Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 17 maggio 2017

Il Giornaletto di Saul del 18 maggio 2017 – Celebrazione della vita, Minimal Music, Renzi Squallor, origine degli italiani, natura e Dio, DNA e contemporaneità, canapa bioregionale libera, Santa Ildegarda a Fonte Avellana...


Risultati immagini per paolo d'arpini

Care, cari, tutto il pensiero mediterraneo è orbitato per millenni attorno alla concezione unitaria dell’Universo con la Vita. La realtà sensibile, concreta, stabile, è impersonificata in oggetti solidi (i primi simboli della religiosità sono sassi, pietre, luoghi di passaggio, etc.) fino alle statue ed ai simboli naturali, la religiosità della natura è strettamente interconnessa con la vita nelle sue manifestazioni essenziali: corporeità, sangue, linfa, nascita, morte, sessualità. E la celebrazione della vita avviene da tempo immemorabile in corrispondenza del Solstizio estivo…. - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/17/montecorone-di-zocca-solstizio-estivo-nel-parco-di-roccamalatina-il-24-e-25-giugno-2017-con-la-rete-bioregionale-italiana/

P.S. Quest'anno celebreremo il Solstizio, il 24 e 25 giugno, a Ca' Lamari di Zocca, nel Parco di Roccamalatina. Vedere il programma all'interno dell'articolo soprastante

Commento di Giulietta Blu - “Caro Paolo, purtroppo quest'anno non potrò essere presente alla celebrazione solstiziale, sono impegnata in Puglia, dove terrò un corso sulla Comunicazione ecologica. Dopo anni di studio ininterrotto, da un po' sto tenendo seminari a prezzi modici, portando per mano le persone attraverso il viaggio della "Comunicazione Profonda" insegnando la base, unendo tecniche differenti, dando strumenti semplici da usare ogni giorno e in qualsiasi relazione, dalla Comunicazione Empatica di Marshall Rosemberg , alla via del Cerchio di Manitonquat, la Comunicazione Ecologica di Jerome Liss e l'Arte del Processo di Democrazia Profonda di Arnold Mindell (esplorazione dei conflitti, integrazione di parti marginalizzate)...” - Continua in calce al link soprastante

Ascoli Piceno. Minimal Music – Scrive Sara Di Giuseppe: “Hanno 162 anni in due, e Philip Glass e Arvo Pärt potrebbero far proprie le parole di Erik Satie: “Sono venuto al mondo molto giovane in un tempo molto vecchio”. Giovanissima e sorprendente è la musica che s’innalza oggi qui, fra gli archi e i travertini della Chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio, gioiello romanico fra gli innumerevoli che Ascoli non merita, dall'incredibile facciata a riquadri che illumina la piazzetta un tempo incastonata nel verde, poi “riqualificata” e desertificata degli “inutili” alberi...” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2017/05/ascoli-piceno-minimal-music-recensione.html

Sacrificati sull’altare del “buonismo” - Scrive Rino Tripodi: “Un tempo si moriva perché c’era chi credeva in comunismo, fascismo, nazismo. Oggi… per il politicamente corretto”

Renzi Squallor. Da bandiera gialla a maglietta gialla – Scrive Alessandro Robecchi: “La chiamata alle armi viene direttamente dal Capo Renzi, su Facebook, appello accorato e ordine di mobilitazione. L’adunata è per tutti i militanti, dai deputati in giù, che andranno (cito il sacro testo) “Ognuno in un Comune diverso di quelli colpiti dal sisma”. A fare che? “Ad ascoltare, a fare il punto, a portare la testimonianza di un impegno concreto”. Insomma, niente ramazze, stavolta dovrebbero bastare le orecchie. Il Pd vuole “ascoltare” i bisogni delle popolazioni terremotate del Centro Italia. ..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/05/17/renzi-squallor-da-bandiera-gialla-a-maglietta-gialla-le-disgrazie-come-opportunita-di-marketing/

Commento di Anna Lombroso: “Sparaballe in magliette gialle… è semplicemente il loro solito modo di prenderci per i fondelli, nella convinzione che loro sono furbi e noi grulli, che la menzogna sia una virtù del politico e la dabbenaggine un dovere della plebe, e che la nostra condizione di assoggettati, ricattati, intimoriti ci obblighi a credere alle loro pretese di innocenza, alla loro malinconia di perseguitati dalla macchina del fango che oltraggia perfino i loro affetti filiali”

