Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 28 aprile 2013

Il Giornaletto di Saul del 29 aprile 2013 – Bunker Soratte, Cacomela, berlusconi impera, lavaggio cerebrale, Toro e matrismo zodiacale



Care, cari,

Passata la festa gabbato lu santu.. Pure quest'anno infine la Festa dei Precursori è over e ricomincia il solito tran-tran... Domani, Caterina ed io, saremo nuovamente a Spilamberto dove mi fermerò sino ad agosto. Lassù ci sono vari eventi in preparazione, sia in Emilia che in Veneto, vederete, vedrete.... Nel frattempo, riprendo il discorso fatto ieri alla Tavola Rotonda del 27 aprile u.s. sui danni elettromagnetici dell'elettrodotto Fano Teramo di cui ci hanno parlato Adriano Mei e Barbara Archeri, per annunciare la protesta solitaria di un ragazzo anconetano che percorrerà zaino in spalla buona parte del tragitto previsto da Terna (la ditta costruttrice dell'impianto). Inoltre ho ricevuto dalla lista di Peacelink una conferma scientifica sui danni causati dall'elettromagnetismo che vi invito a leggere in calce:

Niente commissioni ai grillini - Scrive Beppe Grillo: "Più di otto milioni di italiani che hanno dato il loro voto al MoVimento 5 Stelle sono considerati intrusi, cani in chiesa, terzi incomodi, disprezzati come dei poveri coglioni di passaggio. Infatti le commissioni andranno all'opposizione farlocca della Lega e di Sel, alleati elettorali di Pdl e pdmenoelle"

Sant'Oreste – Scrive Bunker Soratte: “Ci siamo! l'11 e 12 Maggio  a S.Oreste, pochi chilometri a Nord di Roma, saranno aperti al pubblico i misteriosi ipogei artificiali del Monte Soratte: vi condurremo all'interno di un sito unico in Italia e con pochi uguali in Europa attraverso un fantastico flashback storico che va dalla seconda guerra mondiale fino ai giorni nostri. Lungo il tracciato esterno saranno riprodotti con estrema fedeltà alcuni scenari della seconda guerra mondiale..” - Continua:

Cava de' Tirreni. Libro – Scrive Adramelek: “"Giovedì 9 maggio, h. 9,30, presso l'Aula Consiliare di Cava de' Tirreni, sarà presentato il libro di Patrizia Reso "Senza ritorno. Balvano '44, le vittime del treno della speranza" - Info. adramelek@tin.it"

Roma. Incontro tecnico – Scrive Walter: “8 maggio 2013 dalle ore 18,00 alle ore 20,00 a Palazzo Grassi in via Merulana n. 60 - Roma, sul tema: I FATTORI DI SVILUPPO E DI SOSTEGNO DELLE START UP. Info. walterdeitinger@tiscali.it”

Roma. Sotto stress – Scrive AVA: “2 maggio 2013 presso AVA in piazza Asti 5/a, alle ore 17,30, conferenza del Dr. MicheleIannelli, Medico Chirurgo, sul tema: STRESS, ANSIA, DEPRESSIONE ED ATTACCHI DI PANICO. Info. 06 7022863 “

Pieve di Trebbio (Mo). Attività culturali al femminile – Scrive Cacomela: Eccoci finalmente in piena primavera, ed ecco i nostri prossimi appuntamenti..” - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2013/04/cacomela-pieve-di-trebbio-programmi.html

Governo Letta berlusconato – Scrive A.R. “...il governo Letta ha tra le sue componenti principali la lobby berlusconiana e non dimentichiamo che Berlusconi, oltre ad essere un miliardario massone-piduista con un impero mediatico, è un palazzinaro, un banchiere (l’unico vero banchiere italiano “privato” perché non è l’amministratore ma il proprietario della sua banca), è socio della chiacchierata banca d’affari Usa Goldman Sachs, ha una condanna a quattro anni in primo grado ed è sotto processo per altri reati e il suo socio Marcello Dell’Utri, co-fondatore di Forza Italia, è stato condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, quindi una drastica e severa presa di posizione “popolare” con tanto di manifesti con scritto “arrestatelo” è d’obbligo e quanto mai attuale...”

