Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 26 ottobre 2012

Il Giornaletto di Saul del 27 ottobre 2012 – Monti ora et semper, geopolitica, Gaza, canapa a Rastellino, santi incontrati a Roma, Samahin


Swami Baktivedanta


Care, cari,

le speranze di una uscita dalla trappola montiana sono poche. Dopo l'uscita di Renzi che dava buono il monti per il Quirinale, e dopo la manfrina del Berlusca che tira la giacca al monti per convincerlo a candidarsi con lui, per non parlare dei fini casini perbenini vari, ecco che pure Bersani dice “sì al monti, purché appoggiato solo da noi”. Fin'ora il sì all'uomo delle banche è stabile, prima delle elezioni con l'appoggio spurio, e dopo potrebbe esserlo anche con eventuale appoggio pulito di una una delle parti (se ve ne fosse una vincente). Ma il risultato è molto incerto, vista la carenza di coalizioni credibili, e siccome la nuova legge elettorale è al chiodo c'è il rischio di andare al voto con il vecchio Porcellum. In conseguenza a ciò, con il prevedibile exploit del M5S, non sarà possibile una maggioranza uniforme (di centrodestra o di centrosinistra) per cui sarà fatto quel che tutti dicono di voler fare (escluso il Grillo) ovvero la “grande coalizione” per il bene del paese, con a capo colui che è già stato unto e prescelto dalle forze “democratiche” in campo, oltre che dai poteri internazionali, dal vaticano, dalla finanza, dal mercato, dalle logge, dai conciliaboli, etc. Solo “lui” potrà salvare l'Italia dalle divisioni e dalle paure. Meglio la certezza della cavezza con pane ed acqua razionati che la libertà e l'incertezza del domani (?).

Geopolitica e ripercussioni in Italia – Scrive Sergio Di Cori Modigliani: “Se vince Romney vincono gli strozzini della finanza che vogliono de-industrializzare l’Europa e cinesizzare il mercato del lavoro per schiavizzarci definitivamente. Se vince Obama, non saranno affatto rose e fiori. Ma una cosa è certa. 24 ore dopo la sua vittoria che io fortemente auspico, si apre “il Grande Contenzioso” e lì avremo una carta e una possibilità da giocarci tutti. Perché il vero nemico degli Usa è la Cina. Il vero nemico americano è lo yuan che sta per sostituire il dollaro, ed è ciò che vogliono i colossi finanziari. E quindi, Obama, per salvaguardare il suo impero e combattere lo yuan, deve “assolutamente” abbattere l’euro, moneta solo virtuale, sull’orlo del collasso, sostenuta soltanto dai cinesi a Hong Kong in funzione anti-americana. Sono due prospettive opposte, altro che uguali! Volete uscire dall’euro? Volete che la BCE venga messa all’angolo? Volete che ci sia anche una possibilità di abbattere il fiscal compact? Sperate, allora, che vinca Obama...” - Continua: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/26/geopolitica-in-usa-dietro-le-quinte-e-dal-fronte-caldo-del-sudamerica/

Roma. Cibus in primis - Scrive Agernova: "Dibattito con il prof. Giuseppe Altieri Agroecologo + Proiezione del film "Home". Roma, 26 ottobre, h 19, Castello della Spizzichina (via Cassia). Cibus in primis. Programma di azioni per il Bando degli OGM e lo sviluppo dell'Agricultura ed Alimentazione Biologica, Prevenzione sanitaria primaria e Contrasto dei Gas Serra. Info.agernova@libero.it"

Giustizia sommaria – Scrive InfoPal: "Un membro del parlamento israeliano dal partito di governo, il Likud, ha invitato a uccidere i leader di Hamas nella Striscia di Gaza. Mercoledì 24 ottobre, la radio ebraica ha riferito le dichiarazioni del parlamentare Danny Danon, che invitavano Israele a colpire i leader di Hamas per riattivare la propria "deterrenza". Gli aerei da guerra israeliani hanno lanciato una serie di attacchi aerei su Gaza nel corso degli ultimi giorni causando vittime e feriti"

E si aggiunge al carico persecutorio una ragione biblica, descritta da Vittorio Marinelli: “Stiamo infatti assistendo allo sterminio sistematico di un popolo dopo che allo stesso gli è stato sottratto il territorio storico nel quale viveva da secoli. In pratica, la dirigenza israeliana è ben consapevole di quello che è già successo nel Kosovo. Per questo gli israeliani fanno quello che stanno facendo: non c'è nessun errore. C'è un preciso disegno strategico: ammazzare i bambini...” - Continua: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/10/gaza-ammazzare-i-bambini-per-impedire.html

Osimo. Invito al baratto – Scrive Nazareno Vicarelli: “Nuova iniziativa organizzata ad Osimo sul baratto, sull'autoproduzione e sullo scambio dei prodotti naturali che avrà cadenza mensile. E' rivolto a tutte le persone che desiderano un rifornimento costante di prodotti locali naturali. Info. nazzarenovicarelli@libero.it"

