Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 11 maggio 2017

Il Giornaletto di Saul del 12 maggio 2017 - Italia in pole position, ecologia delle piccole cose, Collettivo Ecologista 2017, il vaso (da notte) di Pandora (Boschi), Italia: piccoli Macron crescono, ripartire dal lavoro autonomo...


Risultati immagini per dolore e stridor di denti

Care, cari, sono sempre più convinto che l’Italia è il Paese oggi più messo male (apparentemente) e sull’orlo del baratro, ma anche il più vicino alla “pole position” della ripresa per avere lo scettro del comando. Perché? Perché la politica mondiale è giostrata da chi noi italiani abbiamo in casa e quindi siamo i di lui privilegiati, avendogli dato l’eredità dell’Impero Romano, con i suoi comportamenti e le sue leggi nonché la sua mentalità. Facciamo da cavie e da portabandiera. Chi più dell’Italia sostiene la chiesa cattolica? Chi più ha i propri governanti assoggettati? Basti guardare un Mattarella, un Gentiloni qualunque, tanto per citare solo gli attualmente in carica: sembra che abbiano appena lasciato l’abito talare all’attaccapanni dietro la porta. Ciò significa che è la chiesa che ha in mano l’Italia. Ma questo non dovrebbe far gioire (essendo costoro “lupi in sembianze di agnelli”), dal momento che una volta che il gioco nascosto sarà rivelato, ci sarà sì benessere economico per molti, ma anche ci saranno dolori e stridor di denti. (Marco Bracci)

Ecologia delle piccole cose - Cominciando dalle piccole cose, azioni e gesti personali, si possono sempre trovare successive forme di sensibilità ambientale e di educazione civica. Ad esempio quanti scarti alimentari produciamo? Forse quegli scarti possono essere diminuiti se badiamo di più all’essenziale, in tutte le nostre abitudini quotidiane, o magari utilizzati per i nostri animali domestici… anche se noto che è aumentata la produzione e vendita di mangimi e scatolame industriale -definito “raffinato”, per cui gli avanzi alimentari sono di poco uso (al massimo ci si ricava compost di pessima qualità dovuto al mescolamento di sostanze estranee)... - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2016/05/10/ecologia-delle-piccole-cose-invertire-la-macina-consumista-per-sradicare-linquinamento-ambientale-e-mentale/

Prenotazioni per il Collettivo Ecologista 2017 - L'incontro collettivo ecologista, corrispondente all'incontro annuale della Rete Bioregionale, che solitamente si tiene in concomitanza con il solstizio estivo, è stato fissato nei giorni 24 e 25 giugno 2017. Il luogo dell'incontro è in provincia di Modena, nella Casa di Mezzo di Ca' Lamari a Montecorone di Zocca. Invitiamo perciò i bioregionalisti, gli ecologisti e gli spiritualisti laici a comunicarci la loro partecipazione al convegno, in modo da organizzarci per le preparazioni. I posti a dormire disponibili nella casa sono una decina, con sacco a pelo, oppure liberi in tenda propria, servizi igienici da campo e pasti autogestiti con cibi vegetariani da ognuno portati Autofinanziamento ad offerta libera. Date conferma al più presto scrivendo a: circolo.vegetariano@libero.it – Seguirà programma dettagliato.

Resilienza bioregionale – Scrive Guido Dalla Casa: “Tutto viene sacrificato a due divinità maligne e sanguinarie di questa civiltà: la velocità e la competizione. Sci e auto sono servi degli stessi dei. Questo, in modo ancora più grave, sta accadendo in tutto il mondo: 100.000 Kmq di foreste spariscono ogni anno. I prati spontanei sono cementificati e diventano materia inerte. Il territorio viene distrutto e degradato a vista. Nel frattempo la percentuale di anidride carbonica nell’atmosfera cresce di tre punti all’anno e il mostruoso eccesso di popolazione umana peggiora sempre: 80 milioni in più ogni anno...“ - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/il-mondo-scoppia-resilienza.html

