Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 5 marzo 2010

Il Giornaletto di Saul del 6 marzo 2010 - Zitella obbligata, bagagli in testa, OGM Ascientifici, nonviolenti a Viterbo, femministe astute...

Care, cari,

a volte la vita sembra crudele, quando ci si mettono di mezzo gli interessi familiari allora pare ancora più crudele, ho ricevuto una lettera in cui si racconta la storia di una zitella obbligata e di una bambina impaurita:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/05/il-teatro-crudele-della-vita-ovvero-la-storia-di-una-zitella-obbligata-e-di-una-bambina-impaurita/

Mi scrive Sara, ancora sulla storia della Scimmia: "Macchè lavoro sporco! La Scimmia stava intralciando il piano divino tantè che Dio le ha dato il contentino per farla stare zitta ma a quanto pare non è le bastato ...ed è morta rimanendo intrappolata in una parte della sua natura....Dio ha cercato di salvarla mettendola nella condizione migliore ma lei........ha deciso che stava meglio quando stava male"

Mia rispostina: "attenzione attenzione e chi decide per chi? Se va bene è l'ego che è stato bravo e se va male è l'ego che è stato cattivo? Se Dio è così impotente allora è meno di un ego... Ma Dio non può essere meno può solo comprendere tutto ed anche oltre... Questa della Scimmia e del Serpente è una storia inventata lì per lì tanto per fare "conoscenza aggiunta" (ed inutile) come la creazione del mondo, la genesi, gli dei, le madonne, il libero arbitrio, il destino, etc. etc. Buona giornata, oggi c'è stato un po' di sole a Calcata... ed ho ancora la bronchite. Qual'è la causa? I venti, la volontà degli uccelli che vogliono cantare, il corso della natura, inutile cercare una causa o più cause... il mondo è quel che è perché l'intero Universo è quel che è... la causa se così vogliamo chiamarla è sola ed unica per tutte le cose... e tu non caricarti di bagagli inutili da portare in testa mentre stai sul treno... Il treno porta te ed i bagagli anche se li appoggi nella retina.... Ti ricordi il detto del Libro Dei Mutamenti a proposito di chi viaggia sul carro portando i propri bagagli sulla testa, dice: Così richiama i briganti..."

Scrive Beppe Sini: "Domenica 7 marzo 2010, con inizio alle ore 15,30, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, si svolgerà il quindicesimo incontro di studio del percorso di formazione/informazione nonviolenta iniziato da alcuni mesi. Partecipa il responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo. Il centro sociale autogestito "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, a Viterbo"

Mi scrive Hari Atma: "spesso questa nostra "comunicazione" è intessuta di poche parole. Sento di comprenderti, soprattutto quando scatta il "bisogno" di "silenzio", di solitudine.... è capitato e capita anche alla sottoscritta! Forse ai tanti "personaggi" che incontriamo ogni giorno lungo il percoso di vita.... non si riesce a trasmettere il senso della solitudine nella quale il nostro Spirito si rigenera..io vedo questo ritiro come una cascata limpida che riesce a sciogliere le croste degli "impegni" non "sentiti", delle convenzioni ricamate come eleganti trine sul nostro respiro libero, del dover essere e del dover "fare"...... Ti sono vicina, nella pace, nel silenzio, nel mattone caldo sul petto e in ogni piccolo istante condiviso con il "calore" di tutti coloro che ami e che ti amano!"

Mia rispostina: "In questi giorni in cui sono malato ho sentito molto più forte l'accudimento e l'interesse verso la mia persona... Eppure questa persona non è altro che un'immagine, Dio ha voluto che vi si riflettesse un po' del suo amore, Anima mia..."

Mi scrive Lamberto Rusconi: "Ho apprezzato la genialità dell'analisi di Kiriosomega sullo scandalo della presentazione delle liste a Roma ma infinitamente meno l'aggettivo a dir poco indelicato dato a Brunetta.."

Mia rispostina: "Di solito lascio libertà espressiva... ovviamente pubblico anche il suo parere in merito, grazie!"

Mi scrive Angelina: "Ecco, ti confido un segreto: (in questo caso, dovrei dirtelo mentre contempliamo una rosa, perchè questo è il suo significato, "ti confido un segreto", e magari intrecciare la mia mano alla tua, e parlare con tono sommesso e pacato......peccato che smancerie simili mi diano la nausea, altrimenti ti assicuro che lo farei....) quando butti frasi (mai a caso...) sul Giornaletto, perchè sei una Scimmia "che fa il lavoro sporco" (ma poi le spie sono fascinose, e anche ben pagate....) e lancia, oltre a battutine, anche messaggini indiretti, mi fai morir dal ridere! Ahahhaahahah! A fare gli affari altrui ci si rimette sempre? Non ne sarei poi così certa...."

Mia rispostina: "Angelina, sai cosa..? è venuto il regista e mi ha portato delle medicine che hanno fatto bene anche a lui per la bronchite... che carino... mi ha dato tutte indicazioni e poi... mi ha rifilato un nuovo copione di una storiella "Osvaldo e Zenaide" di Tardieu che vorrebbe io recitassi... Quando vuole il regista sa essere invitante... D'altronde è nato nella stagione della Scimmia (Leone). Mi ha fatto piacere leggere la tua letterina, che ho accorciato enormemente, stavolta sei stata carina, e ti auguro buon riposo... Io qui navigo nei catarri primordiali e tossisco come una povera Mimì... oh che bella scena drammatica... Non ti mando i bacetti perché sono infetti... ciao"

Nel sito del Circolo Vegetariano ho pubblicato i dubbi di Michele Trimarchi, che risponde a Margherita Hack, sulla scientificità dell'uso in agricoltura di OGM:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/05/ogm-2-marzo-la-patata-amflora-geneticamente-modificata-e-introdotta-dalla-cee-nelle-coltivazioni-comunitarie-di-chi-e-il-vantaggio-notizie-di-cronaca-comunitaria-ed-un-commento-su-scien/

Nel blog "Altra Calcata... altro mondo" potete leggere un comunicato stampa femminista per l'8 marzo:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/03/8-marzo-difendiamo-la-maggiore.html

Chiudiamo pure oggi, non ne posso più..., vostro Saul/Paolo
..............

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

LA LUNA

QUANDO VEDO LE OMBRE
NEL SENO DEL GRANDE VUOTO,
COME MI APPARE LIBERA, E INTREPIDA,
LA LUNA NELLA NOTTE AUTUNNALE.

(SENGAI)

Nessun commento:

Posta un commento