Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 5 ottobre 2012

Il Giornalertto di Saul del 6 ottobre 2012 – Francesco il (semi) vegetariano, tirannia politica, tempeste magnetiche, elettrosmog governativo, politica sporca




Care, cari,

siamo in partenza per Treia, Caterina ed io, lei poi ritornerà qui ed io mi fermerò lì… (oppure io mi fermerò qui e lei ritornerà lì). Mi aspetta un periodo intenso di lavoro. Alcune cose pratiche come la raccolta delle olive e la sistemazione dell’orto, dopo tre mesi di assenza, ed alcune cose “teoriche” come la stesura e riepilogo dei testi per un nuovo libro che sto preparando sull’ecologia profonda e sulla spiritualità laica. Vi farò sapere….

Francesco il (semi) vegetariano - Il 4 ottobre 2012, nell'ambito della settimana mondiale vegetariana,  abbiamo celebrato la ricorrenza di Francesco d'Assisi, santo laico e mistico, patrono d'Italia e non martirizzato dalla chiesa per un pelo. Egli in verità fu alquanto malvisto dai vertici vaticani per via della regola fondamentale da lui stabilita per il suo ordine, ovvero: la povertà. Francesco come tutti gli altri mistici del suo tempo, cristiani maomettani induisti etc. era in grado di stabilire un rapporto diretto con la Divinità, dimostrando quindi l'inutilità di ogni struttura religiosa. All’incontro di Spilamberto dopo la passeggiata nella natura ed una prima lettura di brani tratti dai Fioretti,  il discorso è continuato in casa di Caterina ove alcuni uomini e donne di buona volontà ed a modo si sono riuniti per parlare della loro esperienza "francescana". Abbiamo ascoltato le parole di un ex seminarista, di una maestra elementare, di una contadina, di una erborista e di una docente universitaria  e di una  impiegata, del sottoscritto pensionato ed infine di Caterina..  che racconta: “ Nella ricorrenza della morte di San Francesco ci siamo ritrovati a Spilamberto con alcuni volenterosi per ricordare la figura di questo santo e condividere l'immagine che abbiamo di lui e che cosa significa, e se può avere un significato, in questo momento storico e nelle nostre vite. Non eravamo in molti, si sa, Paolo trova sempre occasioni molto particolari per organizzare questi incontri di condivisione che attirano meno di una semplice cena in compagnia... Ci siamo incamminati verso il sentiero natura per sentirci più vicini nello spirito, a quella che poteva essere la situazione del suo tempo e per sottolineare il legame che abbiamo con la nostra Madre Terra così come lui, Francesco, ci vuole insegnare..” – Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/05/francesco-il-semi-vegetariano-e-linterpretazione-esoterica-di-rudolf-steiner/

Danza del ventre – Scrive Indaco Sarzana: “Vi informiamo che a partire da lunedì 8 ottobre inizierà il corso di DANZA DEL VENTRE tenuto da Alessandra Vaccaro, danzatrice e maestra diplomata CSEN-CONI. Le lezioni si terranno presso il nostro centro di Sarzana  tutti i lunedì. Info. indacosarzana@gmail.com

La consueta tirannia della politica – Scrive Anthony Ceresa: “Verrà  quel giorno dove i Politici, alcuni Spirituali anti Cristo e i tantissimi Indemoniati, non potranno più pronunciare il Nome di Dio in nessuna lingua, inconsapevoli che il tempo scorre veloce, appena ieri erano bambini da Oratorio ed oggi divenuti vecchi e per loro scelte hanno abbracciato il male. L’Italia è una Nazione fortunata, eletta oltre duemila anni fa a capitale del Cristianesimo, con la pretesa di essere la scienza di tutte le filosofie di amore, di fratellanza, di pace, dove dalle evidenze millenarie si riscontra un titolo immeritato per le continue sofferenze inflitte dal Potere ai cittadini, interpretando comportamenti indegni di un Paese posto come esempio per l’intero genere umano…” – Continua:  http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/qualcuno-ti-sta-guardando-la-consueta.html

Pisa. Tempeste magnetiche  in arrivo – Scrive Lucilla Casta: “Moreno Diolaiti radiestesista esperto ha previsto  i giorni critici di ottobre per le tempeste magnetiche.  Per contattare Moreno: villa Maya Latignano - Cascina ... Si trova dopo Ponsacco - Pontedera in provincia di Pisa... Nel caso chiedetemi pure il  suo cellulare. Sapere di questi giorni serve ad avere almeno un po' di tutela a non esporsi in quei giorni ... Cioè sono correnti che non tutti possono mutare in se ... Dipende  dalla propria PORTATA PERSONALE DI TRASFORMAZIONE. Info. lucilla_c@hotmail.com

