Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 30 aprile 2017

Il Giornaletto di Saul del 1 maggio 2017 – Beltane, Poste e Ferrovie in svendita, vita morente, acque del mondo in Borsa, delegare il proprio destino, riconoscere il proprio Dharma...


Risultati immagini per Beltane vedi

Care, cari, Beltane è la festa della Luce splendente dei Celti, celebrata fra la fine di aprile ed i primi di maggio, corrisponde al nostro 1° maggio, il Calendimaggio romano, ovvero il periodo situato a metà fra l’equinozio di primavera ed il solstizio estivo... (...). Questo è il sesto anno che festeggio Beltane a Treia, qualche volta alla Magnalonga o con altre passeggiate nella natura, e quest’anno lo celebro con una meditazione ed un canto. Il cambiamento piace a Beltane!... - Continua: http://treiacomunitaideale.blogspot.it/2017/04/treia-1-maggio-2017-beltane.html

Alitalia. Il simbolo dell'inettitudine governativa – Scrive Roberto Tumbarello: “Dovevamo venderla nove anni fa all'Air France, salvando, così, posti di lavoro e dignità. A Prodi mancò il coraggio di decidere. Il suo successore aveva altri interessi. Ci è costato tanti soldi e figuracce questo rifugio di inetti. In un paese dai parametri capovolti, dove il valore costituisce demerito, emergono i mediocri. Chi è pieno di rabbia si evira per fare un dispetto alla moglie. Ci incaponiamo con referendum che vengono sempre bocciati e ne vanno di mezzo i figli. Dovrebbero votare loro, che non sono elettori, ma vittime. il sindacato è in declino. Però, meno male che c’è, per scaricargli addosso le colpe di tutti. Ormai senza più valore, siamo in attesa del migliore offerente, al ribasso...”

Governo d'accatto – Scrive Arrigo Colombo: “Si legge che l'attuale Governo sta per privatizzare interamente e definitivamente le Poste e le Ferrovie e con questo continua un processo di privatizzazione dei servizi sociali che è in atto da qualche tempo. Privatizzare significa trasformare un servizio sociale offerto a tutti, mirando al benessere di tutti, in una fonte di profitto per il capitale; perché è certo che il capitale lo gestirà in termini profittuali. E così i servizi peggioreranno. Trasformare due servizi sociali, come le Poste e le Ferrovie, in fonte di reddito per il capitale, è un delitto contro la Nazione, che nessuno del Governo si può permettere...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2017/04/30/no-alla-privatizzazione-di-poste-e-ferrovie-basta-con-la-privatizzazione-dei-servizi-sociali/

I traditori di renzi – Scrive Alfredo Morganti: “Le primarie se l'è aggiudicate, perciò renzi può sparare ad alzo zero contro i “transfughi” della scissione. E così va a finire che quelli di Articolo 1 sarebbero anche dei ‘traditori’ oltre che, com’è noto, gufi e rosiconi. Dice Renzi che Bersani, D’Alema, Speranza, Rossi avrebbero difatti “tradito” migliaia di militanti e simpatizzanti. Con loro, dunque, impossibile allearsi, perché “la gente non capirebbe”. Mentre capirebbe benissimo, pare, un’alleanza con Berlusconi. Bersani no, Berlusconi sì. Berlusconi andrebbe benissimo per i ‘militanti’ del PD. Non vedono l’ora di fare larghe intese con lui, una specie di Patto del Nazareno stavolta alla luce del sole... Giuliano Pisapia è dunque avvertito: se prova a mischiarsi con D’Alema, Renzi gli mette il muso e non gli parla più.”

Roma. Mandir della Pace – Scrive Giovanna Sorbelli: “Alla Fiera di Roma , il 1 maggio, in occasione del festival dell'oriente,  sarò relatrice per il Mandir della Pace dalle 20.00 alle 21.00,  insieme al Prof Andrea Fiorentini psichiatra,  sul tema "Il conflitto di coppia: una criticità solo occidentale". Info. ultimenotizie@eudonna.it”

La vita sta morendo. Grazie all'uomo – Scrive LIPU: “La situazione è davvero preoccupante. I prodotti chimici, usati come pesticidi e fertilizzanti stanno uccidendo le api e le farfalle, e inquinando i nostri fiumi: non possiamo più fidarci di quello che mangiamo. Il 55% degli uccelli tipici dei paesaggi agricoli è scomparso negli ultimi 30 anni e altre specie selvatiche che abitano le nostre campagne rischiano l'estinzione...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2017/04/lagricoltura-e-avvelenata-la-vita-sta.html

Primarie. La tomba renziana – Scrive U.T.: “La scarsa affluenza sembra essere stata scongiurata: il segretario dimissionario Renzi ha dichiarato che “un milione di votanti sarebbe un ottimo risultato”, anche se la cifra è notevolmente più bassa rispetto al 2013, quando ad andare alle urne furono quasi tre milioni. Insomma il PD si prepara a perdere le elezioni...”