L'origine degli italiani – Scrive Azione Identitaria: “L'Italia, oltre ad una base paleolitica europea occidentale, è in massima parte stata colonizzata durante il neolitico, da popolazioni europidi mediterranee. In tempi storici i loro discendenti si chiameranno Falisci, Etruschi, Reti, Sardi... a queste si aggiungono genti indo-europee, provenienti dal Centro Europa: in massima parte sono Italici come gli Umbro-Liguri, gli Umbro-Sabini, i Sanniti, i Latini, i Siculi, i Veneti. Un'altra famiglia indoeuropea, strettamente imparentata a quella italica, quella dei Celti..” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/05/identita-genetica-bioregionale-gli.html

Isola d'Elba. Sì ai mufloni – Scrive Serena Ruffilli: “Vogliono eradicare (leggi: ammazzare!) tutti i mufloni dell’isola d’Elba, la mia amata Elba! https://www.change.org/p/caart-coordinamento-associazioni-animaliste-regione-toscana-no-all-eradicazione-del-muflone-elbano-siamo-tutti-alloctoni - Abbiamo aperto una petizione per fermare il massacro di questo splendido e placido animale, che non dà noia a nessuno anzi, riveste un ruolo fondamentale per la pulizia dei terreni boschivi, limitando il rischio di incendi ed è da sempre un valore aggiunto per i turisti che non disdegnano di farsi foto panoramiche con i mufloni nello sfondo…”

Alla Natura nulla importa che un dio esista o non esista – Scrive Guido Dalla Casa: "Le istituzioni che rappresentano Cristianesimo, Ebraismo, Islam sono sempre state in lotta, con fasi alterne e qualche pausa. Queste istituzioni hanno come caratteristiche: - Credono fermamente in un Dio personale ed esterno al mondo, creando un dualismo fortissimo nel pensiero umano (Creatore–creatura o Dio-mondo); - Considerano semplicemente come “ambiente dell’uomo” un complesso di venti-trenta milioni di specie di esseri senzienti, con tutte le relazioni che li legano. Non hanno alcuna considerazione per il mondo naturale, visto come al servizio dell’uomo, essere del tutto privilegiato e “metafisicamente” diverso; - Non si sono ancora accorte che ci troviamo sul terzo pianeta di una stella di media grandezza, lanciata nel braccio esterno di una galassia qualunque, fra miliardi di altre galassie... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/05/che-un-dio-esista-o-non-esista-nulla.html

L'intelligenza del DNA è “contemporanea” – Scrive Deepak Chopra: “L’intelligenza del nostro DNA funziona contemporaneamente nel passato, nel presente e nel futuro. Dal passato prende il progetto originale della vita, dal presente solo piccolissime frazioni di informazioni necessarie al funzionamento delle cellule e riserva al futuro le informazioni che saranno importanti per il nostro futuro. La doppia elicoidale è il magazzino quantum per il nostro futuro; qui il tempo è compresso e riposto fintanto che non diventerà necessario. Al momento che siamo stati concepiti i nostri geni hanno preso il controllo degli eventi della nostra intera vita che avverranno con precisa sequenza. Per esempio le mani sono emerse nell’utero prima in una amorfa massa di cellule, poi in mozziconi che sono poi diventati come delle pinne di pesce, piedi di anfibi, zampe di animali e alla fine mani umane. Queste evoluzioni sono ancora oggi presenti come memorie nei nostri geni, come le mani della nostra infanzia, adolescenza, età adulta, e vecchiaia. A livello quantum noi viviamo tutte queste età nello stesso tempo…”

Puzza di cadavere in tavola – Scrive Franco Libero Manco: "Per capire tutto l’orrore ed il disgusto del mortifero prodotto che è la carne, è necessario partire dall’inferno degli allevamenti intensivi in cui animali, nati per essere liberi e godere dei benefici raggi solari e brucare l’erba verde dei prati, sono stipati fin dalla nascita in gabbie metalliche senza possibilità di movimento, immersi nei loro stessi escrementi, privati di qualunque diritto naturale, come quello di giocare da cuccioli..." - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2015/05/17/il-viaggio-della-carne-in-tavola-e-la-puzza-di-cadavere/

Bologna. Canapa Island – Scrive Vegan OK: “Il Vegan Festival si terrà al Sana di Bologna dall'8 all'11 settembre 2017, nel contesto del Canapa Island: nell'isola della sostenibilità. I visitatori di VeganFest si potranno addentrare nel mondo della canapa, pianta che rappresenta una risorsa naturale preziosissima per i suoi numerosi impieghi che non impattano sull'ambiente. Info. info@veganok.com

