Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 14 aprile 2013

Il Giornaletto di Saul del 15 aprile 2013 – 10 saggi, addio bel canto, mammografie, ILVA a spese nostre, Prodi e Soros, acque della Tuscia, luna piena di luglio...



Care, cari,

Diceva un saggio d'altri tempi, Seneca: “Le idee migliori sono proprietà di tutti”. Ed infatti è vero e forse hanno così pensato anche i nostri saggi moderni. E qui mi sovviene una fantastoria. A quel tempo in Gonzonia regnava un prence napoletano di mezza nobiltà, non come Totò per il quale “noblesse oblige”, per il nostro prence il motto era: “oviesse oblige”. Così per chiarire l'oscura situazione in cui Gonzonia versava, anche in seguito al suo operato nefando, il prence in fase di dipartita chiamò al suo capezzale dieci saggi che illuminassero il paese sul bene e sul male del suo settennato poco assennato. I dieci lì riuniti ponderarono i fatti e fra di loro si dissero: ”Se diciamo la verità affermandola da saggi la gente direbbe: guarda un po' questi arroganti che si credono saggi.. Se invece diciamo che non siamo in grado di dire la verità, come 10 pazzarielli qualsiasi, la gente direbbe: guarda un po' questi ignorantoni che si definiscono pure saggi”. Allora i 10 poveretti per non scontentare nessuno, e nemmeno il loro prence che li pagava fior di quattrini, trovarono un escamotage, un inciucio fra loro, ne sortì una mezza verità, tale e quale avrebbe potuto immaginare qualsiasi abitante di Gonzonia. Insomma i dieci saggi unitamente stabilirono quelle cose giuste da fare, che anche l'ultimo gonzo avrebbe capito da sé. Ed ecco le conclusioni: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2013/04/oviesse-oblige-le-risultanze-del.html

Commento ricevuto: “Da nessuna parte, sulla Costituzione della Repubblica, riesco a trovare che il Presidente, dopo aver ricevuto la restituzione del mandato dal primo incaricato a formare un governo, debba chiamare un gruppo di persone esterne a fare non si capisce cosa, né saggi né dementi, né dieci né diciotto né sei. Tutto ciò che il Presidente deve fare è una seconda nomina: chiamare qualcuno cui affidare un secondo mandato per la formazione di un governo che si presenti regolarmente alle camere chiedendo la fiducia, ed ottenendola oppure no. Napolitano, un impostore al Quirinale, sta agendo controcostituzionalmente, e deve essere posto in stato di accusa per alto tradimento....” - Continua in calce al link soprasegnalato

Mammografie e mamme disperate – Scrive Virginia Wolf: “Sabato mattina sono andata a fare una mammografia. Mi era arrivata la chiamata dal Servizio Sanitario per lo screening, programma a cui ho aderito ormai da qualche anno, non senza qualche dubbio. Mi sono recata all'ospedale e mi sono seduta in sala d'attesa. Con me c'erano altre donne di varie età. Una tecnica di laboratorio andava avanti e indietro un po' affannata e rossa in volto, continuando a ripetere che c'era da aspettare. Infatti avevo appuntamento alle 10 e 10 e sono entrata che erano quasi le 11. Tutte noi ci guardavamo con fare di sopportazione... era inutile prendersela con lei..” - Continua:  http://retedellereti.blogspot.it/2013/04/mammografie-e-mamme-disperate-sanita.html


Salva ILVA, paga Italia – Scrive Roberta Lombardi: “La Corte Costituzionale ha bocciato il parere di incostituzionalità del decreto legge denominato “Salva Ilva”. Pur rispettando il parere della Consulta, le cui motivazioni approfondiremo appena verranno depositate, il gruppo parlamentare Movimento Cinque Stelle reputa il “Salva Ilva” errato e inopportuno perché non tiene in considerazione l'interesse dei cittadini e la volontà espressa dalla città di Taranto nella manifestazione del 15 Dicembre. Ricordiamo che questo decreto legge è stato approvato dal governo Monti e dalle forze politiche attualmente riconfermate in parlamento, PD e PDL. Riteniamo scellerata la decisione di proporre delle bonifiche con denaro pubblico se prima non si eliminano le fonti inquinanti, considerando le risorse stanziate comunque insufficienti per una bonifica definitiva e duratura del territorio contaminato. E’ altresì assurdo che in Italia chi inquina, anche a norma di legge, non paghi. Ci chiediamo per quale ragione la famiglia Riva stia procedendo alla riorganizzazione dell’assetto societario”

