Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

venerdì 19 marzo 2010

Il Giornaletto di Saul del 19 marzo 2010 - Trasparenza amministrativa, epitaffi, vegetarismo, ricchi e poveri, Valle Faul, aeroporto di Viterbo, Osho.

Care, cari,

inizio con un commento graffiante sulle modalità (e sulla sostanza) del convegno previsto a Roma il 22 marzo p.v. al Campidoglio, si parla di "Trasparenza Amministrativa" o di "facciata strumentale"? Ce lo chiede Massimo Sega in una lettera:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/18/la-trasparenza-di-emma-bonino-e-la-lucidita-di-massimo-sega-a-confronto-ovvero-quando-la-critica-politica-e-costruttiva/

Scrive Georgius Vitalicus: "CARO PAOLO, IN RICORDO DELL'AMICO LUIGI CASCIOLI TI MANDO PER IL GIORNALETTO DUE ISCRIZIONI TOMBALI DEGNE DI LUI: EPITAFFIO N. 1: Qui giace un Ateo, vestito come si conviene, ma senza un posto dove andare. EPITAFFIO N.2: Non ignorare il mio epitaffio, o viandante! Fermati, ascolta, apprendi prima di riprendere il cammino. Non esistono barche nell'Ade, nè il traghettatore Caronte, non c'è Ajace custode, né il Cane Cerbero esiste. Tutti noi morti qui sotto siamo trasformati in ossa e cenere e nient'altro. Ti ho parlato sinceramente, o viandante. ORA PROSEGUI, perché anche da morto io non ti paia troppo loquace. [Lapide di età romana.] Ed infine, la riflessione di un Grande: Clarence Darrow. Per quanto mi riguarda, invece, sono d'accordo con Susan B.Anthony quando scrive: DI CONSEGUENZA... Laudetur Priapus, de conjunctione divii Bacchi Venerisque natus, deus amatissimus noster"

Scrive Francesco: "Rimborso IVA su TARSU - La Cassazione ha finalmente stabilito che la tassa sui rifiuti solidi urbani è di fatto una tassa e non una tariffa... La Cassazione ha finalmente stabilito che la tassa sui rifiuti solidi urbani è di fatto una tassa e non una tariffa; di conseguenza hanno applicato l'iva su un importo dove non doveva essere applicata in quanto appunto "tassa". Pertanto tutti gli utenti hanno diritto al rimborso del 10% dei 10 anni retroattivi; inoltre controllando sul sito "Federconsumatori" si evince che chi richiede il rimborso (che come al solito arriverà, lentamente ma arriverà) bloccherà di fatto l'iva sulle prossime fatture. Chi non lo fa si troverà a continuare a pagare tutto come prima perché, come capita solo in Italia, gente come anziani o fasce inferiori che non conoscono i loro diritti non ne usufruiscono "in automatico", ma solo se se ne accorgono e fanno richiesta"

Scrive Beppe Sini: "Domenica 21 marzo 2010, con inizio alle ore 15,30, presso il centro sociale autogestito "Valle Faul" a Viterbo, si svolgerà il diciassettesimo incontro di studio del percorso di formazione e informazione nonviolenta iniziato da alcuni mesi. Partecipa il responsabile del Centro di ricerca per la pace di Viterbo. Il centro "Valle Faul" si trova in strada Castel d'Asso snc, a Viterbo. L'iniziativa é aperta alla partecipazione di tutte le persone interessate"

Scrive Antonella Litta: "Signor Ministro dei Trasporti, Altero Matteoli, nel suo discorso di propaganda elettorale a Viterbo del 16 marzo 2010 la stampa locale ha riportato resoconti che potrebbero sintetizzarsi nella formula: "il ministro ha dato i numeri", giacché lei ha snocciolato roboanti quanto ipotetiche voci di spesa di enti pubblici e soggetti privati in pro del mega-aeroporto nocivo, distruttivo e fuorilegge, ma al di là dell'enunciazione aritmetica o pokeristica ha ancora una volta eluso la realtà, quella dura, nuda realtà con la quale tuttavia occorre fare i conti. E la dura, nuda realtà é che a Viterbo un mega-aeroporto nell'area archeologica, naturalistica e termale del Bullicame, a ridosso di popolosi quartieri della città, non si può realizzare..."