Rastellino. Canapa – Scrive Fuzzi: “Confidando nella clemenza del tempo vi illustro cosa verrà fatto alla Bassa di Rastellino, il 28 ottobre 2012. In sostanza cercheremo attraverso un contatto manuale della Canapa di trarre da essa due o più prodotti.  In questa prima esperienza toglieremo attraverso a una lieve scuotitura il SEME adatto alla germinazione. Poi si separeranno le parti verdi che verranno portate all'Istituto di Agraria di Monteombraro dove verranno distillate per ricavarne l'olio essenziale.  La fibra si lascerà macerare nel campo e in un secondo tempo lavorata” - Continua:

Torino. Meditazione - Scrive Tiber Prakash: "9, 16 e 23 Novembre 2012 al CENTRO AYURVEDICO KRISHNALILA, Via San Quintino - Torino. Corso pratico di Meditazione. Meditazione è un termine che nel mondo occidentale viene spesso erroneamente usato per indicare una specie di estasi mistica. Benché questa esperienza sia possibile ad alti livelli di pratica, in realtà con 'meditazione' si intende più genericamente, almeno in una prima fase, la pratica contemplativa che mira a sviluppare una maggiore concentrazione e consapevolezza di se stessi. Info. info@gandhitorino.net"

Piedi – Scrive Luca Gianotti nel redazionale del Cammino (n. 64): “Riflettiamo un attimo sui nostri piedi, per i camminatori i piedi sono preziosi. Ho un amico che ha un problema ai piedi e non può camminare per lunghi tratti. Lui dice che allora ha imparato a volare. Ma noi che abbiamo i piedi per terra, possiamo esserne fieri. Essere felici di poter toccare la terra, di poter conoscere il mondo camminando, di poter conoscere se stessi camminando. I piedi spesso sono svalutati, sono in basso, sono laggiù, lontani dalla testa, che è la cosa più importante che crediamo di avere. Ci dimentichiamo di loro. Anche noi camminatori. Ma i piedi sono una cosa preziosa, prendiamoci cura dei piedi, vogliamo loro bene, coccoliamoli, forse non è vero che per essere felici si deve partire dalla testa, forse chi ha piedi felici poi può avere gambe felici, sedere felice, genitali felici, braccia e mani felici, organi interni felici, orecchie, bocca e occhi felici, e – solo alla fine – testa felice!”

Mia rispostina: “Caro Luca, mi è subito tornato alla mente quello scambio di lettere, sui piedi, che ebbi con Antonella Pedicelli.... Ma stranamente non avevamo pensato al “camminare” in se stesso. Che è la principale funzione dei piedi. Grazie! (http://www.circolovegetarianocalcata.it/2008/12/05/antonella-pedicelli-conversazioni-con-paolo-n%C2%B0-1-piedi/)"

Torre Mileto (Termoli). Progetti RIVE: “Scrive CIR: “Carissimi, questo è l'invito ufficiale per l'incontro di soci e dei progetti del sud che si tiene al Giardino della Gioia dal 1 al 4 novembre 2012. Ci dispiaciamo per il ritardo.. problemi tecnici.. comunque chiamate il prima possibile il Giardino della Gioia.. cel. 3299842608”

Disoccupazione intellettuale - Scrive Paolo Bonetti di Italia Laica: "Recentemente la ministra Elsa Fornero ha definito choosy, vale a dire schizzinosi, quei giovani italiani che rifiutano i lavori ritenuti non all’altezza della loro preparazione culturale e delle loro aspirazioni sociali"

Commento di Luigi Crocco: Ma il cinismo, anzi la vigliaccheria più grossa, oggi l'han fatta come al solito i rappresentanti dei partiti seduti e qualcuno in piedi col pulsante in mano a chi arrivava per primo sul tabellone elettronico di votare no, sul ultima proposta di legge di tagliare il costo della politica”

Eutanasia o il lasciarsi andare? - Lasciando da parte la morale resta comunque aperto il discorso del diritto umano, in Italia come nel resto de mondo il legislatore dovrebbe decidere su base razionale e quindi la decisione legale normativa resta aperta. Ovviamente non sono d'accordo sull'accanimento terapeutico, il che significa che non accetterei di farmi ricoverare in un ospedale per essere tenuto artificialmente in vita. E se non potessi io stesso oppormi chiederei che i miei eredi possano farlo a mio nome. Non volendo comunque correre rischi inutili, sentendomi prossimo alla morte, personalmente accetterei di esaurirmi per inedia. - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/discorso-sulleutanasia-e.html

Notizie dal mondo sottosopra – Due notizie. Una bella ed una più bella ancora. Quella bella è che Lucy, la nostra antenata della specie Australopitecus Afarensis aveva le scapole che le consentivano di arrampicarsi sugli alberi. Sapeva camminare in posizione eretta ma trascorreva la maggior parte del tempo sugli alberi, per sfuggire agli eventuale predatori, che sicuramente non mancavano. L'altra notizia è che è partita la riffa per la vendita delle vergini. Finalmente le ragazze potranno assicurarsi un futuro, senza doversi sposare, semplicemente mettendo all'asta la loro verginità. Se ne occupa un apposito sito che ha ottenuto già un primo successo: la verginità di una ragazza ventenne brasiliana è stata pagata 600.000 euro da un maturo miliardario giapponese. Chissà se per questi traffici non si prefigura il commercio di carne umana... (Shylock docet)”

