Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

giovedì 11 ottobre 2012

Il Giornaletto di Saul del 12 ottobre 2012 – Africa, Sicilia, gas in Siria, Omega 3, condanna cristiana, amaranto santo, ecologia psichica....




Care, cari,

Africa. Mi sento come allora, quando stavo in Africa, niente davanti niente dietro, nessun luogo per andare, nessun luogo per tornare, nessun luogo per restare. Vagare trasognato, viaggiare solo perché lo spostarsi era l’unico modo di sopravvivere a me stesso. Ringraziando la fame, la sete, la fatica, la paura, la meraviglia che mi teneva in piedi, mi dava la forza e lo stimolo di andare… ma dove? Senza meta, pian piano, attaccato al respiro che mi accompagnava e mi consolava nella mia solitudine estrema. A volte amante della terra, sdraiato sui bordi di qualche sentiero nella foresta, nella brousse, la febbre alta per la malaria, senza vedere nessuno attorno senza preoccuparmi se ci fosse o non ci fosse qualcuno attorno. L’importante era respirare, respirare e guardare il cielo… Freddo caldo.. chi li ha conosciuti in quel limbo materno che è l’Africa? Il freddo ed il caldo erano solo notte e giorno, alternarsi di pensieri, nuvole di passaggio, pioggia, sole, sole, pioggia. Africa, il cuore si strugge e lo spirito ride!”

Siria e gas - Sapete qual'è la vera ragione del voler creare un "casus belli" contro la Siria (oltre alla solita scusa della "guerra umanitaria)? È ormai chiaro che si vuole metter le mani sul giacimento di petrolio e di gas che si trova nelle acque del Levante Mediterraneo, ed è costituito da più sacche che coprono l’est mediterraneo dal delta del Nilo alla Grecia e tutti cercano di impadronirsi della più grossa fetta possibile. Questa scoperta promette a Israele, se in grado di appropriarsene,  l’indipendenza energetica per i prossimi cento anni e sta per fare da detonatore a una serie di conflitti latenti che... - Continua:  http://paolodarpini.blogspot.it/2012/10/siria-il-gas-scoperto-nel-levante.html

Terremotati. Soldi non dati - Scrive Rocco Nuzzo: "Vengo a sapere dei soldi degli sms ai terremotati dell'Emilia che la protezione civile non ha potuto dividere tra i bisognosi per motivi burocratici; sempre per motivi burocratici in Abruzzo non furono utilizzate due pale meccaniche donate dalla Fiat alla protezione civile, anzi le pale sono sparite (come testimoniato qualche mese fa da Striscia la notizia). Il problema è sempre quello: Si può continuare a credere in uno Stato non etico?"

Savignano e la trappola del debito – Scrive Attac: “Giovedì 18 ottobre ore 20.30, a Savignano con Marco Bersani sul tema “I beni comuni e le risorse della democrazia locale” presso la sala del Teatro Cantelli, dove sarà presente Guido Viale, scrittore e giornalista, che ci parlerà di Un’altra economia – Info. m.bononcini@omnib.it”

Bioregionalismo possibile – Scrive Adriano a commento dell'articolo http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/10/bioregionalismo-ecologia-profonda-e.html: “caro paolo, a leggere i tuoi articoli mi prende un senso di "pace angosciosa"... ...vado di fretta e non approfondisco, intuisco che c'è un messaggio e, correggimi se sbaglio, ... una proposta di ridiventare quello che siamo (o dovremmo essere) in maniera semplice e autentica... è così??... e come si fa, se è così!? vado di fretta, ma ti leggo sempre ...o quasi!”

Mia rispostina: “Rinunciando a tutto ciò che è superfluo e dannoso..... a cominciare dalla fretta”

Ancora a commento dello stesso articolo soprastante scrive Fiorella: “Caro Paolo, dopo anni di studio dal punto di vista giuridico, come avvocato, filosofico, come studentessa classica, ricercatrice spirituale e poi nell'ambito delle scienze, della naturopatia, dell'olismo, etc. la realtà del Giardino di Pace Mondiale per l'Evoluzione Umana e la Conversione Armonica della Terra ho visto che è la migliore possibilità per una vero e profondo cambiamento. Solo vivendolo lo si può capire. Con affetto e gratitudine per il tuo prezioso lavoro”

Sbarchi in Sicilia - Scrive Walter Carmagnoli: “Ciao a tutti, mentre il paese assiste imbarazzato e disgustato allo scoperchiamento delle fogne dell'antipolitica, un rito centocinquantennale si rinnova, portando finalmente stavolta qualcosa di buono! Quello degli sbarchi in Sicilia: https://www.youtube.com/watch?v=5twpDk7K8II

Bioregionalismo e PC difettoso - Scrive Teodoro: "Caro Paolo, ieri notte mentre stavo approntando la relazione che mi hai chiesto, salvo in bozze per riposarmi un attimo, ma vaffambrodo, non torno al pc e trovo solamente l'introduzione generale? Porca puzzola, ore di lavoro, specie quelle sulla riunione a Milano, gettate via. Forse, anche se la rabbia resta, non è la prima volta che mi accade, non tutto il male viene per nuocere..." - Continua: http://retedellereti.blogspot.it/2012/10/tecnologia-invasiva-e-malfunzionante.html

Mia rispostina: “Bella, caro Teodoro, tutto ciò ti rende molto più umano! Bisogna sempre fare buon viso a cattivo gioco, anche perché è l'unico gioco. Figurati, se non avessimo la capacità di rispondere alle situazioni per quello che sono come potremmo dire di essere ecologisti? Vai col tango....”

