Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 25 ottobre 2012

Il Giornaletto di Saul del 26 ottobre 2012 – Nel prosieguo, accettare se stessi, valle del Treja, sementi e veleni, Aprilia bioregionale, api ed umani




Care, cari,

...ebbene sì... stamattina al baretto di Treia ho capito come vanno le cose in Italia. Avevo appena agguantato il papier del Corriere della Sera (stavolta lo nomino correttamente) che mi salta all'occhio la notizia "Berlusconi: non mi ricandido...". La barista stava lì che mi guardava e presto le dico: "Hai visto? Il Berlusca si sacrifica per il bene dell'Italia". E lei: "...si vede che gli conviene...". Ah, mai verità fu detta così, in tre parole". Barista saggia e sintetica! Ma non so se considerare questa notizia come buona, alla stessa stregua della non ricandidatura di Baffetto Dalemino, perché in fondo si sa come vanno 'ste cose: "Vai avanti tu che a me me viè da ride...". Ed infatti gli uomini cambiano ma non il sistema. E poi, leggendo avidamente l'articolo sulla rinuncia del Berlusca, cosa scopro? Che il Berlusca spera di poter candidare il monti mario al posto suo, come conducator del PDL (o forza mafia o viva la gnocca o quel che sia il partito del cavaliere). E così si scoprono definitivamente gli altarini. In fondo il Berlusca è grande amico del monti (e delle banche da esso rappresentate) e mai e poi mai rinuncerebbe all'opportunità di continuare il governissimo. Rispettando così -sempre a detta del Corriere- il dettame del napoletano del Quirinale, che dice: "Dobbiamo continuare con la politica del  rigore (montis)". Ma noi a votare che ci andremo a fare? Forse per capirlo conviene leggere il prosieguo...:   http://paolodarpini.blogspot.it/2012/10/ebbene-si-stamattina-al-baretto-di.html

Commento di Prima Pagina: “Grazie Paolo, abbiamo spostato il suo intervento sul nostro facebook http://www.facebook.com/primapagina.radiotre grazie”

Commento di Walter: "e già! ... ma fanno i conti senza l'oste!! Vediamo come va in Sicilia!"

Commento di Luigi Crocco: “Caro Paolo, dopo aver licenziata la segretaria comunista bancaria avversa sul auspicio di Grillo, riprendo confidenzialmente il contatto, per la collaborazione, con la mia segretaria segreta funzionaria alta e bionda con gli occhi azzurri al Ministero del lavoro e prima attrice del teatro Veneto di Puliero Cludia S. a notificarmi l'ultima opportunità sull'ultimo elettore”

Come è giusto che sia – Scrive Franca Chichi a integrazione di quanto espresso ieri: “Da subito, istintivamente, e senza chiedermi nemmeno perché, ti ho considerato come un fratello, ricordi la lettera per Teo? (Intuizione astrologica pubblicata qui: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/04/06/teo-darpini-in-una-presentazione-franca/ ). Vedi ho percepito la tua profondità spirituale e qualche volta (non sempre) sono anche riuscita a comprendere come la tua cosiddetta " laicità" ne sia il frutto trasformato per la vita d'oggi. E quanti scritti tuoi continuo a condividere. Nel Giardino Divino ci sono però tanti frutti, ed ognuno usa quello più adeguato, io mi trovo meglio quando, oltre a diffondere SEMI più che posso, riesco ad esprimere comprensione e profonda accoglienza nel servizio, ed è quello che Amma mi ha dato occasione di svolgere in Sua presenza in tutti questi anni nei quali  il lavoro profondo e complesso di trasformazione spirituale è avvenuto per mezzo del Maestro che mi ha letteralmente risvegliata: Sathya Sai Baba!” - Continua in calce con rispostina: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/22/amritanandamayi-sathya-sai-baba-osho-scambio-di-pareri-in-chiave-di-spiritualita-laica/

Commento di P.B.B.: "Ho letto gli articoli su Amritananda e le critiche pubblicate sul tuo Giornaletto. Gli Ispiratori della ST avevano compreso che l'applicazione delle scoperte scientifiche (atomo, genetica, microbiologia, scienze finanziarie, ecc.) avrebbero globalizzato e che per frenare questa tendenza non sarebbero bastati schiere di  santi, maestri o guru  perché sarebbero diventati facilmente contrapposti come, purtroppo, succede. Grazie mille per il tuo prezioso servizio"