Un dollaro di disonore - A commento dell’articolo  sulla Siria/Turchia (http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/04/siriaturchia-per-un-dollaro-di-disonore-paolo-darpini-se-prevale-la-volonta-di-guerra-anche-un-pedardo-fatto-scoppiare-da-un-teppista-puo-divenirne-la-causa-scatenante/)  scrive Gianni Donaudi: “vediamo ora la c.d. " SX" (coi suoi radical-chic, neo e post- Ecce Bombi,storditi  dalle cuffiette all' orecchio, dalla Koca Kola e dalle kanne) pacifisti e non violenti integrali, ecologisti, e chi più ne ha più ne metta!), che giustamente negli anni passati definì sempre la Turchia  uno stato autoritario, reazionario, militarista, etc. Ma ho l'impressione che oggi i colonnelli, generali, sergenti, caporali di Ankara diventino all'improvviso "eroi della libertà" allorché invadono la Siria

Silenzio per la Pace – Scrive Marinella Correggia: “Ho partecipato mercoledì a Genova a un'ora di silenzio contro la guerra. La fanno dal 2001. La questura ormai quando tardano di un giorno a rinnovare il permesso chiama preoccupata! Non sono in molti ma hanno lo striscione insomma sono visibili, e stavolta ad es si è fermato il vicesindaco. Distribuiscono volantini ma personalmente per ragioni ecologiche preferisco che parlino gli striscioni. Questa iniziativa non costa niente in termini di tempo ed  energie, perché va in automatico, con un nucleo di sempre presenti e altri che si aggiungono. BASTANO POCHE PERSONE E DURA UN'ORA. Anche a Verona a lungo hanno fatto iniziativa simile.  E' UN'AZIONE ADATTA AL PICCOLISSIMO POPOLO DI PARTIGIANI DELA PACE ancora vivo in Italia e all'estero. RITENGO CHE SE IN VENTI CITTA' UN DI' ALLA SETTIMANA IN CONTEMPORANEA SI FACESSE UN'ORA DI SILENZIO CONTRO LA GUERRA (magari anche digiunante)  - a partire da quella per procura in corso in Siria, e dalle minacce della Nato - QUESTO SERVIREBBE. E si potrebbe poi propagare oltre frontiera, qualche possibilità c'è (devo chiamare alcuni pacifisti turchi incontrati mese fa e che erano già attivi nel 2003). Info. mari.liberazioni@yahoo.it

Lo spectre aggiusta tutto – Scrive Gyrka: “Scrisse Mark Twain: "Se con il nostro voto potessimo davvero cambiare le cose ci avrebbero già tolto, in qualche modo, la possibilità di esprimerlo" Secondo me è vero. Io penso infatti che per 40 anni la DC è stata al potere perché questo serviva agli equilibri strategici internazionali e lo voleva in primis gli Stati Uniti (non gli elettori) Dopo c'è stato un po' di casino visto che dell'Italia non fregava niente a nessuno e così c'è stato il ventennio Berluskoni-Prodi che nulla ha tolto e nulla ha messo se non impoverire il ceto medio e rendere precario il lavoro. Adesso c'e' un altro strapotere internazionale che si chiama FINANZA. E' lui che decide per cui ci ha imposto Rigor Mortis Monti che viene appoggiato da tutti i partiti lekkakulo tipo PD, UDC (ma anche SEL, perché no che non è diversa dagli altri) in maniera da nascondere a tutti che in realtà non è il popolo che vota ma...” – Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/10/politica-pilotata-lo-spectre.html

Scilla e Cariddi – Il sogno del ponte svanito – Scrive Vincenzo Mannello: “Clini "smonta" definitivamente il Ponte sullo Stretto per la gioia di chi da sempre ne ha ostacolato pure la semplice progettazione. Tutti contenti oggi, tranne La Sicilia (via Tony Zermo) e quanti ci  abbiamo  sempre creduto. Oh , abbiamo creduto nella utilità dell'idea stessa del Ponte, non tanto nel fatto che venisse realizzato. Conosciamo  benissimo i nostri "polli". Quelli politici, economici, sociali e  pure ambientali. Presenti, passati e futuri. Ovvero quanti, pur  (s)governando la nostra Sicilia (e la Calabria) ed avendo raggiunto  posizioni di vertice anche a Roma, niente di buono hanno prodotto dal  1946 in poi. In nessun campo e per nessuna categoria. Tranne che per  se stessi e le proprie congreghe familiari , clientelari e pure (a  volte) mafiose. Non credo proprio che siano dati "controvertibili".  E tutti , contrari o favorevoli (a parole) al Ponte, che si  ripresentano  costantemente alle elezioni con programmi e tesi di ampio respiro.."

