Saul Arpino ritorna…


Avete visto quella faccia della foto in vetrina… chi è quello, sono forse io?
Potrei dire di sì ed anche di no…. Sono io per le convenzioni del mondo, non sono io perché l’io non può essere fissato ad un’immagine momentanea e mutevole.
Quell’io che vedete è un attore che recita in una commedia, in un certo senso non ha nome né forma precisa, come tutti gli attori che possono interpretare vari ruoli.
Ma il mio vero “io” non si manifesta solo nei ruoli ma nella sceneggiatura, nei costumi, nelle parti comprimarie, nella musica, nella regia, nelle luci, negli spettatori… eccetera…


Volendo però dargli un nome chiamerò quell’io Saul Arpino. Un nome inventato? Forse sì e forse no.. il nome potrebbe esistere od avrebbe potuto esistere… mio nonno –ad esempio- avrebbe potuto chiamarsi così… poi per motivi banali, di sopravvivenza bruta, prese a chiamarsi Paolo D’Arpini… ed io voglio seguire il suo esempio -ma al contrario- cambio nome e divento Saul Arpino, perlomeno su questo blog.


A proposito di blog… sentivo il desiderio di crearmi un piccolo palcoscenico sul quale recitare alcune parti che non mi sono consentite in altri spazi. Da questo luogo, che forse mi riporta indietro nel tempo, un ritorno ai dinosauri del passato remoto oppure verso un avanti sconosciuto, non so, mi prenderò la libertà di raccontare e mostrare agli accorti lettori alcune segrete immagini dell’essere… di quel che io sono o non sono, descrivibile o indescrivibile…..


Vostro affezionato, Saul Arpino.

mercoledì 24 marzo 2010

Il Giornaletto di Saul del 24 marzo 2010 - Energy Day, nucleare "sicuro", FAI fa male, signoraggio bancario, teatrino Calcata, papa Ratzinger piange

Care, cari,

mi scrive Benito Castorina: "Caro Paolo, ti ringrazio per l’invito alla tavola rotonda su "Cura di sé, salute ambientale e qualità della vita" che si tiene nell'ambito della Fiera Arti Creative di Calcata l'11 aprile 2010. Verrò con piacere e vorrei parlare della evoluzione agroindustriale e del movimento della decrescita felice. Ti comunico che oggi farò una relazione (a Roma a via della luce 44) nell’ambito delle iniziative europee per i cambiamenti climatici e la crisi energetica. Se puoi comunicarlo, mi farebbe piacere:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/23/benito-castorina-nuovi-mestieri-ecologici-e-socialmente-utili-in-sintonia-con-lambiente-iniziative-europee-per-i-cambiamenti-climatici-e-la-crisi-energetica/

Scrive Econews: "Centrali nucleari solo in Toscana e Piemonte, secondo il PDL: le altre regioni sono al sicuro o è solo un bluff preelettorale? Tradimento nucleare preelettorale dei candidati PDL: ora rifiutano il nucleare ….. finalmente lo hanno capito! (fu schiacciante il referendum anti-atomo dell’87). Incazzatissimo il Ministro Scajola: "manca il coraggio di posizioni corrette in campagna elettorale". Questa la situazione, regione per regione, a pochi giorni dalle elezioni regionali (è quasi un secondo referendum nucleare!) Continua >>> http://www.eco"

Talvolta anche il FAI fa male... è quanto sostiene la sua socia Giuliana D'Olcese De Cesare al proposito dei lavori al brolo originario di Andrea da Valle, e con "Il nuovo parterre di Villa dei Vescovi", progetto del FAI affidato e commissionato all'architetto Domenico Luciani: "E' da cittadina italiana, da appassionata amante e "guardiana" dell'Arte e dei Monumenti, in special modo italiani, e da aderente e socio sostenitore del FAI che con questa mia chiedo, ufficialmente e formalmente, che i lavori in corso di rimozione del brolo originario di Villa dei Vescovi, opera di Andrea da Valle, e sostituzione e pavimentazione con "Il parterre di Villa dei Vescovi" in pietre di trachite, vengano sospesi. Così per la rimozione del pozzo originario e l'albero secolare che adorna e ombreggia il medesimo pozzo. Ciò in attesa di adeguate riflessioni, autorevoli valutazioni e pronunciamenti in materia di relazioni storiche, critiche, tecniche, scientifiche, attributive nonchè tutte le specialistiche opportune necessarie ricerche storico-tecniche. Giuliana.D--Olcese-D@tele2.it -"

Mi scrive Hari Atma: "Ricambio il tuo affetto Paolo e ti sono vicina! Sai, ogni volta che mi parli del "regista" e delle sue "stranezze", mi viene da pensare ad una sorta di "amante" tradita... forse in una visione abbastanza "teatrale"! Ovviamente "l'oggetto" dei suoi desideri altalenanti sei proprio tu... chissà se tutto questo ha un senso! Stavolta comunque ti è richiesta forte presenza di spirito e "corpo"..il teatro ha bisogno del tuo contributo... non ti puoi sottrarre! Sono felice di trovare nelle tue parole una condivisione in merito al mio "sentire" nei confronti di Emma Bonino, sicuramente hai vissuto con lei momenti importanti della storia "politica" italiana... quanto mi piacerebbe che il vostro "contributo" fosse divulgato all'interno delle scuole, metaforicamente so che esso permetterebbe una "rinascita" e un risveglio di coscienze. Caro Paolo, questa è la tua "missione" e sai che parlo come ad una "parte di me", per questo ti voglio bene in modo speciale! Un abbraccio. P.S. Domenica sei a Calcata?"

