Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 31 dicembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 31 dicembre 2014 – Notte senza tempo a Spilamberto, Erinna a Viterbo, stato terrorista, NATO guerresca, nuovi martiri religiosi, diversità nell'Unità



Care, cari - Pure quest'anno siamo giunti alla fine. Ma è una fine senza tempo. La notte senza tempo si svolge a Spilamberto, se qualcuno decidesse di intervenire dovrebbe farlo per stare da solo con se stesso… senza specularci sopra. Programma del 31 dicembre 2014 - h. 21.00 - Pranzo condiviso con il cibo vegetariano da ognuno portato, nel luogo che verrà segnalato ai prenotati. h. 22.30 - Scrittura dei pensierini positivi e negativi, di cui quelli positivi da leggere assieme e quelli negativi da conservare in tasca fino all'olocausto di mezzanotte. h. 23.00 - Partenza nella notte scura, lungo il Sentiero Natura sul Panaro, in qualsiasi condizione atmosferica. h. 24.00 - Bruciatura dei pensierini negativi ed espressione di buoni propositi per il nuovo anno. h. 00.30 - Ritorno alla cave per un canto di buon auspicio e prasad. Abbigliamento consigliato e attrezzi - Venire vestiti con abiti caldi e con scarpe adatte al terreno bagnato, in caso di pioggia o neve venire muniti di ombrello. Portare con sé una candela e fiammiferi ed una torcia elettrica. Non dimenticare che la cena condivisa è vegetariana, quindi portare pietanze e bevande idonee. Condizioni di partecipazione: ognuno interviene alla manifestazione volontariamente ed a proprio rischio e pericolo. Nessun costo è previsto. Prenotazione obbligatoria scrivendo a: circolo.vegetariano@libero.it

Auguri e complimenti affettuosi – Scrive Gloria Germani: "Carissimi Paolo e Caterina, veramente stupendo questo brano http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/il-risveglio-in-cui-il-se-stesso-si.html carico di affettività e realizzazione .. vi ringrazio di cuore e scambio gli auguri"

Auguri nevosi – Scrive Luigi Caroli: "SERENO 2015: IL SOLE VI SORRIDA E PUR LA LUNA. AUGURO A TUTTI VOI BUONA FORTUNA E DI GUSTARE PER UN TEMPO BREVE ALCUNI FIOCCHI TREMULI DI NEVE

Auguri e memoria culinaria – Scrive Franca Oberti a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/treia-memoria-culinaria-bioregionale.html -: "Carissima Caterina, ho apprezzato molto tutto il tuo racconto! E' proprio vero che con ingredienti diversi si cucinano poi gli stessi piatti! Anche la mia storia è simile alla tua, non per gli eventi (ingredienti), ma per i risultati (piatto). Infatti noto con grande piacere che entrambe coltiviamo il giusto senso dell'equilibrio tra gli affetti di ieri e quelli di oggi, condito con l'attenta osservazione del presente e la consapevolezza per il futuro. Grazie, Caterina, per questo bel quadretto della tua vita. Conservalo con amore nei tuoi pensieri perché è tutta la tua biblioteca, tutta la tua casa/chiocciola da portarti dietro, ovunque tu sia. Un grande abbraccio e tanti auguri di Buon Anno Nuovo!"

Viterbo. Solidarietà al femminile – Scrive Nonviolenza in Cammino: "Segnaliamo l'associazione "Erinna" che è un luogo di comunicazione, solidarietà e iniziativa tra donne combattere, prevenire e superare la violenza fisica e psichica e lo stupro, reati specifici contro la persona perché ledono l'inviolabilita' del corpo femminile. Erinna é un'associazione di donne contro la violenza alle donne. Ha come scopo principale la lotta alla violenza di genere per costruire cultura e spazi di liberta' per le donne..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/12/viterbo-solidarieta-al-femminile-erinna.html

Circolo vegetariano Treia – Scrive Word Press: "I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/12/30/analisi-del-2014/"

Marano. Ecovillaggio in fieri – Ieri pomeriggio siamo andati, Caterina, Eleonora e Maria a Marano, dove è sorta una piccola comunità chiamata "Tempo di Vivere", la struttura è situata su una collina da cui si domina tutto ciò che sta in pianura. La sera si scorgevano le luci persino di Modena e di Verona. Il piccolo ecovillaggio si sostiene con l'ospitalità rurale ed una serie di corsi didattici per apprendere modi di sopravvivenza creativi. Abbiamo invitato i fondatori al prossimo incontro collettivo ecologista di Montecorone per uno scambio di informazioni sui temi comuni"