Gli attentati avvengono quando servono - Scrive Giuseppe Turrisi: "L'attentato di un folle magari attivato con comandi MK-ULTRA nello stesso momento in cui Letta fa il giuramento  è tipico da manuale della strategia della tensione (Noam Chomsky) o terapia dello shock (Naomi Klein) per far scattare un maggior stato di polizia, un maggior senso di insicurezza nella popolazione che quindi avvalla il maggior stato di controllo proprio dalla popolazione (problema reazione azione), meno idee ed autorizzazioni di fare manifestazioni tra il popolino, una maggior tranquillità a questo governo (brutta copia di quello MONTI) di poter operare senza problemi, far scattare un senso di protezione anche nel popolo nei confronti di Letta in quanto pseudo vittima, oltre che governo debole, oltre ad una lettura di tipo massonico, ossia scontro tra massoneria perdente (cattocomunista) contro la nuova emergente.. tutto questo è complottismo in verità è solo uno squilibrato che è impazzito!"

25 aprile poco libertario – Scrive Fawzi Ismail: “Come tutti gli anni, dal 1981, anche oggi ho partecipato al corteo del 25 aprile, il giorno della festa di liberazione dell’Italia dai nazi-fascisti, con la bandiera palestinese, per condividere con i compagni e gli amici cagliaritani l’emozione e i valori universali della liberazione di tutti i popoli e, soprattutto, per ricordare il sacrificio estremo dei partigiani che hanno combattuto e sconfitto i nazi-fascisti, regalando la libertà a tutti gli italiani e scrivendo una nuova costituzione italiana. Il 25 aprile per me come palestinese è sempre stata l’occasione per esprimere la mia solidarietà ai compagni...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2013/04/no-alla-strumentalizzazione-delle.html

Commento di Patrizia Cecconi:....a Roma sono ormai molti anni che il 25 aprile 5 o 6 sionisti sfilano sotto la stella di David chiamandosi Brigata ebraica e vengono accolti in guanti bianchi dall'Anpi. Normalmente si sentono addirittura offesi dalle nostre bandiere e qualche "buontempone" viene a chiederci di farci più in là... Il vero problema non sono i sionisti fascistoidi (basta leggere il loro volantino per catalogarli senza alcun dubbio) ma la cosiddetta sinistra che li sostiene. Ora poi, con una dichiarata filosionista agli Esteri le cose andranno anche peggio. Serve tutta la nostra intelligenza politica. Sarebbe anche opportuno finalmente creare una rete comunicativa vera tra le varie realtà italiane, palestinesi e filopalestinesi. Io ci sono”

Viterbo. Commemorazione – Scrive Peppe Sini: “Ricorre il 30 aprile il terzo anniversario della scomparsa di Alfio Pannega, amico della nonviolenza, poeta ed anima delle più vive esperienze di lotta e di solidarietà viterbesi. Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo lo ricorda con inestinguibile gratitudine come uno straordinario maestro di vita e compagno di lotte"

Peccato originale – Scrive Noemi Longo a commento dell'articolo http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/04/la-creazione-lesistenza-ed-il.html: “.. Se ho capito bene, quella che è definita ignoranza primitiva (peccato originale) è la sorgente che alimenta la "luce riflessa" conosciuta o chiamata anche Dio o Ishwara... non indipendente dall'inconosciuto-inconscio, anzi forse proprio l'inconosciuto stesso che per questo potrebbe dall'uno passare alla moltitudine... Ma se questa mia in-comprensione è esatta... cosa effettivamente un uomo per salvarsi dal peccato dovrebbe sapere? Di tanta conoscenza aggiunta cosa vale la pena davvero di sottrarre al peccato?”

Mia rispostina: “Prima hai avuto un'intuizione chiara, poi l'hai oscurata con l'assunzione del peccato originale! Non esiste!”

