Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 28 dicembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 28 dicembre 2014 – Neve a Spilamberto, via bioregionale aperta, NATO per la guerra, favole sui martiri, ummah ummah e purga, la risata intelligente


Spilamberto - Prima neve e luminarie

Care, cari, prima neve nella bassa padana. Ce l'aspettavamo per oggi invece è arrivata ieri, la prima neve. Mentre tornavamo da San Giovanni in Persiceto, da un pranzo amicale a casa di Rosalba (con soupe di lenticchie e gnocchi di ricotta, zucca e patate al forno, broccolo con besciamella, budino di riso, etc.) lungo la strada siamo stati avvolti da una nube gelida, prima di pioggia ghiacciata e poi di neve a fiocchi spessi. Siamo arrivati a Spilamberto che le strade erano già tutte bianche, la repentina bufera aveva reso il paesaggio quasi irriconoscibile. Insomma siamo passati da una simil primavera di pochi giorni fa ad un gelido inverno.... Inutile dire che il tepore della casa di Caterina ed una buona tisana calda, dopo tanto freddo, ci ha riportato la fiducia nel cuore, riscaldando anche il nostro amore... 

La via bioregionale - La nostra strada verso l'ecologia profonda, verso l'attuazione del bioregionalismo, non è segnata, non abbiamo mappe da seguire, indicazioni che stabiliscano il cammino... ma per procedere dobbiamo iniziare a camminare. La continuità della nostra società, in quanto specie umana, richiede una chiave evolutiva, una visione globale, per mezzo della quale aprire la nostra mente alla consapevolezza di condividere con l’intero pianeta l’esperienza vita. Questa è la visione dell'ecologia del profondo, la scienza dell’inscindibilità della vita. Ne consegue che sia la politica che l’economia umana devono tener conto dell’ecologia per avviare un progresso tecnologico che non si contrapponga alla vita e che sia in sintonia con i processi vitali del pianeta. La scienza e la tecnologia in ogni campo di applicazione dovranno rispondere alla domanda: E' ciò ecologicamente compatibile?... - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/bioregionalismo-un-sentiero-senza-mappe.html

Chi era Stefano "martire"? – Scrive Elia a commento dell'editoriale di ieri: "Stefano, nato ebreo e convertitosi fu il protomartire, cioè il primo cristiano ad aver dato la vita per testimoniare la propria fede. Il suo martirio, descritto negli Atti degli Apostoli, avvenne per lapidazione, alla presenza di Paolo (Saulo) prima della conversione..."

Favole sui martiri cristiani - ...ancora dopo 2000 anni vengano raccontate favole sulle persecuzioni dei cristiani, “povere vittime”, la verità – che si può sapere solo studiando o informandosi leggendo fonti che non siano della propaganda galilea – è che in realtà le fantomatiche persecuzioni contro i cristiani....." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/07/la-verita-sulle-persecuzioni-dei.html

Sanzioni contro la Russia ed arcani svelati – Scrive R.N.: "SE LE AZIENDE ORTOFRUTTICOLE EUROPEE NON POSSONO FAR ARRIVARE I LORO BENI IN RUSSIA - CAUSA SANZIONI - allora CHI, SECONDO VOI, SI STARA' ARRICCHENDO VENDENDO PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI ALLA RUSSIA?
VI AIUTO: 1) E' UNO STATO STRAFIGO 2) E' RADICAL-CHIC E RELIGIOSO ALLO STESSO TEMPO 3) SI AFFACCIA SUL MEDITERRANEO, EH SI! E' LO STATO ESASTELLATO! PER LORO LE SANZIONI USA-NATO-UE NON VALGONO ...sono ebrei, mica sono coglioni!"

Diatriba filosofica – Scriveva Bernardino Del Boca: “Più volte ci è stato indicato il libro “René Guénon: “Le Theosophisme Histoire d’une Pseudoreligion”come la maggiore opera intesa a demolire la Società Teosofica punto per punto”, come si compiacque di affermare il prof. E. Servadio, ma certamente nessuno dei sostenitori di questa pretesa non ha mai letto quest’opera con senso critico e cognizione dei fatti ivi narrati poiché diversamente non avrebbero osato formulare una simile affermazione.... Il libro di Guénon si smentisce da sé e fa effetto soltanto su coloro che sono del tutto digiuni della storia della S.T. e della sua letteratura...." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/12/societa-teosofica-gli-opposti-pareri-di.html

Integrazione, per par condicio – Scrive Claudio Mutti: "La dottrina dell'Unità, cioè l'affermazione secondo cui il Principio d'ogni esistenza è essenzialmente Uno, è - secondo René Guénon - un punto fondamentale comune a tutte le tradizioni ortodosse" In altre parole, sempre secondo Guénon. "Qualunque vera tradizione è essenzialmente monoteista; per usare un linguaggio più preciso, ogni tradizione afferma innanzitutto l'unità del Principio Supremo, da cui tutto deriva e da cui tutto dipende integralmente, ed è questa affermazione, nell'espressione che riveste specialmente nelle tradizioni a forma religiosa..." – Continua:

Commento di G.V.: "Chi volesse approfondire il pensiero filosofico di René Guènon può leggere il libro Il risveglio della Tradizione Occidentale, a cura di Mariano Bizzarri. I testi guénoniani pubblicati in Atanòr ed Ignis, Ed. Atanòr, 2003.