Torino. Processo per vilipendio e proiezione de “Il leone del deserto” - Scrive Diritti Globali: “Venerdì 26 ottobre. Ore 11 aula 52 del tribunale processo per vilipendio alle forze armate e alla bandiera. Alla sbarra 11 antimilitaristi. Ore 20 aperi-benefit per gli antimilitaristi colpiti dalla repressione. Segue proiezione del film “Il Leone del deserto” di Moustapha Akkad (1981) Questo film, censurato in Italia, perché lesivo dell’onore dell’esercito italiano” non è mai uscito nelle sale. L'evento si svolge In corso Palermo 46 Torino – nel cortile a destra. Info. fat@inrete.it “

Guano, da condividere – Scrive Fabrizio Belloni: “Buon giorno a tutti. Da bravi fratelli condividiamo il guano. Corsa negli SUA: ha già vinto Obama. I contadini Friulani hanno un antico adagio: "Guano o guano con lo zucchero?". Sempre di quello si parla. Berlusconi il magnanimo non si candida a premier: con il fido Letta (Goldman Sachs!) e "brodo di volpe e pane ed aquila", al secolo Angiolino Alfano, è andato da Monti prof. Mario a contrattare le garanzie su se stesso. Tre ore di litigata, accordi, inciuci. A 75 anni fa un passo indietro. Ma non assomiglierà mai al divo Giulio...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/fabrizio-belloni-meglio-il-guano-o-il.html

USA, siete avvertiti! - Scrive Maurizio Barozzi: "Ci sono in gioco i destini di tutta l’umanità. Il 19 ottobre le forze armate russe hanno condotto una grande esercitazione che non ha precedenti dalla fine dell’URSS. Lo scenario, simulazione di una guerra nucleare strategica (ossia non limitata), con prove dal vivo. Ma ancora una volta, l’avvertimento di Mosca è stato tenuto in non cale dagli USA e dai suoi servitorelli. Di fronte a tanta presuntuosa noncuranza dei legittimi interessi russi, il Cremlino ha dovuto per forza mostrare la serietà delle sue intenzioni. Il 17 ottobre ha fatto sapere che sta per posizionare i suoi temuti missili supersonici terra-aria S-400 (gittata 400 chilometri) alla frontiera con la Turchia, divenuta un bersaglio dopo l’intromissione aggressiva di Ankara nella guerra civile in Siria e ovvia contromisura dopo lo spiegamento in territorio turco della rete di radar antimissile della NATO; né si dimentichi che lo scorso 10 ottobre il governo turco ha fermato un aereo russo diretto in Siria accusandolo di portare carichi di munizioni, cosa poi comprovata falsa"

Disarmo immediato – Scrive Mao Valpiana: “Settimana internazionale del Disarmo dal 24 al 30 ottobre 2012. Le recentissime notizie emerse dalle indagini sull'intreccio
politica/armi/tangenti rendono ancor più urgente e necessario il nostro impegno a sostegno della campagna per il disarmo"

Modena in trasformazione – Scrive Daniela: “Nelle giornate del 2-3-4 novembre 2012 a Riccò di Serramazzoni si terrà il seminario dal titolo “Gioco della Trasformazione” condotto da Franz Winkler. Il gioco, ideato presso la Findhorn Foundation, è una profonda esperienza di guarigione e di crescita interiore che trasforma i conflitti personali e i rapporti difficili. Ogni partecipante elabora un tema personale e viene guidato dal conduttore, seguendo le dinamiche del Gioco e le sue regole, a cogliere le indicazioni utili alla comprensione e alla trasformazione del proposito di vita che lui stesso ha scelto di svolgere. Per informazioni contattare Dolores 388 8380095 Riccò di Serramazzoni (MO)”

Vita che cambia o muore – Scrive Teodoro Margarita: “Libertà e biodiversità si coniugano assieme, necessariamente. Curare la terra per guarire gli uomini, scriveva Claude Aubert, ed è proprio vero, ancora più urgentemente vero dopo questa estate 2012. I cambiamenti climatici non vanno nella direzione dei "lendemains qui chantent" al contrario, se lasceremo che a cantare siano solamente le lobbies dell'agribusiness a New York o a Bruxelles, noi, non potremo che intonare una marcia funebre per la sovranità alimentare, per il diritto al cibo delle molteplici comunità contadine del mondo” - Continua http://retedellereti.blogspot.it/2012/10/usa-tempeste-di-polvere-avvelenata.html