Scrive Nirmana: "Con grande gioia Vi aspetto Domenica 21 MARZO ore 18-20.30 per celebrare: il giorno di ILLUMINAZIONE di OSHO, un evento speciale con meditazioni, mantra, video, musica.. per risvegliare le nuove energie e far crescere dentro di noi i semi di gioia, amore, compassione, generosità, presenza mentale. A Roma, CENTRO CULTURALE U.N.L.A via Antonio Serra 93b, Collina Fleming, 06.33218727"

Nel rivoluzionario blog "Altra Calcata... altro mondo" leggete un articolo fischiante di Giorgio Vitali sul perché e sul come i ricchi campano sulla miseria altrui:
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/03/quando-i-ricchi-s-ingrassano.html

Nel sito del Circolo Vegetariano potete leggere un decalogo di verità sul vegetarismo e sulla dieta naturale per l'uomo, utile a sfatare molti luoghi comuni:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/18/vegetarismo-non-e-vero-che-rinunciare-alla-carne-e-un-sacrificio-quella-vegetariana-e-la-dieta-naturale-delluomo/

Sempre avanti prodi fanti, mai indietro... Vostro Saul/Paolo

...........

Pensieri poetici del dopo Giornaletto:

Il cuore che ride

La tua vita è la tua vita.
Non lasciare che le batoste
la sbattano nella cantina dell'arrendevolezza.
Stai in guardia.
Ci sono delle uscite.
Da qualche parte c'è luce.
Forse non sarà una gran luce
ma la vince sulle tenebre.
Stai in guardia.
Gli dei ti offriranno delle occasioni,
riconoscile, afferrale.
Non puoi sconfiggere la morte,
ma puoi sconfiggere la morte in vita,
qualche volta.
E più impari a farlo di frequente
più luce ci sarà.
La tua vita è la tua vita
sappilo finchè ce l'hai.
Tu sei meraviglioso
Gli dei aspettano di compiacersi in te.

Charles Bukowski
..........

Padre sbagliato

Ora che sono mezza inguaiata
e che ho deluso le tue speranze,
vieni di corsa, mi hanno avvisata
per dirmi in faccia le tue sentenze.
Padre, davvero lo vuoi sapere
se tu non vieni mi fai un piacere!
Mi avevi dato per cominciare
tanti consigli per il mio bene;
quella è la porta, è ora di andare
con la tua santa benedizione.
Padre, davvero sarebbe bello
vedere il tuo pianto di coccodrillo!
E certo tuo padre ti diede di meno,
solo due calci dietro la schiena
e con mia madre dormivi nel fieno
anche in aprile e di me era piena!
Padre, davvero sarebbe grande
sentire il parere della tua amante!
Poi sono venuta e non mi volevi
ero una bocca in più da sfamare;
non sono cresciuta come speravi
e come avevo il dovere di fare!
Padre, davvero che cosa mi hai dato?
Ma continuare è fiato sprecato
che sono tua figlia, lo sanno tutti
domani i giornali con la mia foto
ti prenderanno in giro da matti;
ah, non mi avessi mai generato!
Padre, davvero ma chi ti somiglia
ma sei sicuro che sia tua figlia!
la, la, la

Mia Martini
..........

RACCHIUSA INTIMITA’

Nel buio acceso
del tuo corpo di spezie,
un po’ ubriaco,
lo confesso,
ma solo di te amore
rimescolo i ricordi
e mi ritrovo ardito
sui pinnacoli del tempo,
svettante
e orgoglioso
come un giovane cedro
su cui scende dolce
la bruma della sera
che mi sorprende invaso
da un rinnovato stupore
fra le tue cosce calde
pulsanti di vita.

Simone Sutra

Nessun commento:

Posta un commento