Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 1 febbraio 2013

Il Giornaletto di Saul del 2 febbraio 2013 – Opinioni vegetariane, fuori le banche, N.P.C.I. pro M5S, Giordano Bruno, buchi neri Clini, Confucio….



Care, cari,

Scambio di opinioni sul vegetarismo – Scrive Marinella Correggia a ulteriore commento di  http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/01/30/bombay-o-mumbay-nonviolenza-e-vegetarismo-oppure-carne-e-consumismo/: “Caterina, hai proprio ragione. O non sarà anche perché erano così non per scelta ma per tradizione? Io poi non capisco proprio i 5 sensi delle persone: carne e pesce fanno schifo ai 5 sensi!!! Volevo fare un questionario su questo, in memoria di Plutarco, ma tutti mi dicono che i 5 sensi sono soggettivi.... tu e Paolo che dite? Un abbraccio e spero di conoscerti prima o poi (Paolo mi è di grande incoraggiamento sulla faccenda guerre, non sai quanto)..”

Rispostina di Caterina: “Cara Marinella, ovvio che sono soggettivi, altrimenti a tutte piacerebbe George Clooney! Scherzi a parte per quel che riguarda l'alimentazione credo che molto dipenda dai cibi propinatici durante l'infanzia e dall'abitudine. Per esempio, io, che non mangio quasi per niente carne e pesce da qualche anno, all'inizio vedere certe pietanze a base di carne o pesce mi faceva venire voglia... adesso non mi fa più caldo nè freddo, ma da qui a dire che mi facciano schifo, quello no.... La tradizione certo ha il suo peso. Nella mia regione (Emilia Romagna), i piatti tipici sono tutti a base di carne, insaccati, salumi e sono rarissimi i ristoranti vegetariani, ma anche in un ristorante tradizionale a volte è difficile trovare cibo senza ingredienti animali. I sensi andrebbero educati, tutti i sensi intendo, ma noi umani forse usiamo troppo il cervello (ragione) e poco i sensi (istinto) quindi abbiamo perso la capacità di "sentire" quello che è buono per noi. Grazie per quello che fai.... anche io ho voglia di conoscerti, vieni a Treia ad aprile! (vedi programma: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/01/treia-25-28-aprile-2013-premesse-per-la.html)”

Replica di Marinella: “Ahi, il mio Plutarco non attecchisce...sai io non mangio carne e pesce dal 1981, decisione dalla sera alla mattina e mi ha subito fatto molto schifo, posso sentirne il gusto orrendo anche se ce n'èp un grammo nel brodo (mi accadde in Afghanistan e vomitai la notte); veramente anche prima...il mio incubo da piccola era quando trovavo un pezzetto di osso nel sugo... ancora adesso quando le lenticchie hanno un sassolino mi viene lo schifo dell'osso. Sono patologica credo. Non sarei un caso da studiare? Se tutti avessero così schifo di carne e pesce sarebbe fatta! Una scorciatoia assoluta!”

Mia rispostina: “..anch'io io da bambino avevo uno schifo tremendo per la carne, che mi obbligavano a mangiare per forza, ed io masticavo masticavo e non riusciva mai a mandarla giù.. e mi sa che delle volte ho vomitato pure.. Poi però, con la fame nera dell'adolescenza disperata, mi sono avvezzato a mangiare anche la trippa (che odiavo)... ma quando ho smesso definitivamente (a 29 anni) è stato un sollievo!” 

