Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

martedì 16 dicembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 17 dicembre 2014 – TTIP a Spilamberto, rivolta possibile, Italia alla fame, OGM e veleni agricoli, musica a Pineto, fermezza ultima ratio....



Care, cari – Ieri sera siamo andati alla Sala Famigli di Spilamberto dove si teneva un Consiglio Comunale. Ogni tanto, da quando son qui, andiamo a presenziare a questi consigli per capire come procedono le cose nell'amministrazione comunale. Ieri -tra l'altro- è stata discussa una mozione presentata da una consigliera di opposizione, della Sinistra, in cui si chiedeva al Consiglio di prendere posizione (nelle sedi istituzionali) relativamente al rischio per l'economia locale dell'imminente approvazione del famigerato TTIP, un trattato di "liberalizzazione" commerciale fra EU, USA, Messico e Canada, di cui spesso ci siamo occupati.... - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/12/ttip-brics-ed-altri-trattati-spilamberto.html

Mio commentino: "Secondo me il TTIP è un tentativo di salvataggio del dollaro/euro fatto dalle "denarocrazie" occidentali per contrastare i BRICS e l'alleanza economica Russia/Cina basata sulle transazioni in valuta propria. Il vantaggio del TTIP è tutto delle multinazionali e del grande business e della grande finanza."

Altra azione propedeutica all'avvento del TTIP. Eliminazione del luogo di produzione sui prodotti alimentari – Scrive Franza Oberti a commento dell'articolo http://retedellereti.blogspot.it/2014/12/sparisce-lorigine-del-cibo-dalle.html -: "...stanno affossando ogni iniziativa italiana. Stiamo diventando una colonia, dove i suoi abitanti hanno meno diritti di chi ci invade. Si potrebbe cominciare a boicottare certe aziende. Riprendere a cucinare in casa, farsi il pane, i biscotti, dimenticare i sapori di certi cibi, volutamente alterati per creare dipendenza... seminare l'insalata in un vaso e cibarsi di quella, cercare nei campi il tarassaco e usarlo. Purtroppo alla fine entrano le ragioni di tanti che si ammazzano di lavoro tutto il giorno e poi fanno il giro col carrello al supermercato e nemmeno sanno quello che ci mettono dentro...."

Tenetevi forte – Scrive Dmitry Kalinichenko: "Tradizionalmente, l’Occidente utilizza due metodi per eliminare la minaccia all’egemonia mondiale del modello fondato sul petrodollaro e ai conseguenti eccessivi privilegi occidentali. Uno di questi metodi è costituito dalle “rivoluzioni colorate”. Il secondo metodo, di solito applicato dall’Occidente se il primo fallisce, sono le aggressioni militari e i bombardamenti. Ma nel caso della Russia entrambi questi metodi sono impossibili o inaccettabili per l’Occidente. Intanto, tutta la popolazione russa è con Putin: impossibile fabbricare una “rivoluzione colorata” per eliminare il capo del Cremlino. Restano le armi, cioè i missili. Ma la Russia non è la Jugoslavia, né l’Iraq, né la Libia. In ogni operazione militare non-nucleare contro la Russia, sul territorio della Russia, l’Occidente guidato dagli Stati Uniti è destinato alla disfatta. E i generali del Pentagono che esercitano la vera guida delle forze della Nato ne sono consapevoli». Una guerra nucleare? Sarebbe egualmente senza speranza, perché la Nato non è tecnicamente in grado di infliggere un colpo che disarmi completamente la Russia del potenziale nucleare. La rappresaglia equivarrebbe all’apocalisse: sarebbe la nota finale e l’ultimo punto dell’esistenza della Storia, cioè la fine della vita sul pianeta, fatta eccezione per i batteri...." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/12/tenetevi-forte-cosa-vale-di-piu-loro.html

Bologna. Donne e cibo - Scrive Maria Rosa Damiani: "Giovedì 18 dicembre 2014, ore 16:00. Antologia e premiazione: Le donne nella storia del cibo. Sala Cappella Farnese Palazzo d’Accursio Piazza Maggiore, 6 – Bologna. Info. 339.2048416"

