Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 27 febbraio 2013

Il Giornaletto di Saul del 28 febbraio 2013 – Upahar a Treia, Islanda ignorata, la freccia del parto, educare gli infanti, Yahweh, ritorno a casa, lettera al Grillo


Upahar e Venu durante una performance canora a Cingoli

Care, cari,

Upahar sarà a Treia – Scrive Fratel Upahar Anand dall'India: “Ciao caro... it has been an intense and deep season here in Arunachala, we are getting ready to leave on the 15th march.... always heartbreaking, and also full of gratefulness and wonder for the blessings that have been showered on us....the bhajan season has been very beautiful, i have 4 new cd's to give you this year! sadly, we didn't make it to Jillellamudi, it will be for next season, Amma willing (inshAmma...) - Certamente veniamo alla Festa dei Precursori dal 25 al 28 aprile, ci puoi giurare, cosi approfitto per vedere Anandi se c'è .... Non so se verrà la Venu, proviamo a convincerla. A big hug to you, my dear brother, and to your beloved Kate. It will so nice to see you again, i hope we have more time to spend together this summer. Love and Light from Arunachala”

Esempio Islanda - Scrive G.D.P.: "In Islanda nel 2008 il popolo si levò in una rivoluzione senza spargimento di sangue ed espulse il cartello bancario corrotto. E ora, l'Economia Islandese è più forte che mai. Dal momento che il recupero dell'Islanda è un modello eccezionale per altre Nazioni in difficoltà. La domanda nasce spontanea: Perché i media mainstream... sono silenziosi, per questa vittoria?"

L'ultima freccia dell'ultimo parto – Scrive Fabrizio Belloni: “Per gli immemori, i Parti erano un impero che occupava parte dell’odierno Iran e della Turchia. Era inevitabile che si scontrassero con il più guerrafondaio, imperialista, feroce impero della antichità, e forse di sempre. Quello romano. Grandi i romani. Per quasi tre secoli si ammazzarono allegramente. I Parti combattevano con la cavalleria pesante (i catafratti), attorniata e protetta da cavalleria leggera armata di arco. Bravissimi cavalieri e bravi arcieri, quando scappavano, improvvisamente si voltavano e scagliavano l’ultima freccia. Non pochi romani lanciati all’inseguimento, pagarono a caro prezzo questa tattica. Tutta ‘sta manfrina non vuol essere sfoggio inutile di erudizione, ma solo spiegazione dell’adagio  “la freccia del Parto”, appunto, che sta ad indicare l’ultima carognata dello sconfitto. E chi è il truce arciere?” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/02/27/georges-lultimo-parto-e-lultima-freccia-a-tradimento-prima-di-andarsene-a-riposo-per-grazia-divina-si-spera/

Commento di Marco Bracci: "In ogni azienda che si rispetti, se gli obiettivi non vengono raggiunti, il direttore viene mandato a casa: gli si prepara la lettera di dimissioni e lui deve solo firmarla, poi raccoglie i suoi ciottolini e se ne va.
Stessa cosa è successa al papa: doveva far prendere il potere dell’Italia a Monti e soci, per portare avanti i piani mondialisti..” - Continua in calce al link soprastante

Commento di Silchi: "A dire il vero, però, ho cominciato ad avere dubbi sulla durata della purezza dei grillini durante il comizio di San Giovanni al quale sono stato presente, ed essendo andato in anticipo, ho potuto ascoltare anche gli interventi dei giovani rappresentanti grillini e, soprattutto, scrutare, cercare di carpire, tramite atteggiamenti, modo di vestire ed ascoltando i commenti, molti dei quali da me provocati, di quale tipo di ambiente è composto il popolo dei grillini. La prima impressione è stata quella di essere capitato in un ambiente nuovo, ad oggi inimmaginabile, e questo è la buona novità del M5S...” - Continua nel link segnalato