Imboccamento cristiano e laicità di pensiero – A commento dell’articolo  "Spiritualità Laica significa liberazione dai preco..." scrive Massimiliano: “…concordo pienamente con quanto scritto. domenica prossima ci sarà una delle tante cerimonie cristiano cattoliche atte ad immettere sui binari dei "sacramenti " i poveri ed innocenti bambini, tutti vestiti a nuovo insieme agli ipocriti genitori che, per essere inseriti in questa assurda società religiosa, la domenica si presentano in chiesa con la macchina e i vestiti lucidi... alla loro uscita non sanno neanche cosa sia stato detto ma, agli occhi della gente "perbene", loro erano presenti..  fa niente se durante la settimana tutto hanno fatto tranne che comportarsi da "religiosi perbenisti".. tanto la chiesa cattolica perdona tutto, basta esserci la domenica mattina!” – Altro commento ricevuto: “Carissimo Paolo, l'argomento e' senz'altro stimolante e non mi sottraggo al piacere del confronto. Sono cristiano, ma assolutamente rispettoso dei credo altrui. Tengo, tuttavia, a precisare che spesso con presunzione, superficialità o supponenza si tende a derubricare il credente, assoggettandolo alla "casta religiosa" di riferimento. E' chiaro, ormai, che il CLERO si sia discosto nei secoli dal suo ruolo primordiale e dalla sua radice; testimoniare e diffondere i principi di uguaglianza solidarietà, di amore fraterno, preferendo ad esso l'avidità, l'attaccamento al potere. E' chiaro che il messaggio evangelico è stato "manipolato", e la prova più evidente e' il "dogma" per il quale "la sofferenza sia necessaria per raggiungere la salvezza"! Una nefasta mistificazione! Dio ci vuole felici, e ci ha pure indicato la chiave di vita; l'AMORE FRATERNO! Che pochissimi di noi mette in atto. Perché ci riteniamo ciascuno depositari di verità assolute, mai disposti a confrontarci e condividere saperi ed energie…” – Continua nel link segnalato

Mia rispostina: “Caro Gianni, è il "credere" in se stesso che impedisce la percezione diretta dello Spirito che tutti ci compenetra. Dio non può essere avulso dal creato e non può essere "altro" da noi stessi. D'altronde persino Gesù lo ha chiaramente affermato dicendo "Il Regno dei Cieli è dentro di voi" e persino nel vecchio testamento dal nome dato alla divinità "Javè", che significa "io sono", si evince che lo spirito è presente come Essere in ognuno di noi. Ed ancora più specificatamente è detto: "Io sono quell'io sono" (tradotto impropriamente dai cristiani con "Io sono quel che sono").... Grazie per aver dialogato con me su questo tema importante”

Fuori le banche – Scrive Fabrzio Belloni: “La Casta, ignorante, collusa, solidale fra sé e non aperta a chi è altro da sé, del Monte Paschi di Siena, ha staccato la lingua da quei pochi neuroni che solitari si agitano nelle loro zucche. E ne hanno dette due che, senza che se ne siano resi conto, suonano più fragorose della splendida "Messa da requiem" di Giuseppe Verdi: "Fuori i politici dalle banche", tuona una parte (non dico destra, che la Destra era altra cosa); "Fuori le banche dai partiti", replica l'altra banda bassotti (chiamarla Sinistra sarebbe una magniloquente iperbole). Non si rendono conto che hanno eretto un monumento a Ezra Pound: "I politici sono i lacchè dei banchieri", tuonò  il vecchio Leone, poeta e filosofo, economista e politico, "preveggente" e coerente, con la schiena dritta al punto da far paura, forse più da morto che da vivo”

Torino. Resistenza e autogestione  - Scrive Punto info antirazzista: “Aumentano gas, luce, tram, diminuiscono i salari. La crisi morde forte nelle nostre periferie. Nei quartieri dove arrivare a fine mese non è mai stato facile, tanti non ce la fanno a pagare il fitto e il mutuo, rischiando di finire in strada. Le banche si prendono le case di chi resta senza lavoro. A Torino ci sono 150.000 appartamenti vuoti. Tra l’IMU, i fitti alle stelle, i mutui capestro, la casa è sempre più un'emergenza sociale…” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/02/torino-2-febbraio-2013-guerra-ai-poveri.html

Pressione alta – Scrive Franco: “Ciao, ho fatto una ricerca ed ho scoperto che MOLTE MALATTIE sono provocate dalla PASTIGLIA che ti dà il dottore per controllare la PRESSIONE ALTA  (IPERTENSIONE). Avutone la CERTEZZA onde evitare MALATTIE INUTILI (che sono certo  causate VOLUTAMENTE come con i VACCINI) lo comunico in modo che tu sappia come comportarti, facendoti presente che la PASTIGLIA della pressione PUOI ELIMINARLA ingoiando al suo posto ACIDO ASCORBICO e NIACINA (vitamina B3) che sono SEMPRE SOLO ALIMENTI senza CONTROINDICAZIONI DI SORTA”

