Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

lunedì 8 aprile 2013

Il Giornaletto di Saul del 9 aprile 2013 – Il senso del peccato, presidenzialismo all'italiana, razzismo biblico, 8 punti di sutura, armi a gogò, le acque di Treia, Madre Russia...



Care, cari,

Pecca tu, che pecco io.. - Dopo la pubblicazione del famigerato articolo di Uriel sulla perdita delle radici cristiane (http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/03/il-cristianesimo-e-morto-ma-i-cristiani.html) ho ricevuto diversi commenti, ad esempio Subramanyam mi ha chiesto come mai mi interessassi di queste faccende, al che gli ho spiegato che "...il mio è una forma di presa in giro del sofismo religioso completamente avulso dal mio sentire... "Allora perché pubblico certi articoli?" - potresti chiedermi - Semina a spaglio, pastura per pesci che forse abboccano, gusto dell'osservazione delle reazioni altrui accompagnato da una buona dose di stoicismo (magari potresti anche chiamarla crudeltà)..." Poi ho ricevuto anche lo scritto che segue di Massimo Sega...” - Continua con mie considerazioni  ed una storiella: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/08/peccatori-a-noi-il-peccato-e-la-base-della-religione-cristiana-ma-anche-delle-alte-due-sue-compagne-di-sventura/

Anzio. Memoria - Scrive Biblioteca comunale: "Da lunedì 8 alle comincerà un ciclo di tre conferenze tenute da due architetti romani, Anna Rita Romano e Arnaldo Sciolari. Gli incontri sono articolati come segue: il 15 aprile alle ore 17:00, ancora Anna Rita Romano parlerà della figura dell’ingegnere architetto Cesare Bazzani: progetti e realizzazioni ad Anzio; il 22 aprile alle ore 17:00 Arnaldo Sciolari parlerà invece con brevi cenni sullo sviluppo edilizio di Anzio dal 1500 ad oggi. Info. biblioteca@comune.anzio.roma.it"

Rimini. Nuovo tentativo politico - Scrive Gianni Principi: "Il 13 ed 14 aprile prossimi Rimini ospiterà il primo Congresso nazionale di Lista civica italiana. “Un nuovo gruppo politico che intende rivoluzionare gli standard della politica italiana”. La giornata di sabato 13 aprile sarà dedicata alle strategie e all’organizzazione territoriale, mentre la domenica sarà dedicata all’Assemblea nazionale prevista dallo statuto. Lista civica italiana nasce dal lavoro di oltre due anni condotto da cittadine e cittadini accomunati dalla passione per la Politica e per il bene comune e stanchi di un sistema che consente sistematicamente ruberie e disonestà. Info. info@listacivicaitaliana.org"

10 piccoli negretti – Scrive Michele Rallo: “Ormai è accertato: i prototipi di regime presidenziale non sono più due, ma tre. C’è il presidenzialismo pieno, “all’americana”, dove il Capo dello Stato – eletto dal popolo – è anche Capo del Governo; c’è il presidenzialismo attenuato, il “semipresidenzialismo alla francese”, dove il Capo dello Stato – anche qui eletto dal popolo – non è contemporaneamente Capo del Governo; e c’è pure il presidenzialismo fai-da-te, “all’italiana”, dove il Capo dello Stato – non eletto dal popolo – può nominare un Capo del Governo non eletto da nessuno (Mario Monti) e mantenerlo temporaneamente al potere anche dopo nuove elezioni, sol che non abbia avuto la sfiducia “esplicita” del Parlamento” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/04/cinema-italia-10-saggi-come-i-10.html


Destabilizzare il Venezuala: “Nel corso di un discorso diffuso dalla tv pubblica Vtv, il presidente venezuelano ad interim Nicolas Maduro, candidato socialista per le elezioni presidenziali del 14 aprile ha denunciato piani di destabilizzazione contro il Venezuela che includono progetti di uccisione nei suoi confronti. Maduro ha svelato che la parte operativa è stata affidata alla destra salvadoregna, con la collaborazione di settori dell'opposizione interna, dell'ambasciatore degli Stati Uniti in Venezuela, Otto Reich, e del sottosegretario aggiunto Usa, con delega all'emisfero occidentale, Roger Noriega, per infiltrare nel paese mercenari con tre obiettivi fondamentali. Il primo obiettivo è incrementare il numero degli omicidi nel paese, cercando anche episodi crimosi rilevanti per aumentare le paure nella popolazione; mentre la seconda finalità riguarda il sabotaggio della rete elettrica nazionale, per determinare un blackout totale nel paese. Il terzo obiettivo – ha detto Maduro-è uccidermi. Hanno mandato dei sicari perché sanno che non possono battermi nelle urne”

