Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 1 aprile 2013

Il Giornaletto di Saul del 2 aprile 2013 – Italia occupata, il ritorno di monti, delfini morti, droni assassini, Italia che dorme, bioregionalismo attuato, artemisia a Treia



Care, cari,

Italia occupata. Intervista con Marco Della Luna. L’Italia è oramai da anni sotto attacco, non militare, non ce ne è bisogno essendo la penisola dalla fine della Seconda Guerra Mondiale occupata militarmente dagli Stati Uniti, ma economicamente. Gli obiettivi fin troppo chiari,distruggere completamente il sistema Italia che era fatto anche d’imprese anche a partecipazione statale, lo Stato sociale, le regole del mondo del lavoro, la previdenza pubblica e la sanità, la scuola e l’università dello Stato e infine mettere le mani sul nostro patrimonio economico... - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/01/il-governo-goldman-sachs-puo-essere-definito-traditore-dellitalia-no-e-un-occupante-accaparratore/

Politica della canzonetta – Scrive Maurizio Barozzi: “La quasi contemporanea scomparsa di Enzo Jannacci e Franco Califano, ha causato, in questo paese, superficiale e campanilista all’eccesso, le solite partigianerie mentali: quelli di destra si dispiacciono di Califano, ritenuto uno di loro e quelli di sinistra, come già fu per Lucio Dalla, si dispiacciono della dipartita di Jannacci. un compagno. Rallegrandosi invece della scomparsa del nemico. Il bello è che queste distinzioni, “destra” – “sinistra” oltre ad essere superficiali, rappresentano contenuti e specificità per i quali non c’è proprio da identificarsi...”

Draghi smascherato – Scrive Miro: “Draghi massacrato dalla tv tedesca: è nel vero governo mondiale della Goldman Sachs. Ciò che da noi non si vedrà mai! - http://www.youtube.com/watch?v=bH1QLum_sEE

Monti. A volte ritorna - Scrive Fabrizio Belloni: “La Casta non si smentisce. Fateci caso. Monti (non eletto: nominato) ha governato a colpi di "obbligatoria" fiducia. Cioè il governo esautorava il parlamento delle sue prerogative. Ora il presidente della Repubblica non può sciogliere le camere. I veti incrociati ed i ricatti impediscono di formare un governo..” - Aggiunta di un intervento “altro” di Claudio Moffa: “Che quello di Napolitano sia un mezzo golpe, un bis di quello che rovesciò Berlusconi nel novembre 2011, è credibile, anzi evidente: al di là del pasticcio del mezzo incarico a Bersani, l’affidare a 10 cosiddetti saggi la soluzione dello stallo parlamentare è una forzatura che punta ad ingabbiare la crisi entro i binari ristretti delle persone scelte per l’operazione...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/04/il-ritorno-del-monti-italiani-un.html

Commento di Vincenzo Zamboni: “Che bello. Lo stato fermo da più di un mese. La fotografia delle costruzioni di massa finalmente esplicita. Era ora. Resiste pure così, non muovetevi, non fate niente: l'esistenza continua. Lo stato è morto, e la vita vive. Finalmente. Era ora. Il sole sorge all'ora naturalmente convenuta. Tramonta poi così come quando deve. Finché splenderà sulle vicende umane. A ognuno le sue, vita per tutti. Così come si deve. Che respiro profondo, per l'umanità! Jaya gurudeva jay”

Commento di Daniele Bricchi: “Carissimo Paolo, il comportamento dei 5 stelle, dalle notizie che mi sono arrivate, hanno fatto aumentare in me la stima per loro e il sentore che qualcosa di finalmente NUOVO e sveglio stia avvenendo. Se si fossero uniti a Bersani, personalmente avrei sentito il solito disgusto che sento da sempre. Poteva avvenire qualcosa di meglio, certo, ma si vede che c'è ancora troppa gente che non ha compreso un po di cose di cui parlano i 5 stelle. Troppi che non sono ancora pronti. Anche definire Grillo e il suo movimento semplicemente un fenomeno che si spiega con un: "fenomeno che cavalca lo scontento" mi sembra estremamente riduttivo, anzi profondamente scentrato. Sento il bisogno di scriverti riguardo al tuo scritto sul vegetarismo e ai commentatori e lo farò appena ho 5 minuti di tempo”

Commento di Caterina Regazzi: “...bisogna anche "approfittare" delle opportunità... credete che alle prossime elezioni il M5S prenderà la maggioranza assoluta a Camera e Senato e così potrà andare al Governo? Non sarebbe stato meglio chiedere a Bersani di fare le cose che il M5S chiede oppure chiedere a Napolitano di dare l'incarico ad una personalità di loro fiducia (e magari anche di fiducia di altri, visto che comunque loro hanno circa "solo" il 25%), insomma in una parola non lasciarci nella m...a fino a chissà quando in balia di Monti e di questi cavoli di "saggi"? Che succederà adesso? Non dico sia colpa loro la situazione attuale, ma loro avevano il dovere morale di proporre qualcosa di concreto in cui poter avere voce e non solo "un governo del M5S", visto che né loro né altri hanno una maggioranza assoluta a Camera e Senato pur col premio di maggioranza. Devono leggersi qualcosa sul Tao, la rigidità non fa bene in nessun campo.... non è questione di compromessi, ma adattarsi alla situazione cercando di ottenere il massimo beneficio, per tutti”

