Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

sabato 27 dicembre 2014

Il Giornaletto di Saul del 27 dicembre 2014 – Bello bello, Dio in tutto, l'anima nera di Obama, l'utile idiota al governo, messaggio bioregionale, messaggio spirituale....



Care, cari, non si capisce perché Santo Stefano sia così importante da dedicargli una giornata festiva, questo ci siamo chiesti ieri Caterina ed io mentre andavamo a fare colazione al baretto del Vocione. Si sono pure sbagliati ordinazione ed invece di portarci un caffè macchiato e cappuccino bollente ci hanno portato un caffè decaffeinato e cappuccino tiepido. Insomma Santo Stefano è un santo distratto... Però un impenitente ottimista, l'amico Stefano (di Spilamberto), scrive: "...perché in fondo capita ogni tanto di dimenticarsi d'esistere... ma abbuffarsi fino a far schizzare i bottoni della camicia per ringraziare di cuore le mani zelanti di chi si è rinchiuso per due giorni in cucina, tentare di colpire la palla bianca sul tappeto verde gocciolanti di grappa come spugne e con le tasche colme di risate, cambiare una gomma a terra a mezzanotte a due vecchi alticci mentre ti guardano lavorare bestemmiando in dialetto, e un bel culo ciondolante per strada che fa sempre allegria come quando da bambino fissavi i regali sotto l'albero aspettando trepidante di scartarli, mentre fuori dalla finestra la neve iniziava a scendere lenta e silenziosa... in fondo 'sto Natale non è solo nebbia, spese e lucine...". Un altro amico Stefano (di Treia), invece mi scrive augurandomi un felice 2014, insomma mi augura felicità per i restanti 5 giorni... beh, meglio di niente......
Per fortuna che lassù qualcuno mi ama e la notte ho fatto un sogno bellissimo, pieno di amore.... la Santa Madre, nel sogno, mi diceva: "Bello, bello....", nello stesso identico modo in cui si rivolge a me l'amata Caterina (lei sì che mi vuole bene!).

Dio in tutto e con tutto – Scrive Giuseppe Turrisi: "Tutto è Dio e tutto viene da Dio, ma nel confino dello spazio tempo anche la parte di Dio divenuta materia trova il limite della materia della relatività, della luce e della sua assenza, del calore e della sua assenza, della ragione e della sua assenza dell’amore e della sua assenza. Ma l’assenza delle proprietà di Dio nel mondo della materia che ha bisogno della parola per essere e per comunicare trova la creazione anche del non essere diventano essa stessa qualcosa....." - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2014/12/buon-dio-tutti.html

Commento di V.M.: "Il codice genetico rappresenta l'espressione karmica e materiale di una persona, solo il maestro spirituale è quello in grado di vincere quello che sta sotto e quello che sta sopra di lui, cioè la genetica ma anche le stelle, tutti gli altri stanno in mezzo tra vincoli genetici e influssi astrali. Conoscere se stessi è la chiave per essere liberi. Conosci te stesso e conoscerai l'universo e gli dei..."

Mio commentino: "La materia continuamente si ricicla e si trasforma e questa trasformazione si chiama Dio"

Si stava meglio quando si stava peggio? - Scrive Filippo Giannini: "Nessuno può negare che oggi siamo governati da una cricca di ladri, corrotti, corruttori, incompetenti, assassini, pedofili, mafiosi, camorristi, stupratori, bestemmiatori, maramaldi, “finocchi”, burattini, traditori, palazzinari, voltagabbana, vigliacchi,
“vitaliziari” ecc. ecc.Vediamo quale è stata la risposta italiana alla grande crisi economica mondiale del 1929, crisi che, a detta di valenti economisti fu più grave di quella nella quale siamo stati affogati. Scriveva Giorgio De Angelis..." - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/12/26/giorgio-de-angelis-e-l%E2%80%99economia-italiana-tra-le-due-guerre-si-stava-meglio-quando-si-stava-peggio/

Roma. Filiera corta senza OGM – Scrive Giuseppe Altieri: "Il Convegno “Gli OGM nella filiera agroalimentare: una rinuncia ragionata o un’opportunità non colta?” si svolgerà presso l’Istituto Superiore di Sanità, a Roma, il 10 febbraio 2015. Dato l’atteso alto numero di partecipanti, si richiede di confermare la partecipazione via e-mail mcbarea@iss.it - La partecipazione è gratuita."

