Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 1 maggio 2017

Il Giornaletto di Saul del 2 maggio 2017 – Primarie PD a Treia, Wesak, bugie papali, France en prise au terrorisme, rivalutare la storia del luogo, economia bioregionale o schiavitù finanziaria?



Care, cari, ho svolto la funzione di “scrutatore” alle Primarie PD, che si sono tenute il 30 aprile a Treia, ed ho scritto un resoconto che a molti non è piaciuto! Non è piaciuto ai renziani, non è piaciuto ai bersaniani, non è piaciuto al gruppo FB di Passo Treia (gestito da un renziano doc il quale mi ha bannato per aver postato l'articolo), insomma a mano a mano che il resoconto viene letto aumentano i dis-like. Qualcuno mi ha persino accusato di essere una spia della STASI... eppure ho detto solo la verità. A mia difesa ripropongo la Difesa di Socrate tratta da Apologia di Socrate di Platone, che potete leggere in calce al resoconto che segue... - http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/05/1-maggio-2017-renzi-sale-al-podere.html

Aspettavamo invano – Scrive Olivier Turquet: “Siamo cresciuti in un mondo dove Leggi e Convenzioni avevano il massimo rispetto; non sempre ci siamo trovati d’accordo con quelle leggi e quelle convenzioni ma lo stesso atto di contestarle era un atto di riconoscimento delle medesime. Le leggi, le convenzioni e il buon senso sono state il cemento di un certo mondo di cui stiamo sempre più perdendo le tracce. In questo senso anche il potere innegabile dei media era un potere comunque regolato da quelle leggi. Per quanto di parte i giornali dovevano mantenere un minimo di deontologia e, direi, un minimo di decenza e proporzione, cose anch’esse in via di estinzione...”

Treia. Anche quest’anno ci prepariamo al Wesak, che viene indicato come il giorno della nascita del Buddha. A dire il vero di Wesak ne esistono 2, quello acquariano che ricorre quest’anno il 10 maggio, nel plenilunio del Toro – Ed il Wesak buddista, del 9 giugno, nel plenilunio in Gemelli. Noi festeggeremo entrambe le date: la prima a Treia, alle ore 13, dove si terrà un canto di mantra nella sala di meditazione del Circolo vegetariano VV.TT.  –  La seconda a Spilamberto dove compiremo una escursione serale al fiume Panaro, con canti sotto la luna piena.... Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/01/nascita-del-buddha-treia-wesak-acquariano-il-10-maggio-2017-wesak-buddista-il-9-giugno-2017-a-spilamberto/

Balcani inquieti. Per interessi USA – Scrive C.M.D.: “Nell’area balcanica la strategia elaborata dai think tank ed in particolare dall’entourage di George Soros e dai servizi segreti e di intelligence americani, è quella di finanziare le ONG che agiscono localmente, i mass media ed i gruppi paramilitari, politici locali e unità di agenti infiltrati e consulenti militari, ecc. In Macedonia, uno stato balcanico di piccole dimensioni con solo due milioni di abitanti, ma strategicamente importante per la sua collocazione geopolitica, gli USA hanno aperto alcuni anni fa una mega ambasciata con 400 dipendenti (quanti di costoro saranno veri funzionari della diplomazia e quanti agenti dell’intelligence?), non è improbabile che lo abbiano fatto perché hanno pianificato qualcosa di assai rilevante? Magari sostituire la classe politica con un’altra predisposta ad asservire gli interessi USA.”

Guerre e bugie papali – Scrive Simon Smeraldo: “Il Papa dovrebbe scomunicare i governi, ministri e parlamentari della guerra (l'Italia negli ultimi 26 anni ne ha fatte ben 7, tutte di aggressione contro gli altri popoli), per violazione grave dei comandamenti fondamentali, incluso quello relativo all'azione irrimediabile: "Non uccidere". Ma non lo fa, fa finta di niente. Nemmeno i suoi predecessori lo hanno mai fatto. Perché nella realtà non ci sono cristiani, nemmeno il papa...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/02/sterminio-dei-popoli-le-bugie-papali.html

