Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 5 maggio 2013

Il Giornaletto di Saul del 5 maggio 2013 – Ripresa, gallinelle d’acqua, sovranità monetaria, violenza e razzismo, azione nonviolenta, il mito del lavoro per tutti



Care, cari,

Ripresa, ripresa.. – Scrive Anthony Ceresa: “Da qualche tempo nel nostro Paese il vocabolo RIPRESA è all’ordine del giorno, ricorrendo spesso a spropositi lanciati da personaggi esperti arrampicatori, dando l’impressione di trovarsi in uno spaventoso tunnel dell’ignoranza e dell’incognito. Sembrerebbe che i Partiti uniti in un gioco pericoloso stiano studiando come discolparsi dalla situazione nella quale hanno indotto il Paese. La Ripresa non si riferisce ad un concorso di caccia alle farfalle, ecco l’ho presa, no, mi è fuggita ma l’ho ripresa. La RIPRESA nel senso più specifico della parola usata in Economia, significa far muovere l’ingranaggio che movimenta l’intero Paese, distrutto da cervelli ammaccati proprio nella parte più importante del ragionamento sulle Politiche a breve ed a lungo termine……” – Continua:

Oculatezza nelle riforme – Scrive Giorgio Vitali: “La soluzione dei problemi italiani NON è la statizzazione integrale, voluta dai comunisti, perchè uccide l'inventiva e la creatività insite nel popolo, ma il sistema misto, a suo tempo rappresentato dall'IRI, compresa la nazionalizzazione della banca centrale e delle banche di alto interesse nazionale.  L'evoluzione della società a livello mondiale ha comportato lo sviluppo delle ASSOCIAZIONI (di categoria, di consumatori, di "cittadini", di "operatori" associati a vario titolo, di ambientalisti, di vegetariani, di animalisti, etc....) ai quali è NECESSARIO conferire una responsabilità di programmazione e realizzazione concreta di programmi. Tale coinvolgimento costituisce garanzia INTRINSECA di libertà, anche perchè comporta  la lotta contro ogni forma di intrusione di potentati "anomali" contro l'interesse nazionale (Multinazionali etc...) DEFINIZIONE DI DITTATURA (l'attuale...) Sistema di governo nel quale tutto ciò che non è proibito è obbligatorio"

Blera. Raduno RIVE - Scrive Manuel Olivares: "XVII raduno nazionale RIVE  si terrà al Vignale in Lazio (Blera, Viterbo), dal 25 al 28 luglio 2013, il raduno  è aperto a tutti, previa iscrizione, ed è pensato sia per chi è totalmente “digiuno” di ecovillaggi, ma anche per chi ne sa ma vuole approfondire alcuni aspetti o semplicemente, vuole fare rete. Info. manuel_olivares_71@yahoo.it

Una giornata come tante altre…. Con una sorpresa in più - Scrive Caterina Regazzi: “Ieri siamo andati a fare questa passeggiata per la prima volta dopo essere tornati assieme a Spilamberto da Treia. Le piogge e le nevicate di questo inverno così lungo hanno avuto il loro bell'effetto: non avevamo mai visto la zona così rigogliosa e piena di fiori. Il grano era cresciuto notevolmente dall'ultima volta che ci ero passata e sta spigando... l'unica nota negativa, la completa assenza di papaveri, che starebbero così bene in mezzo al grano e denoterebbero l'assenza di trattamenti diserbanti. La pozza è ricca di acqua ed infatti abbiamo visto galleggiare sul pelo un discreto numero di germani, maschi e femmine. Erano buffissimi: prima stavano tutti fermi e tutti rivolti nella stessa direzione, poi, insieme , si sono voltati e si sono diretti a fare un giretto, in tondo, come delle pecorelle. In mezzo alla pozza poi abbiamo notato un mucchietto di frasche con in mezzo, immobile, una gallinella d'acqua…” – Continua:   http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/05/un-racconto-bioregionale-di-caterina.html

Vie di uscita – Scrive Marzia: “…continuo a ricevere da anni le tue mail molto interessanti. Ho perso di vista il tempo e lo spazio e ho un vago ricordo di te. Ci siam forse conosciuti al raduno del CIR nel 2006 a Pizzone? Se eri li credo di si. Eri del circolo vegetariano di Calcata o forse tuo figlio lo era? Ad ogni modo volevo scriverti per chiederti come stai e dove vivi e sapere se c'è possibilità di dare una mano, qualsiasi tipo di mano in campagna se vivi li, o se ci vive qualcuno "dei tuoi", perché qui non vedo via d'uscita.”

Mia rispostina: “Sì, cara Marzia, ero e sono del Circolo ed ovviamente anche mio figlio Felix, solo che lui è rimasto a Calcata mentre io mi sono spostato e faccio il pendolare fra Treia (Marche) e Spilamberto (Emilia). Mi rendo conto che la situazione non è rosea per nessuno, diversi amici mi chiedono dove possono trasferirsi ma dove possiamo trasferirci? Il mondo è uguale dappertutto....  A giugno facciamo l'incontro collettivo ecologista a Vignola (Modena) se vuoi tentare la sorte qui, chissà... Gente che lavora in campagna ancora ce n'è... Siamo qui due giorni il 22 ed il 23 giugno... Vedi: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2012/12/premesse-per-lincontro-collettivo.html  - Forza e coraggio!”