Commento di Franca Oberti: “Tutto vero, ahimè, hai mai visto come preparano i campi per il golf? Prima allestiscono un luogo quasi in maniera artificiale, poi distruggono l'ecosistema di un altro luogo per creare prati intensivi e sradicarli per spostarli nell'altro luogo, quello dei giocatori... ma nei prati coltivati a erba in maniera intensiva, muoiono tutti gli insetti che nutrivano i rospi e i gamberi di fiume e così viene annullato un sistema perfettamente circolare, una catena alimentare perfetta, che controllava anche la proliferazione delle zanzare. Un'ennesima tragedia ai danni della Natura....”

Il vaso (da notte) di Pandora (Boschi) - Anche ieri mattina, al solito baretto di Treia, i giornali riportavano notizie (malgrado la censura di partito) sulla querelle De Bortoli – Boschi, sui fatti regressi di Banca Etruria ed abbocchi con l’Unicredit dell’allora ministra renziana. Ricordo Ferruccio De Bortoli, nobile direttore de Il Corriere della Sera, quando il Corriere era ancora il Corriere e si poteva star certi che le notizie in esso pubblicate corrispondessero alla verità dei fatti... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/11/grazie-ferruccio-de-bortoli-per-aver-rovesciato-il-vaso-da-notte-di-pandora-boschi/

Integrazione di Antonio Padellaro: “Se fossimo Grillo (o Di Maio o Di Battista fate voi) diremmo grazie a Ferruccio de Bortoli. Non tanto per le rivelazioni sui contatti avvenuti nel 2015 tra l’allora ministro, la renzianissima Maria Elena Boschi, e l’allora numero uno di Unicredit, Federico Ghizzoni onde sistemare, diciamo così, la disastrata Banca Etruria di papà Boschi...” - Continua in calce al link soprastante

Treia. Resoconto del consiglio comunale del 10 maggio 2017, in “famiglia” - La mia sensazione, stando lì seduto nell’ex sala IPSIA, che funge da aula consiliare in attesa del ripristino del palazzo comunale dichiarato inagibile per il recente sisma, è stata quella di trovarmi ad una riunione di famiglia. L’atmosfera era molto informale, oltre ai consiglieri ed al sindaco e ad un paio di funzionari c’ero solo io ad assistere, come semplice cittadino. Dopo un po’ ho visto arrivare un giovanotto con una carrozzina dalla quale uscivano vagiti di un neonato affamato, mi son chiesto cosa stesse succedendo ma l’ho capito subito allorché la mamma, assessora ai servizi sociali, si è alzata per andare ad allattarlo. Mi ha fatto molto piacere osservare come gli incarichi istituzionali e la funzione materna potessero coniugarsi senza intralciarsi. La seduta è iniziata, come al solito, con le comunicazioni del sindaco Franco Capponi, il quale..” - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/05/treia-resoconto-del-consiglio-comunale.html

Firenze. Neocolonialismo, migranti, ONG, Soros – Scrive Fulvio Grimaldi: “A FIRENZE, IL 14, DOMENICA, DALLE 16.30, Piazza Torquato Tasso 7, ci vediamo il docufilm "Eritrea, una stella nella notte dell'Africa" e ragioniamo sulle strategie neocolonialiste dell'élite occidentale che punta a svuotare i paesi delle loro migliori energie e rovesciarne i migranti su un'Europa del Sud da sfiancare e ridurre sul lastrico. A proposito di Ong e di Soros.... - Info. fulvio.grimaldi@gmail.com”

Roma. Noi Professionisti – Scrive Mauro Vaglio: “Manifestazione di Noi Professionisti. Provenienti da ogni parte d'Italia ci troveremo Sabato 13 Maggio 2017, alle ore 10,00, in Piazza della Repubblica per rivendicare il giusto riconoscimento del ruolo fondamentale che le Professioni svolgono nel nostro Paese. Pretendiamo il ripristino di quei Minimi Tariffari che la Corte di Giustizia Europea ha ritenuto perfettamente legittimi e una garanzia per i cittadini, consentendo al Professionista Onesto di svolgere il proprio lavoro nel rispetto di Dignità e Decoro...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/05/roma-manifestazione-dei-professionisti.html

