Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 21 dicembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 21 dicembre 2014 – Corale spilambertese in concerto, efficienza energetica, false flag contro la Russia, verità animaliste, proposte per un carcere rieducativo...



Care, cari, il Natale si avvicina, ieri sera a Spilamberto, nella chiesa di S. Adriano, si è tenuto il concerto di Natale della corale spilambertese. Il direttore, Giorgio Molinari, aveva chiesto al folto pubblico, che occupava tutte le panche disponibili e stava anche in piedi per mancanza di posti a sedere, se vi fosse stato -dopo 31 anni dalla prima edizione- qualcuno "nuovo" e mi son trovato ad essere il solo ad alzare la mano. Evidentemente la chiesa era gremita da tutti spilambertesi doc. Come erano pure spilambertesi i membri del coro ed i suonatori e persino la soprano, Alice Molinari, che arricchiva la serata. Il parroco ad un certo punto ha letto una preghiera dell'Avvento dicendo che "noi siamo come pellegrini stanchi del viaggio che  si fermano per farsi coraggio cantando le lodi del signore, sapendo che il tragitto da compiere è ancora lungo e che le difficoltà da affrontare saranno molte ma nel cuore abbiamo la speranza...". Sono seguiti 13 canti, ed in chiusura anche un inno collettivo intonato da tutti i fedeli: "stanotte a mezzanotte". E dopo la mezzanotte è cominciato il giorno più "buio" dell'anno, quello del solstizio invernale. Ma ha da passà a nuttata... e noi per farla passare meglio partecipiamo oggi a due eventi celebrativi, il primo è un pranzo condiviso a casa di Sabine, a Spilamberto, ed il secondo è la serata solstiziale con l'associazione "senza nome" di Modena. Sia l'evento di Sabine che quello di "senza nome" sono ormai per noi appuntamenti fissi, entrambi gli incontri sono all'insegna della condivisione e questa è cosa buona, rientra nello spirito del "natale". Di seguito alcune poesie sul solstizio: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/augurio-di-un-nuovo-e-fulgido-inizio.html

Nel giorno che precede – Scrive Teodoro Margarita: "...nel giorno che precede il solstizio, il sole, in classe, fa irruzione dopo la campanella della seconda ora ed è una meraviglia. Faccio notare questo splendore "Che cos'è?" ai miei alunni. Faccio notare che sorgiamo anche noi, ogni giorno. Basta conoscere la propria direzione nel tempo, nello spazio. Sapere, conoscere, amare. I miei auguri per l'inizio della luce"

Russia in recessione ma non sconfitta – Scrive Luca Lippi: "A seguire i media, la Russia starebbe per vivere una grossa crisi in grado di metterne in ginocchio l’economia interna. E’ vero? La risposta è no, e si ricava applicando elementari dinamiche economiche del tutto avulse dalla volontà politica che vorrebbe dipingere una situazione diversa. Vediamo i ‘contro’ amplificati dai media per poi spiegarvi, con la maggiore chiarezza possibile, perché quei ‘contro’ sono, invece dei ‘pro’ per la Russia..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/20/ecco-perche-la-russia-sta-bene-anzi-benone-malgrado-le-sanzioni-la-svalutazione-del-rublo-e-labbassamento-del-prezzo-del-petrolio/

Commento di A.A.: "L'aver abbandonato il circuito di carte di credito e aver richiesto il pagamento in oro per i carburanti, al posto del dollaro, è più forte di cento atomiche!"

Auguri ricevuti – Scrive Aurelio Rizzacasa: "Nello scorrere ciclico del tempo il Natale è un’occasione per recuperare l’eterno nella storia umana. La singolarità dell’evento è manifestata da una nascita che, nella fragilità di un bambino, rivela la possibilità di una gioia infinita che nessuna vicenda è in grado di dissolvere. Nella luce di questa presenza misteriosa invio tanti cari auguri di buone feste..."