Samhain. San Severino Marche - Com’è nella tradizione anche quest’anno il Circolo vegetariano VV.TT. celebra il momento che nell’antichità segnava la fine dell’anno agricolo, e che sancisce una nuova tappa nel Ciclo della Vita. In questo periodo dal 31 ottobre ai primi di novembre anche nella tradizione cristiana si ricordano i santi ed i morti e questo segna il collegamento fra il vecchio mondo pagano e quello nuovo conseguente all’avvento del cristianesimo" Continua con programma:  http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/31-ottobre-2012-il-circolo-vegetariano.html

L'Aquila. Contatti per cohousing – Scrive Carla: “Carissimi amici siamo due amiche che vogliono creare un cohousing a Pereto (Aq) cerchiamo contatti nella zona per iniziare delle attività e sopratutto qualcuno che ci dia indicazioni per l'acquisto di prodotti biologici. Abbiamo anche un terreno pianeggiante di 5000 mq che vorremmo utilizzare per fare delle coltivazioni se qualcuno vuole venire a collaborare o ad iniziare questa esperienza con noi è il benvenuto! Info. carla.infinito@gmail.com

Leone del Deserto – A commento della notizia pubblicata ieri relativa alla proiezione del film Il Leone del Deserto a Torino, con discorso connesso, scrive Gianni Donaudi: “E' vergognoso che un film come Il Leone del Deserto sia tuttora Non-distribuito e boicottato in tutti i modi in Italia. ma ciò forse è dovuto ANCHE all'avversione della c.d. "sinistra" in questi ultimi 20 anni, per la Libia di Gheddafi. Quando il Rais venne in Italia sembrava quasi che sulle pagine del Manifesto, si schernisse il fatto che egli avesse la foto del Leone del Deserto, cioè il difensore della sua terra. E d'altra parte non ci sarebbe da stupirsi. Nel 1992 l'ex dirigente dello PSIUP e di DP VITTORIO FOA, fece una dichiarazione (singolare in bocca a uno come lui (ebreo, di sinistra, perseguitato dal fascismo, etc.), egli disse che il colonialismo italiano in fondo era "all'acqua di rose" , che in Abissinia gli italiani si erano tutto sommato comportati bene.... Viceversa un marxista coerente come COSTANZO PREVE , nonostante tutte le critiche (fino all'accusa di "cripto-fascista"!) e persecuzioni da parte della Torino-bene azionista o cripto-azionista, NON CONCEDE ATTENUANTE ALCUNA al comportamento degli italiani (e non solo dei fascisti) in Eritrea, Somalia, Libia, Abissinia, Grecia, Juguslavia, URSS, fino alla collaborazione itagliota di DX e di SX con gli $UA in Serbia, Afganistan, Iraq e di nuovo Libia”

I “santi” incontrati a Roma - Vi ho già parlato degli incontri con vari yogi e maestri da me fatti nei primi anni ’70 in quel di Roma. Qui vorrei abbozzare alcune impressioni su alcuni di essi. Di altri, quelli che ritengo più significativi, vi ho già parlato in altre lettere ma dicendo ciò non voglio sminuire l’importanza della presente lista. In quegli anni gloriosi ero tornato a vivere a Roma in pianta stabile, la madre patria mi aveva richiamato al dovere della presenza, ed io zitto zitto me ne stavo in trincea, nella vecchia casa di uno zio da poco defunto, in Via Emanuele Filiberto 29. Da lì imparai a conoscere bene Roma, percorrendo le sue strade giornalmente a piedi e visitando ogni possibile angolo in cui si manifestasse qualche forma di “spiritualità”, dalla vicinissima Porta Alchemica di Piazza Vittorio, alla basilica di Santa Maria Maggiore, al Museo per il Medio ed Estremo Oriente, alle grotte del Colle Oppio,  ai vicoli e vicoletti, chiese e chiesuole del Borgo. - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/10/bhaktivedanta-swami-prabhupada-raffaele.html

Ed anche stavolta chiudiamo! Ciao, Saul/Paolo

…........................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

“Adattamento alla vita non significa supina accettazione delle condizioni imposte... Va sempre considerata la capacità di adattamento in una reciprocità. L'ambiente può essere modificato senza snaturarlo o distruggerlo in modo da assecondare le necessità vitali. In fondo la vita è un aspetto dell'ambiente. Poi c'è il discorso delle conseguenze, causa effetto. Ma tutto ciò ha valore solo dal punto di vista della manifestazione, del divenire. Il divenire nel suo complesso è influenzato da tutti gli aspetti vitali ad esso connessi ma questo processo non può essere scisso in specifiche cause ed effetti, il tutto è sempre in gioco nella sua totalità” (Saul Arpino)

Nessun commento:

Posta un commento