Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 8 dicembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 9 dicembre 2014 – Aria di Stelle, neoplatonismo cristiano, I Care, sud Italia nordafricano, USA male armati, olocausto e reato di "negazionismo"



Care, cari, stasera siamo di nuovo a cantare a Vignola, con Aria di Stelle, per iniziare i festeggiamenti solstiziali con un discorso sul significato del Sol Invictus. "Spesso ci chiediamo come conciliare il mondo materiale con quello spirituale e come viverli insieme.. [...] Chiaro che viviamo prima di tutto in quello materiale, ma il fatto che quello spirituale, soprattutto all’inizio, abbia una natura così opposta a quello materiale ci porta a cercare di "demolirlo" o rivestirlo di significati materiali che non ha..[....] Una volta raggiunto un certo conseguimento interiore le cose si chiariranno da sole...." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/9-dicembre-2014-inizio-delle.html

Verona. Nonviolenza – Scrive Mao Valpiana: "10 dicembre 2014 - Giornata dei Diritti Umani: "Un'altra difesa è possibile". Il Movimento Nonviolento è una delle 200 associazioni che si sono unite per sostenere il progetto di Legge di iniziativa popolare che propone l'istituzione del Dipartimento della difesa civile nonviolenta. Sarà questo l'impegno principale per il 2015 del movimenti nonviolenti, per il disarmo, il servizio civile, la pace e la solidarietà. Info. azionenonviolenta@sis.it"

Socrate, Platone ed i loro insegnameti traslati nel cristianesimo – Scrive Giorgio Vitali: "...Negli evangeli, raccolta di detti, parabole ed atti concentrati in ipotetici TRE ANNI, nulla si discosta dal pensiero neoplatonico (compresa l'influenza pitagorica. Leggere: Leonardo Ferrero, Storia del Pitagorismo nel Mondo Romano). Perfino certi comportamenti sono riconducibili al mito socratico. L'ultima cena, ad esempio, è ricalcata sul Convivio (ma anche: Fedone, Simposio e Fedro). La Morte di Cristo, morte del Giusto ingiustamente accusato di bestemmia, è quella di Socrate (o di Seneca, lo stoico neoplatonico, AUTORE della SINTESI FILOSOFICA DEL NEOPLATONISMO, suicida per ordine di Nerone, contemporaneo alla vicenda cristica, come Filone di Alessandria) che si sacrifica per l'"Umanità"..." - Continua in calce: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/08/natura-democrazia-e-societa-gli-insegnamenti-socratici-e-neo-platonici-traslati-nel-cristianesimo/

Commento di Ferdinando Renzetti: "...sto scrivendo un mio nuovo commento su Socrate. L'ultimo che è arrivato mi piace tantissimo, stiamo mettendo a fuoco l'argomento! .... Dalle foto che pubblichi denoto in te una fortissima vis comica e ho pensato che assieme formeremmo una coppia fantastica soprattutto per un allestimento di Aspettando Godot: stralunati astratti dissociati pigri, saremmo perfetti non ci dovremmo sforzare più di tanto, seduti sulla scena reciteremmo semplicemente noi stessi penso con un successo strepitoso della rappresentazione..."

Mia rispostina: "Forse potrà interessarti la descrizione del nostro Teatro "demenziale" del VV.TT.: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/03/il-teatro-del-circolo-vegetariano-vvtt.html -"

Roma. Affari di mafia – Scrive A.R.: "Da alcuni giorni i media ci stanno bombardando con le squallide vicende della “mafia romana”. I titoli parlano di “mani sulla città”, di “cupola nera”, di “Re di Roma”, ecc. e da giorni girano filmati, stralci di intercettazioni ed elenchi di mazzette che documentano le modalità del dominio sulla città da parte di questa mafia. Per la verità, sembra che le bustarelle sinora accertate che giravano a Roma fossero tra i 1.000 e i 15.000 euro, molto al di sotto degli standard delle tangenti milionarie che giungono dall’estero per coloro che condizionano la politica economica, ma forse è per via della crisi..."

