Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 7 maggio 2017

Il Giornaletto di Saul del 8 maggio 2017 – Agire non agire, americani ridotti alla fame, squilibrio mentale, Vignola: verso un biodistretto, l'incontro con Baba Muktananda...

Immagine correlata

Care, cari, agire non agire - In realtà nessuno fa nulla c’è solo un’intersecazione e commistione di forze diverse che agiscono attraverso di noi. Quel che resta sono i semplici fatti, non le ragioni o le intenzioni. Comunque tendiamo ad esaminare quei fatti con la nostra visione personale ed il nostro senso del giudizio. La vita è tutta una meravigliosa sorpresa e voler stabilire il suo significato è semplice arroganza! - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/05/07/lazione-spontanea-e-il-non-agire-taoista/

La comunicazione su internet – Scrive Gloria Germani a commento dell'articolo http://www.terranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/La-comunicazione-su-internet-cambiera-la-storia -: “Caro Paolo, ti stimo molto e quindi ti domando se davvero credi che Internet cambierà la storia in positivo. Sono sicura per esperienza diretta che il cinema e la televisione hanno provocato soltanto una propaganda più efficace e distruttiva nel giro di pochissimo tempo.. Aspetto un tuo commento”

Mia rispostina: "Cara Gloria, in un modo internet può cambiare la storia, quella della comunicazione, nel modo in cui la comunicazione diventa utilizzabile a chiunque e nei termini e negli argomenti che chiunque può o vuole utilizzare. Ho avuto ed ho tutt'oggi esperienza di comunicazione a mezzo stampa o tv o radio, etc. e so bene che i temi trattati vengono scelti e controllati da chi detiene tali mezzi di comunicazione. So anche che su internet c'è il rischio di creare confusione avendo tutti a disposizione lo stesso mezzo comunicativo "aperto" e quindi internet è anche un mezzo di disinformazione. Per questa ragione parlavo di "forme pensiero che siano sostenute da immagini accompagnate da emozioni e sentimenti, oltre che da intelligenza.. (continua)...". Insomma internet copia e funziona come nella psiche la formazione dell'inconscio collettivo, per questo è importante che vengano emesse "forme pensiero" espressioni di verità e di coscienza spirituale, ecologica e simili. Sì, all'inizio ero molto schizzinoso anch'io sull'uso di internet, poi ho realizzato che come ognuno di noi è in grado di influenzare positivamente la memoria collettiva attraverso pensieri positivi, meditazione, etc. altrettanto si può fare con internet che altro non è che una forma "espansiva energetica grossolana" della nostra mente. Ti invito pertanto a rileggere l'articolo con queste premesse... Inoltre la vera ecologia profonda deve necessariamente potersi attuare nella situazione presente, nei modi in cui tale situazione è manifesta, per questo in altre occasioni affermavo che non serve regredire al primitivismo bensì è necessario ecologizzare completamente il sistema."

Poveri americani. Ridotti alla fame... - Scrive Marcello Foa: "L'economista Paul Craig Roberts da anni denuncia le condizioni di povertà in cui versano milioni di americani. Informazioni che in un paese che "esporta" la democrazia in tutto il mondo dovrebbero essere di dominio pubblico, ma che nei fatti sono annacquate dalle istituzioni che ritoccano i dati sull'economia, e vengono dimenticate dai media..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/07/poveri-americani-ridotti-alla-fame-per-pagare-le-guerre-del-sistema/

Mio commentino: “Scrive Wall Street Italia: "La Nato dovrebbe disporre di una forza agile e pronta a “combattere nel giro di una notte”, nel caso di nuove minacce da parte della Russia. Lo ha detto il generale dell’esercito Usa Curtis M. Scaparrotti, comandante supremo della Nato in Europa. La tensione tra la Russia e la Nato è alle stelle. Diversi sono stati gli incidenti diplomatici che hanno portato all’escalation...."

Commento di Vincenzo Zamboni: “Accortisi che i russi non tollerano passi falsi in Siria gli americani hanno sviato l'attenzione contro il nord Corea, scoperto che il medesimo è alleato alla Cina hanno spostato il mirino sul Venezuela. Sarà lunga questa storia?”

Squilibrio mentale, condizionamento e indottrinamento religioso – Scrive F.L.M.: “La storia è colma di orrori commessi dall’uomo nei confronti del suo simile, trascinato in guerre fratricide da soggetti megalomani capaci di condizionare il pensiero della gente. Allo stesso modo i delinquenti riescono a trascinare in azioni delittuose giovani, a indurli a prostituirsi, a diventare spacciatori di droghe, oppure essi stessi schiavi della droga. Gli scaltri, i furbacchioni, i malandrini riescono a circuire la gente ingenua semplicemente perché questa ha scarso senso critico delle cose....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/07/squilibrio-mentale-indottrinamento-e-condizionamenti-religiosi/

M5S. L'alternativa? Scrive Teodoro Margarita: “...l'alternativa, non di classe ma pur sempre antisistema praticabile, è il M5S.Valentino Parlato, grande fondatore del mio giornale, appena morto, Il Manifesto, dichiarò di aver votato Raggi, giustamente e ben accolta era ai funerali, in Protomoteca in Campidoglio, e non il pupazzo PD Giachetti, a Roma. Ecco, io sono questo, un ecologista profondo, un militante di sinistra che non trova riferimenti possibili a sinistra e guarda verso i Cinque Stelle, in Francia avrei votato Melenchon, in Spagna gli Indignados, ovvero Podemos, in Germania la Linke. Sono questo ed adoro la Terra. Prima di tutto, nostra Madre...”

