Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 4 ottobre 2012

Il Giornaletto di Saul del 5 ottobre 2012 – Siria/Turchia, fiori per l’orto, Giovanni Ferrero, vita in cerchio, se il monti non va, etica in carne ed ossa




Care, cari,

Siria/Turchia.  Per un dollaro di disonore -  "Se prevale la volontà di guerra anche un petardo fatto scoppiare da un teppista può divenirne la causa scatenante" - Spesso abbiamo assistito nella storia del mondo a guerre scoppiate con i più ridicoli pretesti.. questa è la prassi allorché uno stato decide che vuole attaccare un altro stato... Nel recente caso dell'incidente avvenuto ai confini della Turchia è però evidente che la "scusa" è stata cercata (e lungamente). Ogni giorno dalla Turchia partono, avendo lì santuario,  i mercenari al soldo occidentale che vanno e vengono in territorio Siriano per espletare le  loro incursioni di sabotaggio, di spionaggio e di terrorismo. La cosa va avanti da mesi ed è risaputa in tutto il mondo (dalle persone che vogliono sapere la verità dei fatti). Tempo addietro si tenne ai confini turchi con la Siria  (e anche  in territorio d'Israele) una grande manovra turco-nato-israele (prova generale d'attacco in forze) con dispiegamento di forze militari pesanti e di aerei caccia e da bombardamento ed uno di questi aerei sconfinò in Siria e fu abbattuto dalla contraerea di quel paese.   Quasi quasi la nato voleva prendere  spunto da quell'incidente se non che gli osservatori  internazionali  presenti in quel momento sul campo confermarono che '"lo sconfinamento c'era stato" e quindi l'occasione di guerra sfumò..  Anche per le pressioni di Cina e Russia che nel frattempo spingevano per una soluzione pacifica della controversia. Facendo chiaramente intendere che un attacco alla Siria sarebbe costato caro all'occidente, non sarebbe stata una escursione tranquilla come in Libia. Ciò non ostante la volontà occidentale di farla finita con l'autonomia siriana ha ora trovato una nuova scusa: un colpo di mortaio sparato dalla Siria e caduto in territorio turco. Nel frattempo in Siria è stata avviata un'inchiesta per appurare di chi sia la responsabilità di quel colpo.  Sembra proprio un colpo gobbo dei ribelli che in tal modo forniscono una scusa all'intervento diretto delle forze nato... Ragioniamoci sopra: nella situazione in cui si trova che vantaggio avrebbe la Siria ad attaccare la Turchia?  Ma la Siria è costantemente soggetta ad accuse di vario genere per permettere alla nato di sferrare l'attacco,  la minaccia turca  di passare ai fatti, concordata ovviamente con gli occidentali, e passata ora al vaglio del parlamento turco, che ha dato l'ok, senza aspettare i risultati dell'inchiesta in corso e senza accettare le scuse preventive comunque già avanzate dalla Siria in attesa di appurare le modalità  dell'incidente.  Mi sembra tanto la vicenda narrata da Esopo sulla diatriba fra l'agnello ed il lupo: in ogni caso la colpa è del più debole in campo...  Ma la nato, nel suo tentativo di colpire la Siria per arrivare all'Iran  potrebbe sbagliarsi di grosso nelle  sue deduzioni, la guerra non sarà una "passeggiata"  e la Siria potrebbe dimostrarsi una sorta di Sarajevo che getterebbe l'Europa e l'Asia e forse l'intero pianeta in un conflitto senza speranza di vittoria, la distruzione della nostra civiltà umana! Fare il catastrofista quando la catastrofe è alle porte ed è stata annunciata in tutte le salse ed a suon di tromba e di campana.. non è una grande previsione, non c'è quindi bisogno di Cassandra.. i fatti parlano da sé... ed eccone alcuni.. –Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/siriaturchia-per-un-dollaro-di-disonore.html