NATO. Per la guerra – Scrive Manlio Dinucci: "...nella mutazione genetica della Nato, è la gerarchia all’interno dell’Alleanza quel che conta. Il Comandante supremo alleato in Europa resta un generale statunitense nominato dal presidente degli Stati Uniti. Tutti gli altri comandi chiave sono controllati direttamente dal Pentagono. La Casa Bianca dice a chiare lettere che «la Nato, come garante della sicurezza europea, deve svolgere un ruolo dirigente nel promuovere un’Europa più integrata e sicura» e che «noi manterremo in Europa circa 100 mila militari per contribuire alla stabilità regionale, sostenere i nostri vitali legami transatlantici e conservare la leadership degli Stati uniti nella Nato». Dunque, un’Europa stabile sotto la Nato..." - Continua:

Avanguardia terroristica "geniale" – Scrive A.M.: "È sempre lo stesso schema che si ripete da sempre e che abbiamo già visto una infinità di volte. Quando il governo è in difficoltà, quando gli scandali e la corruzione toccano vette inusuali, quando la gente incomincia a dimostrare la sua ostilità con la critica, l’astensionismo e le dimostrazioni, allora, guarda caso, si scoprono i “complotti” eversivi. Basta tirare le fila di qualche "fanatico" che crede che un paio di molotov possano scatenare una rivoluzione ed il gioco è fatto. Ci pensano i perenni infiltrati che da sempre occupano posti di rilievo in queste confraternite di mitomani.."

Siria. Ummah a ummah e purga interna – Scrive Valeria Sonda: "7 membri di bande, tra cui turchi e azeri, sono stati arrestati da ISIS. Uno di loro è fuggito in Turchia. Ci sono state precedenti segnalazioni secondo cui l’ISIS ha effettuato esecuzioni interne, e ucciso chi non voleva combattere. Secondo un sito web pro-ISIS che mostra il titolo: “Pulizia interna in ISIS (Siria), 47 persone sono state arrestate in un giro di vite. Il sito ha riferito che l’ordine per gli arresti è stato dato dal “califfo” Abubekir al Baghdadi..." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/12/siria-ummah-ummah-isil-isis-dzobhetun.html

Verona. Camposanto in altezza – Scrive Radio Terranave: "Un grattacielo di 34 piani in grado di contenere oltre 21.500 loculi. E’ il progetto presentato al Comune di Verona dalla Srl Cielo Infinito. A gestione privata, sarebbe il primo “cimitero verticale” in Italia. Info.radioterranave@gmail.com"

Governo "d'altra classe" - Scrive Adriano Colafrancesco: "...se non fosse per il fatto che è tutto ampiamente documentato e immortalato in rete per i posteri, la rappresentazione della nostra classe politica sembrerebbe più appartenere ad un film del principe della risata. Seduti uno accanto all’altro nei banchi del Parlamento e persino in volgari baccanali, rigorosamente a carico dei contribuenti, recitano il copione dell’ipocrisia, ben consci del reciproco scambio di soldi e favori..." - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/12/un-governo-di-altra-classe.html

Collevecchio. Luna piena – Scrive Aro: "Il 4 gennaio festeggeremo la prima Luna Piena del Nuovo Anno a Collevecchio (TerAmo), per chi vuole raggiungerci il giorno seguente potremmo confrontarci sulla proposta di proseguire MercArte in piazzetta ogni terza domenica del mese... noi presi dall'entusiasmo abbiamo lanciato l'idea ma siAmo già in viaggio... - Info. aro19@hotmail.it"

L'intelligenza della risata – Scriveva Osho: "Se non ridi, ti lasci sfuggire moltissimi misteri della vita: la risata ti rende un bambino innocente e ti collega all'esistenza; ti unisce al fragore dell'oceano, al silenzio delle stelle. La risata, fa dell'uomo l'unico essere intelligente del mondo, perché solo chi è intelligente può ridere. Ma l'intelligenza va stimolata, va usata, altrimenti si impigrisce e muore... Guarda gli ebrei: il senso dell'umorismo li ha aiutati a sopravvivere, ma ha anche raffinato la loro intelligenza: hanno vinto più Premi Nobel loro, di qualsiasi altra razza!.." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/lintelligenza-della-risata-secondo-osho.html

E' verissimo che gli ebrei, "quelli veri", sanno davvero ridere di se stessi. Una grande dote, lo confermo, sinonimo di intelligenza... Ciao, Paolo/Saul

(P.S. Se qualcuno dei lettori è curioso e volesse sapere perché dico "quelli veri", può leggersi quest'articolo: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/12/25/storia-di-come-e-nato-il-sionismo-ovvero-se-gli-ebrei-non-sono-ebrei-ma-khazari-convertiti/)

..........................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"L'inverno è la stagione in cui, nei semi che sono stati interrati, avviene un lungo lavoro di germinazione che culminerà, in primavera, nella nascita di una moltitudine di nuove esistenze. Un lavoro analogo avviene nella psiche di ogni essere: in quella terra oscura che è la sua natura inferiore, la semenza del Sé divino, del Cristo, deve iniziare a germinare..." (Omraam Mikhaël Aïvanhov)



Nessun commento:

Posta un commento