Commento di Claudio Martinotti Doria: “Premesso che non ho mai creduto nella democrazia rappresentativa e che ho sempre osteggiato la partitocrazia, mi permetto di sintetizzare telegraficamente il mio pensiero post elezioni. Il M5S è l'unica reale novità politica di queste elezioni, coloro che come me sono presenti in rete da molti anni ed hanno il polso della situazione degli umori della popolazione attiva ed acculturata (che è quella che naviga e si documenta in rete e non si informa alla tv e dai giornali), sapevano che avrebbe avuto un... ” - Continua nel link segnalato

Napolitano, il rovinatore d'Italia - Scrive Alessandra Cristofari: "Twitter ha dato un nome e un cognome al colpevole della crisi che ha investito l'Italia: Giorgio Napolitano. Il presidente è ora impegnato in una visita di Stato dalla Merkel, in Germania. Mentre in Italia grava la minaccia di un possibile referendum sull’uscita dall’Euro, avanzato ipoteticamente da Grillo e amici vari, Napolitano terrà una lezione sull’unità politica e sul processo di formazione di una leadership europea in Germania: praticamente, visto il risultato italiano, si può definire un eufemismo. L’invettiva del cinguettio, lo coinvolge a pieni voti, a differenza dei risultati elettorali ma una cosa è certa, a lui va il ringraziamento di aver distrutto l’Italia”

Messaggio di lotta dura senza paura - Scrive N.P.C.I.: “Le masse popolari organizzate possono trasformare il nostro paese! Nessuna potenza al mondo è in grado di impedirlo! Avanzando nella lotta nel nostro paese mostreremo e apriremo la strada anche alle masse popolari del resto del mondo! L’esito delle elezioni politiche nazionali del 24 e 25 febbraio conferma che l'egemonia della Repubblica Pontificia e della UE continua a calare...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/02/strategie-e-tattiche-del-nuovo-partito.html

Messaggio dolce per un cambiamento – Scrive Viola: “Caro Beppe Grillo. Mi chiamo Viola, ho 24 anni. Ho votato e l’ho fatto con molta speranza e ho scelto il M5S. Sono tra quei milioni di giovani che credono in una rivoluzione gentile: in un Paese solidale, più pulito e giusto, capace di tutelare i cittadini, il loro lavoro, l’ambiente in cui vivono. Io vorrei un’Italia in cui le persone tornino a essere cittadini e smettano di essere sudditi, un’Italia che rispetti i nostri sogni e li sostenga. Vi ho votati con queste speranze nel cuore. Il M5S ha ottenuto una vittoria alla quale in pochi credevano. Ma un sistema elettorale malato ha prodotto un risultato che non garantisce governabilità. Il mandato del Presidente della Repubblica Napolitano è in scadenza, le Camere non possono essere sciolte, non da lui: non si può tornare subito alle urne. Questo Parlamento avrà forse vita breve, ma non brevissima. Ti scrivo perché gli eletti del M5S hanno un’occasione storica. Dobbiamo scongiurare qualsiasi ipotesi di alleanza PD-PdL, e non permettere alla minoranza di Monti di condizionare gli equilibri parlamentari. Possiamo respingere il ritorno di Berlusconi e costringere Bersani ad accettare le sfide che i suoi stessi elettori vorrebbero raccogliesse..... - Continua: http://saul-arpino.blogspot.it/2013/02/viola-tesi-scrive-beppe-grillo-per.html

Libia. Le milizie accusate di rapimenti, sparizioni e torture - Scrive Ferdinando Calda: "Non ci possono essere né libertà né dignità in una società dove regnano il disordine e il caos delle milizie”. A lanciare l’allarme è la Commissione per i diritti umani del Congresso Nazionale libico, che in un comunicato ha denunciato “rapimenti, sparizioni forzate, omicidi, arresti arbitrari e tortura quasi sistematici” compiuti dalle milizie. “Evidenziamo – scrivono i membri della Commissione – la necessità di avviare un’inchiesta e di punire quanti sono stati coinvolti [in queste violazioni], in modo da alimentare un senso di sicurezza e di giustizia nel popolo”. Già all’inizio di febbraio Human Rights Watch aveva denunciato come la Libia sia ancora afflitta da gravi violazioni dei diritti dell’uomo, compresi gli arresti arbitrari, la tortura e i decessi in carcere, quasi un anno e mezzo dopo la caduta di Gheddafi”