Addio bel canto – Scrive Joe Fallisi: “L'ambito della lirica... difficile trovare nel mondo "professionisti" più reazionari, vili, codini, conformisti, al soldo di tutti i poteri forti (veri o presunti). Al cantante d'opera, in genere, interessa solo di venire applaudito e di accumulare dindini, e questo tanto più se ha successo, se è riuscito a entrare nel giro che conta. La selezione, del resto, è implacabile... non basta affatto possedere una buona voce... occorre aver dato prova d'essere di/da una certa parte e che si possiedono non solo nervi saldi, ma anche stomaco di ferro...” - Continua:

Furto ed ottimismo – Scrive M.T.: “Oggi mi hanno rubato il portafoglio (con 150 euro), carta postamat, patente, tessera sanitaria, documento d'identità, rubrica telefonica e l'iPhone 4 S (con tutto lo scibile umano) e una borsa: non riesco a dare uno spunto positivo a tutto questo ma certamente domani (se non crepo prima) lo troverò."

Mia rispostina: "Aiaihai che guaio! Sicuramente meglio che finire sotto ad un tram..."

Precisazione doverosa – Scrive Memento Naturae: “Rimarchiamo la nostra totale equidistanza ed imparzialità da qualsivoglia partito politico. Memento Naturae dimostra altresì la sua disponibilità a confrontarsi senza pregiudizio alcuno con chiunque voglia condividere, in tutto o in parte, la nostra visione del mondo. L'armonia si crea rispettando il Tutto e non solo una parte, di conseguenza tutto ciò che respira, pulsa e vibra, merita profondo rispetto sotto qualsiasi forma si manifesti. La Natura siamo noi e Noi siamo NATURA! Se offendi LEI offendi TE!”

Da Soros alla debacle finale – Scrive Giuseppe Turrisi: “Nel 1992 fu causata scientificamente una speculazione da parte di Soros alla nostra valuta nazionale al fine di far cascare i polli nella falsa credenza che una moneta diversa non controllata dallo stato ma da una "autorità monetaria" indipendente potesse evitare ogni forma di speculazione, ci  fu proposto soprattutto da Prodi e company l'unione monetaria con la moneta "euro" che sarebbe stata la panacea di tutti i mali. L'analisi non serve poiché è sotto gli occhi di tutti di come è andata a finire, peccato che nessuno si ricordi i toni trionfalistici e le feste che furono fatte all'epoca per l'ingresso nel campo di concentramento della zona euro. C'è tutta una storia che parte dall'uscita dall'Egitto del popoli di dio e che passa per la guerra di indipendenza americana e poi per le due guerre mondiali che andrebbe interamente riscritta in quanto, le motivazioni politiche o geopolitiche scritte sui libri di storia ufficiale (imposta) sono sostanzialmente, nel migliore dei casi incomplete ed imparziali, in quanto dietro c'è quasi sempre la lotta per la sovranità monetaria.” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/04/euro-moneta-olocaustica-come-soros-e.html

Diritti civili (e naturali) - Scrive Enrico Galoppini: “Alla fine ce l’hanno fatta anche in Francia: per legge viene sancita la liceità dei matrimoni gay e del diritto di costoro di adottare bambini. Ma la legge francese pecca per difetto. Il legislatore s’è dimenticato di attribuire a questa categoria un altro basilare “diritto”: quello di concepire dei figli...”

Pescomaggiore. Teatro – Scrive Misa: “IN PIAZZA DI PESCOMAGGIORE, SABATO 20 APRILE DALLE ORE 15.30, RACCONTARE E RICORDARE. Laboratorio Teatro ragazzi. Un piccolo laboratorio di teatro per bambini dai 6/7 anni in poi a cura dei fantastici attori dell'Associazione Cattivoteatro di Tortora, in provincia di Cosenza. Il laboratorio costerà 3 euro (per i materiali) e avrà una durata di 2 ore con una performance finale. Info: eva@pescomaggiore.org”