Italia. Rivolta possibile – Scrive Irib: "Allo stato attuale tutto lascia presagire un pessimo futuro per gli Italiani. Sono troppi gli avvenimenti quotidiani di protesta sociale registrati in più occasioni in alcune città italiane, anche del Nord, dove fino a qualche tempo fa regnava il benessere e una classe politica decente che si preoccupava con particolare interesse dello sviluppo economico del territorio e di amministrare nel migliore dei modi, fornendo servizi adeguati alle necessità dei cittadini. Sono anche troppi gli scandali legati alla politica o meglio alla “mala politica” che si è integrata o almeno è scesa a patti con le associazioni per delinquere, al fine di gestire in maniera più efficiente ed efficace i loschi affari che nulla hanno a che fare con la buona e trasparente gestione della cosa pubblica..." - Continua:

Uomo e denaro – Scrive A.M.: "La corruzione non è altro che la logica, seppure esasperata, conseguenza di quel mondo, di quel modo di pensare e di vivere..! Quando però si antepone il denaro all’Uomo, anche le regole etiche, la morale, il senso di appartenenza ad una comunità con  i doveri di comportamento che questo comporta, si affievoliscono o addirittura scompaiono assieme all’importanza dell’Uomo e la corruzione diventa la logica ed inevitabile conseguenza di questa situazione!”

Trieste. Mais ogm e veleni agricoli – Scrive Lino: "il Dipartimento di Geoscienze dell’Università di Trieste, che ha elaborato lo studio sul quale si basa il Piano Regionale di Tutela delle Acque, a indicare nei “fertilizzanti usati nei campi” la causa principale dell’inquinamento delle falde acquifere. Invece il rimedio proposto dalle grandi multinazionali agroalimentari è, per esempio, l'uso del mais OGM Mon810. Spacciato per miracolosa coltura che non ha bisogno di pesticidi, questo mais, geneticamente modificato, produce continuamente una tossina che colpisce alcuni (e non tutti) parassiti e la cui innocuità sull'uomo non è stata dimostrata.." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/lotta-contro-il-mais-ogm-come-parte.html

USA. Mais OGM contraccettivo – Scrive G.A.: "Ecco una breve panoramica tratta dal Guardian firmata da Robin McKie: “Gli scienziati hanno creato l'OGM definitivo: il mais contraccettivo. Seminare i campi di mais potrebbe un giorno salvare il mondo dal sovrappopolamento. Le piante contraccettive sono opera di Epicyte, società biotecnologica di San Diego, dove i ricercatori hanno scoperto una classe rara di anticorpi umani che attaccano gli spermatozoi. Isolando i geni che regolano la produzione di questi anticorpi, ed inserendoli nelle piante di mais, l'azienda ha creato minuscole fabbriche di contraccettivi sotto forma di coltivazioni..."

Pineto. In musica – Scrive Ferdinando: "io..io..io..tu..tu..tu sempre noi, voi, essi... sempre di più, quaggiù, lulù. Ieri sono andato a suonare a una festa privata in una villa liberty a Pineto, piccolo paese a 30 chilometri sulla costa. Una specie di session collettiva, prima di me hanno suonato due ragazzi che hanno fatto una jazz and poetry session voce sax soprano, poi una ragazza alla arpa, due sassofoni be bop, un trombone ta-pu. Una session di tamburi, una performance solo voce, un ragazzo con tromba e flicorno campionato alla fresu. E mentre ero presu tra un discorso e l'altro mi hanno detto: blu tocca a te!" - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2014/12/piove-musica-pineto-in-delirio.html

Ronco Scrivia. Semi – Scrive Massimo Angelini: "18 gennaio 2015, ore 10 / 17 - teatro e oratorio parrocchiale di San Martino: MANDILLO DEI SEMI, organizzato da CONSORZIO DELLA QUARANTINA e RETE SEMI RURALI, festa dello scambio ed esposizione di semi autoriprodotti, lieviti di casa, antichi cereali e frutta tradizionale dedicata ai contadini, agli ortolani per mestiere e per diletto, ai raccoglitori di semi e a tutti gli appassionati del mondo e della cultura rurale. INGRESSO LIBERO - Info. 347.9534511 - scrivi@quarantina.it