Veneto. I Care. Firme antivivisezione – Scrive Gilberto: "In questi giorni I-Care scende in campo con una raccolta firme per chiedere al governo italiano di indirizzare i finanziamenti per la ricerca in via prioritaria ai progetti che utilizzano tecnologie che hanno già dimostrato la loro efficacia anzichè l'anacronistico, inutile e crudele metodo della sperimentazione animale. Ecco dove potrete trovare i tavoli per firmare.."- Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/12/veneto-i-care-raccoglie-firme-anti.html

Firenze. L'esperienza del rottamatore – Scrive Salviamo il paesaggio: "Sblocca-Italia: Firenze è l’anticipazione zelante del renzi. Per l’attuale governo, Firenze ha costituito un fruttuoso banco di prova: autocrazia, deliberazioni d’urgenza, annichilimento del consiglio comunale, rottamazioni senza ricostruzione, svuotamento di senso della città pubblica, finta partecipazione e vere privatizzazioni. In una continua, colpevole frammistione tra pubblico e privato..."

Commento di M.B.: "Il vero nome del decreto di renzi è "Scassa Italia", una follia di grandi Opere dannose, trivelle davanti Venezia, Napoli e Amalfi, inceneritori, Autostrade inutili, etc..."

Sud Italia. Migrazione climatica – Scrive ENEA: "Il Sud Italia rischia di diventare una regione dal clima più simile a quello ‘Nord africano’, con estati ed inverni sempre più aridi e secchi e un impatto molto negativo sulla disponibilità di acqua, l’agricoltura e la salute. A delineare questo scenario è un articolo pubblicato in questi giorni su Nature Scientific Reports a firma del ricercatore dell’ENEA , Andrea Alessandri, in collaborazione con altri prestigiosi istituti di ricerca esteri...." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/clima-migratorio-il-sud-italia-diventa.html

Penne. A pezzi - Scrive Comitato: "L’antico borgo di Penne (Pescara) fa i conti con l’ennesima scelta dell’Amministrazione: piuttosto che recuperare la struttura della Scuola Mario Giardini, situata nel centro storico, si preferisce la sua delocalizzazione in un’area verde periferica. In un bellissimo paese, già deturpato da tanti scempi, invece di intervenire sulle situazioni esistenti, per metterle in sicurezza ed utilizzarle, si decide di continuare a cementificare..."

USA. In guerra con armi fasulle – Scrive Dave Majumdar: "...il jet stealth F-22 Raptor è di gran lunga il caccia più letale che gli USA abbiano mai costruito. Ma il Raptor, e difatti tutti i caccia statunitensi, ha un tallone d'Achille, secondo ufficiali ed ex-ufficiali dell'US Air Force. I missili aria-aria a lungo raggio dell'F-22 non potrebbero colpire gli aerei nemici grazie alle nuove tecniche di jamming dei radar nemici. Il problema è apparso mentre le tensioni continuano a crescere con la Russia e un possibile conflitto tra grandi potenze è nuovamente una possibilità.." - Continua:

800 ebrei pro Palestina – Scrive Doriana Goracci: "In ottocento hanno firmato una lettera indirizzata a diversi parlamenti europei perchè sia riconosciuto lo stato palestinese. Lo riferisce l’organizzazione Gush Shalom. Fra i circa 800 firmatari vi sono scrittori come Amos Oz, David Grossman e Abraham Yehoshua, il Nobel israeliano Daniel Kahneman, l’ex presidente della Knesset Avraham Burg, l’ex ministro Yossi Sarid, il politologo Zeev Sternhell, l’artista David Tartakover, l’'ex ambasciatore Alon Liel, Colette Avital, l'accademico Yair Tzaban, lo scrittore Uri Avnery, il Presidente di New Israel Fund Naomi Chazan, Tamar Gozansky, etc…”

Olocausto. Reato di “negazionismo” - ...sento il dovere, in quanto laico, di esprimere un mio parere su questo controverso tema. Innanzi tutto è vero che la storia e la verità storica e perciò la politica conseguente all’ultimo conflitto è stata definita dai vincitori… e non solo per la questione ebraica ma per ogni altro aspetto. Ma se si vuole riaffermare “l’umano e l’universale” che sta oltre le opinioni avverse occorre equanimità e la capacità obiettiva di considerare i semplici fatti e le situazioni in cui questi sono avvenuti. Nel “legalismo giuridico” -che non è più giustizia- vincono i “cavilli” e ciò è significativo di un percorso funzionale a “costruire” la verità....- Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/verita-sullolocausto-e-revisionismo.html

Mi auguro che questo possa giovare alla causa della Verità... Ciao, Saul/Paolo
........................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Utopia. Lei è all’orizzonte. […] Mi avvicino di due passi, lei si allontana di due passi. Cammino per dieci passi e l’orizzonte si sposta di dieci passi più in là. Per quanto io cammini, non la raggiungerò mai. A cosa serve l’utopia? Serve proprio a questo: a camminare." (Eduardo Galeano)



Nessun commento:

Posta un commento