Nota di Enrico Galoppini: “Ogni giorno se ne sente o se ne legge una “nuova”. Una più grave dell’altra, al punto che non esiste quasi più spazio per lo sbalordimento. Anche questo deve far parte del piano delle élite: assuefarci ad una sequela di “scandali” e “cose dell’altro mondo”, in maniera da far sembrare “normale” anche l’abominio più conclamato. Ma ogni tanto qualcosa riesce ancora a far drizzare i capelli…”

Una bioregione piccola piccola – Scrive Teodoro Margarita: “Si, vi parlo di fiori per l'orto, ho sempre avuto la sensazione che un orto tutto verde, sia pure nelle varie gradazioni delle lattughe, dei cavoli, delle bietole, non fosse una cosa proprio bellissima ed allora, come colorare i nostri orti? Come ho colorato, in questi anni, il mio? E' una faccenda davvero personale e molto possiamo fare noi, molto fa il caso, tantissimo le relazioni amicali e ancor di più fa il tempo e fanno tanto le farfalle e le api: insomma, per colorare un orto non serve, come è virtù necessaria per un affresco o un quadro, essere dei buoni e geniali "tecnici". No, un orto è un organismo vivente e non possiamo proprio a capriccio metter colori quà e là…” – Continua:

Segnalazione Sito – Scrive Giovanni: “Buon giorno!  Mi chiamo Giovanni Ferrero. Quando ero giovane e bello, facevo il provveditore agli studi; poi, a 67 anni, lo Stato mi ritenne da rottamare e mi giubilò. Ora, a 78 compiuti, sono pensionato, cioè, fuori uso. Per ammazzare il tempo, in attesa che il tempo ammazzi me, curo un semplicissimo sito. Si tratta soprattutto di ricordi (anche, ma non solo, come ex provveditore) e di notiziole varie, di nessun interesse. Perciò, si possono leggere con leggerezza, nei momenti di relax.  La invito a visitare il sito http://www.giovanniferrero.it - Non sono molto bravo col computer: in attesa di sciogliere le vele, lo curo per sentirmi vivo.  Spero di raggiungere, soprattutto, gente di scuola e, in Italia e all'estero, discendenti di emigrati originari del mio Paese. A questi ultimi suggerisco solo due capitoli:. DOCUMENTI FOTOGRAFICI e NOVELLO. Non è un gran sito e non vale granché, perciò, se non ha tempo e non Le va di meditare, lasci perdere. Grazie per l'attenzione e auguri di distensiva lettura”

Progetto Democrazia Diretta – Scrive David Rorro: “Prima Assemblea Sovrana aperta, 6 ottobre 2012, Roma, fusolab 2.0 via della bella villa 94,  sono invitati tutti i rappresentanti dei gruppi, liste civiche, movimenti, associazioni, comitati ecc. ecc, che si ritrovano nei principi della sovranità politica, sovranità monetaria, sovranità territoriale e nessuna collaborazione con partiti di governo, dell'opposizione e della casta in generale. Info. romaunita@gmail.com

La vita è un cerchio -  Scrive Riccardo Fioravanti: “Tutto è collegato, tutto è ciclico. Tutto cambia. È stato così da sempre e sempre lo sarà.  Il cambiamento è l’unica costante dell’universo. E se vuoi cambiare la tua vita, davvero, allora devi conoscere le Leggi del cambiamento, dentro e fuori di te, perché ciò che è dentro è anche fuori e viceversa.  Noi abbiamo il grande potere di co-creare in collaborazione con il Grande Spirito. E per fare ciò dobbiamo essere consapevoli di chi noi siamo e di ciò che vogliamo essere. Dobbiamo onorare la nostra verità personale manifestandola nella realtà” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/10/biospiritualita-andata-e-ritorno-in.html