La canapa bioregionale deve tornare libera nei nostri campi - Pianta disinquinante, fonte alimentare e tessile e per la produzione di biomassa, etc.. insomma un toccasana per la natura e per l'uomo! Ma alla fine della seconda guerra mondiale, l'Italia fu obbligata ad interrompere la produzione di canapa (le sementi furono cedute alla Francia o distrutte), con la scusa "dichiarata" di attuare il proibizionismo contro le droghe. Avvenne “di fatto” -in seguito alla visita di Alcide De Gasperi negli Usa ed all’entrata dell’Italia nella Nato- che il governo italiano all’inizio degli anni ’50 ne proibisse la coltivazione...” - Continua: https://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/05/canapa-bioregionale-pianta.html

Ecologia della parola. Libraria – Scrive Massimo Angelini: “Buongiorno Paolo, perché ti so attento alla produzione editoriale di Pentàgora e sensibile ai temi verso i quali sono sensibile, desidero segnalarti il mio ultimo libro “Ecologia della Parola”, che uscirà il 1° di giugno p.v. La traccia che orienta il libro è: ripulire le parole può aiutare a ripulire il pensiero e il modo di vedere le cose. Info. 347.9534511”

Mia rispostina: “Ovviamente se vorrai presentare il libro durante l'incontro collettivo ecologista, di cui ti ho inviato il programma, sei benvenuto. Nel caso confermami la presenza in modo da poter integrare la scaletta...”

Serra Sant'Abbondio. Convegno su Ildegarda di Bingen – Scrive Patrizia Cavallo: “Dal 2 al 4 di giugno 2017, si svolgerà al Monastero di Fonte Avellana (nel comune di Serra Sant'Abbondio, nella provincia di Pesaro e Urbino, alle pendici del Monte Catria), il II Convegno sulla figura di Santa Ildegarda di Bingen, Monaca Benedettina vissuta nel XII secolo, intitolato: 'Santa Ildegarda: filo d’oro tra terra e cielo'..” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2017/05/monastero-di-fonte-avellana-dal-2-al-4.html

Alitalia resti all'Italia – Scrive Arrigo Colombo: “Alitalia deve restare la compagnia di bandiera. Non dev'essere né svenduta, in tutto o in parte, né privatizzata,  né mandata in fallimento, la soluzione certo più oscena. Dev'essere affidata ad un gruppo di persone competenti ma soprattutto oneste, ineccepibili nell'onestà, che la reimpostino e la riavviino, costi quel che costi. Questo vale per tante cose italiane perché l'Italia, quanto è grande cattolica tanto è grandemente corrotta, la nazione più corrotta d'Europa, una delle più corrotte del mondo.”

Leva obbligatoria o servizio civile? La discussione è aperta - La riproposizione di una qualche forma di leva obbligatoria declinata in termini di utilizzo dei giovani in ambiti di sicurezza sociale «non è un dibattito obsoleto», tanto che in Europa «si è riaperto non solo in Svezia ma anche in Francia, dove, alle ultime presidenziali, l'argomento è stato toccato da molti candidati, compreso Macron». Lo ha detto il ministro della difesa, Roberta Pinotti, a margine della sfilata degli Alpini,del 15 maggio u.s. a Treviso. Una leva, ha specificato, «non più solo nelle forze armate ma con un servizio civile allargato a tutti»... E voi cosa ne pensate?” Rispondete nei commenti: https://auser-treia.blogspot.it/2017/05/riproposizione-della-leva-obbligatoria.html?showComment=1495041227618#c5842165343427116614

E pure oggi abbiamo chiuso! Ciao, Paolo/Saul

…...............................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"Il senso di colpa è inutile. Appartiene alla vanità. Quando qualcuno commette un errore e poi ne diventa cosciente, si arricchisce e non si impoverisce (...) Finiamola con la colpevolezza! Non serve assolutamente a niente. Il nostro errore appartiene al passato; ha avuto lo scopo di renderci coscienti: è divino." (Alejandro Jodorowsky)

….......................

“Quando una persona parla molto, non è pronta, non è stanca, sta giocando ed è arrabbiata. A quel punto la cosa più utile da fare e' litigare, bisogna dirgli subito che non c'è nulla da fare e mandarla via. Se capisce tornerà pronta per avere aiuto senza fare giochi, altrimenti avremo tutti risparmiato le nostre forze. Chi parla tanto non vuole niente". (Bert Hellinger)



Nessun commento:

Posta un commento