Efficienza energetica – Scrive Enrico Marcon: "L’efficienza energetica svolge un ruolo centrale nella lotta al riscaldamento del pianeta. A parere dell’Agenzia Europea per l’Ambiente (IEA) - in uno scenario di prudenza climatica (2°C) - il 38% del taglio delle emissioni verrebbe garantito dagli interventi in questo settore. Sul tema viene organizzato un convegno che si terrà il 22 gennaio 2015 a Roma.." - Continua:

Uno stato che si rispetti – Scrive Vincenzo Zamboni: "Uno stato che si rispetti, con un minimo di cervello, senza alcun bisogno di tasse, stamperebbe moneta a costo zero, e la impiegherebbe (avvalorandola) per finanziare lavoro produttivo, aumentando così sia la produzione che la capacità di spesa, ovvero l'economia reale tutta, e il benessere dei cittadini. Insomma, uno stato che si rispetti, con un minimo di cervello, farebbe l'esatto contrario di ciò che fa la parodia tragicomica della partitocrazia secondorepubblichina di guerra e rapina contro i popoli, simulazione statale senza cervello e per niente rispettabile, a coprire una fosca congrega di camerieri dei grandi usurai a danno delle genti. Un simile orrore merita solo di essere rifiutato, ripudiato e abbattuto fin che non ne rimangano nemmeno le nauseabonde macerie. Il popolo sovrano se ne liberi, riprendendo pienamente in mano la propria vita e la propria libertà, senza se nè ma o però. Non è il denaro (unica merce a costo zero!) ciò che costa, quel che costa è il lavoro. Costa fatica. Ma è grazie al lavoro che tutti noi siamo vivi..."

Roma. Verità animaliste – Scrivono associazioni congiunte: "La sera del 19 dicembre 2014 si è tenuta una conferenza stampa all'Hotel Nazionale di Roma, per far luce sui soprusi compiuti da alcuni funzionari della Questura di Roma. Le testimonianze dei feriti, degli arrestati e dei legali difensori. Si ringrazia il Prof. Bruno Fedi per la partecipazione autorevole. L'epilogo della manifestazione di venerdì scorso davanti gli studi della Rai di Roma su Telethon, ė stato di 4 feriti, 7 fermi di polizia, 3 arresti e 2 denunce a piede libero. Questo il prezzo pagato per dire la verità...." - Continua:

Test per politici in carriera – Scrive Claudio Noschese a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/test-di-idoneita-per-adire-alla.html -: "Sarebbe un buon inizio, ma a sentir loro il politico non deve essere un tecnico, cioè non deve capire un ca...o, così possono fargli fare quello che vogliono. Una classe politica di dementi, deficienti, incompetenti ed inconcludenti, corrotti e ladri, travestiti, transessuali, lesbiche, porno star, ipocriti, falsi, etc. etc.. Sta di fatto che un buon 50% della popolazione italiana li vota, perché gli assomiglia molto..."

Raffica di "false flag" contro la Russia – Scrive Stephen Lendman: "Da molto tempo i piani degli Stati Uniti prevedono un cambio di regime in Russia, mirando a colpire il governo sovrano indipendente del proprio principale antagonista eurasiatico. Washington vuole insediare un governo fantoccio filo-occidentale con una rivoluzione colorata o con la guerra. Le ambizioni egemoniche statunitensi minacciano la pace nel mondo e mai come oggi, dagli eventi che precedettero la seconda guerra mondiale, la situazione è stata tanto pericolosa...." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/12/falsari-usa-si-preparano-sparare.html

Giornaletto. Yoga satanico? - Scrive Marco Bracci a commento dell'affermazione dell'esorcista Amorth http://saul-arpino.blogspot.it/2014/12/il-giornaletto-di-saul-del-20-dicembre.html -: "Lo yoga è satanicom? Bah! Dipende, come per tutte le cose, dallo scopo per cui lo fai.... (...) E poi la reincarnazione non è una credenza degli orientali, è verità, e anche gli ebrei antichi ci credevano.." - Continua in calce al link segnalato