Dal Gianicolo a Villa Sciarra – Scrive Amici del tevere: “Passeggiata guidata del 7 ottobre 2012. La passeggiata inizia sul colle del Gianicolo, luogo della memoria della strenua difesa della neo-nata Repubblica Romana del 1849. L’esperimento di una Repubblica instaurata in uno dei più arretrati paesi d’Europa e assediata dai Francesi, venuti a difendere il papa fuggito, diventò senza dubbio il simbolo della volontà popolare repressa. La sua Costituzione fu la più avanzata mai scritta fino all’epoca contemporanea, estendendo il diritto di voto a tutti i cittadini maschi senza limiti di censo. Ancora oggi si possono ricostruire le fasi delle battaglie che infuriarono tra il 3 giugno alla definitiva resa del 1 luglio del 1849, come testimonia la rovina della villa del Vascello. Costeggiando le mura e ricordando i momenti più salienti della battaglia si passa davanti alla Villa Aurelia, ora Accademia Americana, quartier generale di Garibaldi durante l’assedio, e si giunge a Villa Sciarra. – Info. e prenotazioni: amicideltevere@unpontesultevere.com”

Lettera da Verona – Scrive Luigi Crocco: “Oggi leggere l’Arena, giornale di Verona, alla pagina 4 cronaca Italia, ho guardato la foto anziana del Presidente della Corte dei Conti Luigi Giampaolino e l'articolo  che dice:  senza riforme sostanziali  sul economia del rigore, non si va da nessuna parte se non ad aumentare la crisi sul economia reale. Contestato a sinistra dal Presidente Monti, senza foto, accusato col suo esecutivo di avere fatto le riforme solo sulla carta, ma rispondendo che l'80% sono state approvate e anche la Germania sul principio del suo rigore le sta applicando…” – Continua:  http://paolodarpini.blogspot.it/2012/10/lettera-da-verona-se-il-monti-non-va.html

Kundalini Yoga a Treia – Scrive Mario Foglia questo yoga è una scienza completa che include il respiro (pranayama), posizioni yoga (asana), suono, canto (mantra) e la meditazione. E' stato concepito per offrire la sperimentazione dell'espansione più alta della Coscienza attraverso l'innalzamento della Kundalini. Sabato 27 ottobre, alle 9.30 Anandi condurrà un seminario di circa tre ore su questa pratica e sul risveglio energetico e spirituale. Il seminario si terrà presso la sede dell'associazione La Luna e Il Sole, in via Milano 9 a Chiesanuova di Treia. Per info e prenotazioni: Mario 333 4435361, Lucia 349 2682483, Alison 338 9497793”

The Economic Collapse – Scrive Anna Moffa: “L'economia mondiale oggi è più interconnessa che mai, e questo significa che siamo tutti sulla stessa barca. Basta ricordare quello che è successo nel 2008 e nel 2009. La sofferenza economica  iniziata a Wall Street è stata avvertita in ogni angolo del pianeta. Dunque, chiunque crede che gli Stati Uniti (o qualsiasi altra nazione importante) eviterà la prossima ondata della crisi economica non è assolutamente realista. Perché pensate che le banche centrali di tutto il mondo sono in "modalità panico" in questo momento? Stanno sparando tutte le loro munizioni e stampando denaro come se non ci fosse un domani, nel tentativo di tenere insieme il sistema. Purtroppo, non funzionerà” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/04/il-panico-come-metodo-di-controllo-economico-delle-masse-ovvero-il-quantitati%e2%80%8bve-easing-si-tradurra-in-un-disastro-totale/

Flyte & Tallis - Scrive Lorenzo Spurio: “Buongiorno, con la presente sono ad informare della mia recente pubblicazione del libro di critica letteraria dal titolo Flyte & Tallis. Ritorno a Brideshead ed Espiazione, una analisi ravvicinata di due grandi romanzi della letteratura inglese. Il libro, edito da Photocity Edizioni, è un saggio parallelo che affronta le tematiche centrali dei romanzi di Evelyn Waugh e Ian McEwan, quest’ultimo considerato uno dei principali scrittori viventi al mondo. Info. lorenzo.spurio@alice.it

