Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 27 febbraio 2013

Viola Tesi scrive a Beppe Grillo... per salvare l'Italia con dolcezza

Caro Beppe Grillo, scrivo a te e intendo parlare a tutti i nuovi parlamentari del Movimento 5 Stelle.

Mi chiamo Viola, ho 24 anni. Ho votato e l’ho fatto con molta speranza  e ho scelto il M5S. Sono tra quei milioni di giovani che credono in una rivoluzione gentile: in un Paese solidale, più pulito e giusto, capace di tutelare i cittadini, il loro lavoro, l’ambiente in cui vivono. Io vorrei un’Italia in cui le persone tornino a essere cittadini e smettano di essere sudditi, un’Italia che rispetti i nostri sogni e li sostenga. Vi ho votati con queste speranze nel cuore.

Il M5S ha ottenuto una vittoria alla quale in pochi credevano. Ma un sistema elettorale malato ha prodotto un risultato che non garantisce  governabilità. Il mandato del Presidente della Repubblica Napolitano è in scadenza, le Camere non possono essere sciolte, non da lui: non si può tornare subito alle urne. Questo Parlamento avrà forse vita breve, ma non brevissima.
Ti scrivo, e spero saranno in tanti a sottoscrivere questo mio appello, perché gli eletti del M5S hanno un’occasione storica. Da ciò che decideranno dipenderà un pezzetto di storia della Repubblica che può aprirci al futuro o consegnarci per sempre al passato. Dobbiamo scongiurare qualsiasi ipotesi di alleanza PD-PdL, e non permettere alla minoranza di Monti di condizionare gli equilibri parlamentari. Possiamo respingere il ritorno di Berlusconi e costringere Bersani ad accettare le sfide che i suoi stessi elettori vorrebbero raccogliesse.

Si possono fare poche cose, prima di tornare alle urne, in poco tempo:

1. Una nuova legge elettorale;
2. Una legge contro la precarietà e l’istituzione del reddito di cittadinanza;
3. La riforma del Parlamento, l’eliminazione dei loro privilegi, l’ineleggibilità dei condannati;
4. La cancellazione dei rimborsi elettorali;
5. L’abolizione della legge Gasparri e una norma sul conflitto d’interessi;
6. Una legge anticorruzione che colpisca anche il voto di scambio; e l’istituzione di uno strumento di controllo sulla ricchezza dei rappresentanti del popolo (il “politometro”);
7. Il ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola;
8. L’istituzione del referendum propositivo senza quorum;
9. L’accesso gratuito alla Rete;
10. La non pignorabilità della prima casa.

Lo so, non sono tutte le cose che il M5S vorrebbe realizzare. Sono alcune, quelle che mi sembrano più urgenti e realizzabili in tempi brevi.

Trasformatele in realtà e tra pochi mesi l’Italia sarà già un Paese pronto per ripartire. Sono impegni, caro Beppe, che possono raccogliere il consenso di molte persone che come me hanno a cuore il futuro, i più deboli, il Paese. E non tutte hanno votato M5S.

Al PD sarà quasi certamente dato mandato di provare a formare un nuovo Governo. Non ci sono molte possibilità: se i senatori del M5S si astengono o votano contro, sarà paralisi, o peggio, vedremo un qualche Monti bis. I senatori del Movimento potrebbero anche uscire dall’aula, al momento delle votazioni, e così consentire forse la nascita di un Governo di minoranza: ma questa sarebbe vecchia politica, un patto di governo silenzioso che non renderebbe giustizia alla trasparenza che vogliamo portare nelle Istituzioni.

Allora poniamo noi le giuste condizioni al partito di Bersani: in cambio dovranno presentare in Parlamento quelle riforme che ci stanno a cuore e che possono far diventare l'Italia migliore.

Queste elezioni sono costate quasi 400 milioni di euro. Non è difficile capire ciò che gli elettori chiedono.A voi, che siete i nostri dipendenti, è stato dato un mandato. Raccogliete questa sfida e cominciamo subito a cambiare l’Italia, per il bene di tutti.

Caro Beppe, non sprecare il mio voto. L’ho dato con la testa e con il cuore.

Ti saluto con amicizia,
Viola Tesi


https://www.change.org/it/petizioni/caro-beppe-grillo-dai-la-fiducia-al-governo-per-cambiare-l-italia-grillodammifiducia?utm_source=action_alert&utm_medium=email&utm_campaign=19091&alert_id=NVUeKJdEUx_ehakTmHUdY


..............................................


Grillo. Statte accuorto – Scrive Marco Bracci: “In questi giorni, ed è apparsa anche sul Giornaletto, sta girando una petizione di una certa Viola Tesi, via Change.org, che chiede a Grillo di entrare nel governo. Potrebbe essere un tentativo di chissà chi per appunto coinvolgere M5S e poi manipolare i grillini per introdurre anche loro nella Casta Politica e distruggere il movimento popolare che è in atto. NON FIRMATELA ! Beppe, i giusti sono con te!”



Altro commento di Claudio Messora: “Risposta a chi sostiene questa petizione di Change.org e le sue proposte http://www.byoblu.com/post/2013/02/28/Fiducia-Whats-fiducia.aspx” 

2 commenti:

  1. Quanto scritto sopra è la manifestazione della devastazione mentale/culturale/informativa che questa occupazione militare in corso ha prodotto in settant'anni di manipolazione dell'informazione della formazione, della devastazione delle cultura in senso lato e di quella italiana in particolare..

    La ragazza è l'emblema e lo stereotipo dei "grillini".... una razza di carne da macello allo stato puro... In quei dieci punti, per la maggior parte di pseudo-problemi, c'è il concentrato della disinformazione... ma soprattutto in quei dieci punti "ineludibili" ... non è minimamente menzionato il massimo ineludibile... senza la rimozione e soluzione del quale.... tutti gli altri sono a loro volta inestricabili...

    Come si fa' ad esempio a garantire un reddito di cittadinanza se i soldi li continuassero a prestare le banche secondo le condizioni attuali?.... La ragazza (in malafede?. Ignorante-ingenua? Entrambe le condizioni?)

    In ogni caso non fa' il minimo riferimento al PROBLEMA DEI PROBLEMI .... IL SIGNORAGGIO BANCARIO, CHE PORTA CON SE' L'INTERESSE, IL DEBITO PUBBLICO, IL DEBITO PRIVATO... ETC., ETC., ETC….

    Devo pensare che è una dimenticanza, un caso isolato?... una "pasionaria" allucinata?? oppure è una costante... le fanno volutamente in serie così???....

    IN MODO DA DISTRARRE L’ATTENZIONE DEI PIU’….. BEOTI???


    Laudetur Semper Priapus, Pan et Sol Invictus.

    Veiensfurens (alias Orazio Fergnani) - AlbaMediterranea 8RETE DEI CITTADINI).

    RispondiElimina
  2. PICCOLA PRECISAZIONE : I PUNTI ELENCATI DALLA RAGAZZA IN REALTA' SONO SOLO LE DIVERSE "MANIFESTAZIONI" DELLO STESSO IDENTICO ED UNICO PROBLEMA ... COME GIA' DETTO ... IL SIGNORAGGIO BANCARIO, I SUOI COROLLARI ED I SUOI DERIVATI... RISOLTO QUELLO.. RISOLTO TUTTO.... COME RIPETUTAMENTE LA STORIA CI HA INSEGNATO E CI INSEGNA... BASTA ANDARSI A STUDIARE (BENE) LA STORIA... E LA SOLUZIONE E' LI... NELLA STORIA,,,

    Laudetur Semper..

    Veiensfurens.

    RispondiElimina