Fine d'anno senza botti – Scrive Gabriele La Malfa: "Anche Accademia Kronos si appella al buon senso delle persone e, soprattutto, dei sindaci perché si eviti di far del male ai nostri amici animali. Bravi quei sindaci che hanno provveduto ad emanare ordinanze che vietano l’uso di petardi e fuochi d’artificio rumorosi, meno bravi quei sindaci distratti o, peggio, complici di chi ama produrre a fine anno botti e frastuoni eccessivi...." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/fine-danno-senza-piu-botti.html

Discorso di fine d'anno. Doppio - Scrive Poeta in Azione: "Oggi, 31 dicembre 2014 alle 20.30 in streaming su http://bep.pe/DiscorsoFineAnno andrà in onda il discorso di fine anno di Beppe Grillo, in concomitanza con quello di Giorgio Napolitano"

Stato italiano. Stato terrorista – Scrive Aldo Giannuli: "A pochi giorni dalla sentenza della corte d’Assise di Torino che ha assolto i militanti del movimento No Tav dall’accusa di terrorismo (finalmente una sentenza giuridicamente decente!), è iniziata una serie di attentati ai treni ad opera di “anarco-insurrezionalisti”. Ovvio il coro di ministri e politicanti vari che hanno subito rilanciato dicendo che la sentenza era un errore e che questo è terrorismo. Negli stessi giorni, era tratto in arresto un gruppo di neo fascisti a Pescara. In particolare il gruppo di eversori, denominato “Avanguardia ordinovista”, avrebbe avuto in mente decine di omicidi di politici, magistrati e di preti progressisti, sino a provocare un rivolgimento istituzionale per il quale aveva pronta una nuova Costituzione che, fra l’altro, avrebbe abolito il diritto di voto..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/30/stato-italiano-stato-terrorista/

Siria penalizzata – Scrive Siria Pax: "Gentiloni è preoccupato per i cristiani del Medio Oriente, continua però a sostenere sanzioni economiche alla Siria che rendono durissima la vita dei cristiani siriani. I fondamentalisti islamici colpiscono soprattutto i cristiani. Le sanzioni invece colpiscono tutti, però sono "democratiche"...."

La Nato per "prosperare" s'inventa la guerra permanente – Scrive Manlio Dinucci: "Si avvertiva a Washington, sempre più pressante, l’esigenza di trovare una «nuova missione» per la Nato. Che puntualmente è stata trovata. Il putsch di piazza Maidan, a lungo preparato addestrando anche forze neonaziste ucraine, ha riportato l’Europa a una situazione analoga a quella della guerra fredda, provocando un nuovo confronto con la Russia. L’offensiva dell’Isis, a lungo preparata finanziando e armando gruppi islamici (alcuni dei quali prima definiti terroristi) fin dalla guerra contro la Jugoslavia e quella contro la Libia, ha permesso alle forze Usa/Nato di intervenire in Medio Oriente per demolire non l’Isis ma la Siria e per rioccupare l’Iraq..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/30/nato-astuta-per-prosperare-sinventa-la-guerra-permanente/

Commento di V.Z.: "A posteriori, appare storicamente ancora più chiaro come mai i dirigenti della vecchia guardia del Patto di Varsavia mantenessero sotto rigido controllo i movimenti attraverso i propri confini con l'Europa dell'Ovest. "Vogliono tener fuori e vietare la libertà", recitava la propaganda occidentale. Certo: ma quale mai libertà ? Volevano mantenersi al riparo dalla libertà di rubare e rapinare del capitalismo, che poi nella sua sfrenata versione neoliberista ha fatto assaggiare a tutti i popoli, d'oriente e d'occidente, cosa significhino la devastazione e miseria prodotta dalla voracità di pochi sulle spalle di molti, con il collasso delle economie dei paesi in cui sono riusciti ad insediare la loro nefasta azione. Ora però altro tempo è trascorso, ed è nuovamente la Russia a porre una barriera e un limite ai predatori neocapitalisti, inibendone ogni speranza di nuova espansione neocoloniale..."