Obiettivo Siria – Scrivono Nile Bowie e Tony Cartalucci: “La Grande Bugia, nascosta dietro l’ennesimo conflitto 'umanitario' che insanguina il Medio Oriente. Fermiamo l’ennesima guerra “umanitaria” Vuoi conoscere la reale situazione della guerra civile in Siria? La cosiddetta “rivolta siriana”, in realtà, fa parte di una cinica strategia occidentale, che si serve di provocatori, terroristi, fanatici fondamentalisti e ONG corrotte. L’obiettivo in Siria, come in Afghanistan e Iraq, è quello di colpire uno Stato arabo indipendente, proprio come è accaduto in Libia, annientata con la complicità e il coinvolgimento delle petrolmonarchie del Golfo e dei Paesi vicini....” - Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/obiettivo-siria-come-cia-bande.html

OliS Montesilvano - Scrive Michele Meomartino: "Domenica 14 Ottobre (ore 16.30): Il cuoco pasticcione. Laboratorio di pasta fatta a mano condotto da Maria Luisa Marrone. Si consiglia di portare il grembiule e un vassoio per riportare a casa la pasta preparata durante il laboratorio. Ingresso libero. Info. 393.2362091"

Pesce, meglio in acqua che in pentola – Scrive Franco Libero Manco: “Consumare pesce almeno due volte a settimana per garantirsi l’Omega 3, come raccomandano i nutrizionisti, non è sufficiente a garantire il quantitativo necessario, dal momento che solo alcuni tipi di pesce contengono modeste quantità di Omega 3 e solo se i pesci sono selvatici o da acquicoltura con pesci che si nutrono a loro volta di pesci che mangiano alghe nelle quali è presente l’Omega 3...” -  Continua con commento critico di Caterina che dice: “paragonare il quantitativo di omega 3 del pesce con quello di certi alimenti di origine vegetale mi pare uno sproposito: saranno anche molto più ricchi l'olio di soia, l'olio di germe di grano o l'olio di colza (ma dove si trova l'olio di colza? sapevo che lo fanno per usarlo prevalentemente come combustibile - purtroppo), ma sfido chiunque a mangiare un etto di questi oli e anche i semi di lino....” - http://www.circolovegetarianocalcata.it/2012/10/11/dieta-vegetariana-gioie-e-dolori-del-pesce/

Condanna certificata - Scrive J.F.: "Io condanno il cristianesimo, io levo contro la chiesa cristiana la più terribile accusa che mai un accusatore abbia pronunciato. Essa è per me la più grande di tutte le corruzioni pensabili, essa ha voluto l'estrema corruzione possibile. La chiesa cristiana non ha lasciato intatto niente nel suo pervertimento, ha fatto di ogni valore un non-valore, di ogni verità una menzogna, di ogni onestà un'abiezione dell'anima. Questa eterna accusa contro il cristianesimo io voglio scriverla dovunque ci siano dei muri - ho dei caratteri che faranno vedere anche i ciechi... Io dichiaro il cristianesimo l'unica grande maledizione, l'unica grande e più intima depravazione, l'unico grande istinto di vendetta per cui nessun mezzo è abbastanza velenoso, segreto, sotterraneo, meschino; lo dichiaro l'unico immortale marchio d'infamia dell'umanità." (Friedrich Nietzsche) - Non è l'unico, ma certamente il peggiore...."

Cristiano convinto – Scrive L.C.: “Domenica dopo essermi confessato e fatta la comunione con l'ostia de santissimo per purificarmi del peccato  a  pensieri,  tentazioni, azioni e omissioni a  opere di bene, per purificare il  mio Karma come  nel  battesimo  nel  liberami del  angoscia  del   viver da inquinato.  Mi so chiesto,  cosa cerco? Ho  tutto quello che un uomo può chiedere soldi, saluti , bimbi  che vanno ed escono da  scuola e mamme con grida di gioia  accompagnano e  aspettano  bimbi.  E maestre che escono dai cancelli .Ma a   fermarsi   tutti  siamo tutti lì dietro  la chiesa  dove   due   croci sul campanile  ci guardano  5 punte incrociate a volumi  triangolari,  ma sulla   quarta e  quinta dimensione,   io dove sono?”