Salvare il suolo – Scrive Lipu: “Dal suolo dipende il nostro futuro eppure ogni secondo che passa ne scompaiono 2 metri quadrati, sepolti dal cemento, sfruttati, avvelenati. Senza un suolo sano e vivo non c'è futuro per l'uomo e per gli organismi vegetali e animali. Niente foreste, niente cibo, scorte di acqua dolce ridotte, biodiversità ridotta al minimo. Ma in Europa, non esiste una legge comune che difenda il suolo: oggi i cittadini di tutta Europa chiedono di difenderlo dal cemento, dall’inquinamento e dagli interessi speculativi. Info: #People4Soil

La France en prise au terrorisme – Scrive Resau Voltaire: “La France vient d’être la cible d’un nouvel attentat terroriste, à trois jours du premier tour de l’élection présidentielle. Pour Thierry Meyssan, Paris doit cesser de raconter des sornettes et prendre la mesure des événements : le terrorisme international —auquel il participe— est commandité et instrumenté jusque contre lui par certains de ses alliés au sein de l’Otan...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/01/la-france-en-prise-au-terrorisme-de-ses-propres-allies-de-l%E2%80%99otan/

Altri tempi, con la DC – Scrive V.Z.: “La DC, assieme ai suoi alleati della "prima repubblica", non ci ha mai condotti in guerra contro nessuno, ha contenuto il debito sempre entro il 55-60% (oggi è oltre il doppio), ha realizzato spesa pubblica e lenta ma continua costruzione di benessere, ha mantenuto la disoccupazione circa al 5%, il picco massimo fu del 7,5%, la metà di quello odierno.. Si può pensare qualunque cosa dei difetti DC, si può dirne peste e corna, ma i criminali al potere oggi sono infinitamente peggiori. Sfortunatamente la politica non premia gli ingenui. Perché è arte conflittuale, anche se platonicamente non dovrebbe esserlo, ma nella sua realtà effettiva è dialettica senza esclusione di colpi, che favorisce i disonesti....”

Treia. Rivalutare la propria storia – Scrive Simonetta Borgiani: “Dobbiamo rivalutare la nostra terra, recuperare un orgoglio, un senso di appartenenza che cancelli il concetto distorto che abbiamo: ignoranti senza storia, e invece di storia ne abbiamo, eccome, è il nostro giardino segreto, e così dobbiamo trattarla, prendere la chiave, aprire la porta, fare pulizia delle erbacce e riportare questo giardino favoloso al suo originario splendore, e anche di più. Se non ci crediamo noi, come pretendiamo ci credano gli altri? Anche se qui mi devo contraddire, arrivano gli stranieri e sanno tutto, mentre noi non conosciamo la chiesa di fronte casa...” - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/05/la-storia-di-treia-ricordata-da.html

Un mondo di plastica – Scrive Serena Maso: “Il mare è diventato un’enorme discarica: inquinato da rifiuti di ogni genere, ma soprattutto dalla plastica, che persiste nell'ambiente per centinaia di anni, uccidendo la fauna marina e contaminando la catena alimentare. Moltissimi prodotti monouso -come ad esempio stoviglie e imballaggi- sono fatti di plastica; tanto che metà della produzione industriale di plastica serve proprio a realizzare questi prodotti usa e getta. Possiamo farne a meno e sostituirli con altro? - Info. greenpeace.italia@act.greenpeace.org”

Economia bioregionale o schiavitù finanziaria? – Scrive Claudio Martinotti Doria: “Le nuove forme di schiavitù cui sono sottoposti coloro che lavorano e producono beni e servizi reali, finalizzate a favorire le caste parassitarie, soprattutto finanziarie, politiche e burocratiche, non si possono certo fondare sulla forza bruta, quantomeno non nelle società cosiddette Occidentali, e quindi si fondano sulla gestione monetaria, avendo creato la Fiat Money (moneta cartacea creata dal nulla e a corso forzoso, quindi senza alcuna garanzia e fondata solo sulla fiducia)...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/economia-bioregionale-e-schiavitu.html

Questi giorni passano senza chiedere il permesso... dove ci porteranno? Ciao, Paolo/Saul

…......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“Quando accettate completamente di non sapere cosa fare o dire, rinunciate a lottare per trovare delle risposte che vengono dalla mente pensante, ed è allora che una più grande intelligenza può operare attraverso di voi. E persino il pensiero può trarne beneficio, perché l'intelligenza più vasta può fluire in esso e ispirarlo” (Eckart Tolle)


Nessun commento:

Posta un commento