Ed in aggiunta un messaggio poetico: http://retebioregionale.ilcannocchiale.it/ 

Roma amorosa – Scrive Lux Terrae: “Si tiene a Roma, il 27 ottobre, un convegno su Amore e buona energia, in Via Ambrosini, 129 – Il programma è qui: http://retedellereti.blogspot.it/2012/10/lux-terrae-amore-e-buona-energia-il-27.html

Intelligence dal Monte dei Paschi di Siena - Scrive Ralf: "l'altro ieri ho tenuto un micro-comizio.... intendiamoci... roba da poco.... da ignorante, ma il comizio l'ho tenuto all'interno di un'agenzia della banca del Monte dei Paschi di Siena. Prima di tutto ho parlato della moneta sovrana e della perdita della sovranità. Poi del signoraggio. Del trattato di Lisbona. Della crisi del 29 e dell'inquietante assonanza con la nostra. I cassieri tacevano. Allora gli ho chiesto di spiegarmi semplicemente la differenza tra signoraggio primario e secondario, perché non l'ho capita bene. E t'assicuro che non la sapevano. Non fingevano. Se lo domandavano tra i cassieri. Alcuni clienti ignoravano, sbalordendo, PERFINO all'annuncio della fine del gold standard del 1973. Ho consigliati d'informarsi. Se qualcuno ventilasse che gli italiani si stanno svegliando.... gli tiro una fiondata nella crapa. Dobbiamo svegliarci noi e parlare con la gente, con la gente, con la gente, non solo tra noi. Quindi, sono sgattaiolata fuori dalla banca prima che chiamassero la Neurodeliri. 10 persone le ho informate. Una di loro, fuori dall'agenzia, in separata sede.....mi ha detto che il Monte dei Paschi di Siena è stato da poco ribattezzata Monte dei Fiaschi di Siena e che ci leva il conto...."

Aprilia. Evento Bioregionale: “Il 29 ottobre 2012 ricorrerà il 75° anniversario della inaugurazione di Aprilia “Città della Terra”, la cui fondazione riporta alla mente la valorizzazione agricola del territorio dell’Agro-Romano e delle Paludi Pontine con il progetto su vasta scala della Bonifica Integrale. È seguendo pertanto lo spirito di ciò che viene inteso come Bioregionalismo, che Memento Naturae in collaborazione con l’Ass. “Latium Vetiver”, ha deciso di ripensare al territorio apriliano ponendo in primis la salvaguardia e la difesa di...” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/aprilia-29-ottobre-2012-evento.html

Romagna animalista - Scrive Roberta: "Stiamo cercando di portare via le caprette e i volatili dell'allevamento di Modigliana (Forlì). Ci sono 5 caprette tibetane, 3 pavoni e una ventina di galline, oltre ai colombi. Sappiamo già dove mettere questi animaletti, ma non troviamo nessuno con un furgone, disposto ad andare, con noi, a prenderli. Qualcuno ci può dare una mano? Il "tipo" dell'allevamento a fine mese se ne va, torna in Irlanda, e lascia lì tutto all'abbandono. Info. mimishou47@gmail.com"

Politica democratica – Scrive Anthony Ceresa: “Nel nostro paese è tutto un caffè latte, iniziando dai Tribunali con i pastai della giustizia dalle ricette insipide, dove per rafforzare ogni equivoco nelle Aule di Giustizia, (LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI), evidenziate in caratteri cubitali con le tantissime eccezioni, che colpiscono o perdonano provocando il regno infinito delle incertezze della Legge, dove il significato assume un valore polivalente, destinato al povero Sig. Tutti Barabba senza adeguata difesa, oppure inteso per tutti nel senso generale, ossia anche per i Politici e gli uomini di Potere, quelli marchiati con le natiche d’oro, i quali si presentano nelle aule dei tribunali seguiti da tanti Avvocati di primissimo piano, aventi il potere di richiamare il Giudice ai suoi doveri in difesa della Casta e trascinare le accuse sino al decadimento, alla prescrizione....” - Continua:

Mazzano Romano. Incontri in biblioteca – Scrive Gustavo Piccinini: “Anche quest’anno riprendono i “Giovedì dell’EdA”, incontri culturali a tema curati da Claudio Corvino (CTP Campagnano-Mazzano R.) e ospitati dalla Biblioteca comunale di Mazzano Romano. Il primo ciclo di incontri (da Ottobre a Gennaio) avrà come tema il territorio, dal monte Soratte a Montegelato, inteso come sistema natura che incontra l’azione umana (la storia). L’acqua e la terra, costituiranno i primi elementi da cui iniziare ad osservare lo sviluppo geologico, archeologico e storico del territorio” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/mazzano-romano-valle-del-treja-e-monte.html

Api ed umani – Scrive un amico vegetariano: “volevo chiederti di aiutarmi per una strategia in caso dovessi difendermi da qualche attacco: se mi creassero polemiche perché a volte collaboro con una azienda apistica di cui però credo non si possa mettere in discussione il loro interesse per la salvaguardia della Natura (e di conseguenza delle api), tu che risponderesti? Qualcuno potrebbe affermare che anche l'ape è un essere senziente che verrebbe sfruttato ma credo che invece sia proprio per salvarle dalla loro scomparsa (ricordiamo anche i pesticidi neonicotonoidi) che devono esistere gli apicultori”

Mia rispostina: “Quella da te prospettata è una buona strategia, in ogni caso un simile attacco può venire solo da persone ottenebrate e non mi preoccuperei più di tanto. In quanto il loro è un atteggiamento ideologico ed il nostro rispetta l'ecologia organica della nostra specie umana. Hai letto quell'intervento che feci  in tal senso? http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/09/26/vegani-o-vegetariani-il-tema-dellalimentazione-naturale-senza-ipocrisia-e-finzione-etica/

Canapa a Vignola - Scrive Vittorio Marinelli: "Ho letto la proposta per la coltivazione libera della canapa. (http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/altra-campana-sulla-canapa-pianta.html). Basti pensare che il canovaccio prende tale nome proprio perché fatto di canapa, materiale che si usava anche per le vele delle navi. Personalmente, ho uno zaino e un borsello, col quale porto l’ipad, fatti di canapa, ottimo materiale, robusto e pratico. Inutile dire che farò di tutto per essere presente a Vignola e che sponsorizzo fin da ora l’iniziativa"

Mia rispostina: "Oh, che bello! Allora verrai a Vignola? Son contento, bisognerà però portarsi una tenda (magari di canapa).... perché lì non ci sono tante sistemazioni..."

Sole invitto - In questa epoca materialista viviamo in un mondo dove, nella penombra, il falso e l'artifizio hanno preso il posto del vero e del semplice. Questo il meccanismo dell'apparenza che prende il posto del naturale -dell'intrinseca verità- e che favorisce il gioco sterile dell'esteriorità La seduzione della tenebra allusione e miraggio, con essa si mostra ciò che l'altro vorrebbe vedere, semplice barbaglio proiettivo di una immagine costruita a misura per attrarre l'altro. E chi è l'altro? Chi svolge la funzione separativa tra l'io e l'altro? Perché si sente la necessità di appropriarsi della attenzione dell'altro? - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/10/il-sole-invitto-alcune-indicazioni-sul.html


E pure stavolta gliel'abbiamo sfangata. Ciao, Saul/Paolo


….............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

"Via via che avanzate nell'esistenza, voi prendete coscienza di essere abitati da diverse tendenze, alcune delle quali sono migliori di altre. Ma prenderne coscienza non basta: dovete anche ammettere la necessità di fare una cernita fra tutte le varie tendenze, per concentrarvi su quelle che sentite essere le più nobili, le più costruttive. Così, a poco a poco, scoprirete in voi la presenza di qualcosa di luminoso e potente che prima non conoscevate. Tale presenza è quella del Principio divino che abita in voi e che attende che vi mettiate al Suo servizio. Mettersi al servizio del Principio divino, significa trovare ogni giorno i valori morali e spirituali che meritano da voi di essere messi al primo posto." (Omraam Mikhaël Aïvanhov)

Nessun commento:

Posta un commento