra iniziativa, che avrà luogo Sabato 1 e Domenica 2 giugno 2013, nella sala dell’Hotel CONCORD di via Lagrange, 47.  VOCAZIONE & LAVORO è il filo conduttore, argomento attuale affrontato da molteplici punti di vista. Info. astrologiacongraziamirti@gmail.com

Siria. Chiuso l’embargo – Scrive Valeria Sonda: “UE affamatrice ed aggressiva. Oltre a modificare l'embargo alle armi, aprendo sadicamente la possibilità per chi lo desidera di armare ulteriormente i "ribelli" in Siria, distruggendo così il diritto internazionale oltre a quello europeo, viene mantenuta invece la parte dell'impianto dell'embargo alla Siria che consiste principalmente in due armi potenti puntate e usate da due anni contro il popolo siriano: si chiamano FAME e MALATTIA: NON SI POSSONO COMMERCIARE CON LA SIRIA NE' CIBO, NE' MEDICINE. Ricordiamo inoltre l'impossibilità di andare a lavorare e di sopravvivere: le persone vengono fatte scendere dagli autobus, derubate, torturate, rapite, uccise,  le fabbriche sono state distrutte dai ribelli, trafugati verso la Turchia i macchinari di produzione, le ricchezze archeologiche, il  grano dai silos”

Commento di F.B.: “Confermato l’impegno russo in Siria. Questa bellissima notizia spiega perché ultimamente alcuni ambienti occidentali hanno mostrato una minore aggressività sul problema siriano. A quanto pare l'impegno russo prosegue facendoci sperare che l'Occidente questa volta non vincerà e lasciandoci un minimo di speranza di non cadere tutti sotto una tirannia planetaria che non ha uguali nella Storia.”

Perfida albione vende armi ai tagliagole in Siria – Scrive Dagospia:  "Fallito il rinnovo totale dell’embargo per mano degli inglesi, l’Europa ha deciso che dal primo agosto chi vorrà, potrà vendere armi ai ribelli - Ora la situazione diventa esplosiva: Londra e Parigi vogliono fare business con gli oppositori e per tutta risposta Mosca minaccia di rifornire Assad e israele s’incazza..."

Mio commentino: “Tutta colpa del  deposito di gas più grande del mondo, nel mediterraneo orientale, che tocca israele, Libano, Siria, turchia e Cipro (un pezzetto anche alla Puglia ma con l’ENI in svendita se lo pappano le 7 sorelle).  La turchia si è allineata e coperta dietro la NATO e la sua piccola parte se la godrà, Cipro è alla miseria e con quattro euro è stata comprata, la Siria, una volta fatto fuori Assad sarà come la Libia senza Geddafi… Resterà tutto in mano ad Israele, con il beneplacito interessato di USA/albione/francia, (Gaza e Libano non contano sono colonie).  

Cattolici contro – Scrive Massimo Viglione: “Viviamo giorni terribili: non solo per quanto riguarda la distruzione economica degli italiani, delle loro famiglie e della loro produttività; non solo per quanto riguarda il disastro di ciò che rimane della fallimentare Repubblica Italiana fondata sulla mancanza di lavoro, sulla partitocrazia e sulla corruzione; quanto anzitutto dal punto di vista morale, della morale collettiva nazionale e internazionale. Non può più sfuggire a nessuno ormai il fatto che da anni – ma negli ultimi mesi con un crescendo impressionante – sta progressivamente imponendosi, anche negli ambienti dove meno questo dovrebbe accadere, una cultura ormai fuori luogo, in quanto trattasi di vero e proprio totalitarismo…” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/05/un-punto-di-vista-cattolico.html

2 giugno pacifista – Scrive D.G.: “Milioni di euro per la parata militare del 2 giugno, che sarà (bontà loro) più contenuta dato il momento, nostro. E così Nonno Napolitano, continuando la tradizione di Nonno Ciampi non si è adeguato neanche una volta come fece Nonno Scalfaro che abolì per motivi economici la sifilata militare. Senza vergogna, nonni e nipoti, continuano impunemente a chiamarla Festa. Il 2 giugno del 2000 in Italia venne “restaurata” la Festa della Repubblica da Ciampi, con la parata militare. Il 2 giugno del 1946 con un referendum istituzionale gli italiani decisero di trasformare l’Italia da monarchia a repubblica (12.717.923 voti contro 10.719.284). Dopo questo referendum il Re d’Italia Umberto II di Savoia lasciò il Paese.”

Calcata. Visite guidate – Scrive Parco del Treja: “Cari amici, segnaliamo le attività del Parco del Treja per il prossimo fine settimana. Le visite guidate previste per sabato 1 e domenica 2 giugno sono le seguenti…” – Continua:

Scriveva Edgar Allan Poe:  "Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte"

Giornaletto letture  di ieri – L’estero prevale ancora: 1) USA, 2) Russia, 3) Italia, 4) Germania, 5) Francia, 6) Spagna, 7) Taiwan, 8) Ucraina…”

Integrità, coraggio e fiducia in se stessi è cosa diversa da sottomissione, oscuramento e adesione alle ideologie di massa – Scrive Giorgio Vitali: “E’ necessario saper distinguere le idee dalle ideologie. Queste ultime sono idee formulate per consumo pubblico e soddisfano la necessità di tutti di alleviare il senso di colpevolezza nella convinzione di agire per qualcosa di buono o desiderabile…Le ideologie sono “beni” già pronti enunciati dai Media, dagli oratori e dagli ideologi per manipolare la massa, e per scopi che hanno ben poco a che fare con l’idea, anzi, spesso ne rappresentano l’opposto. Queste ideologie sono spesso elaborate “ad hoc”. Per esempio quando si rende popolare una guerra descrivendola come necessaria “per la libertà”, o...” – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/05/integrita-coraggio-e-fiducia-in-se.html

Libertè, egalitè, fraternitè e ciao a tutti! Paolo/Saul

……………………….


Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Con il patriarcato ci hanno plastificato i seni,
cancellato i fianchi, indurito il ventre;
si devono esaltare le ossa, devono sparire le cosce
e si alimenta la fobia della rotondità ...
Si parla sempre della DEA, ma non si danza più la vita,
la nudità è vergognosa e la bellezza oggi si misura in chili e centimetri.
E se iniziassimo a misurarci in amore ed accettazione del proprio sè?
Il corpo compreso?
Il ventre piatto non è naturale nel corpo femminile,
dovrebbe avere invece, una rotondità armoniosa
che accoglie un utero rilassato, espanso e vivo.
Riempiamoci di prana (soffio vitale in sanscrito),
godiamoci le curve, le differenze fra di noi,
amiamo la nostra autenticità lasciando morire gli stereotipi,
che son solo catene per continuare ad imprigionare la vera femminilità.”


(Guru Atma Kaur)

Nessun commento:

Posta un commento