Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

domenica 14 ottobre 2012

Il Giornaletto di Saul del 15 ottobre 2012 - Thomas Sankara, Subramanyam, femminicidi, Bullicame, TV melensa, vivibilità umana...




Care, cari,

In memoria di Thomas Sankara – Scrive Teodoro Margarita: “Il 13 ottobre 2012, in occasione del venticinquennale della scomparsa, a Milano ho avuto l'onore di conoscere sua sorella, Odile Sankara, c'era tanta gente alla Fabbrica del vapore, un momento d'incontro e di scambio interculturale, tanti progetti avviati ed in corso, per un'Africa che sappia ritrovarsi e originare dalla sua grande storia l'avvenire di libertà e pace che Thomas Sankara sognava e aveva cominciato a preparare...” - Continua:

Marche – Scrive Salviamo il Paesaggio: “Nelle Marche il business delle centrali a biogas fa rima con speculazione economica: sul piatto ci sono 30 centrali sparse in tutta la regione collegate a ben 680 milioni di euro complessivi di incentivi pubblici”

Bologna canta – Scrive Salvatore Panu: “Martedì 23 e Mercoledì 24 ottobre 2012, ore 18. Biblioteca Lame, Via Marco Polo, 21/13, Bologna. Canti della Resistenza in Spagna. Laboratorio di canto sociale condotto da Badia in collaborazione con Salvatore Panu. Info. torepanu@tiscali.it

Guru e guretti – Scrive Tullia Turazzi: “..un guru realizzato può portare beneficio a chi lo avvicina. Se non è realizzato, la sua conoscenza è di seconda mano o deriva dai libri. Se non ha avuto un’esperienza diretta con il Divino, non dà nessuna garanzia. Tu attraverseresti un fiume attaccato ad un coccodrillo?”

La verità sincretica – Scrive Subramanyam: “Caro Paolo, leggo con interesse il tuo Giornaletto di Saul che raggiunge i suoi lettori con ammirevole puntualità. Naturalmente non leggo proprio tutto, ma in ogni numero trovo sempre scritti in consonanza con i miei interessi. Mi trovo in sostanziale accordo con la chiave di lettura delle vicende politiche italiane ed estere; meno con la demonizzazione del Cristianesimo, poiché, secondo me, nelle religioni bisogna distinguere ciò che è di origine divina da ciò che è interpretazione umana. Secondo la visione del Sanatana-dharma, infatti, i vari fondatori di religioni – Maometto, Cristo, Buddha, ecc. – sono “avatar”, ovvero epifanie divine consapevoli, svincolate dal karma. Credo che le religioni abbiano tutte un duplice aspetto: salvifico e imprigionante. Tutt’altra cosa è “seguire” (si fa per dire) la Via della Liberazione....” - Continua:

Premio Nobel per la Pace - A commento dell'articolo http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/13/nobel-per-la-pace-alleuropa-non-in-mio-nome-di-fabrizio-belloni/ scrive A.D.: "Dopo Obama e L'Europa il prossimo Nobel per la pace lo daranno a Satana"

Commento di J.F.: "Per identificare un principio responsabile del male presente sulla Terra: i teologi non possono concepire che il male provenga dal 'Dio buono e amorevole' che hanno elaborato nelle loro dottrine e così si rende necessario trovare un avversario, un antagonista, un principio spirituale contrario. Di qui hanno preso avvio le varie forzature palesi del testo biblico finalizzate a trovare la controparte cui attribuire la responsabilità. Tutto questo per evitare di commentare e spiegare un passo biblico moto difficile per la teologia, quello in cui (Is 45,7) è Yahwèh stesso a dire che è stato lui a portare il bene ed il male sulla Terra. È proprio lui ad affermarlo, attraverso una delle voci più importanti e autorevoli dell’intera storia del pensiero ebraico, il profeta Isaia. Il versetto non si presta a dubbi interpretativi come spiego bene nel libro in cui documento che il termine satana non è il nome di un individuo o entità ma un termine che indica una funzione – quella del pubblico accusatore – che di volta in volta viene assunta da vari personaggi (sia malakìm che uomini) e spesso proprio su incarico esplicito da parte di Yahwèh risultando così essere addirittura un suo collaboratore"