Viterbo festosa saluta il nuovo eroe – Scrive Giovanni Faperdue: “Cantami o diva del peppino Grillo l’ira funesta che infinite schiere di candidati trasformò in chiavati.... - Cari amici, oggi mi sono rifatto all’incipit dell’Iliade e brandendo la penna come una turlindana, memore di mille battaglie vinte, vi scrivo. Sono a cavallo del mio PC, con le redini della mia tastiera in pugno, perché oggi mi sento..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/02/27/viterbo-e-giovanni-faperdue-festosi-salutano-il-nuovo-eroe-cantami-o-diva-del-peppino-grillo-l%E2%80%99ira-funesta-che-infinite-schiere-di-candidati-trasformo-in-chiavati/

Cultura a Montesilvano – Scrive Olis: “In Via Toscanini, 14 - Montesilvano (PE), Domenica 3 Marzo, ore 18.00 - Presentazioni d’autore a cura di Lucia Guida · Il Cielo capovolto di Stefano Carnicelli · Religione e Potere: Il Grande Inquisitore di Fiodor Dostoewskij. Reading letterario con l’attrice Susanna Costaglione. Ingresso Libero - info: 393.236209"

Roma. Come educare gli infanti a crescere – Scrive Franca: “Nitaj Deranja sarà a Roma per una conferenza in Campidoglio, lunedì 4 marzo alle 17.30 nella sala della Protomoteca, nel corso della quale parlerà dell'esperienza di una nuova coscienza nell’educazione, maturata in 40 anni dal movimento educativo Educare alla Vita e dalle Scuole Living Wisdom e presenterà il suo libro di prossima uscita Educare con gioia: come aiutare i ragazzi di oggi a scoprire i veri valori della vita...” - Continua:

Corrispondenza bioregionale – Scrive S.Z.: “Buon Giorno Sig. D'Arpini, mi scusi per il disturbo. Il suo indirizzo mi è stato dato da Caterina Regazzi Mi chiamo Simone Zuin e da qualche tempo mi interesso di Decrescita. Sto pensando di organizzare una serie di incontri qui nel mio piccolo comune in provincia di Brescia. Uno di questi vorrei organizzarlo sul tema del Bioregionalismo. Le chiedo se è disponibile a partecipare come unico relatore o se conosce qualcuno a cui posso chiederlo. Rimango in attesa di un suo riscontro per poter eventualmente affrontare i dettagli”

Mia rispostina: “Caro Simone, diamoci decisamente del tu. Apprendo  con piacere del tuo interesse per il bioregionalismo, c'è bisogno in Italia e nel nondo di un nuovo paradigma per rapportarci saggiamente con l'ambiente, gli animali ed i nostri simili. La tua richiesta di collaborazione è ben accetta. Immagino che tu abbia letto la carta degli intenti della Rete: http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/?r=28856  e che tu intenda aderire alla stessa. In questo momento sono qui a Treia nelle Marche, per organizzarvi una manifestazione bioregionale che si svolge dal 25 al 28 aprile,  vedi:  http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/01/treia-25-28-aprile-2013-premesse-per-la.html e mi tratterrò qui sino ai primi di maggio dopodichè salgo in provincia di Modena a casa di Caterina. Stiamo lavorando alla preparazione dell'Incontro Collettivo Ecologista, che raggruppa varie anime del bioregionalismo, dell'ecologia profonda e della spiritualità della natura, che quest'anno si svolgerà a Vignola dal 22 al 23 giugno 2013, vedi: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2012/12/premesse-per-lincontro-collettivo.html - Inoltre abbiamo in programma un incontro a Verona per il 6 luglio: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/01/6-luglio-2013-festa-dellanima-gemella-e.html - Ritengo che per poterci conoscere personalmente uno di questi incontri potrebbe essere idoneo. E comunque vorrei sapere che tipo di manifestazione vorresti organizzare a Brescia. Un incontro pubblico? Un'adunata fra amici? Come avrai compreso tutto il nostro impegno si svolge a livello di volontariato e dobbiamo tener conto delle disponibilità di tempo e di spostamenti per poter organizzare un eventuale incontro introduttivo. Credo che per cominciare la cosa migliore sarebbe quella di cominciare conoscendoci di persona per capire bene il percorso che si vuole intraprendere.”