L'amaranto salverà il mondo - Sì, l'abbiamo piantata  anche noi in giardino, la qualità alimentare,  a casa di Caterina a Spilamberto... e le piante sono venute su belle forti e con tanti semi. L'amaranto combatte e vince. Anche le nostre campagne sono piene di amaranto selvatico e spesso durante le passeggiate erboristiche ne abbiamo raccolto foglie e semi.  In verità da quando l'agroecologo Giuseppe Altieri mi aveva scritto consigliando di procurarmi alcuni semi della qualità sudamericana, quella più ricca di sostanze e dai grani più robusti, sono andato alla ricerca di amaranto in varie erboristerie e centri del naturale finché ne ho trovato un tipo che veniva venduto come alimento, con dei semini  rotondi più o meno grandi come il sesamo. Con Caterina li abbiamo cucinati e ci sono pure piaciuti molto, ne vien fuori una pastella mucillaginosa e saporita.  Ma il motivo per cui ci siamo decisi a tentare la semina dell'amaranto, come ultima ratio di sopravvivenza rurale, è perché abbiamo letto su alcuni bollettini di guerra contro gli OGM che questa pianta resiste alle contaminazioni e resiste pure al più mortifero  pesticida della  Monsanto, che deve sempre accompagnare le coltivazioni transgeniche.  Continua: http://altracalcata-altromondo.blogspot.it/2012/10/lamaranto-salvera-il-mondo-lerba-che.html

Commento di T. M.: "...e viva l'amaranto, io ne coltivo uno a stelo rosso, molto bello ed ho anche quello verde. Ottimi gli snack, meglio del sesamo"

Mithra e Gesù – Scrive Roberto: “La vita non cessa un momento di ricordarmi che le sorprese sono continuamente disponibili purché si tengano gli occhi della mente bene aperti. Alcuni giorni fa stavo leggendo un libro di poche pretese quando improvvisamente c'è un accenno sulla somiglianza tra Mithra e Gesù. La cosa mi incuriosisce e cerco in internet Mithra e in due siti differenti trovo i due articoli che vi invio in allegato. Io avevo alcune modeste nozioni su Mithra in qualche modo collegato a Zaratustra, alla prima religione monoteistica, adoratori del sole come i Parsi e dei molti siti archeologici a lui dedicati durante il periodo di Roma antica. E' stata per me una rivelazione di grande interesse che senza togliere niente all'importanza di Gesù mi ha dato delle spiegazioni molto interessanti sulle origini del cristianesimo. Se potete e se volete stampate questi due articoli e se li leggerete senza pregiudizi ma solo per scoprire qualche cosa di nuovo forse potrete sperimentare, come è accaduto a me, una conoscenza che mi ha soddisfatto pienamente dandomi quel appagamento che si prova quando ci viene fatta conoscere una verità che ci appare giusta e sopratutto assolutamente normale”

La fiera di San Lazzaro – Scrive SLIT: “Giunta alla sua 3a edizione, la Festa del Dono e del Baratto è sempre più attesa e partecipata dai cittadini di San Lazzaro (Bo). L’appuntamento è fissato per Sabato 13 Ottobre dalle 10 alle 19, sempre presso la Sala di Città ed il cortile interno del Comune (Via Emilia, 92). Info. sanlazzarointransizione@gmail.com

Ecologia psichica - La creazione di problemi “fittizi” è uno degli aspetti della mente. Alla base delle preoccupazioni mondane –ovviamente- c’è sempre il senso di responsabilità  per le nostre azioni dovuto all’identificazione con il corpo-mente. Il processo dell’individualizzazione della coscienza è la funzione stessa della mente.  La mente è  la capacità riflettente della coscienza che assume su di sé  il compito dell’oggettivazione e quindi della creazione del cosiddetto mondo delle forme. L’esteriorità è la sua tendenza. Eppure  non  è una condizione definitiva o   irreparabile, anche le sensazioni più negative possono essere trascese. - Continua:   http://bioregionalismo-treia.blogspot.it/2012/10/ecologia-psichica-rapporti-umani.html

Bene, bene... ciao, Paolo/Saul

..................

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

Ogni sadhaka passa attraverso i cosiddetti periodi bui. Ci sono cambiamenti in corso dentro di voi, durante questi periodi , di cui voi stessi non ne siete a conoscenza. È il periodo della maturazione, alla fine di esso, emerge una persona più forte e migliore. E' come cuocere una torta di Natale. Mescolate tutti gli ingredienti e la mettete a cuocere , poi conservate la torta per un paio di giorni affinché diventi più matura e morbida. Con un sapore più ricco e più dolce. In alternativa, prendete un viticoltore per esempio. Dalle uve ricava il mosto e lo conserva per mesi. Durante questo periodo, questo fermenta e bolle e si trasforma infine in un vino dolce. Succede lo stesso anche con la sadhana. Si sta solo attraversando un processo di maturazione”
(Sathya Sai Baba)

Nessun commento:

Posta un commento