Mia rispostina: "forse è come dici tu... comunque cercherò di restare in questo "teatro" almeno finché resterò nel "teatrino" Calcata... Perché sento sempre più forte lo stimolo di lasciare questo paese che predilige la finzione... anche se certamente mi spiace per i pochissimi amici che qui ho (forse due o tre persone) ed i miei nipotini... che sono deliziosi, ma ognuno ha il suo karma. Certo domenica sono qui a Calcata, anzi dovremmo pure recitare..."

Scrive Katia: ".. quando una cosa va bene sembra che tutto si infili nella stessa scia di beatitudine, gli uccellini oggi hanno preso a cinguettare forsennatamente, le persone a sorridere, le amiche a chiacchierare allegramente, le torte a cuocersi al punto giusto, i figli a sorriderti, il cuore a scaldarsi fin quasi a bruciare....."

Scrive Giorgio Vitali a proposito di signoraggio bancario: "QUESTO è SICURAMENTE IL PROBLEMA DEI PROBLEMI. Il fatto che la controparte ne parli (o scriva) per intorbidare le acque DIMOSTRA in modo inequivocabile che la faccenda comincia a scottare. AI SIGNORI (del mondo) cominicia a tremare la sedia sotto alla... pancia! Aspettiamoci di peggio. Già l'invenzione della parola.. "complottismo" denota uno studio molto accurato da parte degli esperti della guerra delle parole e del neurocontrollo. Come se un qualsiasi programma messo in atto da un gruppo ristretto di persone, fosse anche per l'acquisto delle chiavi del condominio non fosse di per sè un ....complotto. In ogni caso, poichè , mi baserò sui principi fondamentali della nuova logica che sono scritti sui due trattati: TEORIA DELLE BIFORCAZIONI COSMICHE"

Scrive Giovanni Panunzio di Telefono Antiplagio: "..qualcuno si inventi un Telefono Antichiesa o Antipreti ecc. e si metta in gioco.... In ogni caso, quando a Telefono Antiplagio sono arrivate denunce su sacerdoti che hanno abusato di qualcuno, li abbiamo segnalati, allo stesso modo dei ciarlatani. Se poi le autorità civili e/o religiose non intervengono, che possiamo fare? Qualora abbiate qualche idea in proposito, fatevi avanti"

Povero papa Ratzinger ha già tanti guai con la pedofilia "religiosa", ora viene anche accusato di "ottusità mentale"... Leggete tutto sul sito del Circolo Vegetariano:
http://www.circolovegetarianocalcata.it/2010/03/23/la-pedofilia-vaticana-ecclesiastica-e-peccato-grave-ma-piu-grave-ancora-e-lottusita-di-mente-lettera-aperta-a-papa-ratzinger/

La Terra ci parla, ascoltiamola e leggiamo il messaggio del guaritore Hernan Huarache Mamani nel blog "Altra Calcata.. altro mondo":
http://altracalcata-altromondo.blogspot.com/2010/03/riscoprire-la-comune-appartenenza-alla.html

E' anche oggi giunto il momento di salutarci, vostro Paolo/Saul
...........

Pensiero poetico del dopo Giornaletto:

E ti diranno parole
rosse come il sangue, nere come la notte;
ma non è vero, ragazzo,
che la ragione sta sempre col più forte; io conosco poeti
che spostano i fiumi con il pensiero,
e naviganti infiniti
che sanno parlare con il cielo.
Chiudi gli occhi, ragazzo,
e credi solo a quel che vedi dentro;
stringi i pugni, ragazzo,
non lasciargliela vinta neanche un momento;
copri l'amore, ragazzo,
ma non nasconderlo sotto il mantello;
a volte passa qualcuno,
a volte c'è qualcuno che deve vederlo.
Sogna, ragazzo sogna
quando sale il vento
nelle vie del cuore,
quando un uomo vive
per le sue parole
o non vive più;
sogna, ragazzo sogna,
non cambiare un verso
della tua canzone,
non fermarti tu...
Lasciali dire che al mondo
quelli come te perderanno sempre;
perchè hai già vinto, lo giuro,
e non ti possono fare più niente;
passa ogni tanto la mano
su un viso di donna, passaci le dita;
nessun regno è più grande
di questa piccola cosa che è la vita
E la vita è così forte
che attraversa i muri senza farsi vedere
la vita è così vera
che sembra impossibile doverla lasciare;
la vita è così grande
che quando sarai sul punto di morire,
pianterai un ulivo,
convinto ancora di vederlo fiorire
Sogna, ragazzo sogna,
quando lei si volta,
quando lei non torna,
quando il solo passo
che fermava il cuore
non lo senti più ;
sogna, ragazzo, sogna,
passeranno i giorni,
passerrà l'amore,
passeran le notti,
finirà il dolore,
sarai sempre tu ...
Sogna, ragazzo sogna,
piccolo ragazzo
nella mia memoria,
tante volte tanti
dentro questa storia:
non vi conto più;
sogna, ragazzo, sogna,
ti ho lasciato un foglio
sulla scrivania,
manca solo un verso
a quella poesia,
puoi finirla tu.

Roberto Vecchioni

Nessun commento:

Posta un commento