I dieci comandamenti ed il materiale aggiunto – Scrive Guglielmo S. a commento di http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/i-10-comandamenti-di-mose-reinterpretati.html -: "I dieci comandamenti sono come la Bibbia, il Vangelo, li leggi e a seconda del tuo livello intellettivo ricavi quello che hai bisogno, su ogni comandamento possiamo scrivere libri, commedie, tragedie, poi sulla Bibbia e vangelo addirittura biblioteche. Leggi una frase ,analizzala, troverai dentro co che cerchi. Dante nella sua apertura mentale scrisse .....mi trovai in una selva oscura......, moltissimi traducono che a trent'anni era arrivato a un bivio della vita come i nostri personaggi noti e meno noti ma loro ti fanno penegirici..."

Mia rispostina: "Per queste ragioni la conoscenza "libresca" delle cosiddette "sacre scritture" non viene tenuta in gran conto nella spiritualità laica. Nell'advaita (non dualismo) viene definita "artha wada", che sta per: arricchimento o materiale aggiunto, il cui scopo è semplicemnete quello di soddisfare la curiosità mentale di chi non può accettare la verità assoluta e continua a crogiolarsi nel "credere del divenire". Infatti il dichiarare di "credere in qualcosa", è un modo corretto per qualificare l'oggetto in cui si crede. Ma usare il verbo "credere", per descrivere il moto nel divenire, è una limitazione alla conoscenza basata sulla memoria. Si crede in ciò che si presume di conoscere, quindi il divenire viene compreso attraverso un processo basato sul conosciuto. Da qui il "crogiolarsi nel credere del divenire" di cui sopra."

Nuovi martiri "religiosi" - Scrive Franco Cardini: "In un mondo che gronda violenza, sembra tuttavia che i cristiani (e forse, anche se non solo, in special modo i cattolici) siano vittime di attacchi che li riguardano specificamente, cioè in quanto tali. Molti casi recenti e meno recenti, ma anche recentissimi, propongono i cristiani come vittime designate, specie nei continenti asiatico e africano. Al riguardo è inutile darsi alla macabra computisteria funebre e cercar di stabilire se muoiano più cristiani o musulmani o altro: il punto non è affatto quello..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/12/nuovi-martiri-religiosi-ovvero-chi-la.html

Sirolo. Escursione serale - Scrive Riccardo Mencarelli: "Lunedì 5 gennaio 2015 siete invitati all'escursione serale con la luna piena. Appuntamento davanti al municipio di Sirolo alle 16.45. Abbigliamento comodo e resistente con scarpe robuste con suola in gomma artigliata. Info. mencarelliriccardo2@libero.it"

Diversità come simbolo di Unità - Nel processo infinito della manifestazione l’essere umano è solo uno degli innumerevoli modi espressivi dell’intelligenza. Non c’è limitazione nell’espressione vitale, possiamo immaginare esseri composti di altre materie da quella organica che ci contraddistingue, ad esempio nella cosmologia indiana si parla di “abitanti” di altri mondi astrali e fisici, che condividono con noi l’intelligenza e la coscienza ma in forme completamente diverse dalla nostra. Si parla di diverse dimensioni e di diverse evoluzioni. Nella fantasia creativa, e possiamo osservarlo anche qui sulla Terra, non esistono due foglie dello stesso albero che siano uguali, non esistono due granelli di sabbia della stessa spiaggia che siano uguali, non esistono fra i miliardi di uomini due che siano identici..... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/diversita-come-simbolo-di-unita.html

Riportiamo l’attenzione a come l’integrazione fra interno ed esterno, fra soggetto ed oggetto, possa trovare una sintesi attraverso l’espletamento della nostra vita quotidiana ed attraverso il riconoscimento della nostra costante “presenza” in ogni evento vissuto. L’io ed il tu sono condizioni mentali che non rappresentano una verità assoluta ma una semplice convenzione funzionale. Eppure attraverso l’attenzione posta sulla paritetica “presenza” siamo in grado di uscire fuori dalla gabbia del dualismo. Ciao e buon anno nuovo a tutti noi... Paolo/Saul

....................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Dobbiamo fare:
dell’interruzione,
un nuovo cammino,
della caduta,
un passo di danza,
della paura,
una scala,
del sogno,
un ponte,
del bisogno,
un incontro."
(Fernando Pessoa)



Nessun commento:

Posta un commento