Razzismo biblico, il bue che dice cornuto all’asino. - Scrive Joe Fallisi: "Leggere per credere: “Così saremo distinti, io e il tuo popolo, da tutti i popoli che sono sulla terra” (Esodo 33, 16); “Guardati dal far lega con gli abitanti del paese nel quale stai per andare” (Esodo 34, 12); “Guardati dal far lega con gli abitanti del paese” (Esodo 34, 15); (Ndr: “non prenderai in moglie”) “le loro figliole per i tuoi figliuoli” (Esodo 34, 16); “separati dagli altri popoli” (Levitico 20, 26); “un popolo che resta a parte e che non può essere pensato tra le (altre) Nazioni” (Numeri 23, 9) ;“Non ti imparenterai con loro, non darai le tue figlie ai loro figli e non prenderai le loro figlie per i tuoi figli” (Deuteronomio 7, 3); “Perché, se fate apostasia e vi unite al resto di queste nazioni che sono rimaste fra di voi e vi imparentate con loro e vi mescolate con esse ed esse con voi, allora sappiate che il Signore vostro..." - Continua con descrizione di varie stragi: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/04/olocausti-e-stragi-proposito-di-musei.html

Andando in giro – Scrive Caterina: “Andando in giro guardo le persone negli occhi e vedo tanta tristezza, rabbia, indifferenza... sono poche le persone con uno sguardo sereno e per lo più sono stranieri. Mi ha fatto piacere parlare un po' di erbe e piante con la mia collega. Mi ha raccontato che quando faceva l'Università c'era un suo amico che faceva agraria e che studiavano botanica insieme e che quando andavano in giro assieme per strada si studiavano tutte le piante che incontravano, infatti lei le conosce bene. Mi ha detto che ci sono due tipi di capsella bursa pastoris e me le ha fatte vedere entrambe e mi ha fatto vedere i baccelli di una dei due tipi, poi io ho visto che nella aiuola (aiuola per modo di dire un pezzetto di terra con delle erbacce dentro) c'erano delle viole e mi ha detto che (ovviamente) si possono anche seminare. Io le ho detto che quando non hanno i fiori non le riconosco e lei: "ma come? basta che guardi le foglie che sono così e così... le piante vanno solo osservate bene, hanno le foglie a forma di cuore..." Sono tornata in ufficio, ho annaffiato la pianta di ficus benjamin che sta abbastanza bene, ha tante foglioline ed anche la orchidea, le foglie sono belle robuste e chissà se rifiorirà.”

8 punti di sutura – Scrive A.M.: “PD e PDL sono perennemente in campagna elettorale ed anche se dicono di pensare al Paese pensano solo a vellicare gli animi del proprio elettorato cercando consensi anziché prendere atto che la situazione esige provvedimenti drastici, magari impopolari, ma necessari a non fare precipitare l’Italia in quel baratro dal quale Monti ci ha salvati una volta e che si sta avvicinando nuovamente e pericolosamente. Basta confrontare gli 8 punti di Bersani e gli 8 punti di Berlusconi per trovare conferma a quanto sopra detto...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/08/8-punti-di-sutura-non-bastano-pd-e-pdl-bravi-a-chiacchiere-ma-di-signoraggio-bancario-non-ne-parlano-come/

Precursori perché - Ancora oggi, dopo 29 anni che l'evento si ripete, c'è qualcuno che mi chiede "...perché hai  chiamato questa cosa,  la Festa dei Precursori?". Me lo chiedono con una nota di rimprovero, in quanto la parola "precursori" assomiglia molto ad "incursori", insomma ha un che di militaresco. Magari  autodefinirsi "precursori"  fa pensare che ci vogliamo gloriare del nostro essere antesignani. Beh, che posso farci... la verità, come spesso ho accennato in varie occasioni,  è che il "precursore" è  semplicemente colui che si prende tutte le pizze in faccia e non raccoglie mai niente. Il precursore è chi ara, zappa e semina e non raccoglie. Dopo arriva sempre qualcuno, più bravo o più furbo o più fortunato,  che riveste il manto del trionfatore,  sale sul carro e afferma ad alta voce, fra due ali festanti di folla, quel che noi precursori siamo andati sussurrando, spesso azzittiti od inascoltati, a destra e manca.” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/04/festa-dei-precursori-o-festa-dei.html

Servizio Civile – Scrive Movimento Nonviolento: “...a seguito della sentenza della Corte d'Appello di Milano sulla presenza dei giovani stranieri e la funzione dell'istituto del Servizio Civile. Il Movimento Nonviolento ritiene una conquista irrinunciabile della legislazione italiana l’istituzione del Servizio Civile Nazionale, proprio come istituto specifico di difesa civile della Patria. Ritiene, altresì, che ciò non impedisca il libero accesso al SCN per tutti i cittadini che hanno scelto di risiedere sul territorio italiano. Info. mao@sis.it”

