Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 21 aprile 2013

Il Giornaletto di Saul del 22 Aprile 2013 – Giornata della Terra, mioddio è tornato, orti sociali a Bologna, sosta biologica ad Umbertide, salviamo il paesaggio...


La terra è una sola!

Care, cari,

malgrado tutto è la Giornata della Terra, dimentichiamo le amarezze politiche e concentriamoci sul nostro bistrattato pianeta. Qualcosa possiamo pur fare, almeno interrompere il deleterio meccanismo consumista che ci impone abitudini e modelli non idonei alla vita. Eliminiamo vizi e cose superflue e già avremo fatto qualcosa di buono! Vedi: http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2774982

Bologna. Libraria – Scrive Salvatore Panu: “Mercoledì 24 aprile, ore 18, Libreria Coop, Via Marco Polo n. 3, Bologna. Presentazione del libro di Katia Sassoni, Gino Doné. L'italiano del Granma. Partecipazione dell'autrice. Info. torepanu@tiscali.it”

In gabbia si sta bene – Scrive Pino Delle Donne: “Ci hanno/siamo tanto assuefatti alla "gabbia", che abbiamo paura di uscirne! E ci sono tanti Rumeni che vengono in Italia a farsi mettere in "gabbia", pur di avere un pasto gratis...”

È tornato! Mioddio è tornato! - Scrive Stefano Davidson: “Forse il primo a prevedere questa eventualità fu nientepopodimeno che Stephen King nel 1978 con il suo libro “A volte ritornano”. Già perché dopo una dichiarazione così perentoria e “stranamente” saggia considerato il personaggio, la rielezione di oggi pareva possibile solo in una raccolta di racconti al limite tra l’horror e la fantascienza. In questa, appena citata, lo stesso autore scriveva nella prefazione: «Parliamo, io e te. Parliamo della paura . (…) C'è qualcosa che ti voglio mostrare, qualcosa che voglio che tu tocchi. È una stanza non lontano da qui (…) Partiamo?» Partiamo allora, la stanza in verità è un aula, quella di Montecitorio, è lì dove si consumano in poche ore alcune delle vicende più allucinanti che la vita politica del nostro Paese ricordi. Infatti al suo interno risorge e riassurge a Presidente della Repubblica colui che ha appoggiato il Governo Berlusconi per sei anni, senza muovere un dito nonostante questo stesse lentamente distruggendo il Paese, anzi senza alcuna remora, da subito si prestò come semplice passacarte del Presidente del Consiglio e firmò tutto quello che gli venne chiesto di firmare....” - Continua e ne consiglio la lettura attenta:

Napolitano ineleggibile - Scrive Sabry Granato: "Napolitano Per essere rieletto doveva prima dimettersi. Non può essere rieletto per la stessa carica chi ancora la ricopre. Vi ricordo che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è in carica fino al 15 maggio 2013... l'Art. 84 della costituzione recita "L'ufficio di Presidente della Repubblica è incompatibile con qualsiasi altra carica." quindi può essere eletto un presidente ancora in carica? In effetti Napolitano non si è mai dimesso, se la scadenza è quella, la sua elezione è nulla. Il Presidente ancora in carica non può essere rieletto, doveva rassegnare le sue dimissioni per essere eleggibile"

Affari sporchi (di stato) – Scrive Luigi Caroli: “Se Mussolini non avesse perso la guerra e avesse seguito la cura VERZE' (che però per lui non ha funzionato) avrebbe governato fino a 120 anni. Gli italiani adorano seguire i pifferai. Non importa se vengono sodomizzati, mandati in guerra a piedi scalzi o ridotti alla fame. Come sudditi sono "unici" al mondo. Proteste? Qualche mese di RESISTENZA (da parte di pochi) in 100 anni. Alcune lotte operaie (concluse quasi sempre con festosi megaraduni a Roma). Raduni in cui si esibivano (con poche eccezioni) sindacalisti che, più che fare gli interessi dei lavoratori, hanno fatto i loro raggiungendo - senza quasi lavorare - ricchezza, eleganza, cooptazione in consigli di amministrazione, pensioni d'oro e...” - Continua con intervento aggiunto di Claudio Martinotti Doria:  http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/21/una-prece-in-ossequio-ai-padri-della-patria-da-tutankamon-a-mussolini-da-andreotti-a-napolitano/

Invito all'unione delle forze sane – Scrive Gianni Principi: “Amici carissimi, finalmente il PD getta la maschera, e dimostra al Paese intero di preferire BERLUSCONI, ai suoi ALLEATI ed ELETTORI! Paradossalmente è ORA, il momento di LISTA CIVICA ITALIANA, poiché molti cittadini finalmente ABBANDONERANNO il PD meno ELLE e cercheranno nuova speranza e coerenza e NOI dobbiamo ESSERCI, ed anche PRONTI! Anche GRILLO finalmente, con la convergenza di SEL potrà rendersi conto che DA SOLI non si va da NESSUNA PARTE, e che solo con una ALLEANZA si potrà spazzare via la CASTA”

Chi ci sta a fare la rivoluzione? – Scrive NPCI: ”...Qui si misurano la capacità e la volontà di Beppe Grillo e del M5S e l’efficacia della loro linea di ingresso nelle istituzioni della Repubblica Pontificia. Qui si misurano i reali intendimenti e il coraggio del Comitato No Debito di Giorgio Cremaschi, dei sindacati alternativi e di base (USB, Federazione Cobas, CUB, ecc.), della FIOM di Landini, degli altri organismi della sinistra sindacale, delle nuove aggregazioni (ALBA, Cambiare si Può, i vari Forum, Arancioni di Luigi De Magistris e Repubblica Romana di Sandro Medici, ecc.) e dei vecchi partiti (PRC, ecc.) della sinistra borghese che ancora godono di una qualche autorità e seguito tra le masse popolari e si proclamano “amici del popolo”.....” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/21/il-freddo-inverno-napolitano-che-ci-attende-parlamento-congelato-sul-nascere/