Una mia piccola precisazione: “Asura è una divinità terrestre antecedente il deva (latino: divus o deus) celeste (vedi l'Ahura Mazda della Persia, civiltà di origine ariana).  Addirittura il rakshasa, che è l'asura impersonificato e viene oggi considerato negativamente il “demonio” (mentre nel greco antico δαίμων, dáimōn, significa «essere divino»). Egli è invero un "protettore" ( dalla radice sanscrita raksh = proteggere). Gli asura si astengono da bevande inebrianti mentre i deva sono dediti alle bevande fermentate alcoliche. I deva pretendono sacrifici cruenti in loro onore mentre gli asura si accontentano dei frutti della terra (vedi anche la storia di Caino ed Abele, in cui Caino è l'agricoltore che offre frutti a dio  e Abele il pastore che offre animali uccisi)..... (vedi anche: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/semantica-e-qualita-divine-e-demoniache.html

Torino e Verbania ruralartigianato - Scrive Francesco D'Ingiullo: "Ecco i prossimi laboratori della decrescita. 26 e 27 ottobre 2012, Casale Corte Cerro (Verbania): Laboratorio di autoproduzione sandali. - 10 e 11 novembre 2012, Casalborgone (Torino): Laboratorio di ruralcesteria. Info. figliodelnibbio@gmail.com"

Verbania. Puledro cerca casa – Scrive Giulia: “Cerco urgente adozione per un puledro avelignese; ha un anno e si trova in provincia di Verbania. L'attuale proprietario vorrebbe darlo via perché ha un altro maschio che non lo tollera assolutamente. Le uniche proposte che ha ricevuto sono per il macello. Vi prego, chi lo potrebbe prendere? Se foste interessati, scrivete a: grimit62@alice.it

Vivibilità umana ed ecologia profonda - L’uomo in questo ultimo secolo è divenuto il peso più grande per il pianeta  Terra, siamo troppi ed inquiniamo tremendamente e rubiamo spazio al selvatico. Tutto ciò è innegabilmente vero, non posso però proporre soluzioni finali e sperare nell’armageddon, come molti illusi fanno, per risolvere il problema del mantenimento di una civiltà umana degna di questo nome. Nell’ecologia profonda si indica sempre la condizione presente come base di partenza per il successivo cambiamento o riparazione considero però che questa società non potrà durare a lungo ed è bene che vi siano delle “nicchie” di sopravvivenza, dalle quali ripartire con nuovi paradigmi di civiltà in cui mantenere un equilibrio fra uomo-natura-animali (dice una poesia: o si salvano o si perdono insieme). A questi livelli di sopravvivenza “bruta” mi riferisco quando parlo dell’esperimento di sopravvivenza in corso, in qualsiasi luogo definibile "bioregionale", dove tutto il male e tutto il possibile bene sono presenti in egual misura...” - Continua: http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/10/la-forza-della-cura-teniamo-conto-della.html

Commento di Poetalc: “Sono d'accordo. Il computer come tutti gli attrezzi da lavoro dopo averlo usato dovrebbe essere pulito dalle scorie. Ma l'unico liquido adatto a tale purificazione è l'acqua. E diceva Einstein se il nostro cervello immerso nel acqua al 90% utilizza il 10% della potenzialità ,oggi senza disciplina capita e utilizzata da tutti basta anche meno del 10% a purificarlo nel acqua del mare o del oceano”

Bullicame salvo – A commento del dialogo di ieri con Marinella Correggia sull'aeroporto di Viterbo scrive T.M.: “Davvero? Il Bullicame dantesco è dunque salvo? Non ci posso credere, io ci son stato, era un luogo meraviglioso, che suggestione quella sera, nell'acqua calda, le signore ucraine che cantavano... i bambini che spruzzavano, bellissimo. Non verrà distrutto? Confermami, sarei troppo felice, in caso contrario, potrei pure piangere”

Mia rispostina: “Se il signore vuole il Bullicame resterà tal quale... d'altronde come si poteva supporre che con tutti i buchi che deve tappare la finanza pubblica (per il mantenimento dei ladri al potere) si potessero trovare i miliardi necessari per un terzo aeroporto nel Lazio? (Leggi anche: http://paolodarpini.blogspot.it/2012/05/il-bullicame-di-viterbo-negletto-ovvero.html)”