Tirreno. Delfini morti – Scrive Gabriele La Malfa: “L'ARPA Toscana, che ha studiato a fondo il problema epidemico, soprattutto in laboratorio, ed ha constatato che gran parte dei delfini arenati erano fortemente parassitati. Per i biologi, che hanno effettuato la ricerca sui poveri animali, è risultato che i mammiferi marini mediterranei presentavano un quadro immunitario compromesso. Per questi studiosi tale carenza di difese immunitarie può essere causato da altri fattori non virali o batteriologiche, ma da agenti inquinanti organici che si accumulano nei tessuti dei cetacei e che possono alterarne la risposta immunitaria....” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/04/delfini-morti-nel-tirreno-trovate-le.html

Roma. Pro Tutsi – Scrive Bene Rwanda: “In occasione della XIX Giornata Internazionale della Memoria per il Genocidio del Rwanda, le associazioni Bene Rwanda e Umubyeyi Mwiza organizzano, domenica 14 aprile 2013 presso il Teatro Piccolo Eliseo (via Nazionale 183 - Roma), la consueta manifestazione pubblica per raccontare ciò che è accaduto nel 1994 in Rwanda e per riflettere sull’attuale emergenza delle guerre in Africa. Info. info@benerwanda.org

Italia. Lasciala andare... - Scrive Ulrico: “Due le opzioni per il sistema Italia, in crisi da almeno un quindicennio: si può non decidere né fare niente, lasciarlo scivolare giù, verso il burrone sottosviluppo; tutti contenti? No, solo cittadini socialmente sonnolenti! Oppure si può fare il necessario; individuare la strada sicura per tirarlo su, occupandosi del Problema Sociale e risolvendolo......” - Continua:

Droni poco belli - Scrive Antoniochedice: "Il Guardian non è certo un giornale rivoluzionario e l'Inghilterra non è un paese ostile agli USA. Credo però che ci sia un limite a tutto e se ne sono accorti anche gli inglesi C'è un limite anche all'acquiescenza verso gli alleati. Il limite è stato superato per primo in Pakistan, dove ormai il numero dei morti ammazzati con i droni ha superato le tremila unità (3.000). Terroristi? Si, circa 150, gli altri sono i danni collaterali. Il responsabile di questo eccidio, John Brennan, è stato designato dal Presidente Obama a capo della C.I.A. Benché fosse responsabile dell'assassinio dei maschi della famiglia Awlaki. Gli Awlaki erano cittadini U.S.A. È questo ha creato trambusto al livello dei diritti costituzionali. Si può condannare a morte un cittadino americano senza che la legge sanzioni il fatto? La risposta è stata no"

Piove, governo ladro - Scrive Massimo Sega: "Noi abbiamo gli uffici tributari che si comportano da polizia, in quanto i relativi contribuenti sono, nella stragrande maggioranza, dei criminali, fatta eccezione per i dipendenti e per i pensionati, ma non per loro merito. A questo aggiungiamo che i funzionari tributari sono degli italiani, con tutte le conseguenze del caso...."

Bioregionalismo attuato - Chi può definirsi bioregionalista? Questo termine non denota una appartenenza etnica bensì la capacità di rapportarsi con il luogo in cui si risiede considerandolo come la propria casa, come una espansione di sé. La definizione diviene appropriata nel momento in cui si vive in sintonia con il territorio e con gli elementi vitali che lo compongono. Infatti chiunque può essere bioregionalista indipendentemente dalla provenienza di origine se segue la pratica dell’ecologia profonda..” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/04/la-visione-bioregionale-di-paolo.html

Arezzo. Sandro Chia in mostra - - Scrive Ufficio Cultura: "L'opera di Sandro Chia in mostra negli spazi della GCAC di Arezzo, sino al 5 maggio 2013. Sandro Chia: storie trascese di teatro latente sarà inaugurata alla presenza dell'artista, e consta di quasi quaranta opere, fra dipinti e sculture monumentali. Arezzo si appresta quindi a mostrare il lavoro di uno dei protagonisti dell'attualità espressiva internazionale"

Giornaletto estero – Anche ieri il maggior numero di visite veniva dall'estero: I) Inghilterra, II) Russia, III) Italia, IV) USA, V) Spagna, VI) Germania, VII) Irlanda..

Artemisia a Treia - “Artemisia annua” è il suo nome scientifico, la pianta viene dalla Cina ma da parecchi secoli si è ben acclimatata in Europa, cresce ormai spontanea un po’ ovunque, ed anche qui a Treia non è raro incontrarla. Riconoscerla non è difficile soprattutto nei mesi di aprile e maggio in cui si spande nell’aria il suo forte effluvio odoroso. Ma a parte l’odore molto intenso il sapore è alquanto disgustoso, chi l’ha assaggiata storce la bocca al ricordo, infatti è molto amara. Nei secoli scorsi le sue foglie venivano usate per profumare e disinfettare le coltri e la biancheria e per tenere lontani gli insetti indesiderati...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/04/insetti-molesti-meglio-evitare-le.html

Anche aprile è arrivato, speriamo il cielo schiarisca. Ciao, Paolo/Saul

...............................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Ciò che ci piace è bello, ciò che non ci piace è brutto; ma il brutto nel giro delle cose tornerà ad essere bello , e il bello ad essere brutto; perciò si può dire che una sola anima penetra l’universo. Per questo il saggio venera l’unità”.
(Chuang Tze)

Nessun commento:

Posta un commento