Macron ha vinto. Ma non nel nostro cuore – Scrive A.M.C.: “A me, Macron non piace affatto e lo ritengo venduto ai poteri forti della globalizzazione, dell’economia e della finanzia mondiale, non mi fido di lui e sono molto preoccupata dei danni che potrà causare alla Francia e all’Europa. Ciò detto, le campagne elettorali devono avere una dignità e concernere esclusivamente gli aspetti politici, i programmi proposti dai candidati, il loro comportamento in ambito politico e amministrativo, sono contraria al massacro mediatico e alla messa in piazza di fatti e comportamenti che riguardano esclusivamente la sfera privata e l’intimità della persona....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/05/douce-france-3-avanti-un-altro-macron.html

Uno Stellium In decima casa,forse l'enigma nasce da lì. E sicuramente anche l'inizio della vita in tarda età più che della rinascita...”

Mia rispostina: “Grazie, mi sembra consono...”

Vignola. Verso un biodistretto - Scrive Caterina Regazzi: “Un evento importante si è svolto a Vignola, il 6 maggio 2017, ma che riguardava tutti noi consumatori, oltre ai produttori agricoli e a chi, per mestiere e/o per passione e vocazione, in questi ultimi anni si è interessato di biologico, biodinamico, agricoltura naturale. Si è tenuto presso l'agriturismo Montecuccoli, dell'amico Bonetti. Il volantino recitava così...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/05/verso-un-biodistretto-resoconto.html

P.S. “In effetti la donna nell'antichità è stata la prima custode della Terra, la donna (ma anche l'uomo) viene dalla Terra, la conosce istintivamente e la ama come una madre, è ovvio che abbia un rispetto sacrale nei suoi confronti. Complimenti agli organizzatori, speriamo che da questo incontro possano nascere altre iniziative per il rispetto del nostro ambiente di vita...”

Il Nulla è Dio? - Scrive Paolo Bancale: “Che cosa è il Nulla? come tentare di immaginarlo? oltre al suono della parola “n-u-l-l-a”, il Nulla in sé ha un qualche senso? E’ fantasia, allucinazione, ossessione, l’orizzonte degli eventi del panico? o forse è l’anti-realtà, anti-creazione, anti-atomo e anti-cosmo, anti-vita e anti-morte, anti-pensiero e anti-senso: l’anti-dio? Di tutto può immaginarsi una traccia ma non del Nulla, assimilabile quanto a quiddità ad un pensiero rimasto inespresso in una persona che non c’è più. Esiste? Ma è poi esistito? O il nulla diventa Nulla per sottrazione?” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2017/05/tracce-o-variazioni-sul-nulla-o-su-dio.html

P.S.: “Noi non conosciamo la Morte finché non ci batte la sua mano sulla nostra spalla. E quel dolore è la più tragica categoria dello Spirito...”

L'incontro - Come potrei raccontare l’incontro avuto con me stesso, come potrei descrivere l’io dinnanzi all’Io? Questo riconoscimento del Sé avviene come stabilito dal destino. Per me accadde allorché mi trovai dinnanzi al mio Guru Muktananda. Ma definire un “qualcuno” Guru è un’offesa alla verità, poiché Guru non è mai una persona è semplicemente la Coscienza che anima e manifesta ogni persona. Quella Coscienza io sono. Ma prima di giungere a questa “esperienza” dovrei fare molta strada indietro nel tempo, nel raccontare spezzoni e spezzoni del mio sogno, della mia identificazione con lo spurio “io” che ho creduto di essere per tanto tempo. Questo discorso metafisico è alquanto strano, non c’è altri che “Io” eppure quando si parla di “io” automaticamente la mente produce un soggetto che si prefigura come usufruitore di ogni esperienza vissuta, è un’identità riflessa nello specchio della coscienza, è un’immagine speculare che non potrà mai essere il vero “Io” eppure ne rappresenta le caratteristiche… come ogni immagine speculare… Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/12/22/eccomi-di-fronte-a-swami-muktananda-il-guru%E2%80%A6/

Ieri, domenica 7 maggio 2017, sono stato al centro di Siddha Yoga di Macerata, accompagnato da Danizete e Donatello. In programma la celebrazione del compleanno di Baba Muktananda, il mio Guru. In verità egli nacque il 16 maggio 1908 ma la celebrazione avviene nel periodo corrispondente al calendario lunare. Abbiamo cantato per un'ora il mantra “Om Namo Bhagavate Muktanandaya” (una versione simile : https://www.youtube.com/watch?v=SCkKY6OStVw), è stata una bella esperienza che mi ha mostrato diverse situazioni interiori ed esteriori.

Un abbraccio a tutti voi, Paolo/Saul

….................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Se volete meditare con successo dovete capire innanzi tutto su cosa meditate. La gente medita su ogni tipo di oggetto con le tecniche più svariate. Alcuni addirittura sulle loro fantasie. Altri su determinati punti del corpo, ma nessuno di questi sistemi vi può condurre al Sé. Se volete raggiungerlo, dovete meditare sul Sé, sul testimone interiore.” (Swami Muktananda)



Nessun commento:

Posta un commento