Taranto e la legge del menga – Scrive Andrea Agostini: “Tutti lo dicono: la legge è uguale per tutti, la salute innanzitutto, ma nessuno lo fa.  Partiamo da lontano - ma poi è vicinissimo - è di oggi che in un anno i casi di tumore a Taranto sono aumentati del 50% con un aggravio di spese per farmaci di 1 milione di euro all’anno. E uno dice: ma le agenzie di controllo aspettano il rendiconto spese della capo-farmacista della regione per accorgersi di un aumento statistico del 50% in un anno, e l' anno prossimo, quando a causa della parziale chiusura in atto dell'Ilva il numero di malati a statistica calerà si gioirà per la minore spesa e per la bravura delle agenzie e della regione per aver diminuito la mortalità?” – Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/10/andrea-agostini-la-legge-e-nella.html  

Terra Amica a Frascati – Scrive Enrico del Vescovo: “7 Ottobre a Frascati, Scuderie Aldobrandini, Piazza Marconi. "TerrAmica" Giornata per l'agricoltura sostenibile, solidale ed ... altro pensiero. Info. enricodelv@fastwebnet.it

Signoraggio bancario (alla buona) – Scrive Maurizio Barozzi: “La disinformazione dell’opinione pubblica, in questo caso anche per ignoranza o mancanza di precise documentazioni, sul problema del signoraggio bancario, è veramente notevole. Ma oltre tutto ci sono attivi anche cosiddetti “debunkers” o pseudo “cacciatori di bufale”, che è facile intuire da chi sono foraggiati, che invadono Internet, con enunciati e teorie di ogni tipo, per esempio atte a negare che le banche centrali siano, sostanzialmente, in proprietà ai privati. Lo si nega, riportando statuti, organigrammi e persino delibere che, in alcuni casi prevedono di devolvere in qualche modo eventuali profitti.  Tutti paraventi per imbecilli o ignoranti appunto….” –  Continua in calce: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/04/la-verita-sulla-truffa-del-millennio-signoraggio-bancario-tutti-i-proventi-vanno-alle-dinastie-e-non-agli-azionisti-delle-banche/

Commissariamento dell’Italia in fieri – Scrive Lidia Undiemi: “Tutti i partiti presenti in Parlamento, considerando irrilevanti i ripensamenti ininfluenti dell’ultimo momento, hanno servito su un piatto d’argento le politiche di austeritàal governo Monti ed il salvataggio delle banche con i soldi dei cittadini. Secondo recentissime notizie di stampa, nella bozza della legge di attuazione del pareggio di Bilancio in Costituzione si prevede, tra le altre cose, l’istituzione di una “Fiscal Commission” preposta al controllo del Bilancio dello Stato e di tutte le regioni. Quali margini di autonomia decisionale resteranno alle istituzioni rappresentate mediante elezioni democratiche? Da chi sarà composta questa Commissione e quale sarà il livello di ingerenza nella definizione della politica nazionale e locale?”

Predazione organi a New York – Scrive Jamie: “The New York Organ Donor Network pressured hospital staffers to declare patients brain dead so their body parts could be harvested — and even hired “coaches” to train staffers how to be more persuasive, a bombshell lawsuit charged yesterday. The federally funded nonprofit used a “quota” system, and leaned heavily on the next of kin to sign consent forms when patients were not registered as organ donors, the suit charged. “They’re playing God,” said plaintiff Patrick McMahon, 50, an Air Force combat veteran and nurse practitioner who claims he was fired as a transplant coordinator after just four months for protesting the practice” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/10/leggermente-contuso-presto-presto.html

Foto a Carignano – Scrive Gianni Donaudi: “Mostra fotografica "Uno sguardo fotografico sulla Città del Principe: Arte, Architettura e Ambiente a Carignano", sabato 13 ottobre a Carignano (TO), sotto i portici medioevali di Via Vittorio Veneto. Ingresso libero. Info. paolocastagno@teletu.it

Libro a Pavullo – Scrivono Serena e Annalisa: “Ciao a tutti,  appuntamento per la presentazione del libro "Pensare come le montagne" ad Equofrignano.di Pavullo, con Paolo Ermani,  per venerdì 12 ottobre p.v. alle ore 20,30. Info. serena.mrc@tin.it

Elettrosmog nocivo – Scrive Francesca Romana Orlando: “Il Consiglio dei Ministri sta per varare il Decreto Sviluppo Bis sulle procedure di diffusione della nuova telefonia mobile di quarta generazione (4G). La discussione è  stata avviata per il 4 ottobre 2012. Se approvata la bozza attuale, sarà una delle più drammatiche riforme della storia della nostra Repubblica per le nefaste conseguenze che essa comporterà sull’ambiente e sulla  salute pubblica. Vista la criticità del momento storico questa riforma rischia di passare sotto silenzio a tutto vantaggio degli interessi economici dell’industria delle telecomunicazioni che ha fretta di vedere allentare le tutele ambientali per iniziare ad installare la nuova telefonia che richiede maggiori potenze. Le licenze per la telefonia 4G sono state vendute, infatti, l’anno scorso e a partire dal 1 gennaio 2013 le nuove linee dovranno essere operative….” – Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/10/allarme-delle-associazioni-rischio.html

Salutiamoci qui, ciao, Paolo/Saul

……………

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

LEGALE, LEGALE!
morte legale, svanire legale,
stride adunco il radicale,
liberarsi della zavorra, del soprannumero,
al capolinea, evacuare
col marchio dello Stato
liberale,
LEGALE, LEGALE!... 

(Joe Fallisi)

Nessun commento:

Posta un commento