Roma. Nel nome di Giordano Bruno – Scrive Maria Mantello: “Anche quest’anno a Roma, il 17 febbraio 2013 a Campo dei Fiori, a partire dalle ore 16.30, l’Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”, ricorderà il martirio di Giordano Bruno che venne mandato al rogo perché non voleva conformarsi, sottomettersi a Verità presupposte e assolute…” – Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/02/roma-17-febbraio-2013-nel-nome-di.html

Governi “tecnici” e buchi neri – Scrive Speziapolis: “Provvedimenti e nomine lampo, un classico che si ripropone ad ogni fine legislatura. Quando vengono fatte passare decisioni che aspettavano di essere prese da tempo o che avrebbero potuto aspettare la legittimazione di un nuovo governo.  Nomine e decisioni su temi spinosi, rifiuti e salute, che innescano un effetto domino.  Ci sono 57 buchi neri in Italia: scelti tra tanti per ottenere la poco lusinghiera medaglia di luoghi più inquinati. Adesso sono diventati 36 con il  decreto di declassamento a firma del Ministro Clini…”

Crescita in coscienza politica – Scrive Nuovo Partito Comunista Italiano: “La lotta delle masse popolari nei prossimi mesi sarà tanto più avvantaggiata quanto meno il Parlamento futuro, uscito dalle elezioni di febbraio, sarà composto di elementi docili ai vertici della Repubblica Pontificia e quindi quanto meno sarà in grado di dare la copertura costituzionale a cui aspirano per costituire un governo forte e autorevole contro le masse popolari. Questo è il decisivo motivo della indicazione di voto che il nostro Partito ha dato per le elezioni politiche nazionali: votare per la lista Movimento 5 Stelle. Ma noi non abbiamo mai detto che Beppe Grillo e il suo M5S sono raccomandabili per quello che dicono o per quel..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/02/01/nuovo-partito-comunista-italiano-elezioni-del-24-febbraio-2013-aiutiamo-il-m5s-a-crescere-in-coscienza-politica/

Firenze poetica – Scrive Letteratura e Cultura: “Sabato 09-02-2013 ore 17:00,
alla Biblioteca Comunale di Compiobbi – Via Aretina 45 – Compiobbi (FIRENZE). Poesia e musica con i Poetikanten Gruppo formato da Paolo Ragni, Massimo Acciai, Iuri Lombardi, Alessio De Luca. Info. blogletteratura@virgilio.it

Lettera aperta bis al monti mario, detto il pallario – Scrive Stefano Davidson: “Lei, Monti Mario da Varese, un nome che verrà raccontato nei libri di Storia (se riusciranno a scriverli le persone giuste, o che verrà tramandato oralmente se i libri saranno opera dei suoi complici) come IL TRADITORE per eccellenza dell'Italia, colui che ha ABOLITO lo Stato Italiano definitivamente. Lei andrebbe esiliato, altro che presentato alle elezioni, andrebbe portato il più lontano possibile, insieme a tutta la sua genìa perversa di mangiasoldi a spese del prossimo (suo figlio Giovanni in testa, altra “testa di legno” in Morgan & Stanley e poi in Parmalat, assunto grazie all'amico Bondi, poi ringraziato con un posto di commissario per la spending review) a spaccare pietre e mangiare pane e acqua, come si faceva una volta…” – Continua:  

Roma. Altra economia e socialità popolare – Scrive Asud: “Location stile londinese, in un altro palazzo abbandonato e fatto rivivere dall’iniziativa di cittadini, associazioni e realtà del quartiere San Giovanni,  il mercato- non mercato torna domenica 3 febbraio, dalle 10 alle 19.  I numerosi artigiani, protagonisti  verranno ospitati al coperto, mentre i produttori agricoli e alimentari, bio e a filiera corta, esporranno i loro prodotti sul terrazzo del palazzo di via Monza 9 a Roma. E’ un modo, questo, molto concreto, per ribadire che il sogno di un’altra economia e socialità partecipata bioregionale non può essere sconfitto da operazioni securitarie a protezione di interessi privati speculativi, che sottraggono ai quartieri e ai territori, decine di iniziative culturali, di aiuto, di pubblico interesse…” – Continua:

Previsioni evangeliche su Israele – Scrive Arai Daniele: “Si ricorda a tutti che la ripresa della Terra Santa da parte degli ebrei nel nostro tempo, dopo il secolare esilio, fu profetizzata da Gesù, nello stesso modo come lo fu la diaspora: “Gerusalemme sarà calpestata dai gentili fino a che si compiano i tempi delle nazioni (dei gentili)”. (Lucas 21, 24). Poiché i tempi evangelici, e non solo, si contano in rapporto alla venuta del Salvatore, Gesù Cristo, «i tempi delle nazioni cristiane possono essere considerati compiuti con la grande de-cristianizzazione dell’Occidente, cioè con la riuscita  dei tanti complotti promossi dallo spirito contrario a Cristo…».. “

Modena. Avvicinamento all’I Ching – All’associazione senza nome di Modena  il 3 febbraio 2013, dalle h. 10 alle 14.00 – Yang (il caldo), Yin (il freddo),  Armonia (la coesistenza). Il discorso comincia lontano, dallo iato del neolitico, e percorre le tappe dell’umana evoluzione sino all’agonia cronica dello stato presente. Un momento questo che presuppone un mutamento ineluttabile. E la spinta al cambiamento viene da quella ‘terza parte’ che sempre provvede a far pendere da una parte o dall’altra il piatto della bilancia. Per capire meglio come questa continua trasformazione influisce sulle nostre vite quotidiane verrà tenuto un incontro in cui si esamineranno gli esagrammi dell'I Ching relativi ad ogni  mese, in modo da comprendere la metamorfosi e l’attitudine da assumere nei vari frangenti. Verranno illustrate le caratteristiche degli archetipi dello zodiaco cinese e le fasi dei cinque elementi….” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/01/3-febbraio-2013-modena-avvicinamento.html

Terra ai giovani agricoltori – Scrive Società Agricola: “Il 4 febbraio, dalle ore 9 alle 13, il “Coordinamento romano per l’accesso alla terra” promuove una manifestazione presidio sotto la sede dell’ARSIAL, agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio, l’ente che gestisce una parte consistente del patrimonio di terre pubbliche di proprietà della Regione. Il Coordinamento, composto da  tre cooperative di giovani,  denuncia lo stato di abbandono e il rischio di svendita delle terre a destinazione agricola, una risorsa in grado di  produrre  lavoro stabile e ricambio agricolo generazionale. Info. agricoltura.coraggio@gmail.com

Politica ed etica - L’etica confuciana, in parte somigliante  a quella di Francesco Guicciardini,  è   una esemplificazione ideale basata  su norme atte a  coagulare la società e renderla prospera, nei suoi vari livelli,  mantenendo inoltre una costante sinergia d’intenti fra lo  stato ed i sudditi. Per questa ragione il Confucianesimo non è mai stato sconfessato dal comunismo maoista, anzi Mao ha forse tentato di porsi come un  simbolo  ininterrotto del buon governo auspicato da Confucio. Che ci sia riuscito  e se il popolo lo abbia riconosciuto come tale è  un altro discorso.. Sta di fatto che nel solco del pensiero confuciano si può intuire e riconoscere tutto il pragmatismo che contraddistingue  anche la Cina moderna. Se rivolgiamo l’occhio all’insegnamento di Confucio  esso ci si presenta libero da ogni collegamento diretto con la divinità, essendo fondato unicamente sulla ragione e sul buon senso. Ed è per questa ragione che  da oltre 25 secoli la ragione ed il buon senso  sono onorati in Cina..” – Continua:  http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/02/esempio-di-spiritualita-laica-e.html


Vi saluto affettuosamente, Paolo/Saul

……………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Tralascia tutte le idee che puoi avere su di te, e scoprirai che sei il puro testimone al di là di tutto ciò che può accadere al corpo e alla mente” (Nisargadatta Maharaj)

Nessun commento:

Posta un commento