Acque del mondo in Borsa – Scrive Jo-Shing Yang: “Si sta accelerando una tendenza preoccupante: le banche di Wall Street e i multimiliardari dell’elite stanno acquistando l’acqua in tutto il mondo ad un ritmo senza precedenti...” - Continua: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2017/04/30/tutta-lacqua-del-mondo-finisce-a-wall-street-anche-quella-che-piove-dal-cielo/

La storia umana va rivista – Scrive Claudio Martinotti Doria a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2015/08/il-mahabharata-e-le-inferenze-di-una.html -: “Oltre alle testimonianze della civiltà della Valle dell'Indo Sarasvati occorre aggiungere la pressoché identica testimonianza dei testi antichi mesopotamici e dell'Antico Testamento, dalle quali si evince che sulle città della Pentapoli a nord del Mar Morto: Sodoma, Gomorra, Adma, Zoar e Zeboim, e su un centro di comando nel Monte Mashu su uno spazioporto in Sinai, accadde un evento simile a quello indiano ma di più vaste e distruttive proporzioni...” - Continua in calce al link

Delegare il proprio destino ad altri non è segno d'intelligenza – Scrive Franco Libero Manco: “Alla base di tutte le tirannie sta l’ignoranza del popolo, la mancanza di senso critico e di analisi dei suoi singoli componenti. Quanto più un popolo (e quindi un individuo) è ignorante tanto più è facilmente manovrabile, assoggettabile, condizionabile. Più manca la volontà di autodeterminazione più l’essere umano cade in balia di menti scaltre ed egemoni. Più manca la convinzione di essere portatori di ogni potenziale umano in grado di renderci artefici del nostro destino e più si è soggetti alle decisioni degli altri. Quando si trascura l’importanza della conoscenza diretta si delega altri a decidere per noi e per la nostra vita...” - Continua:

Italia. Paese straniero – Scrive Fabia Petri: “Strano paese il nostro: i giudici che indagano su ciò che non si deve, vengono deferiti al CSM; medici, oncologi e non, che cominciano sempre più spesso a criticare i protocolli, rischiano la radiazione dall'albo ( dopo essersi beccati epiteti infamanti e gogne mediatiche), chi osa commemorare i "propri morti", viene fotografato per essere tenuto "in caldo", hai visto mai... che Belpaese!”

Commento di Agnia Russo: “Importano clandestini in piena forza fisica Fanno sparire bambini e donne. Appaltano l'accoglienza a cooperative che non integrano ma fanno business mercificando vite. Vogliono lo ius soli per far diventare l'Italia meticcia al servizio delle lobby che ne sfruttano la mano d'opera a basso costo. Gettano la società in un pericolosissimo conflitto etnico tra poveri … e ti vengono a dire che è vergognoso giudicare le ONG”

Commento di Maurizio Blondet: “Quello che sta veramente accadendo è il tentativo di de-nazionalizzare gli stati nazionali attraverso l’uso di migranti non assimilabili. Se fosse solo un problema demografico come viene raccontato, sarebbe prioritario mettere gli italiani in condizione di non emigrare (oltre 200 mila nel 2015 di cui 107 mila ufficialmente), o sarebbe più conveniente l’immigrazione di popolazioni a noi più affini. Gli ucraini se potessero verrebbero in massa. Affini etnicamente e religiosamente, avrebbero il vantaggio che i loro figli sarebbero totalmente assimilati, senza ghetti di emarginati rancorosi di tipo francese o statunitense. Ma questo non va bene. Perché quello che serve è proprio l’immissione di popolazioni che non possano assimilarsi. Per destabilizzare e permettere il controllo remoto dello stato-colonia. Tutto questo in qualche maniera richiama la decolonizzazione dell’impero britannico, quando dal 1947 le colonie ottennero l’indipendenza e i britannici disegnarono i confini in modo da non regalare mai una omogeneità etnica. Un simpatico lascito di caos. Le élite che controllano gli Stati Uniti si stanno preparando al dopo-Nato e un’Europa massacrabile da conflitti interni è quanto di più auspicabile."

Bioregionalismo e biologia - Pian piano tutti i terreni e tutte le falde acquifere saranno inquinate. L’acqua diventerà un bene preziosissimo e l’agricoltura, che sino a pochi anni fa era fonte di nutrimento per l’uomo, diventerà la causa della sua rovina. Inoltre la detenzione di sementi brevettate e la trasformazione dell’ambiente porterà a carestie indicibili ed allo sterminio di intere popolazioni. A chi interessa tutto ciò?.. - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2017/04/bioregionalismo-e-biologia-dalle.html

Razzi. Il salvatore – Scrive R.T.: “Razzi salva l’umanità, a un passo dalla fine del mondo. Basta burlarci di Razziche, grazie alla sua amicizia con Kim Jong, la Corea del Nord non ha scatenato la guerra nucleare. Rispetto e riconoscenza merita anche Di Pietro che lo ha individuato e portato in parlamento. Che fiuto! Il punto di unione è stato probabilmente il congiuntivo. Nessuno dei due sa che cosa sia. Poi, il primitivo si è evoluto da sé, fino a diventare intimo del dittatore. In una delle sue visite a Pyongyang, ha curiosato nella stanza dei bottoni e inavvertitamente toccato qualcosa. Ecco com’è fallito il lancio del nuovo razzo (nomen omen). Quel flop ha dissuaso il coreano dal reagire alle intimazioni USA...”

Come riconoscere il proprio Dharma? - Come riconoscere la propria missione personale? Il discorso è da un lato complesso dall'altro invece molto semplice. Non ci si può interrogare sul proprio Dharma, occorre viverlo momento per momento sentendolo come un'ispirazione. Quindi non ci si può realmente basare sulle indicazioni di libri sacri, sulle divinazioni e sugli archetipi e sugli elementi incarnati. Dobbiamo fiutare il vento e fidarci delle sensazioni e conoscenze ed esperienze personali... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2016/04/il-dharma-che-non-viene-deciso-ed-il.html

Santa pazienza, sempre, in ogni occasione. In fondo tutto passa! Ciao, Saul/Paolo

….......................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:


“Risveglio. Se puoi, svegliati di buon mattino e fai tutto con calma. Respira profondamente e fai qualche leggero movimento di distensione. Bevi un bicchiere d’acqua tiepida e osserva dalla finestra il cielo. Poi, posa l’occhio su un fiore e sulla nudità delle forme. Osservati e ricorda a te stesso le cose importanti e belle. Sii sereno...” (Michele Meomartino)

Nessun commento:

Posta un commento