Alto Lazio – Acque all'arsenico – Scrive A.K.: “Tempo fa è stato commissionato da Accademia Kronos nazionale ad un laboratorio specializzato nell'analisi delle acque contaminate da Arsenico, da Alluminio, da Uranio 238 e da altri elementi, uno studio epidemiologico nei comuni del Lazio del nord. Lo studio, condotto dal prof. Ezio Gagliardi, famoso analista biochimico della capitale, è partito dalla rilettura e interpretazione della relazione sullo stato di contaminazione da Arsenico delle acque profonde e superficiali e loro conseguenza sulla salute dei cittadini...” - Continua:  http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2013/04/alto-lazio-la-presenza-di-arsenico.html

Carmagnola (TO) - Scrive M.B.: "L’organizzazione di volontariato “MONDO IN CAMMINO” organizza per il 20/04/13 presso il SALONE ANTICHI BASTIONI, nell’omonima piazza a CARMAGNOLA (TO), con inizio alle ore 15,00 e termine alle ore 19,00, l’evento “IO NON TREMO”, coordinato da MASSIMO BONFATTI, presidente dell’associazione. Info. info@mondoincammino.org"

Archivio sul signoraggio bancario – Scrive G.T.: “ La truffa della moneta non si limita al solo signoraggio, magari fosse solo così, ma alla interazione di diverse situazioni messe in atto sistematicamente da coloro che vogliono dominare il mondo con la moneta tra cui: L'emissione a debito da parte di terzi (banchieri privati). L'applicazione dell'interesse. L'applicazione forzata della legge di rarità sulla moneta . L'applicazione dei cicli monetari con espansione e rarefazione della liquidità forzati. La tassazione spietata per il recupero degli interessi e la depressione forzata del popolo. La voluta equivalenza truffaldina tra valore monetario e valore creditizio. Il principio della riserva o leva frazionaria sui prestiti. La comunicazione, indottrinamento, crisi psicologica, attraverso i media, telegiornali,ecc (propaganda). Il plagio e il condizionamento delle masse su false idee (inflazione, povertà, ecc). Deviare sempre la responsabilità sui politici (complici e/o ignoranti)..” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/14/archivio-finanziario-e-monetario-tutto-quello-che-bisogna-sapere-sul-signoraggio-bancario-ed-affini-e-che-i-media-non-divulgano/

Nomi dei presidenti virtuali grillini – Scrive Claudio Messora: “Qualcuno fa notare che tra i nomi finiti in nomination per il referendum on line sul nuovo Presidente della Repubblica vi sono anche alcuni europeisti (o euristi) convinti. Su tutti, Romano Prodi, che dell'ingresso dell'Italia nell'euro è stato artefice (nonostante perfino i tedeschi sapessero che non avevamo le carte in regola per entrare). Ma anche Emma Bonino, grande amica di Mario Monti, con il quale ha condiviso lunghi anni alla Commissione Europea (e anche qualche guaio giudiziario)”

Mio commentino: “Questa storia delle nominations on line assomiglia molto al mi piace di facebook od al bisbiglio futile di twitter, roba che lascia il tempo che trova”

Luna piena di luglio nell'Orto dei Giusti - Ogni anno a luglio usciamo fuori di testa con un bagno di luna. La luna piena di luglio ci aiuta a fuggire dai modi comuni di pensare e sentire, spontaneamente  sentiamo di uscir fuori dal corpo, di riconoscerci in qualcosa che non è la consuetudinaria abitudine del ragionare, del decidere le cose “before hand” in anticipo, inoltre la luna piena ci aiuta a dimenticare gli schemi dell’utile e dell’inutile. Stavolta per la celebrazione siamo stati invitati a Bologna - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/04/20-luglio-2013-luna-piena-gurupurnima.html

E pure oggi vi saluto. Ciao, Saul/Paolo

.............................

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

"La cultura è quello che rimane nell'uomo quando ha dimenticato tutto." (Edouard Herriot)

.................

Wabi significa che anche nelle ristrettezze, non nasce alcun disagio. Anche nelle difficoltà, l'individuo non è mosso da alcun sentimento di bisogno. Anche di fronte al fallimento, uno non pensa all'ingiustizia. Se ti senti prigioniero delle ristrettezze, se ti lamenti delle cose che non hai come privazioni, se ti lamenti perché le cose non sono andate per il tuo verso, questo non è wabi" (Zencharoku) 

Nessun commento:

Posta un commento