Villaggi abbandonati sul Treja – Scrive Elena Sciacca: “Il Parco del Treja propone per il 6 e 7 ottobre  un viaggio alla scoperta dei villaggi abbandonati sulle alture che circondano il corso del fiume Treja.  Questa escursione offre un approccio alla conoscenza del sistema dei villaggi fortificati che sorsero sopra precedenti insediamenti falisci nella zona del Parco alla caduta dell’impero romano.  Dopo la visita al villaggio di Santa Maria, sarà possibile, dallo sperone della collina dell’Agnese, ammirare in lontananza le imponenti rovine di altri siti abbandonati” – Continua:  http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/calcata-alla-ricerca-di-villaggi.html  

Gravidanza e nascita a Torino – Scrive Topos: “Percorso di preparazione di Yoga e Voce Materna. Dal 12 ottobre 2012.  M° Yoga Francesca Magnone. in Via Pinelli, 23 – Torino a due passi da Piazza Statuto. Info. topos@oasitopos.eu / 335/7513020”

Capra incinta rapita a Cordenons – Scrive Marzia: “La mia capra… Ragazze sono disperata, io ci provo ma so che chiunque le abbia rubate, non era certo per trattarle bene.  CAPRA TIBETANA DI CIRCA 20 KG, Rapita nottetempo INSIEME AD UN'ALTRA CAPRA FEMMINA TUTTA BIANCA,  A CORDENONS (PORDENONE). ENTRAMBE SONO ALL'ULTIMO MESE DI GESTAZIONE. OFFRO RICOMPENSA PER INFORMAZIONI CHE POSSANO PORTARE AL LORO RITROVAMENTO. Info. marziadepiero@hotmail.it

Etica in carne – Scrive Franco Libero Manco: “Coloro che mangiano la carne, in un estremo tentativo di giustificare la loro propensione a consumare tale prodotto, usano spesso ribadire il concetto che anche la pianta soffre e quindi noi vegani per essere coerenti con i nostri principi non dovremmo nutrirci nemmeno delle piante. Ed è vero che anche la pianta, come tutti gli esseri viventi che hanno vita propria vuole vivere e non morire e il dolore è lo strumento offerto dalla natura per conservare se stessi per evitare di lasciarsi uccidere senza reagire….” – Continua:

La truffa del signoraggio bancario – Scrive A. L. Marra: “Devo evidenziare (lo scrivo fin dall'inizio) che i proventi del signoraggio non vanno agli azionisti delle banche di credito o delle banche centrali (che sono di proprietà delle banche di credito), bensì alle dinastie che occultamente controllano di fatto sia le banche centrali che di credito. Abbiamo infatti detto che il signoraggio primario consiste nel fatto che le banche centrali (private) producono i soldi al costo della carta e dell'inchiostro, o elettronicamente, e poi li 'vendono' agli Stati (che potrebbero produrli da sé) facendoseli pagare con i buoni del tesoro, creando così il debito pubblico.” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/04/la-verita-sulla-truffa-del-millennio-signoraggio-bancario-tutti-i-proventi-vanno-alle-dinastie-e-non-agli-azionisti-delle-banche/


Beh, vi è piaciuto questo numero? Ciao, Paolo/Saul

……………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Alla fine di un anno scolastico, sono rari gli educatori, gli insegnanti e i professori che non si lamentino di essere esausti. Non è che occuparsi dei bambini sia così faticoso, ma se si considera questo mestiere soltanto come un modo per guadagnarsi il pane, se ne avvertiranno soprattutto gli inconvenienti. I bambini sono spesso difficili, si sa, ma dal momento che si è abbracciata la carriera di educatori, si è obbligati a vegliare attentamente su di essi, ad amarli, a pensare al loro avvenire. E  poiché i bambini sono sensibili all'attenzione che si dimostra nei loro confronti, dopo qualche tempo incominciano ad avere un altro atteggiamento. Ciò è vero non soltanto per gli educatori, ma anche per i genitori. Sì, che siate educatori oppure genitori, dovete sempre trovare un giusto atteggiamento verso i bambini, per non sentirvi spossati o esasperati. Se volete, potete anche non pensare a  loro, ma a voi stessi: cercate di essere più calmi, più  pazienti, più attenti, cercate di avere più amore, ed economizzerete così molte energie"
(Omraam Mikhaël Aïvanhov)

Nessun commento:

Posta un commento