Giornaletto. Tasse – Scrive Marco Bracci a commento dell'articolo sullo scopo delle tasse: "...lo STATO è un truffatore e un disonesto. Basti pensare che pretende il pagamento delle tasse e non si sogna nemmeno di pagarti lui quelle che gli hai pagato in più o, quantomeno, di compensartele affinché tu paghi meno e riesca a tirare avanti..." - Continua in calce al link soprastante segnalato

Giornaletto. La notte senza tempo – Commento di Ferdinando Renzetti all'articolo http://www.aamterranuova.it/Blog/Riconoscersi-in-cio-che-e/La-Notte-senza-Tempo-del-Circolo-Vegetariano-VV.TT -: "ji ci vengh nghi la maggia uno due tria piggh u temp e me vagghiu via, saludos barbudos, in particolare a Caterina. P.S. aauu...! aauu...!aauu! (allarme evacuazione sulle navi) pericolo! Pericolo! ego in rigonfiamento!"

Mio commentino: "La mente (ego) tende ad appropriarsi delle esperienze vissute. Naturalmente non è necessario, al fine di realizzare la nostra vera natura, "rinunciare" alla identità fisiologica (nome-forma) ma dobbiamo integrarla con il Tutto, anche perché ne facciamo parte ed il Tutto è inscindibile. Vedi il concetto di “ologramma”, in cui ogni parte che compone l'immagine è costituita dalla totalità dell'immagine stessa. Illudersi di essere separati dal Tutto significa cadere nel dualismo separativo. Il nome-forma è come un'onda che sorge sul mare dell'Assoluto, il quale è appunto il substrato necessario all'esistenza dell'io. Realizzare che l'io è solo il Sè riflesso nello specchio della mente è la chiave della Conoscenza"

Animali ed umani. – Scrive Franco Libero Manco: "...per essere animalista non basta avere in casa un animale d’affezione, o amare il proprio animale per essere tali: la vera coscienza animalista è ben altra cosa, e purtroppo, non si improvvisa. Così succede che chi ha la compagnia di un animale domestico spesso arriva a generare dissidi, a rendersi detestabile dal vicino di casa per la poca responsabilità nel gestire con saggezza le esigenze dei loro animali e quelle dei vicini. E’ il danno maggiore lo subisce la causa animalista e soprattutto gli stessi animali che per questo alcuni arrivano ad odiare e a disprezzare, ritardando il varo di leggi a loro favore..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/20/animali-fastidiosi-e-dissidi-fra-umani/

Amelia. Solstizio d'inverno – Scrive Daniela: "'Agriturismo Marinella, Strada dello Scendone, Amelia (Tr). Conferenza "Solstizio d'inverno e importanza dei cicli naturali" dello Psicologo Andrea Passeri. Ore 11.30. Info. 3299807264"

Per un carcere rieducativo – Scrive Arrigo Colombo: "...nelle carceri italiane lavora soltanto il 5% dei detenuti. E dicono anche che questi detenuti lavoratori sono quelli che più facilmente recuperano la loro posizione e dignità sociale. Il fatto è scandaloso, se si pensa che la fondamentale moderna finalità delle carceri è proprio il recupero del detenuto alla società, alla moralità onestà, dignità sociale. Mentre siamo di fronte ad un esercito di detenuti che giacciono nell’ozio, mentre si sa che il lavoro è necessario alla stessa integrità psicologica e morale della persona..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2014/12/lavorare-in-carcere-e-rieducativo.html


E con questo, sperando in un nuovo sistema "carcerario", vi saluto, Saul/Paolo

P.S. Siccome oggi non avrò praticamente tempo a disposizione non so se potrò dedicarmi alla redazione del Giornaletto di domani... Magari ne sarete contenti, chissà?

...................................................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“La conoscenza di ciò che appare nella coscienza non è vera conoscenza. Conoscenza di Sé significa essere quella coscienza in cui tutto appare” (Saul Arpino) 




Nessun commento:

Posta un commento