Roma. Festa Vegetariana – Scrive Franco Libero Manco: “Siamo in dirittura di arrivo della grande kermesse vegetariana di Piazza re di Roma a Roma. DOMENICA 12 MAGGIO 2013 ORE 9,00 – 21,00. Tema: “Vegetarismo è vita, progresso, benessere”. OSPITE D’ONORE TADDY RENO. Programma (quasi definitivo): http://www.circolovegetarianocalcata.it/2013/04/28/roma-12-maggio-2013-festa-vegetariana-a-piazza-re-di-roma/

Pasta made in Italy, grani esteri – Scrive Danilo Pulvirenti: “.. la pasta che arriva nei nostri piatti in realtà non è pasta italiana, nel senso che il grano con cui si fa la pasta non è grano italiano. Una prova lampante è lo stato di abbandono della Campagna, ettari ed ettari di campagna totalmente abbandonati ed incolti. Vengono finanziati i grandi colossi, le multinazionali, per trasportare merci e non vengono finanziati i piccoli produttori locali, è concorrenza sleale. Anzi ultimamente la Comunità Europea finanzia i terreni incolti, li finanzia per tenerli incolti.  Eppure i nostri grani antichi hanno delle caratteristiche nutrizionali ed organolettiche di gran lunga superiori rispetto ai grani industriali. Incentiviamo la nostra cultura, diversifichiamo i nostri piatti come si faceva un tempo quando il piatto era più ricco e variegato. Difendiamo e conserviamo la nostra identità e la nostra comunità.”

Lavaggio di un cervello decerebrato – Scrive Maurizio Barozzi: “...è in corso un lavaggio del cervello atto a preparare l’opinione pubblica per la guerra, per la eliminazione. (leggi assassinio) di personaggi scomodi, proprio come è stato per Saddam Hussein e per Geddafi ed ora stanno cercando di fare con la Siria. E’ un lavaggio del cervello sottile, lento, impercettibile, ma che alla lunga, dà i suoi frutti e quando si scatenerà la furia bellica assassina statunitense o sionista che sia, nelle case, tra la gente comune, tra i cosiddetti benpensanti, ben ripuliti nel cervello, si sarà propensi ad accettare questi crimini, l’eliminazione di questi scomodi capi di Stato fatti passare come dei folli e degli antidemocratici....” - Continua:

Calcata. Teatro Cinabro – Scrive Silvana Sabatelli: “Nuovo spettacolo "un pollo per cena" liberamente tratto da Sik Sik l'artefice magico del grande Eduardo de Filippo. Da Domenica 28 aprile tutti i sabati e le domeniche ore 17.00, per tutto il mese di maggio, nel nostro teatrino di Calcata Vecchia (via rupe di Cavour - località Vaticano). Ci farebbe molto piacere rivedervi. Info. silvanasabatelli@gmail.com

Il Toro e la cultura matristica – Scrive Nazarena Marchegiani: “E’ interessante notare come il simbolo del Toro sia semplice, intuitivo e facile. Ciò informa sulle origini molto remota di questo glifo, in quanto la testa del bue è immediatamente percepita.  Il simbolismo di questo segno è tra i più antichi e si rifà al culto della ‘Dea-Madre’ cioè a quando l’Uomo, senza coscienza, viveva in totale simbiosi con la Natura. E’ il secondo segno nella logica zodiacale, detto ‘fisso’, anche perché funzionale a ‘fissare’ nella materia (femminile) l’impulso vitale ‘partito’ dall’Ariete (maschile)” - Continua: http://riciclaggiodellamemoria.blogspot.it/2013/04/caratteristiche-del-toro-e-la-cultura.html

E pure stavolta siamo arrivati alla fine... Ciao, Paolo/Saul

..........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Quando entri in una relazione, sia tu che il tuo partner vi dati per acquisiti: questo distrugge tutti gli amori. Come puoi conoscere la donna? Come puoi conoscere l'uomo? Sono esseri in evoluzione, non cose. La donna che hai conosciuto ieri, oggi non c'è più” (Osho)

Nessun commento:

Posta un commento