Le acque di Treia – Scrive Alberto Meriggi: “...qualche curiosità, sull’uso delle acque a Treia nella tradizione locale sia contadina che cittadina. Le due dimensioni sono sempre state in stretta correlazione. Il centro urbano dipendeva molto dalla campagna circostante soprattutto per quanto concerneva i prodotti alimentari. Parto, dunque, da una considerazione che ritengo importante. Il territorio di Treia, in riferimento all’uso storico delle acque, andrebbe diviso almeno in tre aree: il centro urbano, ossia il capoluogo, che per orografia e consistenza del suolo, non ha potuto mai contare sulla presenza di fonti sorgive e, pertanto, l’uso dell’acqua è stato sempre riservato solo all’alimentazione e all’igiene privata e pubblica. La zona di Passo di Treia, verso sud a valle, in cui scorre da sempre il fiume Potenza, dove l’acqua, invece, ha visto soprattutto un uso per mulini e irrigazioni per le coltivazioni...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/04/treia-tradizioni-contadine-e-uso-delle.html

Mappa per raggiungerci – Scrive Gabriella: “Ciao a tutti, perdonate ma non ho trovato nessuna indicazione per chi, porella, non ha la macchina... 'na mappettina, noo? Grazie, mi piacerebbe venirvi a trovare!”

Mia rispostina: “La Festa si tiene a Treia (Mc) nella nuova sede del Circolo. Tu dove abiti? Prima dimmi da dove parti e poi ti darò le indicazioni per giungere qui...”

Trattato interessato sulle armi – Scrive T.M.: “L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato, il 2 aprile 2013, un progetto di Trattato sul commercio delle armi, con 154 voti favorevoli, 23 astenuti e 3 voti contrari. Con ciò, malgrado le apparenze, i governi britannico e francese sono coerenti nel cercare contemporaneamente da un lato di regolare «il commercio delle armi» e, dall’altro, di revocare un embargo (vale a dire, deregolamentare questo commercio) al fine di legalizzare il trasferimento illecito di armi ai mercenari che le dittature wahabite pagano per distruggere la Siria. In definitiva questo progetto di trattato è nato morto. Sebbene sia stato rapidamente ratificato da cinquanta stati che hanno votato in favore e sia così entrato in vigore, non sarà applicabile. La Cina e la Russia hanno rifiutato di aderire al cartello militare-industriale occidentale. Nonostante i vantaggi economici che avrebbero potuto trovarvi, hanno protetto nuovamente il mondo dal mercantilismo anglosassone (al quale la Francia, cambiando di campo, si è allineata). Assumendo la loro statura imperiale di grandi potenze, si sono rifiutati di trasformarsi in imprese imperialiste”

Sul Cambiamento - Scrive Giovanna comunicandoci che l'Incontro Bioregionale di Vignola del 22 e 23 giugno 2013 è stata pubblicizzata sul giornale il Cambiamento: http://www.ilcambiamento.it/evento/tavola_rotonda_bioregionalismo_incontro_collettivo_ecologista/

Femmine pagate – Scrive Maufil: “Diverse donne a seno nudo, con lo slogan 'fuck dictator' scritto sul petto, hanno protestato per la visita del presidente russo Wladimir Putin alla fiera internazionale di Hannover. ORA DOBBIAMO CHIEDERCI: ma queste giovani "moderne", come mai si agitano tanto contro Putin? La risposta è una sola: gruppi presunti femministi, gay, ONG, libertari e altro, sono TUTTI sovvenzionati e ispirati dalle Intelligence Occidentali ed espressione di consorterie mondialiste. Orbene, se le consorterie hanno questa acredine nei confronti di Putin, la cosa ci conforta e a noi, pur considerando che un Presidente di una nazione, in linea di massima, segue gli interessi geopolitici di quella nazione, non resta che sostenere e appoggiare la Russia di Putin!"

Cancellazione dell'identità culturale – Scrive Giorgio Quarantotto: “Anche in Russia si comincia a parlare dell'aspetto della mescolanza delle razze e della perdita delle identità culturali. L'arte per ottenere il dominio è molto sofisticata e per contrastare queste occulte aggressioni avvenute e che avvengono ai danni del popolo russo e dei governi in carica, è stato formato un gruppo di esperti: storici, sociologi, geopolitici, per contrastare gli attacchi ai governi eletti. Certi fatti li stanno spiattellando pubblicamente, e stanno preparando l'opinione pubblica ad interpretare gli avvenimenti. Cito la Russia, perché con il caso Berezovsky si sono chiesti come mai la perfida Albione ha sempre cercato di distruggere la Russia...” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/04/mescolanza-delle-razze-e-cancellazione.html

E pure stavolta chiudiamo, ciao, Paolo/Saul

......................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Le incredibili qualità dei grandi esseri che tengono celata la propria natura sfuggono alle persone ordinarie come noi, a dispetto degli sforzi per indagarli. Al contrario, qualunque ciarlatano è abilissimo nell'ingannare gli altri comportandosi come un santo." (Patrul Rinpoche)

Nessun commento:

Posta un commento