Il dio dell'antico testamento ebraico era in realtà il dio dei Sumeri – Scrive Apocalisse Laica: “In un confronto tra il prof. Alessandro De Angelis, noto antropologo e studioso antico testamentario, ed un famoso sacerdote e docente universitario, prof. alla Pontificia Università Gregoriana, alla Pontificia Università Lateranense, all’Antonianun di Roma ecc., nonché preside di un importante studio teologico, sono state portate le prove di come gli Ebrei costruirono Dio (chiamato Yahweh nell’Antico Testamento) tramite un sincretismo degli antichi dei sumeri, avvalendosi di ricerche epigrafiche, archeologiche e filologiche. La conferenza ha assunto un particolare interesse quando l’emerito prof. e sacerdote, una volta presa la parola, ha confermato e convalidato le sopra dette ricerche facendo cadere in 15 minuti il dio delle tre maggiori religioni monoteistiche mondiali. Riportiamo in sintesi le ricerche esposte dal prof. De Angelis cui seguirà la ratifica del sacerdote...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/02/yahweh-il-dio-dellantico-testamento-e.html

Piumazzo. Erbe commestibili – Scrive Vincenzo: “Giovedì 7 marzo all'Almo di Piumazzo: PIANTE SPONTANEE COMMESTIBILI. Dal riconoscimento al periodo di raccolta delle erbe per il consumo in cucina e non solo. Gilberto Pasqualini, agronomo, artista decoratore di esterni ed interni. Info. 333.3210 581"

Lecci. Lavori all'orto – Scrive Linda: “Sperimentazione sinergica all'orto di Lecci
lasciandoli il tempo che ci vuole per cambiare la struttura della terra. Arriveranno all'orto, sabbia, terricci e assi di legno e da li si parte. un caro amico ha finanziato questa nuova gestione dell'orto, grazie Flavio che dio ti porti carote e cavoli..... vi aspetto dalle 14.00 in poi del 16 marzo. Info. pacciamama@hotmail.it”


Il ritorno a casa – Scrive Christa: “Quando si parla di bioregionalismo si dice: "Riabitiamo il luogo, torniamo alla nostra casa..." è una frase talmente comune che a qualcuno viene a dire “…va bene – è con questo?”. Entrando però più profondamente nel pensiero, subito  si scopre non solo il conflitto drammatico di quelli che vorrebbero tornare a casa, ma non possono, o quelli che non sono mai i benvenuti e sempre stranieri in un altro paese – l’aspetto più triste del tema – si scopre inoltre un’ampia varietà, del tutto soggettiva, al riguardo della domanda: cosa significa per te tornare a casa?” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/02/riflessioni-sul-ritorno-alla-casa.html

Beh, non vado oltre... abbiamo fatto indigestione di politica.. ma il tempo lo richiede! Ciao, Paolo/Saul

............................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Tratta le persone come fossero ciò che dovrebbero essere: le aiuterai a diventare ciò che sono capaci di diventare." (Goethe Johann Wolfgang)

.....

Costosi Rimedi "Quanto in cor giovanil è bello amore tanto si disconvien a chi scemò vigore. Amor ha sua virtute agli anni uguale; se antica è etate, poco o nulla vale. Lascia l'impresa a giovani più ardenti; per te riserva sol sogni ed intenti"! - Questa canzon ricorda vita magra che azzurra diventò con il viagra ma, fatte somme, poi divien palese: almeno raddoppiate son le spese. Morde la crisi. Divien la vita dura, moneta metta chi può nella fessura. (Luigi Caroli - 27 febbraio 2013 - da Rime Tempestose - ediz Piccanti)

Nessun commento:

Posta un commento