Il Giornaletto “straniero” - Scrive Claudio Martinotti Doria sul Giornaletto letto da stranieri - https://saul-arpino.blogspot.it/2017/05/il-giornaletto-di-saul-del-11-maggio.html?showComment=1494522711378#c5953641103421564617 -: “Sono d’accordo con Caterina, anch’io ho pensato la stessa cosa, ma nel senso che interpreti tu, cioè attingono a posizioni critiche alternative ai media mainstream, ed in parte potrebbero essere anche agenzie di intelligence, che come sai usano analisti per intercettare ed interpretare il pensiero diffuso sui social network e blogger per avere il polso della situazione sociale, per misurare le reazioni ed il livello di tensione, conflittualità e demistificazione in corso.” - Continua al link segnalato

Ucraina. Neonazisti e sorosiani scatenati – Scrive Enrico Vigna: “Abbiamo ricevuto dall’Ucraina questa denuncia/comunicato riguardo le repressioni e gli attacchi compiuti dai Servizi segreti (SBU) e dalle bande neonaziste e sorosiane che gestiscono la “nuova” Ucraina dei golpisti di Kiev. Nella giornata del 9 maggio, dal 1945, caratterizzatasi sempre come la Giornata della Vittoria sul nazifascismo nella Grande Guerra Patriottica e giorno di commemorazioni, memoria e festa, si è scatenata in Ucraina una serie di provocazioni, minacce, attacchi e arresti contro esponenti delle forze di opposizione e patriote ucraine...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/05/ucraina-solidarieta-ai-perseguitati.html

Roma. Pasta Madre Day – Scrive Mercato Contadino: “Ecco un nuovo importante appuntamento del Mercato Contadino Castelli Romani. Nell’ambito del Festival Cerealia, all’interno dell’Ippodromo Capannelle, Pasta Madre Day, settima edizione! Domenica 14 maggio 2017 ore 9.00 – 19.00 - Info. info@mercatocontadino.org”

Roma. AVA chiede aiuto per una nuova sede – Scrive Franco Libero Manco: “Per quanti vorranno o potranno contribuire ad alleggerirne il peso finanziario ed essere annoverati tra coloro che hanno contribuito a dare all’AVA la nuova e definitiva sede, sarà realizzata una targa di benemeriti. Chi volesse potrà visionare il nuovo locale.... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/11/roma-lava-chiede-aiuto-per-una-nuova-sede/

Italia grillina. Piccoli Macron crescono – Scrive Luigi Caroli: “Dopo aver appreso la vittoria di Macron, sposato con la sua ex insegnante meno giovane di ventiquattro anni e paternamente appoggiato dall’ex-Presidente Hollande, sapete cosa ha fatto Di Maio? Ha svelato la sua storia di “vero” amore con la bella Silvia che ha solo dieci anni più di lui. Dividono già le spese per l’affitto e, vista la nuova normativa economica post divorzio, se l’amore non sarà più “vero”, non avrà problemi. Si sente un Micro-macron? E per il lato paterno? Già fatto! Lui è “grillino” da tempo...”

Lavoro autonomo – Scrive Il Mattinale: “Con l’approvazione del ddl lavoro autonomo si dimostra la volontà di costruire un sistema di tutele e diritti per il mondo dei professionisti autonomi e freelance, un fatto importante. Restano, tuttavia, alcune mancanze e criticità gravi, come già più volte abbiamo segnalato durante l'Iter parlamentare" Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/il-lavoro-autonomo-professionale-va.html

Salutiamoci così, in autonomia... Ciao, Paolo/Saul

….................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Ero intelligente e volevo cambiare il mondo. Ora sono saggio e sto cambiando me stesso." (Paolo Mario Buttiglieri)




Nessun commento:

Posta un commento