Russia Today scomoda – Scrive Margarita Simonyan, capo redattore di RT: "Ero appena ritornata da Londra quando la Camera dei Rappresentanti statunitense approvava a grande maggioranza una risoluzione che, tra le altre cose, impegnava i funzionari USA in Europa a “valutare l’influenza politica, economica e culturale dei mezzi di informazione russi e finanziati dalla Russia e a coordinarsi con i governi ospitanti circa le adeguate contromosse.” In altre parole, gli Stati Uniti spingerebbero l’Europa a sbatterci fuori. E ciò che sta già succedendo.…" - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/16/russia-today-assange-ed-altre-verita-opposte/

Tallinn. Rilascio – Scrive Giulietto Chiesa: "Sono stato rilasciato ieri alle 10 (ora locale). Grazie anche all'intervento deciso del nostro ambasciatore a Tallinn, Marco Clemente, che ringrazio e con cui mi complimento per la maestria professionale. Ringrazio tutti insieme - non potrei fare altrimenti - tutte le centinaia di persone che mi hanno scritto esprimendomi solidarietà. Davvero centinaia. Dall'Italia, dall'Europa, dalla Russia. L'episodio è sicuramente grave. Ma è anche una lezione da imparare. Ci aiuta a capire che razza di Europa è quella che ci troviamo davanti ora. E che battaglia dovremo fare per cambiarla, per rovesciarla come un calzino. Se non vogliamo che questa gente rovesci noi..."

Test di idoneità politica - Come per svolgere servizi pubblici, sia a livello impiegatizio che dirigenziale, è necessario partecipare a concorsi e fornire prove concrete della propria capacità lavorativa altrettanto dovrebbe avvenire per le persone che si candidano al governo ed alla amministrazione del bene comunitario…. Ritengo quanto mai necessario entrare nell’ordine di idee che i politici che intendono ricoprire cariche pubbliche di un certo rilievo siano sottoposti preventivamente a test psico-attitudinali per verificare se il loro corredo morale e mentale sia compatibile a ricoprire l’incarico..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/test-di-idoneita-per-adire-alla.html

Italia alla fame – Scrive G.V.: "Quattro milioni e 68.250 persone, in Italia, costrette a chiedere aiuto per mangiare nel 2013, e se vi sembrano poche sono il 7% della popolazione italiana. Solo la più sanguinosa delle guerre, quella combattuta dal 1939 al 1945, è stata capace di produrre qualcosa di simile. Gli autori della restaurazione iper-capitalistica e della conseguente macelleria sociale oggi in atto sono come nazisti e moderni Mengele, Ma i “nazisti” di oggi si riparano dietro al “frame” della persuasione occulta: il sangue non si vede, la strage non viene percepita subito..."

Discussione filosofica – Scrive Franca Oberti a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/corrispondenza-bioregionale-e.html -: "...Pochi giorni fa ho postato ad amici cattolici una frase di Osho che ritenevo da analizzare, le risposte (..acce) che mi sono arrivate e devo dire che qualcuno riesce ancora a farti sentire "sporca" e pronta per il rogo! E questo, a mio avviso, perché non hanno abbastanza umiltà per dire che non sanno tutto quello che dovrebbero sapere su tanti, lontani dal loro pensiero quotidiano..." - Continua in calce al link segnalato

Esercitare la fermezza – Scrive Sara Stella: "Esercitare la fermezza (la capacità di imporsi quando è necessario) è importante per ristabilire ordine, rispetto e armonia, laddove ci sono forze psicologiche ed emotive che proiettano disvalore, disarmonia e conflittualità. La fermezza è autorevolezza amorevole e nulla a che vedere con il comportamento autoritario e dominante. La fermezza è forza consapevole, indispensabile per correggere quegli stili educativi deboli, permissivi o eccessivamente accondiscendenti da cui poi originano aspetti caratteriali di chiusura, testardaggine, incapacità di "ascoltare" e tendenza alla manipolazione nelle relazioni sociali..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/12/la-fermezza-come-dote-di-forza-femminile.html

Fermezza non significa fermarsi, significa procedere con costanza sulla propria via. Ciao, Saul/Paolo

.........................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Dopo tanta
nebbia
a una
a una
si svelano
le stelle
Respiro
il fresco
che mi lascia
il colore del cielo
Mi riconosco
immagine
passeggera
Presa in un giro
Immortale"

(Giuseppe Ungaretti)





Nessun commento:

Posta un commento