Radicali ignorati dai Media - Scrive Alba Montori: "I lavori del 13 ottobre 2012, dedicati al prossimo congresso di Radicali Italiani, alla situazione politica generale, alle iniziative del Movimento, alla sua situazione economico-finanziaria, alle proposte di modifica statutaria. Un modo per far conoscere a qualcun altro, oltre ai radicali DOC, che cosa stanno facendo POLITICAMENTE i radicali (liberi) visto che i media li ignorano prepotentemente più che mai. Info. albamontori@gmail.com" 

Maltrattamenti e femminicidi – Scrivono Edia Manente e Margherita Pigliapochi: “Quello che state per leggere è l’incredibile racconto di una tragedia nazionale, che macina lutti e sparge dolore come una vera e propria macchina da guerra. Una guerra che prima di finire sui giornali nasce nelle case, dentro le famiglie, nel posto che dovrebbe essere il più sicuro e il più protetto e invece diventa improvvisamente il più pericoloso. Solo a metà del 2012 sono più di 80 le donne uccise in Italia dai loro compagni. 137 nel 2011. Una ogni tre giorni. Riccardo Iacona ha attraversato il paese inseguendo le storie dei tanti maltrattamenti e dei femminicidi...” - Continua:

Patente al monti - Scrive V.M.: "La carta d'identità di Monti divide il centrosinistra. Interviene anche Casini: Almeno diamogli la patente". La Cancellieri ritiene la discussione lesiva della Costituzione, pure su sollecitazione di Re Giorgio I. Solo a sera, all'Anagrafe di Via Petroselli, appurano che trattasi "d'intenti" e non d'identità"

Grillo, c'è speranza? - Scrive Massimo: "Cosa sia nelle intenzioni di Grillo lo sa solo Dio (o chi per lui) certamente oggi (Grillo) ci è utile per rompere questo coro vomitoso di camerieri.... (i fatti diranno il resto)! Dobbiamo tenere il fiato sul collo anche a Grillo. Oppure replicare un Monti bis con i partiti a far da coro delle voci bianche, castrati di qualunque potere, ma in grado di mantenere tutti i privilegi e le protezioni della casta. I parlamentari a premere pulsanti in Parlamento per approvare la volontà della BCE (sempre sia lodata) e "cedere quote di sovranità nazionale all'Europa per crescere" (Napolitano dixit), svuotando l'Italia come una larva...?"

Chiacchiere per svegliare la gente - Scrive Raffaella: "Parlo con gente (che non conosco) e incontro in città, coinvolgendoli in temi politici. Esclusivamente politici. Inoltre sto cercando di mettere in piedi dei gruppetti di persone (tutte donne) che all'inizio contatto con qualche argomento attuale, a loro più prossimo. Avvicinandole gradualmente a quelli politici"

Riassunto di una serata tragica, davanti alla TV – Scrive Ralf: “Canale 5. L’ ex moglie di Maurizio Incrostato Shop, (Maria Filippa), legge la lettera di una moglie, che vanta ben altre fortune. Si tratta della consorte di un contadino siciliano. Ex venditore ortofrutticolo, disoccupato, 5 figli. Per vivere non ha trovato di meglio che svegliarsi la mattina alle 4 e andare in campagna a raccattare lumache, dal momento che non lo assumono manco come bracciante. Quindi: vai con le lumache. .e cerca di venderle. I 5 figli non hanno i grembiuli o i quaderni per la scuola. Per mangiare i genitori si sono impegnati pure le vere nuziali. Conclusione?” - Continua a tono su vari canali: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/piccolo-schermo-piccolo-pensiero-ve.html

Che sia il caso di lasciarci qui? Ciao, Paolo/Saul

….......

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

“Salvare il mondo?
Non è Greenpeace che può salvare il mondo,
né a Mururoa né a Monterotondo.
Il mondo lo salva, se si salva
solo il mondo”
(Teodoro Margarita)

…..............

“Riempire troppo non è bene come fermarsi al momento giusto; affilare troppo una lama le fa perdere il filo. Riempi la tua casa di tesori e non potrai difenderla. Ammassa beni, occupa posizioni, mostra arroganza e presto sarai colpito da perdite. Questa è la via del Cielo: fa il tuo lavoro e poi ritirati quieto”
(Lao Tzu)

…..................

"E' possibile fallire in tanti modi, mentre riuscire è possibile in un modo soltanto." (Aristotele)

Nessun commento:

Posta un commento