Commento di G.Q.: “Il vento dell'est soffierà nuovamente. Nella nuova Russia si sta discutendo apertamente di come liberarsi da questi impostori: i liberisti, che vengono chiamati con dispregiativo liberasti perché non sono visti bene dalla gente. La rivoluzione verrà da li e attraverso infiniti canali farà sentire la sua voce di dissenso, compreso nell'ONU, e che darà suoi effetti. Oltre al revisionismo storico, stanno studiando anche il comportamento delle razze dal punto genetico, tra quelle che vogliono dominare e quelle che si lasciano dominare. Anche lo studio della lingua che ha origini precise, viene valutata nel contesto, perché è risaputo che il linguaggio determina la logica di pensiero.. Ogni giorno va picconato il sistema , il quale tenta di ricompattarsi come nel caso di Napolitano. Grillo per questo è una opportunità che nasce in Italia”

Agricoltura bioregionale – Scrive Agernova: “25 aprile incontro su agricoltura biologica e danni dei pesticidi. Metà delle acque di laghi e fiumi italiani è contaminata da pesticidi ed è in aumento il numero di sostanze pericolose trovate nelle acque sia superficiali che sotterranee. È questo quanto è emerso dal “Rapporto nazionale pesticidi nelle acque 2013”. Le valli fluviali sono parte del territorio ed al suo interno vi finiscono residui dei composti chimici usati dall’agricoltura intensiva come fertilizzanti e pesticidi. Il canoista si bagna regolarmente nell’acqua dei fiumi all’interno del quale confluiscono tutti gli inquinanti presenti nel bacino. E' testimone del degrado del territorio ed è un vero e proprio indicatore della qualità fluviale” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/04/da-citta-di-castello-roma-in-canoa-con.html

Sassomorello. Passeggiata notturna – Scrive D.V.: “Ho organizzato (anch'io) una passeggiata notturna, con la luna piena del 25 aprile 2013 al meteorite di Sassomerello, portare binocoli e telescopi. Info. dario@marciadisanfrancesco.it”

Salviamo il paesaggio – Scrive Alessio Sciurpa: “...ogni giorno 100 ettari di terreno vanno persi”, come ricordava lo scorso luglio il ministro delle Politiche Agricole Mario Catania. Secondo l'Istat, il suolo occupato dall'uomo sul territorio nazionale è pari al 7,3 per cento, contro una media europea del 4,3. Altro preoccupante e inconfutabile indicatore, che dovrebbe far rabbrividire più che riflettere, è il numero dei permessi a costruire rilasciati negli ultimi anni: dal 1995 al 2000 sono stati autorizzati volumi edificabili per 190 milioni di metri cubi, dal 2001 al 2006 il totale dei volumi aumenta fino a toccare quota 233 milioni di metri cubi. Quanti di questi siano attualmente utilizzati e indispensabili è un dato sotto gli occhi di tutti...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/04/salviamo-il-paesaggio-per-la-giornata.html

Viterbo. Salviamo la Terra - Scrive Peppe Sini: "La Giornata della Terra ci convoca a un impegno ineludibile: di buone pratiche in un orizzonte globale, di responsabilità e solidarietà nei confronti dell'umanità intera (passata, presente e ventura) e dell'intero mondo vivente. Vi è una sola umanità, in un'unica biosfera"

Bologna. Orti sociali - Tra le città italiane Bologna ha fatto da capostipite nella promozione degli orti sociali destinati ai pensionati, aumentando progressivamente il numero di appezzamenti coltivati, fino ad arrivare a contarne oggi più di 3000, distribuiti su otto quartieri cittadini. Nati con l’intento di creare centri di aggregazione, questi orti urbani forniscono ai pensionati luoghi in cui incontrarsi e chiacchierare tra un colpo di zappa e l’altro. A Bologna l’esperienza degli orti sociali ha inizio.. - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/04/bologna-dagli-orti-di-guerra-allorto.html

Giornaletto sempre più estero – Le letture registrate ieri danno la seguente classifica: 1) Inghilterra, 2) Russia, 3) Germania, 4) Italia, 5) USA, 6) Spagna, 7) Francia

Confucio maestro laico - L’etica confuciana, in parte somigliante  a quella di Francesco Guicciardini,  è una esemplificazione ideale basata su norme atte a coagulare la società e renderla prospera, nei suoi vari livelli, mantenendo inoltre una costante sinergia d’intenti fra lo stato ed i sudditi. Per questa ragione il Confucianesimo non è mai stato sconfessato dal comunismo maoista, anzi Mao ha forse tentato di porsi come un simbolo  ininterrotto del buon governo auspicato da Confucio. Che ci sia riuscito e se il popolo lo abbia riconosciuto come tale è un altro discorso. Sta di fatto che nel solco del pensiero confuciano si può intuire e riconoscere tutto il pragmatismo che contraddistingue anche la Cina moderna... - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/04/confucio-ed-il-libro-dei-mutamenti.html

Ecco fatto, pure oggi è finito! Ciao, Paolo/Saul

............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Il Signore Beato disse: Il vero rinunciante e il vero yogi è chi compie le azioni che devono essere fatte senza desiderarne i frutti - e non colui che non compie il sacrificio, né chi abbandona l'azione" (Bhagavad Gita)

Nessun commento:

Posta un commento