Obama, anima nera – Scrive Valeria Sonda: "... uscire dalla Nato è tanto ma non tutto: questa area grigia di falsi media che ci soffoca la vita dev'essere sezionata e fermata, perché abbiamo il diritto di essere informati e di non di essere plagiati per metterci contro chi applica il modello economico della ridistribuzione equa fra le fasce del suo popolo. Vi faccio l'esempio di quanto sta succedendo al Venezuela con la complicità dei media europei: Obama firma le sanzioni contro Caracas. Oltre che per la Libia, la Siria, l'Ucraina, l'Iraq, il Burkina Faso ed innumerevoli altri paesi in tutti i continenti, Obama si preoccupa dei "diritti umani" in Venezuela..." - Continua:

Commento di P. de la Blanca: "USAID calla a Alan Gross con más de tres millones de dólares. La USAID actua con frecuencia como fachada de agencias norte-americanas de inteligencia. Cuando es sorprendida in fraganti se muestra generosa con los que podrían hablar...."

Governo. Un altro utile idiota – Scrive Giorgio Vitali: "Al Governo di questo paese un IDIOTA (nel senso Classico, dostojewskiano) sta contribuendo a far capire anche agli scemi del villaggio in quale specie di fogna stanno facendo precipitare l'italia intera. Parallelamente, su internet aumenta il numero delle persone che hanno aperto gli occhi. Nel contempo, la media piccola borghesia, che è l'ultima ad accorgersi di NON aver più i soldi in tasca, sta trovando le strade per riprendere in mano la situazione. Il disprezzo per i politici alla ribalta aumenta di giorno in giorno, di ora in ora, anche grazie alle rivelazioni dei dibattiti in TV, nei settimanali, etc..." - Continua:

Commento di V.Z.: "Ora, fin che il sistema è schiavo dei banchieri costoro continueranno ad imporre quel che vogliono, come hanno dimostrato imponendo già tre capi di governo mai eletti da nessuno. Il problema va affrontato alla radice. Oggi il politico non conta nulla, perché conta il padrone, ovvero chi decide l'emissione monopolista di denaro a debito. E in queste condizioni il politico è ridotto a semplice cameriere dei grandi usurai. Ora, mi dispiace che una simile azzeccata espressione risalga ad Ezra Pound, ovvero a un intellettuale di destra, ma ricorderete tutti che Bertolt Brecht, da sinistra, esprimeva lo stesso concetto: "E' più criminale fondare una banca che rapinarla" – Continua in calce al link sopra segnalato

Un messaggio bioregionale – Scrive Stefano Panzarasa: "L'ecologia profonda sostiene la centralità della natura, della Madre Terra.... Questa consapevolezza deve portarci a riprendere coscienza di essere solo una parte del complesso mondo naturale e riscoprire il lato selvatico della nostra mente. L'ecologia profonda non afferma però nessuna novità ma parte dai saperi tradizionali popolari (per esempio l'antica saggezza dei nativi americani o degli aborigeni australiani) e dalle dimensioni spirituali dei popoli occidentali e orientali. Se l'ecologia profonda è la grande visione, la semplicità può allora essere quella che è stata definita la sua applicazione pratica, il bioregionalismo..." - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2014/12/tracce-di-ecologia-profonda-e-di.html

Percile. Laboratorio ceramico – Scrive S.P.: "Le mani nella terra, domenica 28 dicembre 2014 al Parco dei Monti Lucretili, nei locali del futuro Museo Naturalistico-Archeologico di Percile, Laboratorio di Ceramica dedicato all'arte dell'Antica Europa. Il laboratorio è gratuito, aperto a tutti, bambine, bambini e adulti e si svolgerà con orario 10.00-13.00 e 14.30-16.30. Info. bassavalledeltevere@inwind.it"

Un messaggio spirituale - Disse Sri Siddharameshwar Maharaj a Nisargadatta Maharaj: "Osserva e confronta il cambiamento nel tuo atteggiamento verso la vita prima e dopo aver incontrato il Satguru - quello che tu consideravi di essere prima e ciò che consideri di essere ora. Vedi che sentimenti provocavano il piacere nella tua mente prima e quali sentimenti lo evocano ora. Osserva quale significato davi alla tua vita e quale ora dai. Acquisizione e rinuncia avvengono involontariamente secondo la qualità della forma che la coscienza prende..." - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2014/12/un-messaggio-di-siddharameshwar-maharaj.html

Sii ciò che sei.... Ciao, Paolo/Saul

................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Qualcuno che la sa lunga
mi spieghi questo mistero:
il cielo è di tutti gli occhi
di ogni occhio è il cielo intero.
È mio, quando lo guardo.
È del vecchio, del bambino,
del re, dell’ortolano,
del poeta, dello spazzino.
Non c’è povero tanto povero
che non ne sia il padrone.
Il coniglio spaurito
ne ha quanto il leone.
Il cielo è di tutti gli occhi,
ed ogni occhio, se vuole,
si prende la luna intera,
le stelle comete, il sole.
Ogni occhio si prende ogni cosa
e non manca mai niente:
chi guarda il cielo per ultimo
non lo trova meno splendente.
Spiegatemi voi dunque,
in prosa od in versetti,
perché il cielo è uno solo
e la terra è tutta a pezzetti."
(Gianni Rodari)




Nessun commento:

Posta un commento