Sovranità monetaria urge – Scrive Alberto Medici: “Tutto il denaro esistente al mondo è creato da banche commerciali (private) e centrali (anch’esse private) che lo creano a debito. Cosa significa a debito? Significa che le banche non hanno la stampante per creare denaro (sarebbero falsari) nè si auto-accreditano somme sui propri conti correnti (anche questo sarebbe molto simile all’opera di falsari). Il meccanismo è quello del prestito: creano denaro solo nel momento in cui qualcuno, pubblica amministrazione, impresa o privato, si indebita con la banca stessa…” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/05/senza-sovranita-monetaria-siamo-fottuti.html

Ex trattative fra PD e M5S – Svela Dagospia: “Voci dall’interno del Pd raccontano come andò la “trattativa” tra Bersani e il M5S: “Dateci i voti ma il governo lo facciamo da soli” - Con il Pdl la storia è stata molto diversa: spartizione di poltrone e governo insieme"

A proposito dei ministri banchieri e finanzieri – Scrive Fernado  Termentini: “Mi permetto di aggiungere un particolare credo di non poco conto. La Marta Massù Vice Ministro degli Esteri è stata per anni Direttore Generale dell'Aspem il cui presidente è Tremonti. In questo quadro De Mistura è stato nominato rappresentante del Governo italiano  per la vicenda dei Marò nonostante che in molti si sia espresso perplessità sul "gradimento indiano" nei confronti di De Mistura con antichi legami profondi con il Pakistan, aspetto che in campo diplomatico non è assolutamente da sottovalutare.  Sulla Massù e Letta scrissi qualcosa in tempi non sospetti  http://fernandotermentini.blogspot.it/2012/05/bieldberg-trilaterale-e-funzioni.html - Buon fine settimana…”

Violenza e razzismo – Scrive Giorgio Di Genova: “Ho letto e apprezzato, anche le tue ricostruzioni storiche sul passaggio dal matriarcato al patriarcato, di cui nel passato mi sono occupato anch'io sulla scorta di letture di Bachofen, Malinowski, ecc. Tuttavia la mia proposta non era rivolta a te, bensì ai lettori del "Giornaletto", che tu potresti stimolare a intervenire sull'argomento appunto promuovendo maggio, mese della condanna di ogni tipo di violenza e  razzismo…”

Mia rispostina: “Beh, intanto ho pubblicato l'invito da te fatto...”

Roma. Vegetariani - Scrive AVA: "Giovedì 9 maggio 2013 presso la sede AVA in piazza Asti 5/a, alle ore 17,30, conferenza del Dr. Domenico Micarelli, Fisioterapista. sul tema NATUROPATIA: LA SALUTE VIEN MANGIANDO. Gli alimenti possono essere causa di malattia  o strumento di benessere. Info. 06 7022863"

Azione nonviolenta – Scrive Mao Valpiana: “E' uscito il numero di Maggio 2013 di "Azione nonviolenta", rivista del Movimento Nonviolento, fondata da Aldo Capitini nel 1964, mensile di formazione, informazione e dibattito sulle tematiche della nonviolenza in Italia e nel mondo. In questo numero…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/05/azione-nonviolenta-e-uscito-il-numero.html

Nigel Farage sbanca in Gran Bretagna – Scrive G.V.: “LA NOTIZIA è IMPORTANTE MA NON SIGNIFICATIVA. Infatti, "questa Europa" è stata voluta dalle classi dirigenti inglesi ( conservatori e laburisti) i quali si sono sempre spartiti il POTERE in nome della vera classe dirigente inglese. SAPPIAMO inoltre che la Gran Bretagna o Regno Unito è uno dei paesi a più basso RICAMBIO SOCIALE del mondo (chi nasce povero resta povero!).  Pertanto, questa Europa è quella voluta dalla classe dirigente inglese la quale NON a caso, si è ASTENUTA dall'adottare l'EURO. Le ragioni vanno cercate soprattutto nella storia della STERLINA durante il XX secolo. Capito questo, TUTTO diventa MOLTO CHIARO! IN conclusione, la vittoria del partito antagonista non può che coinvolgere gli ambienti popolari. NON quelli che contano! L'unica speranza consiste nel fatto che il POOLO, quello che in Inghilterra paga i CONTI delle speculazioni economico-finanziarie della classe dirigente (legata a Rothschild) RIESCA AD AVERE LA FORZA SUFFICIENTE PER CHIUDERLA DEFINITIVAMENTE CON I LORDS (l'unica classe dirigente). Un solo evento potrebbe assicurarci delle cose future. Un eventuale accordo con la politica irlandese di contestazione di QUESTA EUROPA.”

Il mito del lavoro per tutti,  in un mondo allo stremo – Scrive Guido Dalla Casa: “Il lavoro per tutti non c’è più... si continua a pensare di dare lavoro a tutti aumentando la produzione... può esistere una società multietnica, ma non può esistere una società multiculturale... infatti tutti dovrebbero vivere secondo i principi dell’Occidente e inseguire senza posa l’aumento del processo produrre-vendere-consumare, che dovrebbe dare lavoro a tutti con la crescita senza fine" – Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/05/il-mito-del-lavoro-per-tutti-in-un.html

Cari saluti a tutti, Saul/Paolo

………………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“In the heavens I see your eyes. In your eyes, I see the heavens. Why look for another Moon? Or another Sun? What I see will always be enough for me” (Rumi)

Nessun commento:

Posta un commento